Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
apollonia

Logo dal dupondio di Nerone di Lione o di Roma?

Recommended Posts

apollonia
Supporter

Ave all

 

Non conosco la monetazione romana, e infatti, quando mi è stato chiesto se potevo identificare il logo della SPAFID, la società per amministrazioni fiduciarie di Milano, l’ho associato al rovescio del dupondio di Tito individuato dalle iniziali S C e dalla dea romana SECURITAS.

 

post-703-0-67058400-1465310936.jpg   post-703-0-15915300-1465310956_thumb.jpg

 

Guardando meglio, ho notato nella moneta l’assenza del numero II in esergo e un’ulteriore ricerca mi ha indirizzato al dupondio di Nerone, che si può considerare il modello effettivo del logo.

 

post-703-0-38874000-1465310972_thumb.jpg

 

NERO. 54-68 AD. Æ Dupondius (29 mm, 12.57 g, 7h). Lugdunum (Lyon) mint. Struck 65 AD. NERO CLAVD CAESAR AVG GER P M TR P IMP P P, laureate head right; globe at point of bust / SECVRITAS AVGVSTI, S C across field; II in exergue, Securitas seated right on draped chair, leaning head on hand propped on chair back and holding sceptre; lighted and garlanded altar before with lighted torch leaning against it. RIC I 406; WCN 505; BMCRE 339 var. (head left); Cohen 321. Good VF, mottled green, brown, and red patina with traces of black.

 

Ho visto poi che esiste anche un dupondio dello stesso imperatore coniato non a Lione ma a Roma.

 

post-703-0-80565300-1465310987_thumb.jpg

 

Nero. AD 54-68. Æ Dupondius (29mm, 15.68 g, 6h). Rome mint. Struck circa AD 64. Radiate head right / Securitas seated right on throne, holding scepter; lighted and garlanded altar to right; II in exergue. RIC I 196; WCN 205. VF, dark greenish-brown patina.

 

Io ho dedotto da un particolare che il modello del logo è il dupondio di Lione e non quello di Roma, ma sarei grato di una conferma da parte di chi è esperto di questa monetazione.

 

 

apollonia

Share this post


Link to post
Share on other sites

cliff

Si tratta di un'emissione decisamente abbondante con numerosi conii approntati per il rovescio con differenze anche sostanziali per quanto riguarda lo stile e i dettagli minuti (presenza o meno di torcia e bucranium sotto l'altare acceso a sinistra).

La differenziazione tra Roma e Lugdunum viene di norma data dalla diversa titolatura del dritto e dal globetto di Lugdunum alla base del ritratto. Dubito che sia possibile abbinare il logo con sicurezza a una delle due zecche anche perchè la rappresentazione è stilizzata, mi pare comunque che nel logo sia apprezzabile, pur con una certa difficoltà, sia la torcia che il bucranium. Mediamente il bucranium mi pare piu' presente nelle emissioni di Roma, mentre in quelle di Lugdunum è spesso assente.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

apollonia
Supporter

@@cliff

Prima di tutto grazie per la tempestiva risposta e l’informazione sui dettagli di conio delle due zecche che non conoscevo. Questo è quanto di meglio posso produrre del logo SPAFID

 

post-703-0-72841700-1465315170.jpg

 

La mia attribuzione alla zecca di Lione è basata sulla scritta SECVRITAS che manca della S finale e arriva al gomito della dea nel dupondio romano mentre è completa e arriva fino all’avanbraccio in quello di Lione. Però non sapevo dell’abbondanza di queste emissioni e quindi non è detto che sia sempre così.

 

apollonia

Share this post


Link to post
Share on other sites

dux-sab

se guardi la veste dietro la schiena puoi vedere che in quella Romana scende dritta  come nel logo.

quella di Lione copre di più il fianco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

cliff

La mia attribuzione alla zecca di Lione è basata sulla scritta SECVRITAS che manca della S finale e arriva al gomito della dea nel dupondio romano mentre è completa e arriva fino all’avanbraccio in quello di Lione. Però non sapevo dell’abbondanza di queste emissioni e quindi non è detto che sia sempre così.

 

apollonia

Si @@apollonia , come scrivevo c'è grande variabilità di conii per il rovescio, e la variabilità coinvolge anche posizione e spaziatura della legenda.

Questi sono tutti zecca di Roma ad esempio:

https://www.acsearch.info/search.html?id=1161312

https://www.acsearch.info/search.html?id=1995789

https://www.acsearch.info/search.html?id=1275716

https://www.acsearch.info/search.html?id=2472258

L'unica differenza che trovo in questi rovesci è nella presenza o meno del bucranium per Lugdunum.

Molto spesso pare proprio non esserci:

https://www.acsearch.info/search.html?id=610096

https://www.acsearch.info/search.html?id=283552

https://www.acsearch.info/search.html?id=236417

https://www.acsearch.info/search.html?id=589045(qui manca anche la torcia)

Ma ci sono casi in cui pare ci sia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

cliff

se guardi la veste dietro la schiena puoi vedere che in quella Romana scende dritta  come nel logo.

quella di Lione copre di più il fianco.

Anche la veste non è indicativa ma è molto variabile a secondo dei conii. Inoltre l'esemplare postato sopra da Apollonia per Roma appare smoothed e probabilmente tooled, quindi non piu' affidabile per i particolari minuti. Probabile che anche la S di SECVRITAS sia sparita nel passaggio di lisciatura dei fondi.

Edited by cliff

Share this post


Link to post
Share on other sites

apollonia
Supporter

Un altro particolare da tener d'occhio è l'altezza del sedile che sul logo è più basso rispetto a quelli sulle monete (su qualcuna di Lione è così basso).

 

Non vorrei sbagliarmi, ma la mia idea è che l'autore del logo abbia sostituito la Secvritas con una più flessuosa e sexy pinup, a seno, ventre e fianco destro scoperti, a scapito del pudore della dea romana e a favore della... attrazione fatale procurata al cliente. E quindi, in sostanza, Lione o Roma per la SPAFID pari sono.

 

 

apollonia

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

apollonia
Supporter

Ho poi notato che la dea Secvritas è raffigurata senza veli anche su dupondi di Lione (a sinistra) e di Roma (a destra).

 

post-703-0-47030000-1465383154_thumb.jpg

 

La ‘romana’ è sicuramente più attraente… Invece quel II soprassegnato in esergo (cos’è? Il valore?) assomiglia a quello sotto la ‘francese’.

Una cosa è certa: chi ha scelto questa moneta per il logo della società aveva buon gusto, ed è stato così gentile da mantenere la V del nome della dea nell’aggettivo FIDVCIARIE.

 

apollonia

Share this post


Link to post
Share on other sites

apollonia
Supporter

M'ero scordato d'aver aperto questa discussione riaprendone un'altra che giustamente è stata chiusa (poteva benissimo anche essere cassata).

Eh, l'età...:aggressive:

Mi scuso e richiudo.

59565409e26ad_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.1dc6b9bacf81596b70a27760fcbd769a.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.