Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
ART

Le valute del futuro

Risposte migliori

ART

In questa discussione si parla delle valute che non esistono ancora ma che è probabile vengano create in futuro

 

: molti paesi del mondo infatti hanno processi d'integrazione economica regionale in corso, più o meno avanzati, che spesso prevedono anche l'istituzione di unioni monetarie.

___________________________

 

 

Il caso certamente più interessante è quello dello Scellino Est Africano, la futura valuta della East African Community (EAC) prevista attualmente per il 2020-2023.

 

La Comunità Est Africana è un'associazione di stati fondata nel 2000 (anche se ha una storia un po' più vecchia, in quanto fu fondata la prima volta nel 1967 ma collassò 10 anni dopo) che ad oggi comprende Kenya, Tanzania, Uganda, Ruanda, Burundi e dall'inizio di questo mese anche il Sud Sudan. Questi paesi hanno messo in piedi una comunità molto simile all'UE che comprende diverse istituzioni, un'unione doganale, un mercato unico e lo sviluppo in corso di libera circolazione e valuta comune, il tutto secondo tappe istituzionalmente stabilite. Ma la EAC non vuole fermarsi lì: in progetto, previsto dallo stesso statuto fondatore della comunità, c'è anche la futura trasformazione della stessa in un vero stato federale, la East African Federation, obiettivo apertamente dichiarato e comunemente discusso da politici, esperti e cittadini.

 

Della valuta ad oggi esiste solo il nome, non sono ancora stati presentati bozzetti.

 

East African Community

 

Capitale: Arusha , Tanzania

Popolazione: 157.000.000

Lingua ufficiale: inglese

Sito: http://www.eac.int/

 

Bandiera e inno:

 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Il fiorino dei Caraibi olandesi a che punto è? Intendo per transazioni materiali, non su carta. Le ultime emissioni che ho di Sint Maarten e Curaçao riportano ancora la legenda Antille olandesi che, pure, non esistono più dal 2011

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

Me lo sono chiesto anch'io ma tutto è fermo e non sembra esistere una spiegazione ufficiale. Possiamo solo supporre che se la vogliano prendere comoda...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Possibile. ma fare un nuovo conio nel 2013 a nome delle Antille olandesi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

Possibile. ma fare un nuovo conio nel 2013 a nome delle Antille olandesi...

 

Non saprei che dire... mi viene da pensare che il progetto sia stato abbandonato o congelato per qualche motivo. A pensarci bene non è che ci siano molti motivi logici per cambiare valuta dopo questa riorganizzazione dei territori: quella vecchia può/poteva essere mantenuta senza problemi, semplicemente cambiando le intestazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Non saprei che dire... mi viene da pensare che il progetto sia stato abbandonato o congelato per qualche motivo. A pensarci bene non è che ci siano molti motivi logici per cambiare valuta dopo questa riorganizzazione dei territori: quella vecchia può/poteva essere mantenuta senza problemi, semplicemente cambiando le intestazioni.

 

Ma, infatti, la cosa dovrebbe essere più o meno questa.

Il fatto è che il cambio di nome avrebbe dovuto riflettere semplicemente il fatto che Curaçao e Sint Maarten sono due entità autonome. 

 

http://en.numista.com/catalogue/pieces65224.html

 

http://en.numista.com/catalogue/pieces68296.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Discussione ripulita dai messaggi off-topic o da quelli che li citavano o cui rispondevano. Proseguiamo pure. 

@@ART

@@petronius arbiter

 

Che dite, spostiamo in monete estere? Mi sa che possa avere più seguito lì

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

L'inno della EAC mi sembra in lingua Swahili; giusto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

Discussione ripulita dai messaggi off-topic o da quelli che li citavano o cui rispondevano. Proseguiamo pure. 

@@ART

@@petronius arbiter

 

Che dite, spostiamo in monete estere? Mi sa che possa avere più seguito lì

 

L'ho aperta qui perchè si parlava di valute in generale e non solo di monete, ma se lo ritenete meglio per me va bene.

 

 

L'inno della EAC mi sembra in lingua Swahili; giusto?

 

Si, che non è la lingua ufficiale della comunità ma comunque diffusissima in tutti i membri ed ufficiale negli stessi a fianco dell'inglese o del francese, tranne solo che nel nuovo ingresso dove non è parlata nè ufficilale.

Modificato da ART

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Che dite, spostiamo in monete estere? Mi sa che possa avere più seguito lì

 

E' @@ART il titolare della discussione, se a lui va bene spostarla, va bene anche a me.

 

petronius

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Dai, per ora proviamo a lasciarla qui; in effetti si parla di "valute" più che di monete. Se vediamo che non decolla, proviamo a spostarla nei prossimi giorni.

 

Lo Swahili è, effettivamente, lingua co-ufficialei (insieme all'inglese) in Uganda e Tanzania e, teoricamente, unica lingua ufficiale in Kenya. Da dire, peraltro, che nelle scuole superiori l'insegnamento è impartito in lingua inglese.

In Burundi, si parlano francese e kiRundi; in Ruanda francese, kinyarwanda e, da qualche anno, l'inglese. L'intenzione del governo ruandese è proprio quello di soppiantare il francese con l'inglese (utilizzato nell'insegnamento superiore) per avvicinarsi ai paesi della regione cui si rivolgono i propri interessi commerciali (mentre politicamente è volta più a consolidare posizioni di rilievo in Repubblica Democratica del Congo ed ha avuto un breve conflitto anche con l'Uganda). Per lo stesso motivo, ha aderito al Commonwealth, pur non essendo mai stato territorio britannico (come il Mozambico che ha aderito per gli stessi motivi).

Lo swahili, peraltro, è diventato una vera lingua franca dei tutta l'Africa Orientale, utilizzato anche nelle Comore ed in RDC, ad esempio.

L'ipotesi del Sud Sudan di aderire al Commonwealth stesso sembra, almeno per il momento, accantonata invece.

Le autorità coloniali britanniche favorirono un'unione doganale già nel 1900 che, di fatto, coinvolse anche le zone settentrionali dell'Africa Orientale tedesca, ma il tutto naufragò con l'indipendenza di questi territori.

 

Un piccolo off-topic giusto per fornire qualche minimo spunto a chi volesse approfondire extra-forum.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Nulla più di un sogno (od una bufala, vedete voi) l'Amero

 

http://www.lamoneta.it/topic/60224-dal-nafta-allamero/?hl=amero

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

La chiamerei una semi-bufala, nel senso che come spesso accade qualcuno ha montato ad arte un caso a partire da quella semplice ipotesi accademica che era l'Amero.

 

E' meglio concentrarsi sui progetti che hanno dietro ben più di qualche studio teorico: è il caso dell'ex-Eco, che avrebbe dovuto essere la valuta della West African Monetary Zone (WAMZ) un'associazione economica che fa parte della Comunità economica degli Stati dell'Africa Occidentale (ECOWAS), fondata nel 1975, che riunisce i paesi che adottano il Franco CFA dell'ovest, in verde sulla mappa, e quelli della WAMZ, in rosso sulla mappa.

 

 

250px-UEMOA_and_Eco_in_ECOWAS.PNG

 

Secondo i piani originali i membri della WAMZ avrebbero dovuto costiuire una valuta comune fra loro, l'Eco appunto, che poi nella seconda fase avrebbe dovuto diventare la valuta comune di tutta l'ECOWAS. Oltre al nome esisteva anche il simbolo, visibile nel logo dell'istituto intergovernativo che avrebbe dovuto gestirla:

 

West-African-Monetary-Zon.jpg

 

 

Il progetto dell'Eco è stato abbandonato per impossibilità dei membri della WAMZ di soddisfare i criteri economici stabiliti per partire con la valuta unica. Così è stato deciso di procedere direttamente con quella che doveva essere la seconda fase del piano regionale di unificazione monetaria, cioè di avviare direttamente l'unione monetaria di tutti i paesi della ECOWAS.

 

La data prevista attualmente per l'istituzione di questa nuova valuta comune ancora senza nome è ufficialmente il 2020, la stessa prevista per l'Eco prima dell'abbandono, anche se certamente sarà impossibile rispettarla.

Modificato da ART

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

King John
Supporter

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

King John
Supporter

Conoscete il wir, moneta indipendente parallela al franco svizzero?

 

http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2012/07/monete-alternativelo-svizzero-wir.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

E se una una nuova valuta arrivasse dalla Scozia?

 

Visto il fallimento al referendum per l'indipendenza è un'ipotesi ancora lontana, se mai avverrà. Nel caso sono intenzionati a continuare a far parte dell'UE e secondo me il dibattito non sarebbe sull'istituzione di una valuta propria ma se continuare ad usare la Sterlina o adottare l'Euro.

 

 

Conoscete il wir, moneta indipendente parallela al franco svizzero?

 

E' off-topic, qui si parla solo di valute che ancora non esistono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

King John
Supporter

Visto il fallimento al referendum per l'indipendenza è un'ipotesi ancora lontana, se mai avverrà. Nel caso sono intenzionati a continuare a far parte dell'UE e secondo me il dibattito non sarebbe sull'istituzione di una valuta propria ma se continuare ad usare la Sterlina o adottare l'Euro.

 

E' off-topic, qui si parla solo di valute che ancora non esistono.

ok. Pardon.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

tranquillo. Ci sono altre discussioni sulle valute parallele, però. Magari, si può continuare lì.

 

In quanto alla Scozia, aveva anche ipotizzato un'unione monetaria con UK (che sarebbe stata, presumibilmente, rifiutata). Comunque, perso il referendum; nessuno sviluppo possibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

King John
Supporter

 

In quanto alla Scozia, aveva anche ipotizzato un'unione monetaria con UK (che sarebbe stata, presumibilmente, rifiutata). Comunque, perso il referendum; nessuno sviluppo possibile.

A fine 2015 si ipotizzava un nuovo referendum...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

davideG

Non so se è pertinente con la discussione.

Dal primo luglio la Bielorussia cambierà valuta e adottera il Bielorublo in vece del Rublo Bielorusso oramai iper inflazionato.Tra l'altro ,per la prima volta , verranno coniati anche tondelli metallici  :pleasantry:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Non so se è pertinente con la discussione.

Dal primo luglio la Bielorussia cambierà valuta e adottera il Bielorublo in vece del Rublo Bielorusso oramai iper inflazionato.Tra l'altro ,per la prima volta , verranno coniati anche tondelli metallici :pleasantry:

Esistono già coniazioni metalliche.

Più che una valuta futura, si tratta di una riforma monetaria, ma è pertinente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

davideG

Esistono già coniazioni metalliche.

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Rublo_bielorussoforse commemorative in metalli nobili? :unknw:

Ho amici che ci vanno tutti gli anni e a cui chiedo sempre di portarmi gli spicci ma finora ,di Bielorusso, solo carta.In metallo,al massimo qualche Rublo/copeco russo e qualcosa dall'Ucraina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Ovviamente, le commemorative non circolano. Credo neppure quelle in copechi (valore irrisorio)

 

http://en.numista.com/catalogue/bielorussie-1.html

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

davideG

@luke_idk  :unknw: c'è un dubbio 

nel link che hai postato prova ad entrare nella descrizione di ogni singola moneta.

il commento è 

"struck at Kremnica Mint in 2009, put into circulation in 2016"

la mia ipotesi è che siano contingenti coniati effettivamente per entrare in circolazione in quegli anni ma poi,causa inflazione, stoccati nei depositi della zecca.

Tecnicamente credo si possa affermare quindi che quella a venire sarà la prima immissione di monete metalliche.

Comunque rimane un bel mistero  :shok: . conoscessi il russo una ricerca sull'argomento per dirimere la questione  sarebbe d'obbligo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×