Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Giustino

crisi della Repubblica... dati riscontrabili

Risposte migliori

Giustino

Carissimi,

 

da buon appassionato ho svolto alcune veloci ricerche su e bay per capire, tra le monete vendute, quali fossero effettivamente i prezzi riscontrati.

 

Così da capire se e quanto i prezzi di vendita richiesti e quelli esposti sui cataloghi siano effettivi.

 

La ricerca mi ha estratto risultati dal 5 novembre 2015 a oggi. Ebbene, eccoli di seguito

(facilmente riscontrabili da ognuno di voi, in meno di due minuti):

 

50 lire 1958: prezzi che vanno da un minimo di euro 1,50 (ahi ahi !!) a un massimo di € 82,50 (sic)

 

Cioé... qualcuno di voi ne ha mai comprata una, di recente intendo, a un prezzo superiore??? 

 

Andiamo al 100 lire 1955: qui passiamo da un minimo di euro 0,99 (ovvio, era BB) a un massimo di € 281 per un fdc periziato!!

 

Cosa assai meno scontata, visto quanto si legge sui cataloghi su quell'annata in alta conservazione.  :crazy:

 

Circa le lire del 1946: un 5 lire venduto a € 655, e questo è il massimo pagato per un pezzo di quella rara annata.

 

E sulle lire del 1947: 1 lira venduta a € 506 e anche qui siamo in presenza del massimo pagato per un pezzo.

 

Dunque.... di che parliamo?

 

C'è una frattura evidente e colossale tra quanto si chiede e quello che effettivamente ognuno è disposto a pagare.... sopra un "tot" non si vende neanche lontanamente, o sbaglio?

 

Credo che la baia sia un campione abbastanza indicativo, almeno per i piccoli collezionisti... 

 

Grazie in anticipo a chi vorrà intervenire

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gallienus

La crisi della Repubblica è evidente per tutte le tipologie, e anche per le divisionali.

E il Vaticano la segue a ruota: l'altro giorno una divisionale del 1997 è stata venduta a 19 euro (95 di catalogo).

Secondo me si tratta di un fisiologico calo di un mercato che era evidentemente gonfiato: centinaia o migliaia di euro per i primi 100 lire in FDC, monete in acmonital coniate in decine di milioni di pezzi? Monete che oltretutto non necessitano nemmeno di una conservazione perfetta per essere ammirate? Perché uno dovrebbe spendere 1000 euro per un FDC quando a 10 euro può prendere un qSPL che appare praticamente identico?

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

papalcoins
Supporter

La cosa non è una novità...è da quando ebay ha dato la possibilità a tutti di immettere

sul mercato un'enormità di materiale che si assiste ad una progressiva discesa di prezzi.

Se consideriamo anche la svalutazione del potere d'acquisto dei nostri soldi,andiamo a

vedere che divisionali(ad esempio) Vaticano degli anni '80 che all'epoca costavano

30/40000 lire,ora realizzano dai 10 ai 15 euro.

Sempre considerando la baia bisogna aggiungere che molte volte il prezzo d'acquisto

è svalutato dai costi aggiuntivi di spedizione ed è anche implicitamente incluso un margine

per gli imprevisti,cioè tutti quei problemi a cui non si va incontro acquistando di persona,

va da sè che specialmente comprando da privati/occasionali non si è disposti a pagare

nemmeno lontanamente il "prezzo di mercato".Da anni questa è una realtà di cui tenere

conto.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

PierluigiRoma

Non concordo su tutto, un 100 lire del 55 periziato fdc, ed intendo però vero fdc, non lo paghi meno di 450/500 euro, ho visto monete a meno ma sicuro non erano fdc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox

 

Così da capire se e quanto i prezzi di vendita richiesti e quelli esposti sui cataloghi siano effettivi.

 

La ricerca mi ha estratto risultati dal 5 novembre 2015 a oggi. Ebbene, eccoli di seguito

(facilmente riscontrabili da ognuno di voi, in meno di due minuti):

 

50 lire 1958: prezzi che vanno da un minimo di euro 1,50 (ahi ahi !!) a un massimo di € 82,50 (sic)

 

 

 

Il  tuo ragionamento è chiaro e in linea di massima fila ma per essere precisi alle cifre da te indicate devi aggiungere anche le spese accessorie (prime fra tutte i costi di spedizione) che ad esempio nel caso del 50 lire 1958 portano il range da un minimo di 7 Euro (1,5 + 5,5 sped. ) a un massimo di 89,5 Euro (82,5 + 7 sped.)

 

Poi in realtà per poter fare un confronto serio ci sarebbe da valutare anche (e soprattutto in certi casi) lo stato di conservazione reale come dice giustamente @@PierluigiRoma  però sì dai più o meno il quadro d'insieme per i piccoli/medio collezionisti è quello di ebay.

 

Saluti

Simone

Modificato da uzifox

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gallo83

anchetutte le prove son crollate....un 20 lire 1956!!! a 700 euro circa è davvero poco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

soleshine

Si c'è stato negli ultimi anni un calo dei prezzi della repubblica, ma monete rare e in eccellente conservazione tengono abbastanza bene.

 

Poi bisogna mettersi in testa che la mania delle perizie per monete non falsificate e magari anche di modesto valore dovrebbe essere messa in disparte, ne ho viste di tutti i colori: 2 lire 1958 Fdc falsa chiusa per buona, monete con solchi classificate Fdc, lucidate classificate Fdc eccezionale.

 

Il 100 lire 1955 Fdc che hai preso in esame non fa nessun riferimento per determinare il valore di mercato anzi quello che ha venduto quella moneta per come la penso io ha preso 150 € in più di quel che avrebbe dovuto prendere, mentre un Fdc periziato Tevere ha fatto 638€  ed è anche poco perché la moneta era assolutamente eccezionale impreziosita da un lieve velo di patina, un'altro venduto da Montenegro in Fdc 70 ha fatto 1020 € e allora qual'è il vero valore ?  Un 100 lire 1955 in Fdc non vale meno di 700 € poi il fatto che uno l'abbia comperato in Antartide a 100 € non fa scendere il suo valore. 

 

Un 50 lire 1958 in Fdc a meno di 1700 € te lo scordi, le 5 lire 1956 in Fdc meno di 2500 € non le trovi, le 50 lire del 57-59 in Fdc valgono 400 - 500 €, il fatto è che per colpa di alcuni venditori non professionali la gente non si fida più della baia e di conseguenza è venuto meno l'interesse per gli acquisti in quel contesto.

 

Poi che un qSpl sia praticamente identico ad un Fdc la vedo molto dura e vedo altrettanto dura trovare un qSpl a 10€ che è la cifra che vale un buon BB. 

 

Poi le 20 lire 1956 in Fdc  mi vennero proposte 7 anni fa a 600 € e non cera ancora la crisi che conosciamo che è ancora meno dei 700 €, certo che se uno ha comperato a prezzo pieno post 2002 quando c'era una ricerca isterica e si vendeva quasi tutto a prezzi pompati avrà sicuramente perso.

 

Tutto questo per dire cosa ?

 

La Repubblica per come la vedo io è una bellissima collezione, se fatta ricercando monete eccezionali è anche impegnativa sia sotto il profilo economico che quello di reperibilità delle monete, lo so anch'io che le monete del Regno o le preunitarie e antiche sono più intriganti ma è anche vero che la cifra sarà tutt'altra e nella maggior dei casi non saranno mai completate.

Modificato da soleshine
  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giustino

Grazie a tutti!

 

In effetti pensavo che il piccolo collezionista - come posso essere io - ha, anzitutto, un limite di spesa e quindi tendenzialmente non può spendere, per un solo pezzo, 200 o 300 euro, né ora né mai.

Quindi non può accedere alle alte conservazioni di monete rare, o - per esempio - al 5 lire del 1946 o all'annata 1947.

 

A questo punto, la baia diventa comodo "refugium peccatorum" dove si può comprare, spesso da venditori occasionali, qualche moneta generosamente periziata, sempre però nel limite di spesa di cui sopra... il tutto sperando (illudendosi ??) di aver fatto un grande affare, perché notevolmente al di sotto di quanto a catalogo!

 

Grazie @soleshine chiaro e completo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pistola84

Credo di trovarmi in una via di mezzo.

 

Prendo sulla baia monete in discreta conservazione che, in FDC, trovo eccessivamente care per le mie tasche. Ad esempio posso spendere 15-20 euro per un 50 lire 1958 in buono stato (BB) e che trovo ancora piacevole.

 

Risparmiando su queste posso permettermi, con la giusta oculatezza, di acquistare su aste più "prestigiose" le preziose '46 e '47, sempre in buona conservazione.

 

Trovo che ognuno abbia il diritto di scegliere come far crescere la propria collezione.

Modificato da Pistola84

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pippo78

Si c'è stato negli ultimi anni un calo dei prezzi della repubblica, ma monete rare e in eccellente conservazione tengono abbastanza bene.

Poi bisogna mettersi in testa che la mania delle perizie per monete non falsificate e magari anche di modesto valore dovrebbe essere messa in disparte, ne ho viste di tutti i colori: 2 lire 1958 Fdc falsa chiusa per buona, monete con solchi classificate Fdc, lucidate classificate Fdc eccezionale.

Il 100 lire 1955 Fdc che hai preso in esame non fa nessun riferimento per determinare il valore di mercato anzi quello che ha venduto quella moneta per come la penso io ha preso 150 € in più di quel che avrebbe dovuto prendere, mentre un Fdc periziato Tevere ha fatto 638€ ed è anche poco perché la moneta era assolutamente eccezionale impreziosita da un lieve velo di patina, un'altro venduto da Montenegro in Fdc 70 ha fatto 1020 € e allora qual'è il vero valore ? Un 100 lire 1955 in Fdc non vale meno di 700 € poi il fatto che uno l'abbia comperato in Antartide a 100 € non fa scendere il suo valore.

Un 50 lire 1958 in Fdc a meno di 1700 € te lo scordi, le 5 lire 1956 in Fdc meno di 2500 € non le trovi, le 50 lire del 57-59 in Fdc valgono 400 - 500 €, il fatto è che per colpa di alcuni venditori non professionali la gente non si fida più della baia e di conseguenza è venuto meno l'interesse per gli acquisti in quel contesto.

Poi che un qSpl sia praticamente identico ad un Fdc la vedo molto dura e vedo altrettanto dura trovare un qSpl a 10€ che è la cifra che vale un buon BB.

Poi le 20 lire 1956 in Fdc mi vennero proposte 7 anni fa a 600 € e non cera ancora la crisi che conosciamo che è ancora meno dei 700 €, certo che se uno ha comperato a prezzo pieno post 2002 quando c'era una ricerca isterica e si vendeva quasi tutto a prezzi pompati avrà sicuramente perso.

Tutto questo per dire cosa ?

La Repubblica per come la vedo io è una bellissima collezione, se fatta ricercando monete eccezionali è anche impegnativa sia sotto il profilo economico che quello di reperibilità delle monete, lo so anch'io che le monete del Regno o le preunitarie e antiche sono più intriganti ma è anche vero che la cifra sarà tutt'altra e nella maggior dei casi non saranno mai completate.

Come non condividere la tua opinione. A proposito di perizie di falsi passate per monete vere.

Una volta acquistai quando ero più ignorante di adesso numismaticamente parlando un 5 lire periziato alla baia in conservazione spl fdc nel 2001 .

Non vi dico il perito ma io mi fidavo ciecamente pensando che una perizia fosse una garanzia.La moneta in questione era in realtà fatta dai fratelli baffo

Ebbene quando volli vendere il 5 lire un altro perito mi ha detto che la moneta era in realtà falsa e così buttai la fantastica cifra di 500 euro nel cesso.

Modificato da pippo78

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

soleshine

Mi dispiace @@pippo78 per la tua disavventura, comunque essendo i periti commercianti non sempre vanno tenuti in considerazione nei loro giudizi, se la moneta è realmente falsa lo devi capire da solo, anche a me avevano detto che il mio 5 lire 1956 era falso salvo però successivamente dopo un acquisto abbastanza importante presso lo stesso rimangiarsi la parola e dirmi che non era sicuro.

 

Altro esempio: 2 monete da 2 lire 1958 dichiarate false da chissà chi mentre per Bazzoni erano buone, io personalmente mi sarei fidato del giudizio di Bazzoni.

 

A volte ci provano le danno per false, Fdc per spl  per prenderle per 2 soldi, poi quando le hanno in mano loro le dichiarano per quel che realmente sono e a volte anche di più. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pippo78

Mi dispiace @@pippo78 per la tua disavventura, comunque essendo i periti commercianti non sempre vanno tenuti in considerazione nei loro giudizi, se la moneta è realmente falsa lo devi capire da solo, anche a me avevano detto che il mio 5 lire 1956 era falso salvo però successivamente dopo un acquisto abbastanza importante presso lo stesso rimangiarsi la parola e dirmi che non era sicuro.

Altro esempio: 2 monete da 2 lire 1958 dichiarate false da chissà chi mentre per Bazzoni erano buone, io personalmente mi sarei fidato del giudizio di Bazzoni.

A volte ci provano le danno per false, Fdc per spl per prenderle per 2 soldi, poi quando le hanno in mano loro le dichiarano per quel che realmente sono e a volte anche di più.

Ecco spiegato che il secondo perito me l ha comprata a 30 euri dicendo che era falsa e mi faceva un favore a prenderla Modificato da pippo78

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giustino

@Pistola84 giustissimo però se potrai permetterti le annate 1946 e 1947 in buona conservazione, da aste come spero e ti auguro, beh allora non sarai più a rigore un "piccolo" collezionista della Repubblica, ma oserei dire un grande!   :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gallienus

Ecco spiegato che il secondo perito me l ha comprata a 30 euri dicendo che era falsa e mi faceva un favore a prenderla

 

Se veramente ha fatto una cosa simile si chiama truffa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pippo78

Se veramente ha fatto una cosa simile si chiama truffa.

Quello che racconto è sempre vero.

Ma una volta non ero scritto a questo sito altrimenti avrei chiesto a voi prima di vendere.

Il dubbio ancora adesso mi affligge ma non avendo neanche fatto allora delle foto a quella moneta sono stato alla sua parola. Se potessi tornare indietro probabilmente non la venderei più.

Il guaio della numismatica è che se sei ignorante e incontri uno furbo rischi proprio questo

Modificato da pippo78

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

4mori

Ecco uno dei mali maggiori che intaccano la passione per la numismatica, i furbi che tentano sempre di rifilare il pacco al povero malcapitato, purtroppo tra questi furbi vi sono molto spesso dei commercianti poco seri, ovviamente vanno fatte su questo le distinzioni da chi fa questo lavoro seriamente ed onestamente garantendo di persona l'autenticità delle monete che vende, ma i furbi sono sempre di più, almeno io credo.

 

Una cosa poi va da sè prima di comprare comunque (anche da persone fidate) bisogna sempre informarsi su quello che si vuole acquistare, perchè anche il perito più esperto non puo conoscere l'intero complesso panorama delle monete emesse e potrebbe anche esso in buona fede cadere in errore, prestare sempre attenzione ed informarsi prima.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Monetaio

Capita spesso che mi portino monete false e che debba dichiararle tali, evidentemente.

Io ho risolto il problema dell'eventuale dubbio che può rimanere al collezionista/venditore in questi casi, semplicemente rifiutandomi di acquistare qualsiasi moneta ch'io stesso dichiari falsa, sempre e comunque.

Ho pensato fosse la soluzione migliore, almeno per me.

 

Su Ebay, a parte sparuti casi, si vende bene materiale da mercatino.

Più spesso si compra invece ciò che vorrebbe essere ma non può.

Modificato da Monetaio
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sagida

Il tuo ragionamento è chiaro e in linea di massima fila ma per essere precisi alle cifre da te indicate devi aggiungere anche le spese accessorie (prime fra tutte i costi di spedizione) che ad esempio nel caso del 50 lire 1958 portano il range da un minimo di 7 Euro (1,5 + 5,5 sped. ) a un massimo di 89,5 Euro (82,5 + 7 sped.)

Poi in realtà per poter fare un confronto serio ci sarebbe da valutare anche (e soprattutto in certi casi) lo stato di conservazione reale come dice giustamente @@PierluigiRoma però sì dai più o meno il quadro d'insieme per i piccoli/medio collezionisti è quello di ebay.

Saluti

Simone

Osservazioni corrette. Permettimi di aggiungere inoltre che il realizzo varia, talvolta considerevolmente, anche in base a chi vende la moneta. Modificato da sagida
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×