Jump to content
IGNORED

Luigi XVI - Scudo detto “ai rami d'olivo” - 1784


fra crasellame
 Share

Recommended Posts

Luigi XVI - Scudo detto “ai rami d'olivo” - 1784

eculxvi1784asmallvf5.jpg

Nome della zecca: Parigi, secondo semestre

Lettera/segno della zecca: A

Posizione segno di zecca: A nella legenda del rovescio a ore 6

Quantità coniate: 4.791.411 esemplari

Diametro in mm: 42 mm

Asse di conio: 6 h.

Metallo: Argento

Peso osservato: np

Peso teorico: 29,488 gr.

Taglia: 1/8 3/10 marc

Titolo in millesimi: 917 ‰

Valore: 6 livres tornesi

Contorno: in rilievo [...] DOMINE (fleuron) (lis) (fleuron) SALVUM (fleuron) (lis) (fleuron) FAC (fleuron) (lis) (fleuron) REGEM

Stato di conservazione: BB/SPL

Diritto

Legenda : LUD. XVI. D. G. FR. - ET NAV. REX.

Traduzione : (Luigi XVI, per grazie di Dio, re di Francia e di Navarra).

Descrizione : Busto di Luigi XVI a sinistra, portante une veste ricamata, l'ordine del Santo Spirito ed i capelli annodati sulla nuca da un nastro. B. DUVIV. F. sul bordo del busto; al di sotto, segno del maestro di zecca: un airone.

Rovescio

Legenda: .SIT NOMEN DOMINI - A - BENEDICTUM (segno del maestro incisore) 1784.

Traduzione: (Benedetto sia il nome del Signore).

Descrizione: Scudo di Francia ovale coronato, tra due rami d'olivo ; in basso la lettera di zecca.

Maestro di zecca: Airone sotto il busto = Jean Dupeiron de la Coste (1781-1791);

Maestro incisore: Lira davanti al millesimo = François Bernier (1774-1793);

Incisore: B DUVIV F = Benjamin Duvivier (1728-1819)

Incisore generale: Benjamin Duvivier (1774-1791)

Ref: C.2187 - SCF.24A (141 ex.) - Sobin120 - G.356 - Dr.606

Descrizione dello stato di conservazione:

Questo scudo è coniato su un tondello abbastanza largo lascia intravedere la quasi totalità della perlinatura (dentellatura ?). Una leggera patina più scura è presente attorno ai rilievi.

Il contorno è molto usurato nella quasi sua totalità.

Commenti a proposito di questo tipo monetale:

Corso legale 6 livres tornesi, coniato in seguito alla dichiarazione del 18 settembre 1774, conformemente all’editto del gennaio 1726.

A partire dal 1791 tutte le zecche e non più solo Parigi segnano la coniazione nel secondo semestre con un punto sotto la D di LUD al diritto.

Scheda in PDF

Edited by fra crasellame
Link to comment
Share on other sites


Se sei un perfezionista, lo scudo va blasonato "di Francia moderno" (d'azzurro, a tre gigli d'oro posti 2 e 1), perché c'è anche un "di Francia antico" che è "d'azzurro, seminato di gigli d'oro".

;)

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.