Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
nikita_

Non ho una £ira........!

Risposte migliori

nikita_
Supporter

E' solo una curiosità :)
Io bene o male sono cresciuto con le lire e mi viene tutt'ora spontaneo dire "non ho una lira", è una cosa che sicuramente mi accompagnerà sino alla fine.
post-27461-0-01699900-1420802088_thumb.j
Nonostante siano passati 13 anni non mi viene per nulla naturale (quando capita e scherzosamente) dire "non ho un euro" oppure "non ho un centesimo."
post-27461-0-80277400-1420802102_thumb.j
Il fatto è che "non ho una lira" l'ho sentito dire pure dai diciottenni, nonchè dai miei due figli, loro si che sono cresciuti nell'euro.
Capita anche a voi?

p.s.
Non è un sondaggio eh? non voglio sapere se siete veramente .....senza una lira! :rofl:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Cmq. Non buttare le lire, potrebbero servirci.... Nuovamente!

Skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter

Cmq. Non buttare le lire, potrebbero servirci.... Nuovamente!

Skuby

 

Quindi il detto "eventualmente" ritornerà di nuovo in voga! :crazy:

:rofl:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lafayette

Io ad ora ho trascorso poco più di metà della mia vita con l'euro ma devo dire che il  "non ho una lira", avendolo assimilato da piccolo, mi è rimasto...

 

 

Cmq. Non buttare le lire, potrebbero servirci.... Nuovamente!

Skuby

 

 

Speriamo di no ehehe!

Modificato da Lafayette
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter

Ma che si diceva quando c'era il baratto....

36_11_6.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

PAPERONEdePAPERONI

Io ho sempre detto e dico tutt'ora sono senza cash :D termine che mi e' rimasto quando da ragazzini con gli amici lo usavamo...

Comunque e' un dato di fatto questa osservazione... Sento tanti a cui esce questa esclamazione...

Sara' perche' si rimpiange, sara' perche' si stava meglio, sara' semplicemente affetto... sta di fatto che e' presente ancora in noi...

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter

Io ho sempre detto e dico tutt'ora sono senza cash :D

...senza cash... 4_6_2v.gif troppo aristocratico...

sembra che comunque dicendo così ti siano rimasti in tasca un bel mucchio di soldi! 7_15_5v.gif

 

:lol:

Modificato da nikita_

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

slapdash84

Io ho passato i 30, la lira l'ho vissuta da bambino e da ragazzo, eppure dentro di me sento che la "mia" moneta non è l'euro bensì il caro vecchio conio nazionale.

 

Spesso mi fermo a riflettere, facendo degli ormai improbabili paragoni tra lira ed euro, pensando che una pizza margherita quindici anni fa la pagavi 4000/5000 lire mentre adesso se ti va bene la paghi cinque o sei euro. Un caffè lo pagavi 1200, ora viaggia dalle mie parti tra l'euro e l'euro e venti. Mio padre prendeva all'epoca uno stipendio di due milioni e mezzo al mese, erano soldoni e si viveva davvero bene con quell'entrata fissa. Ora un nucleo familiare di tre persone con 1200 euro fa terribilmente fatica ad arrivare al mese successivo. I prezzi sono raddoppiati, il potere d'acquisto dimezzato.

 

Tutto questo per dire che a me la lira è rimasta sottopelle, quando vedo quelle monete le sento ancora mie, come se non avessi mai smesso di usarle... e... si, anche io dico (qualche volta, più spesso che in passato...) "non c'ho una lira!"  :blum:

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

blush20

...Ci vuole più Europa! 36_11_6.gif

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

slapdash84

Ad onore di cronaca posso però dirvi che, sempre dalle mie parti, sono ancora in uso molti altri modi alternativi per indicare la temporanea mancanza di danaro nelle tasche, tra cui:

 

Non ho schei (di origine veneta)

 

Non ho una palanca (moneta da dieci centesimi in uso ai tempi del Regno d'Italia)

 

Non ho un franco (curiosamente anche ai tempi della lira noi friulani abbiamo sempre continuato a chiamare i soldi "franchi"! forse un retaggio napoleonico? sarebbe interessante da approfondire)

 

Non ho un carantano (moneta in uso nel Lombardo veneto)

 

forse me ne sfugge qualcun altro, di sicuro le varie dominazioni e vicissitudini passate dal Friuli hanno lasciato un segno tangibile in tutte queste espressioni che sono giunte immutate fino ai nostri giorni!

 

Marco

Modificato da slapdash84

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Non vedo perchè ci si debba stupire che nei modi di dire sia ancora  ampiamente  in uso l'abitudine di ragionare con le lire. Ancor oggi si usano termini come quattrini, soldi e denaro, nonostante queste monete non si usino più da secoli. Quindi non mi pare tanto una ragione di nostalgia (a meno di dire che abbiamo nostalgia dei quattrini.....) quanto di un'abitudine ormai ancestrale a ragionare con le lire, che probabilmente sarà ancora in uso anche tra qualche secolo.

 

 

 

 

 

Spesso mi fermo a riflettere, facendo degli ormai improbabili paragoni tra lira ed euro, pensando che una pizza margherita quindici anni fa la pagavi 4000/5000 lire mentre adesso se ti va bene la paghi cinque o sei euro. Un caffè lo pagavi 1200, ora viaggia dalle mie parti tra l'euro e l'euro e venti.

 

 

Se è per questo nel 1980 una pizza margherita costava 1700 lire e il caffè ne costava 250....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corallino

Da noi in bassa Romagna si dice comunemente...non ho un baiocco oppure un franco ma anche un soldo o un Paolo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter

Da noi è molto diffuso "non ho "piccioli" è chiaramente riferito alle monetine da 3 Piccioli di 200 e passa anni fa.

"Non ho grana" ... Grana... più chiaro di così! :)

 

Quello che appare inconsueto è che viene utilizzato anche dai giovani che hanno preso coscienza dei soldi (si fa per dire...)  solamente sotto l'euro.

A me appare una forzatura dire "non ho un euro", lo sento esclamare sporadicamente, non lo so... forse non entrerà mai nel parlare comune.

 

Non è nostalgia, è solo abitudine, non credo nemmeno che sia nostalgia quando si fanno i paragoni con gli importi euro-lira, io lo faccio spesso per evidenziare una cosa che è rincarata a sproposito.

Questo paragone è quello che indubbiamente non fanno i giovani/giovanissimi che hanno vissuto solo l'euro.

Modificato da nikita_
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

4mori

Io sono cresciuto con la Lira e anche a me viene spontaneo dire non ho una lira, i modi di dire che si sono imparati da giovani sono intramontabili, è ovvio che le nuove generazioni che sono nate con gli euro in futuro useranno non ho un centesimo, mi risulta che mia nonna dicesse in Sardo "no tenzo una sisina" semplicemente senza soldi................

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gaetano95

Tra poco per me sono 20 anni e "non tengo una lira" lo dico sempre :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ihuru3

l'euro è una moneta sintetica, artificiale... hai voglia a digerirla ...ci vogliono 4 chili di bicarbonato ... :P  :P  :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

PAPERONEdePAPERONI

...senza cash... 4_6_2v.gif troppo aristocratico...

sembra che comunque dicendo così ti siano rimasti in tasca un bel mucchio di soldi! 7_15_5v.gif

  :lol:

Se non avevo nemmeno un portafoglio... :D la paghetta la tenevo nelle tasche dei pantaloni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cesare Augusto

Ma dove l'avete messe tutte quelle lire? non ce n'è uno che c'abbia una lira

A parte la battutaccia Buona serata da Nonno Cesare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vickydog
Supporter

 

Spesso mi fermo a riflettere, facendo degli ormai improbabili paragoni tra lira ed euro, pensando che una pizza margherita quindici anni fa la pagavi 4000/5000 lire mentre adesso se ti va bene la paghi cinque o sei euro. Un caffè lo pagavi 1200, ora viaggia dalle mie parti tra l'euro e l'euro e venti. Mio padre prendeva all'epoca uno stipendio di due milioni e mezzo al mese, erano soldoni e si viveva davvero bene con quell'entrata fissa. Ora un nucleo familiare di tre persone con 1200 euro fa terribilmente fatica ad arrivare al mese successivo. I prezzi sono raddoppiati, il potere d'acquisto dimezzato.

 

 

 

...e chissà quanto spesso viaggiavate in aereo per il mondo...ti ricordi?! :) E quanti telefonini avevate a testa! Quelli sì erano bei tempi...

Le variazioni del paniere Istat la dicono diversamente da te per es. http://www.istat.it/it/archivio/30440

Infatti le tue sono percezioni...i numerosi ribassi (come gli aerei, le telecomunicazioni etc) si tende a dimenticarli.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter

...e chissà quanto spesso viaggiavate in aereo per il mondo...ti ricordi?! :) E quanti telefonini avevate a testa! Quelli sì erano bei tempi...

 

Infatti le tue sono percezioni...i numerosi ribassi (come gli aerei, le telecomunicazioni etc) si tende a dimenticarli.

 

Sicuramente non dimentico che un computer da mezzo giga costava 6.500.000 e a malapena riusciva a fare 1 +1 invece oggi ci prepara pure il caffè virtuale, una stampante 560.000 lire (oggi costano di più le cartucce).

Ho visto pure il primo televisore al plasma in vetrina a 16.000.000 di lire.....

Un dvd 9.700 lire, oggi con 5 euro ne vengono 50, un cellulare Motorola 2.600.000 lire (un minuto di conversazione 1.680 lire e 770.000 lire l'anno di canone anche senza utilizzarlo), la mia prima pendrive 98 euro con 512 mega (mostruosa... equivaleva a 350 floppy disk, oggi se non hai una 8/16 giga sei out) un registratore sony 4 testine a soli 12 rate da 295.000 lire ciascuna, aereo solo per i vip, ecc ecc.

 

Tutto ribassato, tutte cose che ora si prendono a peso (o quasi...), cose che hanno sicuramente migliorato la qualità della vita.

 

Purtroppo sono tutte cose che non "tengono in vita", tutte cose che non si mangiano...

(per quest'ultime nessun ribasso, sono aumentate a dismisura)

giusto per parlare con la pancia... :rofl:

 

 

p.s. ma dove è andata a finire la faccina con il cartello OT ? eliminata dalla nuova versione?

 

trovato! :offtopic:

Modificato da nikita_

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

slapdash84

@@vickydog perchè tu, con tutto il rispetto e senza alcuna volontà di innescare sterili quanto inopportune polemiche di natura politico economica, ci credi all'Istat? Io no, mi dispiace.

 

È la solita vecchia storia del tipo che mangia un pollo intero mentre il vicino muore di fame.. statisticamente hanno mangiato mezzo pollo a testa, ma le cose in realtà sono decisamente diverse...

 

Anche perchè io l'aereo forse lo prendo una volta all'anno, il cellulare forse lo cambio ogni tre, il caffè ed il pane invece li compro ogni giorno e "statisticamente" incidono molto di più sulla mia economia familiare... almeno per quanto mi riguarda...

 

Poi sulla tecnologia che col tempo diventa più a buon mercato avrei qualcosa da ridire. Io un computer con la tecnologia di due anni fa sul mercato mica lo trovo più. Semplicemente si innalza l'asticella del livello tecnologico, proponendo prodotti sempre nuovi ed aggiornati quel tot per mantenere i prezzi inalterati o addirittura per rincararli con la giustificazione di una tecnologia più complessa all'interno di un manufatto.. ma che tendenzialmente invece costa sempre di meno al produttore...

 

Ribadisco, è solo il mio pensiero, nulla di personale contro nessuno. Ma la "percezione" che ho io della mia realtà quotidiana presuntuosamente sono convinto che sia molto più precisa ed efficace di una elaborazione statistica numerica effettuata a campione su un paniere di prodotti.

 

Con questo chiudo l'OT... :)

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan
.

Ad onore di cronaca posso però dirvi che, sempre dalle mie parti, sono ancora in uso molti altri modi alternativi per indicare la temporanea mancanza di danaro nelle tasche, tra cui:

 

Non ho schei (di origine veneta)

 

Non ho una palanca (moneta da dieci centesimi in uso ai tempi del Regno d'Italia)

 

Non ho un franco (curiosamente anche ai tempi della lira noi friulani abbiamo sempre continuato a chiamare i soldi "franchi"! forse un retaggio napoleonico? sarebbe interessante da approfondire)

 

Non ho un carantano (moneta in uso nel Lombardo veneto)

 

forse me ne sfugge qualcun altro, di sicuro le varie dominazioni e vicissitudini passate dal Friuli hanno lasciato un segno tangibile in tutte queste espressioni che sono giunte immutate fino ai nostri giorni!

 

Marco

 In Friuli c'era e rimarrà a lungo l'uso del termine "bees", di veneziana origine ..... dicendo "No hai bees" (Non ho soldi), "A l'è un om plen di bees" (E' uno pieno di soldi).

Questo termine sopravvivrà all'Euro.

Forse scomparirà l'uso del termine "francs". Si usava normalmente al posto di "lire", normalmente, comunemente, da tutti, .... "Al costa mil, doimil, dismil, dusintamil francs" ( Costa mille, duemila, diecimila, duecentomila lire). Ora si parla di "euros". Chi parla friulano non diceva mai lire, diceva Francs, ... scomparse le lire è morto il franc.

Forse rimarrà l'espressione "No hai un franc" (Non ho un soldo), condivisa però dalla più probabile "No hai bees".

In altre parti d'Italia forse rimarranno termini ben radicati, ma credo  che il termine "Lira" scomparirà, forse rimarrà in espressione come "Non ho una lira", ma non so per quanto. Più facile che rimanga la più antica e radicata espressione "Non ho un soldo".

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vickydog
Supporter

Ma la "percezione" che ho io della mia realtà quotidiana presuntuosamente sono convinto che sia molto più precisa ed efficace di una elaborazione statistica numerica effettuata a campione su un paniere di prodotti.

 

 

Ti sei risposto da solo.

Chiuso l'OT, ma certe (mis) percezioni è bene vengano confutate su un sito di riferimento quale il nostro che vorrebbe essere documentale.

In questo sintetico documento: http://ec.europa.eu/economy_finance/publications/publication6796_it.pdf  si spiega anche il divario tra l'inflazione percepita e quella effettiva e il suo perché.

A parte che tra l'Ikea per i mobili, i negozi dei Cinesi per suppellettili, le multinazionali dell'abbigliamento, la diffusione degli hard discount, gli acquisti online e il generale dumping nelle offerte di beni di consumo alimentari e non delle catene commerciali concorrenti... credo proprio si spenda meno oggi di 15 o 20 anni fa (al netto dell'inflazione). Magari se guardi il classico ristorante o la tazzina di caffè al bar sembra di no...

Modificato da vickydog
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

AndreaMCMLXXVIII

dalle  mie parti  , nel milanese,  si suol  dire,  in dialetto

" go' minga i dané "   ma si sente spesso anche "non ho una lira" 

 

 

al di là che non si senta mai  dire "non ho un euro"  , cosa che confermo decisamente,

  il problema è  che  in qualunque modo venga detto,  viene  detto sempre

piu  spesso...

 

è cio non è  buon segno ....   tra 50 anni l'italia sarà un paese povero, forse poverissimo ... 

beh io  comunque saro'  già  anzianotto con le mie monetine da guardare ogni tanto per consolarmi :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nando12
Supporter

Nun cete na lira, dalle mie parti ancora si usa ...eccome.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×