Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
legioprimigenia

Spilla del Savoia Cavalleria

Risposte migliori

legioprimigenia

Ciao avete ulteriori notizie per questa? Grazie tante - pagata 2 euro al mercatino

 

 

post-1342-0-97401900-1423846893_thumb.jp

post-1342-0-06730700-1423846923_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

palpi62
Supporter

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legioprimigenia

Sì grazie! avevo letto quelle  note. Volevo sapere  qualcosa  sull!oggetto! Chi lo usava,  in che epoca si colloca!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sandokan
Supporter

Ciao, Legioprimigenia :

 

Venustus et Audax  è lo stemma del "Reggimento Piemonte Cavalleria" : tuttavia sulla spilla non figura alcun riferimento al Reparto, come invece appare sulle Medaglie di Unità (Divisonali, Reggimentali, di Battaglione).

 

Ad un estraneo potrebbe apparire come una medaglia per la partecipazione ad un concorso ippico o per l'appartenenza ad una scuola equestre. 

 

E' solo una sensazione la mia, ma non mi sembra una medaglia militare strettamente intesa : può darsi venisse regalata ad ospiti, ecc. , ma ho qualche dubbio che venisse sfoggiata sulla divisa ( e invece è probabile che sia così...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

NoNmi4PPLICO

Penso che Sandokan abbia ragione.

Premesso che la tua spilla è una lorioli, ho trovato in rete questa, fabbricata da una ditta inglese di bijoux.

Ultima nota, il cavallino rappresentato sulla tua spilla è quello scelto da Enzo Ferrari come stemma.

post-39641-1423866563,53_thumb.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legioprimigenia

Grazie ragazzi.  Volevo infatti  sapere se era una spilla ufficiale del reparto o, come a volte si usa fare,  una produzione  privata! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mariov60

@@NoNmi4PPLICO

scusami, non vorrei sembrare pedante, ma il cavallino Ferrari deriva dal cavallino utilizzato come propria insegna personale da Francesco Baracca che lo aveva a sua volta realizzato modificando quello del reggimento da color argento a nero (in araldica i colori non sono trascurabili).

La madre dell'asso dell'aviaziopne italiana ne consigliò e concesse a mezzo lettera l'uso a Enzo Ferrari, così come il grande costruttore ricorda nelle sue memorie.

In definitiva si tratta di un'origine "di rimbalzo" con cambio di livrea

ciao

Mario

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MEDUSA51

Al di la della medaglia è doveroso ricordare che il nome del Savoia cavalleria è legato a quella che è entrata nella storia per essere stata l'ultima carica di cavalleria dell'esercito italiano.

La carica di Isbuscenskij ha luogo il 24 Agosto del 1942 quando uno squadrone del reggimento al comando del Colonnello Bettoni caricò vittoriosamente con la sciabola sguainata le forze sovietiche.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

NoNmi4PPLICO

@@NoNmi4PPLICO

scusami, non vorrei sembrare pedante, ma il cavallino Ferrari deriva dal cavallino utilizzato come propria insegna personale da Francesco Baracca che lo aveva a sua volta realizzato modificando quello del reggimento da color argento a nero (in araldica i colori non sono trascurabili).

La madre dell'asso dell'aviaziopne italiana ne consigliò e concesse a mezzo lettera l'uso a Enzo Ferrari, così come il grande costruttore ricorda nelle sue memorie.

In definitiva si tratta di un'origine "di rimbalzo" con cambio di livrea

ciao

Mario

Ciao mariov60, Francesco Baracca faceva parte dell'arma della cavalleria e "copio' " una parte dello stemma per farne la sua insegna personale, come dici tu stesso.

La spilla postata anche col motto è un chiaro riferimento al su indicato stemma e io nel mio intervento parlavo delle linee del cavallino senza accennare, come giustamente tu hai fatto,ai colori.....doppio rimbalzo. Saluti Simone.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

milites

Mi pare evidente che non è una medaglia ma un distintivo di tipo propangandistico, quindi al di fuori di quello che può riguardare stemmi di appartenenza da applicare sull'uniforme. La produzione è privata e visto il retro si evince che è del dopoguerra, anni '70 in poi.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sandokan
Supporter

Spinto dai numerosi interventi, ho compiuta una ricerca più approfondita : con certezza si può affermare che non si tratta di una spilla militare in uso nel Rgt. Savoia Cavalleria.

 

Interessante la storia del motto : alle riunioni dello Stato Maggiore del Reggimento, l'ufficiale più giovane le apriva gridando  " Savoia buone notizie", a prescindere dai fatti d'arme - anche negativi - che potevano essersi verificati da poco. (Il francese era la lingua madre di Casa Savoia)

post-2460-0-73128400-1423911728.jpg

post-2460-0-51383400-1423911747.jpg

Modificato da sandokan
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legioprimigenia

Grazie  delle tante curiosità che avete fatto  emergere! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Organdino

Buongiorno.

La spilla in oggetto è una rappresentazione del retro delle medagliette che venivano regalate ai congedanti. Bronzo per la truppa, argento per sottufficiali e ufficiali (raramente in oro). 

Il cavallino del reparto  rappresentato viene chiamato "Paffutello".

Queste spille si potevano acquistare anche allo spaccio truppa del reggimento almeno fino al 1991.

Il cavallino con il motto "venustus et Audax" (Bello e audace) appartiene al 2° reggimento Piemonte Cavalleria e non al Savoia Cavalleria.

Il Magg. Francesco Baracca era ufficiale allo Squadrone Comando proprio al Piemonte cavalleria. Adotto il cavallino come simbolo appunto in onore al suo reparto, cambiandone il colore (nero dal bianco)  e la posizione della coda ( alzata per il cielo, verso il basso per la terra)

Posto foto della medaglia originale da cui è tratta la spilla e lo stemma di reparto durante il periodo del Regno d'Italia con la denominazione Piemonte Reale Cavalleria.

IMG-20170223-WA0008.jpg

IMG-20170223-WA0007.jpg

2.GIF

Modificato da Organdino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×