Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
gionnysicily

Gordiano III medaglione in bronzo

Risposte migliori

gionnysicily

Un mio amico collezionista , prima di acquistare una moneta interessante , mi ha chiesto un consulto se era possibile una pulitura non invasiva , senza che danneggiare la moneta . Non potevo dirgli di no e ho dato l'ok.

Ha speso bei soldini , mi ha spedito la moneta e dopo qualche settimana ho ultimato la pulitura ed il restauro di questo stupendo medaglione (molto raro) di Gordiano III , acquistato alla Kunker nel marzo 2016. 

Penso di fare cosa gradita , al forum , visto che si chiacchiera troppo per chi è pro e chi è contro gli interventi.

Allego le foto di prima e dopo l'intervento. 

post-50094-0-32078300-1466506851_thumb.j

post-50094-0-13837800-1466506876_thumb.j

post-50094-0-92627100-1466507052_thumb.j

 

 

  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica

l'avevo visto, non mi piaceva prima e continua a non piacermi adesso

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

L'avevo visto a Monaco all'esposizione delle monete Kuenker. Anch'io avevo discusso con un amico collezionista sul quanto e come si potesse ancora far pulire, dato che sembrava ancora con parecchie concrezioni soprattutto al dritto.

Devo dire che il risultato almeno per il lato del ritratto mi pare notevole, complimenti davvero Giovanni!

Le foto sono un po' piccole ma direi che il tuo amico potrà dirsi assolutamente soddisfatto del risultato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quadriga

Io lo trovo bellissimo dopo il restauro e bruttino prima del restauro.....veramente complimenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

ciao @@gionnysicily

aiutami a comprendere meglio....

Pulitura...ok, ma per "restauro" esattamente in questo caso cosa hai fatto?

 

può essere un contributo molto interessante per capire i modi e le tecniche

GRAZIE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gionnysicily

@Tinia Numismatica "l'avevo visto, non mi piaceva prima e continua a non piacermi adesso" vorrei capirti meglio ?????? se e possibile. Grazie.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabietto83

Un restauro con i fiocchi,sarebbe interessante appunto capire cosa hai usato e i vari procedimenti per un restauro del genere???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gionnysicily

ciao @@gionnysicily

aiutami a comprendere meglio....

Pulitura...ok, ma per "restauro" esattamente in questo caso cosa hai fatto?

 

può essere un contributo molto interessante per capire i modi e le tecniche

GRAZIE

Pulitura solamente a secco con bisturi personalizzati, al microscopio a 40 X , aiutandomi con induritori o fissatori ,per ammorbidire i sedimenti e le croste più dure , cercando di evitare il distacco della patina (dove era presente.). Restauro .... sul rovescio , nel campo lievi crateri dovuti ad un tentativo di pulitura precedente al quale si sono fermati (meno male), riempiti con punti della stessa patina ,prelevata un po qua ,un po la 

Modi e tacniche , sono solo frutto di anni di esperienza.

  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gionnysicily

@cliff ciao "Le foto sono un po' piccole ma direi che il tuo amico potrà dirsi assolutamente soddisfatto del risultato. " spero che con queste foto del dritto , si possa apprezzare il tutto.

Modificato da gionnysicily

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Complimenti Giovanni! Un lavoro accurato e rispettoso del manufatto antico. Credo che non si possa obbiettare nulla contro questo tipo di restauro. Anch'io avevo notato i piccoli danni nel campo al rovescio, anche lì sei riuscito a limitarli molto. Avevo una mezza idea anche di batterla perché il potenziale c'era, ma poi è salita troppo per me.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabietto83

Giovanni per induritori o fissatori cosa intendi?mi ha sempre affascinato l'arte di questi restauri?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gionnysicily

Giovanni per induritori o fissatori cosa intendi?mi ha sempre affascinato l'arte di questi restauri

La scrostatura a secco e sempre la migliore per il bronzo.

Quando si hanno croste con sedimenti legati alla patina e facile il distacco di queste croste con la patina, lasciando crateri un po dappertutto , deturpando l'intera moneta. Con la tecnica nell'applicare con cotonfioch lievi bagnetti con liquido a base di acido acetico a diverse percentuali e per diverse applicazioni , man mano che vai avanti, fa sì che asciugando si può scrostare senza che si stacchi la patina (che nel frattempo si indurisce ) . Certamente non è che questo metodo sia ripetibile per tutti i bronzi. Ogni moneta va studiata sempre prima di uno, o un'altro intervento.

Bisogna considerare che l'acido acetico e sempre un acido e anche in piccole percentuali , alla fine del lavoro bisogna neutralizzarlo. Qui altre tecniche che non sto a divulgare.

Modificato da gionnysicily
  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Andro' contro corrente , mi attirero' molte critiche , rispettando comunque il lavoro difficile e specialistico dell' ottimo restauratore , pero' togliere da una gia' bella moneta antica i "difetti" depositatisi per secoli e secoli , mi sembra di spogliarla della sua storia .

Il risultato finale del restauro e' eccellente , ma ora sembra una moneta battuta ieri ; se i colori delle foto prima e dopo il restauro sono reali , ha anche cambiato colore , da un bell' azzurro cenere originale a verde .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gionnysicily

Andro' contro corrente , mi attirero' molte critiche , rispettando comunque il lavoro difficile e specialistico dell' ottimo restauratore , pero' togliere da una gia' bella moneta antica i "difetti" depositatisi per secoli e secoli , mi sembra di spogliarla della sua storia .

Il risultato finale del restauro e' eccellente , ma ora sembra una moneta battuta ieri ; se i colori delle foto prima e dopo il restauro sono reali , ha anche cambiato colore , da un bell' azzurro cenere originale a verde .

Ciao @Legio II Italica , non penso che tu possa essere criticato solo per aver espresso una tua sacrosanta opinione.

Ognuno di noi vede le cose sicuramente diverse ed è libero di esternare , specie (come te) rispettando il lavoro degli altri.

Dire che il risultato finale del restauro (che poi si tratta di pulitura e irrisorio restauro) ", ma ora sembra una moneta battuta ieri " ???? se l'avessi spatinata e portata al metallo .........forse si. Ma cosi non è . 

Se osservi i bordi , su alcuni punti sono stati lasciati con i suoi naturali grumi di cuprite e sedimenti vari. 

Da tenere conto che già un tentativo (non professionale) di scrostatura era stata fatta , specie sul rovescio. Sul dritto le parti dove c'era la patina e rimasta tale e quale , anzi con un trattamento di consolidazione , non verrà più via. Per la storia.......sarebbe bene leggerla nitidamente la moneta. Per quando ai colori ...... la foto della Kunker non  ha colori suoi , diversamente la foto postata dopo l'intervento e fatta con un normalissimo (ma efficiente) Iphone-6. 

La tonalità del rovescio (lievemente diversa) e dovuto al precedente intervento .

Per un migliore risultato e necessario che la moneta non venga trattata in nessun modo.

Cordialmente Gionnysicily.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aemilianus253

L'avevo vista anche io nel catalogo online, ma mi sembrava (impressione dalla foto) un po' corrosa e danneggiata da mano non felice in qualche punto, come del resto riportato dal restauratore. Non immaginavo che il risultato finale potesse essere così, oggettivamente. Certo, mettendo le foto vicine rimane il dubbio non sulla bontà dell'intervento, davvero ottimo, quanto sull'invasivita' dello stesso. Chiaramente chi ha operato ne sa ben più di me e le mie possono risultare le classiche parole di chi apre bocca e da fiato. Mi auguro che il sig. Giovanni non si risenta. Parlo infatti da semplice appassionato, non da competente in materia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Ciao @Legio II Italica , non penso che tu possa essere criticato solo per aver espresso una tua sacrosanta opinione.

Ognuno di noi vede le cose sicuramente diverse ed è libero di esternare , specie (come te) rispettando il lavoro degli altri.

Dire che il risultato finale del restauro (che poi si tratta di pulitura e irrisorio restauro) ", ma ora sembra una moneta battuta ieri " ???? se l'avessi spatinata e portata al metallo .........forse si. Ma cosi non è . 

Se osservi i bordi , su alcuni punti sono stati lasciati con i suoi naturali grumi di cuprite e sedimenti vari. 

Da tenere conto che già un tentativo (non professionale) di scrostatura era stata fatta , specie sul rovescio. Sul dritto le parti dove c'era la patina e rimasta tale e quale , anzi con un trattamento di consolidazione , non verrà più via. Per la storia.......sarebbe bene leggerla nitidamente la moneta. Per quando ai colori ...... la foto della Kunker non  ha colori suoi , diversamente la foto postata dopo l'intervento e fatta con un normalissimo (ma efficiente) Iphone-6. 

La tonalità del rovescio (lievemente diversa) e dovuto al precedente intervento .

Per un migliore risultato e necessario che la moneta non venga trattata in nessun modo.

Cordialmente Gionnysicily.

 

Ciao @@gionnysicily , e' un vero piacere discutere con te .

La mia precedente espressione "sembra una moneta battuta ieri" si riferiva esclusivamente alla perfezione del restauro che ha reso nitidi ed ben evidenti i rilievi del medaglione , fermo restando la patina antica .

Ci tenevo a chiarire questo punto per non essere frainteso e ti rinnovo i complimenti per l' eccellente lavoro , molto apprezzato , ma poco condiviso per i personali motivi espressi in precedenza .

Con gratitudine per la tua risposta

Claudio 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gionnysicily

@aemilianus253 ciao , "Mi auguro che il sig. Giovanni non si risenta. Parlo infatti da semplice appassionato, non da competente in materia. " Risentirmi ??? e di che cosa.

Rispetto sempre le opinioni degli altri, a volte si rispettano ma non si condividono . Sul forum siamo tanti e postare un argomento tale , ci da la possibilità di osservare un risultato ad un intervento (non invasivo) su di una moneta vista in catalogo o di presenza in un'asta con un'ottica diversa. 

Chi l'ha acquista e desidera leggerla ed osservare i dettagli più nitidi e padrone di farlo (penso) . 

Pertanto caro @aemilianus253 niente di personale. 

Cordialmente Giovanni.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

romanus

Mi aggiungo a coloro che si sono complimentati per il restauro molto ben riuscito, specialmente al diritto, dove si può dire che ha veramente

"cambiato faccia".

Per quanto riguarda il restauro, che è stata per tutta la mia vita l'attività principale , sempre su  oggetti di pregio : dipinti,sculture,mobil antichi

ceramiche, armi, ecc. ecc, c'è sempre stata la tendenza a riportare l'oggetto al suo stato originale. Cosa diversa capita invece nelle monete

antiche, dove tanti preferiscono non toccare quelli che si possono definire gli  "oltraggi del tempo " dovuti perlopiù alla conservazione per

secoli in ambienti non proprio ideali.

 

saluti

 

Romano

post-3514-0-68864700-1467032050.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aemilianus253

@aemilianus253 ciao , "Mi auguro che il sig. Giovanni non si risenta. Parlo infatti da semplice appassionato, non da competente in materia. " Risentirmi ??? e di che cosa.

Rispetto sempre le opinioni degli altri, a volte si rispettano ma non si condividono . Sul forum siamo tanti e postare un argomento tale , ci da la possibilità di osservare un risultato ad un intervento (non invasivo) su di una moneta vista in catalogo o di presenza in un'asta con un'ottica diversa. 

Chi l'ha acquista e desidera leggerla ed osservare i dettagli più nitidi e padrone di farlo (penso) . 

Pertanto caro @aemilianus253 niente di personale. 

Cordialmente Giovanni.

 

Grazie per la cortese risposta. Il mio svantaggio sta, oltre che nella mia assodata impreparazione tecnica, anche nel fatto di dover necessariamente farmi un parere da foto, piuttosto che da una visione in mano.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

massi75rn

Un mio amico collezionista , prima di acquistare una moneta interessante , mi ha chiesto un consulto se era possibile una pulitura non invasiva , senza che danneggiare la moneta . Non potevo dirgli di no e ho dato l'ok.

Ha speso bei soldini , mi ha spedito la moneta e dopo qualche settimana ho ultimato la pulitura ed il restauro di questo stupendo medaglione (molto raro) di Gordiano III , acquistato alla Kunker nel marzo 2016. 

Penso di fare cosa gradita , al forum , visto che si chiacchiera troppo per chi è pro e chi è contro gli interventi.

Allego le foto di prima e dopo l'intervento. 

attachicon.gif2016-06-21_120225.jpg

attachicon.gifmed. Gordiano III ,prima e dopo la pulitura e il restauro.jpg

attachicon.gifGordiano III,medaglione da Kunker marzo 2016 ,prima e dopo il restauro.jpg

io sono diviso tra il rispetto che ho nella persona di giovanni,sia per quanto riguarda la sua saggezza numismatica cosi' come la sua capacita' di intervento puramente manuale nell'ambito del restauro,e l'affermazione che ha fatto legio sui difetti(ma non li chiamerei cosi',ma semplicementi sedimenti)depositatosi nei secoli,in quanto donano un segno distintivo ad una moneta antica.mi piaciono i sedimenti,ma troppo invasivi no,per esempio il rovescio,per "mio gusto" l'avrei lasciato anche com'era,mentre al dritto,francamente qualcosa andava fatto,per renderlo leggibile,comunque bravo,sei in gamba,ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Falaride

Buonasera @@gionnysicily e complimenti.....una curiosità: quanto tempo c'è voluto per ultimare il lavoro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gionnysicily

Buonasera @@gionnysicily e complimenti.....una curiosità: quanto tempo c'è voluto per ultimare il lavoro?

Ciao Falaride, un lavoro implica degli orari ben definiti.

La passione non li tiene conto le ore.

La sola scrostatura che in questo caso aveva bisogno di fissaggi e consolidamento , sono stati necessari sei ore in due giorni ( i tempi di consolidamento ) un'ora per lo studio al microscopio a 40x , saggiando i punti più teneri e le durezze dei "sedimenti" . Le prime applicazioni a settori dei fissatori , per poi cominciare l'indomani a bisturi è tutto essiccato , l'asportazione dei sedimenti . Su alcune zone dove è stato necessario , applicazioni di ammorbidenti e subito induritori , affinché dove c'era la patina rimanesse saldata al nucleo della moneta.

In un giorno successivo , altre due ore per asportare piccoli lembi di patina dove non necessita ( nei bordi ) per ripristinare le falle che altri avevano creato .

Con molta passione e molta esperienza , si possono riportare allo splendore , monete "impastate e imprigionate dal tempo".

Personalmente sono nemico del restauro totale , che più delle volte da sì un bello aspetto..... Ma non è come è stata battuta.

Però ..... Il cliente ha sempre ragione.

Notte Giovanni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gionnysicily

@massi75. Ciao , sappi che il rispetto è reciproco verso la tua persona.

Nessun imbarazzo , descriviamo solo i nostri punti di vista.

L'importante è essere sinceri , comunque là si pensi .

Buona notte .

Giovanni.

Modificato da gionnysicily

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Secondo il mio modesto punto di vista, considerando che non ho mai usato tecniche di restauro (anzi non ho mai messo le mani su una moneta antica, essendo anche un vero imbranato riguardo la manualità e mia moglie talvolta si lamenta per non sapere usare nemmeno un trapano per i lavori domestici...), si tratta di un restauro professionale e anche in qualche modo necessario.

Ci vuole grande professionalità e non dimentichiamo l'enorme lavoro speso per il restauro dei due bronzi di Riace: ci hanno messo anche anni e non si trattava solo di pulire e rimuovere dall'interno delle scorie....

Tempo fa vidi un filmato che riprendeva alcune fasi del restauro del bronzo delle due statue e ho visto che veniva usato il bisturi sotto ingrandimento a secco e molti cottonfiocc imbevuti non so di cosa (evidentemente con acidi a gradazione decrescente). Ovviamente la superficie da restaurare era molto maggiore e c'era il problema del contatto col mare per quasi 2000 anni....

Le foto dopo il restauro non sembrano essere fatte con adatta luce, specie al rovescio, che presenta una tonalità troppo diversa rispetto al diritto.

 

Vedo che Tinia esprime delle riserve e gradirei sapere motivazioni che possano andare oltre al molto personale "non mi piace".....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×