Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Elinor

le monete "rotte"

Risposte migliori

Elinor

Buona sera, domanda da neofita.

Spesso vedo monete che io, da assoluta inesperta, considero semplicemente "rotte": a cui cioè manca qualche pezzetto.

Come devono essere considerate ? Che valore effettivo hanno ?

Dipende dalla loro datazione storica ?

Grazie, Elisa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

coinzh

Si vende anche meta' moneta, tutto fa brodo....

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

La "rottura" delle monete può essere determinata da molti motivi:

 

1) rottura della moneta per cause estrinseche: ovvero monete molto sottili o deboli dopo secoli perdono fisicamente delle parti.

2) Tosatura o "stronzatura" ovvero (per le monete in metalli nobili, come oro o argento) le monete che sono state volontariamente limate o tagliate fraudolentemente per ottenere piccole quantità di metalli preziosi.

3) Molte monete, per es. le spagnole e simili del '500-'600, venivano coniate su tondelli irregolari (quadrangolari ecc.) che possono far pensare a "rotture" postume ma che in realtà non sono

e via dicendo...

 

avevi per caso qualche esempio da portare per poterti aiutare o era solo una domanda generica?

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabry61

Ciao Elisa e benvenuta.

 Le monete "rotte" come le chiami tu, possono essere il risultato di una serie di ragioni come specificato da Luigi.

Ma queste conservano tutto il loro valore storico, anche se il valore veniale diminuisce. Questo però  dipende dal collezionista in se' stesso.

Per farti un esempio un amante del Regno o della Repubblica cerca la moneta in migliore conservazione (anche se devo dire più Repubblica) al contrario un collezionista di romane, greche, pre-medievali e medievali predilige il contesto.

E bada bene, non vuol essere una critica.

Puoi trovare offerte incredibili per monete giudicate B o MB in certe aste per certe monete perchè completano il periodo, o sono delle varianti sconosciute oppure sviluppano un discorso di conoscenza nell'ambito di una certa monetazione.

In questo caso non si guarda nella maniera più assoluta alla sua integrità.

Ma tutto ciò e soggettivo, così come sono soggettive le nostre collezioni.

In ogni caso noi amiamo le nostre monete, per la storia, la conoscenza, la cultura che ognuna di esse ci trasmette al punto tale da farci monetieri,

biblioteche e studiarne tutta la loro storia . Così è se vi va..... :hi:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ascamanaut

Io sapevo che a cavallo tra la fine del '700 e primi '800 in alcune colonie britanniche dei caraibi ( Tortola che si trova  nelle attuali isoli vergini britanniche ) circolavano delle monete ricavata da taglio dei pezzi da 8 reales coloniali spagnoli e dal valore di 2 scellini (1/4 di pezzo da 8) e 4 1/2 scellini ( metà pezzo da 8)

Questa cosa è pure riportata in una vecchissima storia Disney con protagonista ovviamente Paperon De Paperoni

post-484-0-16630700-1433364151.jpg

tortola.bmp

Modificato da ascamanaut
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

La "rottura" delle monete può essere determinata da molti motivi:

 

1) rottura della moneta per cause estrinseche: ovvero monete molto sottili o deboli dopo secoli perdono fisicamente delle parti.

2) Tosatura o "stronzatura" ovvero (per le monete in metalli nobili, come oro o argento) le monete che sono state volontariamente limate o tagliate fraudolentemente per ottenere piccole quantità di metalli preziosi.

3) Molte monete, per es. le spagnole e simili del '500-'600, venivano coniate su tondelli irregolari (quadrangolari ecc.) che possono far pensare a "rotture" postume ma che in realtà non sono

e via dicendo...

 

avevi per caso qualche esempio da portare per poterti aiutare o era solo una domanda generica?

per le antiche aggiungerei forature per sospensione, frattura (specie per le monete di argento) dovute a colpi accidentali (es. aratro, zappe, etc...) o taglio intenzionale di monete per ottenere delle frazioni di monete in periodi di scarsità di moneta minuta circolante (Bronzi Impero Romano, Hammered Coins inglesi).

 

Ciao

Illyricum

;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

certo, @@Illyricum65, era solo l'inizio di un elenco sterminato di possibilità il mio... bisognerebbe sapere cosa intendesse l'utente del forum

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

certo, @@Illyricum65, era solo l'inizio di un elenco sterminato di possibilità il mio... bisognerebbe sapere cosa intendesse l'utente del forum

si certo, io ho solo ampliato un po' le cause per far intendere appunto che dietro il termine "rotte" vi sono varie cause talvolta accidentali, talvolta invece per volontà da parte di qualcuno, etc...

 

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Elinor

La "rottura" delle monete può essere determinata da molti motivi:

 

1) rottura della moneta per cause estrinseche: ovvero monete molto sottili o deboli dopo secoli perdono fisicamente delle parti.

2) Tosatura o "stronzatura" ovvero (per le monete in metalli nobili, come oro o argento) le monete che sono state volontariamente limate o tagliate fraudolentemente per ottenere piccole quantità di metalli preziosi.

3) Molte monete, per es. le spagnole e simili del '500-'600, venivano coniate su tondelli irregolari (quadrangolari ecc.) che possono far pensare a "rotture" postume ma che in realtà non sono

e via dicendo...

 

avevi per caso qualche esempio da portare per poterti aiutare o era solo una domanda generica?

Buongiorno @gigetto13 

penso che le monete alle quali mi sono riferita io nella domanda appartengano tutte alla terza categoria che hai descritto: cioè monete proprio del periodo '500/600 ed ora so perché molte sono irregolari.

Ma anche il fatto che alcune di quelle che ho potuto vedere erano abbastanza sottili e quindi l'usura ed il tempo trascorso le hanno "consumate".

Non avevo pensato invece alla possibile "tosatura" e quindi che potessero essere state manomesse per i metalli preziosi.

Grazie per le informazioni.

E.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Elinor

Io sapevo che a cavallo tra la fine del '700 e primi '800 in alcune colonie britanniche dei caraibi ( Tortola che si trova  nelle attuali isoli vergini britanniche ) circolavano delle monete ricavata da taglio dei pezzi da 8 reales coloniali spagnoli e dal valore di 2 scellini (1/4 di pezzo da 8) e 4 1/2 scellini ( metà pezzo da 8)

Questa cosa è pure riportata in una vecchissima storia Disney con protagonista ovviamente Paperon De Paperoni

Buongiorno,

questa proprio delle monete proprio tagliate non la sapevo. Ma penso siano molto difficili da trovare.  ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Elinor

Ciao Elisa e benvenuta.

 Le monete "rotte" come le chiami tu, possono essere il risultato di una serie di ragioni come specificato da Luigi.

Ma queste conservano tutto il loro valore storico, anche se il valore veniale diminuisce. Questo però  dipende dal collezionista in se' stesso.

Per farti un esempio un amante del Regno o della Repubblica cerca la moneta in migliore conservazione (anche se devo dire più Repubblica) al contrario un collezionista di romane, greche, pre-medievali e medievali predilige il contesto.

E bada bene, non vuol essere una critica.

Puoi trovare offerte incredibili per monete giudicate B o MB in certe aste per certe monete perchè completano il periodo, o sono delle varianti sconosciute oppure sviluppano un discorso di conoscenza nell'ambito di una certa monetazione.

In questo caso non si guarda nella maniera più assoluta alla sua integrità.

Ma tutto ciò e soggettivo, così come sono soggettive le nostre collezioni.

In ogni caso noi amiamo le nostre monete, per la storia, la conoscenza, la cultura che ognuna di esse ci trasmette al punto tale da farci monetieri,

biblioteche e studiarne tutta la loro storia . Così è se vi va..... :hi:

Buongiorno @fabry61

ho posto questa domanda nel forum proprio perché, essendo assolutamente non esperta della materia, mi sto accorgendo di essere attratta più dalla bellezza della moneta a livello storico che non a livello "visivo". Mi rendo conto che siano più "belle" da un punto di vista estetico e senz'altro come valore le fior di conio più recenti storicamente. Certo le apprezzo molto ma giorno dopo giorno avvicinandomi a questo mondo capisco che mi colpisce molto di più una moneta MB o B che però abbia una sua storia particolare alle spalle. E siccome spesso accade con monete "rotte" la domanda comunque è nata spontanea.

Insomma dipende tutto dalla prima impressione che uno ne ha. Se piace, la perfezione non conta. 

Giusto?

E.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

teofrasto

Buonasera @@Elinor,

se le interessano le monete frammentate, sappia che nel 2006, il Paul Getty Museum ha organizzato un convegno proprio per fare il punto su questo tema. Per quanto riguarda la numismatica vi ha partecipato Lucia Travaini. Gli atti sono stati pubblicati nel 2009 a cura di William Tronzo.

Qui la pagina del Getty:

 

http://shop.getty.edu/products/the-fragment-978-0892369263

 

Può darsi che la Travaini abbia messo on-line il suo saggio, ma io non ho fatto la ricerca.

 

Buona serata, Teofrasto

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Elinor

Buonasera @@Elinor,

se le interessano le monete frammentate, sappia che nel 2006, il Paul Getty Museum ha organizzato un convegno proprio per fare il punto su questo tema. Per quanto riguarda la numismatica vi ha partecipato Lucia Travaini. Gli atti sono stati pubblicati nel 2009 a cura di William Tronzo.

Qui la pagina del Getty:

 

http://shop.getty.edu/products/the-fragment-978-0892369263

 

Può darsi che la Travaini abbia messo on-line il suo saggio, ma io non ho fatto la ricerca.

 

Buona serata, Teofrasto

Grazie @teofrasto, davvero molto interessante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×