Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Legio II Italica

La Stella di Pertinace

Risposte migliori

Legio II Italica

Riprendendo la recente discussione sul Sesterzio di Pertinace , ma tralasciando qui l' originalita' o meno , sebbene come iconografie e legende del dritto e del rovescio siano realmente esistenti , apparso nella sezione Monete Imperiali Romane con la Providentia Deorum , notavo che nel rovescio con la citata legenda nel mezzo delle due parole e' presente una Stella , mi sono incuriosito sul perché sia presente questo simbolo astrale ; quindi mi sono andato a rileggere la Vita di questo effimero imperatore che regno' quasi tre mesi , dal 1 Gennaio al 28 Marzo del 193 , perché ricordavo vagamente fosse accaduto qualche evento astronomico ed infatti nella Storia Augusta al Tomo XIV , viene riportata una notizia che potrebbe fare riferimento alla Stella di Pertinace , riguardante una serie di presagi e prodigi che annunciarono la prossima morte di Pertinace , tra questi presagi e prodigi uno e' interessante : "......gia' il giorno prima della sua morte si erano viste le Stelle risplendere di luce vivissima accanto al Sole , in pieno giorno...." . Ora la frase "....il giorno prima...." sembrerebbe escludere , ma non in modo categorico in quanto al limite sarebbe bastato aggiungere nel conio gia' esistente una stella , la possibilita' che il Sesterzio con la Stella fosse stato subito coniato il giorno prima o lo stesso giorno che fosse ucciso ; oppure la frase va intesa come "...qualche giorno prima..." che morisse , la strettezza del tempo dell' apparizione della Stella , con l'uccisione , potrebbe essere stata rapportata con la brevita' estrema del regno di Pertinace .

Altra possibilta' e' che la Stella sia semplicemente abbinata alla Providentia , sebbene non ricordi a memoria altre monete , fino al regno di Pertinace , con la rappresentazione della Providentia in cui sia presente anche questo simbolo astrale , quindi chiederei conferme o smentite . 

post-39026-0-24571100-1435646195.gif

post-39026-0-52650400-1435646215.jpg

Modificato da Legio II Italica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veridio

Fu senz'altro un Imperatore molto sfortunato. Sicuramente degno di tempi più civili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

certo che vedere le stelle risplendere con il sole non mi sembra possibile. occorrerebbe un approfondimento astronomico per saperne di più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

certo che vedere le stelle risplendere con il sole non mi sembra possibile. occorrerebbe un approfondimento astronomico per saperne di più.

 

Ciao , @@dux-sab , astronomicamente non e' cosi' impossibile come potrebbe sembrare ; infatti in alcune occasioni per esempio quando il pianeta Venere e' nel punto piu' vicino alla Terra e' possibile vederlo in pieno giorno , ovviamente bisogna sapere in quale punto del cielo guardare ; oppure e' successo nel corso della storia documentata , che alcune stelle morendo , in questo caso si chiamano supernove , abbiano emesso talmente tanta luce da essere visibili anche di giorno . Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Fu senz'altro un Imperatore molto sfortunato. Sicuramente degno di tempi più civili.

 

Ciao @@Veridio , in effetti secondo quanto riporta la Storia Augusta fu complessivamente e per il poco tempo avuto , un buon Imperatore , anche se , per avere messo un drastico freno alle pazze spese perpetrate da Commodo , per rinsanguare le casse esauste dello Stato , fu accusato di avarizia dal popolo e dai soldati , i quali , questi ultimi , anche intolleranti alla ferrea disciplina che Pertinace aveva rimesso in auge , dopo il lassismo di Commodo ; insomma quando al vertice dello Stato giunge un "restauratore" dopo i precedenti malanni , questi non e' certamente definito un Mecenate , ma piuttosto un "despota" .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tuscia35

leggendo ciò che hai scritto, sono andata a curiosare su internet ed ho trovato questo: Lo storico Erodiano, verso la fine del principato di Commodo (predecessore di Pertinace) scrive: “Per lunghi periodi furono visibili le stelle in pieno giorno, alcune avevano forma allungata e sembravano a mezz’aria”. Può essere che con questo conio volesse commemorare le apparizioni nei cieli delll’impero? 
Ciao e buon pomeriggio :-)

Chiara

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

interessante, dunque le stelle erano più di una. si può allora escludere venere.

i tempi in questo caso coincidono e la stella si sarebbe potuta incidere già nelle sue prime e brevi coniazioni.

Modificato da dux-sab

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand

Ci sono molte interpretazioni a riguardo. Mi sembra che uno dei dei primi a segnalare questa immagine sulla moneta sia stato Remo Cappelli negli anni '60. Comunque in questo link se ne parla:

 

http://ilsapienteguardiano.blogspot.it/2014/11/la-bufala-dellufo-sulla-moneta-di.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

leggendo ciò che hai scritto, sono andata a curiosare su internet ed ho trovato questo: Lo storico Erodiano, verso la fine del principato di Commodo (predecessore di Pertinace) scrive: “Per lunghi periodi furono visibili le stelle in pieno giorno, alcune avevano forma allungata e sembravano a mezz’aria”. Può essere che con questo conio volesse commemorare le apparizioni nei cieli delll’impero? 

Ciao e buon pomeriggio :-)

Chiara

 

Ciao @@Tuscia35 , sono argomenti molto interessanti questi di apparizioni nei cieli di stelle , comete , meteoriti , aloni intorno al sole o alla luna , e tanto altro ; tempo fa scrissi un articolo su questi eventi astronomici nell'antichita' ; un autore antico specializzato in questi fenomemi fu Glulio Ossequente storico romano del IV secolo , che nella sua opera il Libro dei Prodigi ( De prodigiis ) descrive eventi anomali nei cieli avvenuti a Roma e nei suo impero , definiti appunto prodigi in quanto non normali , l'opera purtroppo ci è giunta molto lacunosa e parte tra il 249 a.C. e termina al 12 a.C. quindi mancante dei prodigi fino all' epoca di Ossequiente .

Per quanto riguarda la tua domanda , non penso che i due eventi siano collegati in quanto la descrizione non coincide nelle forme e nei tempi , cio' che accadde al tempo di Commodo , come descrizione ricorda piu' un UFO , inteso come oggetto non identificato .

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tuscia35

 

Ciao @@Tuscia35 , sono argomenti molto interessanti questi di apparizioni nei cieli di stelle , comete , meteoriti , aloni intorno al sole o alla luna , e tanto altro ; tempo fa scrissi un articolo su questi eventi astronomici nell'antichita' ; un autore antico specializzato in questi fenomemi fu Glulio Ossequente storico romano del IV secolo , che nella sua opera il Libro dei Prodigi ( De prodigiis ) descrive eventi anomali nei cieli avvenuti a Roma e nei suo impero , definiti appunto prodigi in quanto non normali , l'opera purtroppo ci è giunta molto lacunosa e parte tra il 249 a.C. e termina al 12 a.C. quindi mancante dei prodigi fino all' epoca di Ossequiente .

Per quanto riguarda la tua domanda , non penso che i due eventi siano collegati in quanto la descrizione non coincide nelle forme e nei tempi , cio' che accadde al tempo di Commodo , come descrizione ricorda piu' un UFO , inteso come oggetto non identificato .

Ho capito, quindi, come hai scritto sopra,  l'ipotesi più logica resta la Provvidenza degli Dei e la stella è il simbolo dell'imperatore, inviato sulla terra per la salvezza degli uomini.

Grazie 

ciao!

C.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Ci sono molte interpretazioni a riguardo. Mi sembra che uno dei dei primi a segnalare questa immagine sulla moneta sia stato Remo Cappelli negli anni '60. Comunque in questo link se ne parla:

 

http://ilsapienteguardiano.blogspot.it/2014/11/la-bufala-dellufo-sulla-moneta-di.html

 

Ciao @@Liutprand , in effetti guardando la "stella" nella moneta di Pertinace e confrontata con quella presente in una moneta di migliore conservazione , si nota piu' un globo radiato che una immagine stellare , non escluderei , per chi ci crede , un UFO , da molti ritenuti presenti nei cieli , anche nell' antichita' .

Sotto alcuni esempi di "oggetti" strani nei dipinti antichi , simili al nostro caso ; poi nei quadri antichi esistono tantissime altre rappresentazioni strane di oggetti fuori dal tempo , difficili da interpretare , con altre forme e appunto di difficile interpretazione . 

 

post-39026-0-17730800-1435674368.jpg

post-39026-0-52599600-1435674428_thumb.j

post-39026-0-03191400-1435674450.jpg

Modificato da Legio II Italica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tuscia35

argomento comunque molto curioso ed interessante.
Ti giro un pezzo trovato:

Stefano Struffolino Krüger, in La curiosa interpretazione iconografica di un denario di Pertinace (in "Rivista Italiana di Numismatica e scienze affini", Vol. CIV, 2003, pagg. 561-564) ricorda che, secondo lo storico Erodiano, verso la fine del principato di Commodo (il predecessore di Pertinace) «per lunghi periodi furono visibili le stelle in pieno giorno, alcune aveano forma allungata e sembravano sospese a mezz'aria.» Pertinace dunque potrebbe aver rappresentato con questa sua emissione un evento astrale così raro e spettacoloso come il pasaggio di una cometa. Il caso non sarebbe isolato, ricordiamo i denari di Augusto coniati in commemorazione della morte di Giulio Cesare recanti appunto la cometa che avrebbe solcato i cieli di Roma nell'anno 44 a.C.

divus_juliu.jpg

Ma, avverte Struffolino, «le apparizioni di stelle e di fenomeni celesti, visti anche come prodigi ammonitori, erano nell'antichità tradizionalmente messi in relazione con eventi storici di particolare importanza; per questo motivo è difficile stabilire quando si tratti di mitizzazione letteraria a posteriori oppure di fenomeni realmente accaduti» e termina scrivendo che «il Dictionary of Roman Coins specifica che, nel caso particolare della monetazione di Pertinace, la Provvidenza sembra accettare il globo che può occasionalmente essere adornato di raggi, mentre scende dall'alto come se fosse un dono divino. Si potrebbe infine pensare a un simbolo di glorificazione dell'imperatore stesso, che viene inviato sulla terra per la salvezza dell'umanità (coelo demissus).»

Cosa dire, ci vorrebbe una DeLorean per potersi fare un giretto nel passato...ehehehheeh :pleasantry: ...magari!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

argomento comunque molto curioso ed interessante.

Ti giro un pezzo trovato:

Stefano Struffolino Krüger, in La curiosa interpretazione iconografica di un denario di Pertinace (in "Rivista Italiana di Numismatica e scienze affini", Vol. CIV, 2003, pagg. 561-564) ricorda che, secondo lo storico Erodiano, verso la fine del principato di Commodo (il predecessore di Pertinace) «per lunghi periodi furono visibili le stelle in pieno giorno, alcune aveano forma allungata e sembravano sospese a mezz'aria.» Pertinace dunque potrebbe aver rappresentato con questa sua emissione un evento astrale così raro e spettacoloso come il pasaggio di una cometa. Il caso non sarebbe isolato, ricordiamo i denari di Augusto coniati in commemorazione della morte di Giulio Cesare recanti appunto la cometa che avrebbe solcato i cieli di Roma nell'anno 44 a.C.

divus_juliu.jpg

Ma, avverte Struffolino, «le apparizioni di stelle e di fenomeni celesti, visti anche come prodigi ammonitori, erano nell'antichità tradizionalmente messi in relazione con eventi storici di particolare importanza; per questo motivo è difficile stabilire quando si tratti di mitizzazione letteraria a posteriori oppure di fenomeni realmente accaduti» e termina scrivendo che «il Dictionary of Roman Coins specifica che, nel caso particolare della monetazione di Pertinace, la Provvidenza sembra accettare il globo che può occasionalmente essere adornato di raggi, mentre scende dall'alto come se fosse un dono divino. Si potrebbe infine pensare a un simbolo di glorificazione dell'imperatore stesso, che viene inviato sulla terra per la salvezza dell'umanità (coelo demissus).»

Cosa dire, ci vorrebbe una DeLorean per potersi fare un giretto nel passato...ehehehheeh :pleasantry: ...magari!

 

Ciao , ti allego un mio post di qualche tempo fa sulla cometa di Giulio Cesare e riportata da Augusto :

http://www.lamoneta.it/topic/123931-giulio-cesare-augusto-e-la-cometa/?view=findpost&p=1409332&hl=%2Baugusto+%2Bcometa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Druso Galerio

Ciao @@Liutprand , in effetti guardando la "stella" nella moneta di Pertinace e confrontata con quella presente in una moneta di migliore conservazione , si nota piu' un globo radiato che una immagine stellare , non escluderei , per chi ci crede , un UFO , da molti ritenuti presenti nei cieli , anche nell' antichita' .

Sotto alcuni esempi di "oggetti" strani nei dipinti antichi , simili al nostro caso ; poi nei quadri antichi esistono tantissime altre rappresentazioni strane di oggetti fuori dal tempo , difficili da interpretare , con altre forme e appunto di difficile interpretazione . 

 

L'interpretazione "ufologica" di questo quadro gira ormai da decenni, ma è sopratutto frutto della scarsa conoscenza delle convenzioni grafiche e artistiche del tempo e del contesto in cui venivano applicate:

 

https://misterorisolto.wordpress.com/2012/11/02/lufo-nel-quadro-della-madonna-con-bambino-a-firenze/

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

L'interpretazione "ufologica" di questo quadro gira ormai da decenni, ma è sopratutto frutto della scarsa conoscenza delle convenzioni grafiche e artistiche del tempo e del contesto in cui venivano applicate:

 

https://misterorisolto.wordpress.com/2012/11/02/lufo-nel-quadro-della-madonna-con-bambino-a-firenze/

 

Prescindendo da questo quadro , nel quale comunque si nota facilmente e senza ombra di dubbio , il pastore ed anche il suo cane che osservano qualcosa in cielo , poi ognuno interpreti l'"oggetto" in cielo come meglio crede , esiste da millenni una serie infinita e tramandata in scritti storici ufficiali di tutto il mondo o rappresentati su quadri , di "cose strane" che appaiono o si muovono , nei cieli .

Immaginazione ? isteria collettiva ? fenomeni atmosferici od astronomici ? allucinazioni ? ecc. ecc. , purtroppo sui fatti antichi non possiamo dare una risposta certa , né d' altra parte siamo in grado di darla su alcuni fatti , non tutti , accaduti in tempi moderni .

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Druso Galerio

Certamente. Fatti inspiegabili sono sempre accaduti. Io ho fatto riferimento solo a quel celebre quadro e ad altri simili, dove la componente ufologica è invece solo un fraintendimento dovuto al fatto che non se ne conoscono più, a livello popolare, i linguaggi espressivi, che invece una volta erano chiari a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×