Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Poemenius

NAC 93 tante barbariche però.....

31 risposte in questa discussione

Inviato (modificato)

però mi sono stupito di vedere una "leggerezza" che mai ho notato nelle aste NAC....

mi spiego meglio e vi faccio qualche esempio....

Modificato da Poemenius

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

un Ricimero attribuito ai Visigoti di Leovigildo senza tante spiegazioni

post-38959-0-13814000-1461311493_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

un nummo di Odoacre "storto"

post-38959-0-01525500-1461311558_thumb.j

post-38959-0-59726700-1461311567_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

un leoncino di Roma - Baduila (?) ... "storto" anche lui

post-38959-0-85817200-1461311621_thumb.j

post-38959-0-89160100-1461311630_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

un Ricimero un po' "sospetto" per stile e patina e un Nepote decisamente "sospetto"....

post-38959-0-06907500-1461311692_thumb.j

post-38959-0-48549200-1461311701_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

un Hildebard dato senza punti interrogativi nonostante le motivazioni di Metlich siano significative... certo, non lo metterei certo ai Longobardi, ma almeno un "Hildebard (?)" me lo aspettavo... visto le vicinanze stilistiche con quella che vi propongo.-...

leggerci poi Giustiniano al dritto è quantomeno dubbio.... 

post-38959-0-10555600-1461311904.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

insomma, tante monete belle/bellissime, rare e spettacolari.... ma un pizzico di stupore per queste, e altre "leggerezze" passatemelo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Penso che anche per la NAC il tempo a disposizione per stilare con la dovuta calma i cataloghi sia quantomeno risicato.

 

Non spendo parola sui piccoli bronzi, ma la frazione di Siliqua mi intriga....

 

Personalmente non ravviso una grande somiglianza con l'altra frazione da te postata mentre concordo sull'ardua interpretazione della legenda del diritto

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Metlich come la attribuisce ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caro @@Alberto Varesi

per la somiglianza tra silique mi riferisco al modo di riprodurre certi dettagli del viso... occhio, naso, orecchio, bocca... poi al bordo perlinato del dritto e , non ultimo alla bordatura del tondello... ovvio è un parere molto personale...

arrivo subito con il Metlich

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ci leggo:

0 (D?) N  IVS....ANI

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la moneta in figura 25 citata da Metlich è proprio quella all'asta...proprio lei :)

 

post-38959-0-29407900-1461337029_thumb.j

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

occhio... il finale è "normale" PP AVI

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

forse @@rorey36 ti riferivi a quella con lo staurogramma non a quella con il monogramma...scusa.. quella con lo staurogramma è per Giustino II

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per mia modesta esperienza, esistono molte mezze silique o quarti con leggende incomplete, errate, corrotte eccetera. Non trovo pertanto strana quella al dritto della prossima Nac a nome di Hildebald. Lo stile del ritratto e le leggende, compresa la forma delle lettere, è del tutto simile a quella delle emissioni ostrogote coniate nel suolo italico. Chiaramente non sono in grado di confermare o smentire l'attribuzione del monogramma al rovescio, ma quella del Metlich ha le sue basi, anche storiche. Peraltro, trovo affascinante il tentativo di leggerci, forse a ragione, il nome di questo effimero re goto. Di sicuro si tratta di un'emissione di estrema rarità, mai vista in mano, pur avendone viste molte del periodo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Merlich la fa post ostrogato anche su basi stilistiche del dritto... Busto , testa, laccetti del diadema etc... E che stilisticamente non sia ai livelli ostrogoti, sono decisamente d'accordo

La moneta é più che rara.... Unica... Quella citata e fotografata dal metlich é quella oggi all'asta... Non ne sono ad oggi note altre

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Merlich la fa post ostrogato anche su basi stilistiche del dritto... Busto , testa, laccetti del diadema etc... E che stilisticamente non sia ai livelli ostrogoti, sono decisamente d'accordo

La moneta é più che rara.... Unica... Quella citata e fotografata dal metlich é quella oggi all'asta... Non ne sono ad oggi note altre

Certo, è unica. Essendo però le ostrogote una collezione di nicchia, si può a volte verificare l'esistenza di ulteriori pezzi non censiti (non mi risulta questo il caso) oppure addirittura monete non repertoriate. È il caso, ad esempio, del decanummo di Theia, di cui anni fa ho visto un esemplare, nonostante non sia presente sul Metlich od altre opere specialistiche. Peraltro, sempre del decanummo di Theia, un mio amico sostiene di averne avuti nel tempo in collezione addirittura due pezzi (uno forse è quello visionato da me), poi ceduti insieme alla collezione. Questo è solo un esempio, naturalmente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Wow.... Che voglia di vederlo.... Le monete non censite sono tantissime... Lo so é proprio vero...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sto ammirando le longobarde, la mia passione.....che pezzi !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caro Alberto, catalogo che di certo diverrà anche bibliografia di riferimento per tutte queste emissioni.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pienamente d'accordo con Alberto Varesi sulla diversità di stile tra le due frazioni d'argento. La seconda ha alcune caratteristiche ''longobarde'' che la prima non ha.

 

Arka 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pienamente d'accordo con Alberto Varesi sulla diversità di stile tra le due frazioni d'argento. La seconda ha alcune caratteristiche ''longobarde'' che la prima non ha.

Arka

Questo è anche il parere di un mio amico, appassionato di monetazione barbarica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Posso essere d'accordo con voi.... ma la prima i tratti tipicamente ostrogoti per il periodo di riferimento non li ha tutti.... insomma, concordo in parte anche con metlich

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

purtroppo non colleziono le monete Longobarde, anche per non allargarmi troppo. sono quindi abbastanza ignorante in materia.

 per questo mi stupisco quando vedo che i compilatori dei cataloghi non riescono a leggere le scritte dei rovesci di questi tremissi. chiedo anche al sig. @@Alberto Varesi, se vede quello che leggo io.

esempio: lotto 1296 attribuita a Marinus. al rov. in catalogo scritto: VIITOIVIVIVIO, per me è UNTOXIAIVIVITOR, ( la prima lettera per sarebbe da leggere una U ). in esergo COMOIR.( secondo loro IONIOI ).

A conferma di quanto dico il lotto successivo di Ariperto che ha una scritta quasi uguale, qui la scritta forse perchè più chiara viene letta giustamente: VNTOXIAAVIVITIOR in esergo COMOI. (anche qui la prima lettera V per me potrebbe essere una U )

Altro errore nel lotto 1298 dove hanno letto SCSMI-MAHIL invece di SCSMI-HAHIL

si legge bene che si tratta di una H e non di una M.  ( probabilmente SC  S. MI-CHELE).

Modificato da dux-sab

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci guardo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?