Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
gigetto13

Fides Publica (1650)

26 risposte in questa discussione

Cari amici,

 

un pezzo meno che B, lo so, ma quel ( * ) ( * ) ( * ) del contorno si vede ancora bene ;)

 

Candia (Creta), moneta veneziana di necessità per l'assedio Ottomano del 1650 da 5 lire detta "Salvatori", Mont. 172 (R4), g 4.752

 

sono un po' preoccupato per le zone verdi di rame solfato / cloruro volgarmente chiamate cancro del bronzo, già presenti quando acquisita.

 

consigli?

post-27828-0-49941600-1451945498_thumb.j

post-27828-0-95557400-1451945534_thumb.j

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la "gemella" se ne sta un po' meglio, per fortuna...

post-27828-0-34731100-1451946133_thumb.j

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao complimenti per i pezzi di storia.

Anche la seconda è da 5 lire? Quanto pesa?

Attendo foto del suo rovescio.

Un saluto

Doge92

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la seconda pesa 2,777. al momento non ho ancora foto per il rovescio, che però è definitivamente andato, peggio dell'altra ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Peccato solo che non si veda il Redentore.

Non ho i testi sotto mano, che peso mette il Montenegro per il 10 lire?

La differenza è effettivamente significativa fra le due e può lasciar spazio ad approfondimenti, anche se purtroppo i riferimenti magari sono poco sostanziosi.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

beh quello mi ha fatto pensare. i pezzi da L X sul Montenegro sono indicati mm 32, grammi 11.35; quelli da L V mm 24 grammi 2.95.

 

per esperienza personale le monete di necessità veneziane hanno un range di pesi ampio, e la conservazione delle mie è effettivamente troppo bassa per poter definire se siano entrambe da 5 o la più "grande" da 10.

 

il redentore se n'è andato da un bel po' in entrambi i pezzi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ritengo entrambe da 5 lire con questi dati, 4 contro 11 grammi è un divario troppo ampio per essere da 10 lire.

4,75 contro 2,95 sono 1,8 g di differenza che sulle ossidionali, bisante insegna, può anche starci.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

si, anche io ritengo così, @@Doge92, grazie per la conferma

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ottimo, grazie a te per aver condiviso questi eccellenti testimoni di storia Veneta.

Ora non ti resta che illustrare le ragioni pratiche che hanno conseguito l'emissione di questa moneta! :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cito il Lazari:

 

"dello stesso nummo che servì nel 1648 a battere la moneta Grimani, cioè del pezzo da soldini 2. 1/2, si giovarono gli assediati abitatori di Candia per improntarvi un segno rappresentatore del quintuplo di quella più antica ossidionale".

 

se si guarda bene il lato sx. della seconda immagine, quella con il Salvatore, si intravede chiaramente il segno dell'esergo della moneta precedente, in diagonale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

più avanti, il Lazari chiosa: "Prescindendo anche dall'angustiosa fretta in cui tali nummi furono cusi sotto una pioggia di palle di cannone e di bombe, osserverò che non occorreva certa scrupolosità nel pesare i pezzi che monetandosi andavano ad assumere un valore affatto (sicuramente, n.d.r.) nominale".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il discorso del peso è quasi "irrilevante" perché erano monete di valore fiduciario - FIDES PUBLICA per l'appunto - il valore non riguardava l'intrinseco ma il mero valore facciale, da ciò ne deriva una inaccuratezza nel pesare i tondelli prima della battitura.

Doge92

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho appena espresso quanto affermato dal Lazari, mi fa piacere che io e lui la pensiamo allo stesso modo :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bravo doge, perl'appunto!

 

diciamo che le monete fiduciarie, ossidionali o meno che siano, rappresentano comunque i primi esempi di moneta virtuale. La fides publica, o la fides inviolabilis dei bisanti per cipro non erano legende messe lì solo per patriottismo religioso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

beh doge tu sei un po' più giovane ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È da notare che entrambi i tuoi esemplari hanno circolato all'inverosimile visto come appaiono deturpati. È un dato interessante anche considerando che poi li hanno fatti sparire tutti dalla circolazione alla svelta, quando la FIDES finì :D

E da qui nasce la rarità.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

beh su questo non saprei proprio. le monete fiduciarie per il levante, se la situazione si fosse messa per il meglio, venivano riconvertite in moneta corrente, e quindi rifuse.

 

dall'esito dell'assedio si può stimare a occhio la quantità di ossidionali giunte a noi:

 

per es. l'assedio di Cipro, finito come sappiamo tragicamente, ci ha però permesso di studiare i bisanti, i quali sarebbero forse sconosciuti oggi se i veneziani avessero vinto: i bisanti sarebbero stati riconvertiti.

 

Mentre, forse, le ossidionali per Candia, che visse una ventina d'anni di guerra, paradossalmente sono più rare proprio perché vennero rifuse per la maggior parte al termine di ciascun assedio "vittorioso".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

@@gigetto13.... in confronto con la mia, quella postata è  senza dubbio migliore...  io  apprezzo il mio "tondello" appunto   "sulla fiducia"...perché non vedo quasi nulla! :whome:

post-23152-0-13962300-1451991117.jpg

post-23152-0-02226300-1451991139.jpg

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oh che bella lista. Bisogna anche considerare che probabilmente a differenza di Cipro, la richiesta di moneta fiduciaria era saltuaria.

A Creta i Veneziani andavano e venivano. In maniera minore, ma non c'era quella chiusura avutasi a Cipro.

Pezzi comunque difficili da trovare. Anche solo averli è un'impresa. :good:

Certo che i 10 tornesi sono serviti alla grande.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bella, @@profausto... sapresti dirmi il suo peso?

 

Comunque ho notato che quasi sempre il lato messo peggio è quello col redentore e l'indicazione L V (o L X), qualcuno saprebbe dirmi il motivo?

Io penserei che il conio fosse più debole già in partenza, chissa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

@@gigetto13  m diametro mm 28 peso gr 5,35      :crazy:

 

in un'asta Nomisma dell'anno passato sono passati due lotti con nr 1314  bda 10 lire di  gr 13,11 e nr 1315 da 5 lire  di grammi 4,33

Modificato da profausto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie per il dato. Quelli di Nomisma, si me li ricordo... ma erano davvero troppo per le mie finanze :) credo siano stati anche postati in qualche discussione sul forum, mi pare da doge92.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

li posto perchè ne vale la pena

 

image01314.jpg

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

image01315.jpg

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

per il 10 lire  realizzarono euro 4200 mentre per il 5 lire euro 1500

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?