Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
guarracino

Cavallo di Federico III d'Aragona: ribattitura?

Risposte migliori

guarracino

Salve a tutti,

 

secondo voi sbaglio, o sulla guancia di Federico III si intravede una possibile ribattitura su una croce patente, come da un cavallo di Carlo VIII (MIR 99/3)? Sul rovescio, però, non noto niente di particolare, potrebbe essere anche un abbaglio.

 

  Saluti,

 

     Luca

post-45189-0-00619300-1454254064_thumb.j

post-45189-0-96174200-1454254157_thumb.j

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

odjob

Io ci vedo una ribattiutura visibile sia al D/ che al R/

 

--Salutoni

-odjob

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

santone

@@guarracino

Ribattuto su Carlo VIII per Aquila o Chieti ,non Napoli

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Confermo. Ribattitura evidente. Federico III di Aragona ribattuto su Carlo VIII per Chieti o Aquila.

Interessante il ritratto di Ferdinando I :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

guarracino

Grazie per le risposte! Mi aiutate a "leggere" i segni della ribattitura al rovescio? Io ci vedo poco...

Modificato da guarracino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

santone

la ribattitura al rovescio è " perfetta ", io non ci vedo nulla , nessuna traccia dei gigli dello scudo di Francia,

noto solo quella che potrebbe essere una S della vecchia legenda in esergo a sinistra della L

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

guarracino

Da dove capite che la moneta originale era per l'Aquila o Chieti, e non Napoli?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

guarracino

la ribattitura al rovescio è " perfetta ", io non ci vedo nulla , nessuna traccia dei gigli dello scudo di Francia,

noto solo quella che potrebbe essere una S della vecchia legenda in esergo a sinistra della L

Sul R/ anche la "Q" di "EQUITAS" ha una piccola incisione, ma non saprei collocarla sulla moneta originale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Da dove capite che la moneta originale era per l'Aquila o Chieti, e non Napoli?

Dal tipo di croce che si vede sul volto del Re.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Sul R/ anche la "Q" di "EQUITAS" ha una piccola incisione, ma non saprei collocarla sulla moneta originale.

Bravo, quella incisione è ila presenza di una lettera sottostante. Ad esempio una C in quella posizione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

guarracino

Dal tipo di croce che si vede sul volto del Re.

Pensavo che potrebbe essere una croce da MIR n°99/3 per Napoli, che però è segnato R3, quindi forse sarebbe un caso raro.

Fonte Cataloghi Online

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

santone

No,

la croce tripartita la troviamo su quelli di Aquila o Chieti, mentre i cavalli di Napoli hanno la croce di Gerusalemme e quelli più rari la croce patente potenziata come quello che hai

inserito tu, in passato sono stati attribuiti a Reggio Calabria e Cosenza ma sono di Napoli,

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

guarracino

No,

la croce tripartita la troviamo su quelli di Aquila o Chieti, mentre i cavalli di Napoli hanno la croce di Gerusalemme e quelli più rari la croce patente potenziata come quello che hai

inserito tu, in passato sono stati attribuiti a Reggio Calabria e Cosenza ma sono di Napoli,

A me la tripartizione era sembrata semplicemente il mento del sovrano, che sembra di per sé tripartito, come qui sotto:

Fonte Cataloghi Online

Però il ritratto in questa moneta somiglia più a quelli di Ferdinando I, che hanno il mento più "rotondo":

Fonte Cataloghi Online

Forse avete ragione voi, vada per Chieti o l'Aquila.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

guarracino

... e se non leggo male, a D/, sul collo del sovrano, si intravede "NA" capovolta, che potrebbe essere sia [AQVILA]NA[•CIVITAS] che [*TEATI]NA[*CIVITAS], quindi ancora non risolverebbe l'ambiguità (e in tutti e due i casi "NA" sta a 45° rispetto al braccio della croce). Bisognerebbe interpretare i segni che distorcono "FEDERICUS", ma mi pare impresa ardua.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

santone

sulle lettere NA  hai ragione,

io sono più per Chieti mi sembra di vedere la rosetta dopo NA,

ti allego un mio cavallo di Chieti con croce tripartita

post-31445-0-82581400-1454359359.jpeg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

guarracino

sulle lettere NA  hai ragione,

io sono più per Chieti mi sembra di vedere la rosetta dopo NA,

ti allego un mio cavallo di Chieti con croce tripartita

Giusto, per l'Aquila invece della rosetta dovrebbe esserci l'aquilotto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

guarracino

La risposta definitiva sta nei segni che distorcono in alto "RICUS", ma mi è molto difficile interpretarli... Bisognerebbe sovrapporre un conio del cavallo di Chieti (per quanti i conii di quell'epoca erano fatti a mani e tutti diversi tra loro...), appena ho un po' di tempo provo a sovrapporre le due immagini con GIMP.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×