Jump to content
IGNORED

20 lire VE III 1912


Max68Busca
 Share

Recommended Posts

VE1912R.jpgBuongiorno a tutti, premettendo che sono assolutamente un neofita volevo un vostro parere su questa moneta che risulta di peso e diametro corretti oltre che essere in oro.

La mia principale curiosità nasce dal fatto che credo non riporti i nomi degli autori... ho sentito parlare di esemplari di prova, potrebbe essere uno di questi? Nelle foto non si vede bene ma la moneta si presenta bellissima, lucente e credo in ottimo stato di conservazione. Potete aiutarmi a capire qualcosa di più?

Grazie mille per l'aiuto.

VE1912F.jpg

Link to comment
Share on other sites


Il bordo arrotondato e la bassa definizione in particolare del panneggio dell'"aratrice" sono piuttosto suggestivi di falso. Strano il peso corretto (a meno che l'approssimazione sia grossolana). Tuttavia: non è possibile fare foto più decenti? In una scala da uno a 10 questa si merita 2 (per incoraggiamento). Chi chiede consiglio abbia la decenza di fornire elementi adeguati, altrimenti si fanno cattivi pensieri ...

Link to comment
Share on other sites


Al di là della qualità delle foto (bassissima) l'approssimazione del figurato non dà adito a dubbi. Per @Max68Busca allego la foto di un originale per un confronto dal quale può rilevare le differenze.araatrice.jpg

 

 

 

 

 

 

Logo A.D. - Copia.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Awards

Per prima cosa grazie per le risposte, si, mi sono reso conto della pessima qualità delle fotografie quando le ho viste sul PC mentre quando le ho fatte mi sembravano accettabili... scusate.

Al rientro dalle vacanze provvederò a ripostare il tutto con i dettagli di peso e dimensioni, aggiungo soltanto che ho comprato alcuni anni fa questa moneta (insieme ad altre) a prezzo dell'oro da un amico orafo che le aveva ritirate con il medesimo criterio di valutazione insieme a gioielli ormai dismessi. Credo quindi che sul fatto che sia oro non ci siano dubbi così come non ci sia stata malizia alcuna ne da parte del venditore (una anziana signora) ne da parte del mio amico... A dirvi il vero io non avevo alcuna idea che potessero esserci dei falsi...e per di più d'oro. Non si smette mai di imparare!!! In ogni caso, per il momento, grazie a tutti per i preziosi spunti di riflessione. Vi disturberò nuovamente non appena avrò il materiale da sottoporvi, un'ultima domanda, per farsi un po' di cultura quale catalogo mi suggerite di acquistare? Grazie, Massimo.

Link to comment
Share on other sites


Ben trovati, dando per assodato che si tratti di un falso, secondo voi è contemporaneo o risale a periodo più remoto? La mia curiosità nasce da un fatto, oggi credo vi sarebbero le tecnologie per replicare abbastanza facilmente una moneta di oltre cento anni fa....o no??? Ovviamente con un buon grado di dettaglio... e non perdendosi grossolanamente particolari come le firme...

 

Link to comment
Share on other sites


Non avendo avuto alcuna delucidazione ho cercato un po' di informazioni in giro sul web e ho letto alcune delle interminabili disquisizioni (interessantissime) da voi postate in merito a piccole o grandi differenze tra una moneta ed un'altra pur essendo presumibilmente entrambe autentiche....

bene, se non prendo una cantonata bestiale, in funzione della tiratura della moneta non esisteva una sola coppia di conii ma decine quando non centinaia...quest ultimi si usuravano, si rompevano e perdevano dettaglio...così come le presse utilizzate oltre cento anni fa non avevano la precisione e la ripetitività di quelle attuali...controllate elettronicamente....

ovviamente i conii erano realizzati a mano dagli incisori e non certo con macchine a controllo numerico, direi quindi che piccole differenze tra i conii siano più che normali...cosa pensate del mio punto di vista?

grazie, Massimo

Link to comment
Share on other sites


Il discorso è valido per la monetazione antecedente alla metà del XIX secolo, ma non per quella del XX secolo, in cui i coni erano pressoché identici perché impressi tramite un punzone riproduttore comune (o più punzoni, ma ottenuti da una stessa matrice). E ciò a maggior ragione per le monete coniate in un esiguo numero di esemplari, come quelle d'oro. Nel caso specifico non sono note varianti di conio per il 20 lire aratrice, ossia in caso di differenze sostanziali la moneta che le presenta è con ogni evidenza un falso.

Se sei interessato all'argomento puoi trovare un ottima guida in questo libro di Andrea Dal Pup https://www.bookrepublic.it/book/9786050351002-tecniche-ed-errori-di-coniazione/?cv=1

Edited by Giov60
Link to comment
Share on other sites


Grazie mille Giov60 per la tua interessante risposta, comunque il mio discorso  era più in generale, in merito alle mie 20 lire ci ho già messo una pietra sopra!!! Anche se preferisco la carta stampata agli ebook questo lo prenderò...

Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...

Buongiorno a tutti e ben trovati, per prima cosa vi dovevo ulteriori spiegazioni in merito alla mia moneta, che oramai abbiamo appurato essere FALSA:

Diametro millimetri 21,48 (Più grande).

Spessore millimetri 1,68 (Più spessa)

Peso grammi 5,987 (Più leggera)

E per dipiù, per non passare nuovamente come un superficialotto, ho anche eseguito il titolo dell'oro che, come ovvio fosse viste le misure ed il peso,  è risultato esse circa 14 kt (583,333/1000) contro i poco meno sei 22 kt (916,667/1000) che dovrebbe essere.

Ho altresì rifatto una fotografia cercando di far tesoro delle vostre critiche (giuste) e prendendo spunto da un altro post di consigli ma vorrei sapere se il risultato è accettabile o meno.

Preso dalla mania per i dettagli che mi avete segnalato come "evidenti indicatori di falsi" ho fatto qualche fotografia alla mia moneta di alcuni particolari "sbagliati" che vi allego, anche su questi gradirei avere un feedback sulla qualità delle immagini. Per queste ultime immagini potrei salire ancora di circa 10X/20X...ma forse sarebbe eccessivo.

Ultima cosa, la moneta in questione verrà tagliata e mandata in fusione.

Grazie ancora per la vostra attenzione ed alla prossima...spero con una moneta autentica ed interessante. Massimo.

20lirerid.jpg

aratro.jpg

firme.jpg

mantello.jpg

spighe.jpg

corona.jpg

Link to comment
Share on other sites


Le nuove foto sono sicuramente esaustive, penso che possa servire a tutti! Effettivamente la mancanza di dettagli è palese, in più quel bordo arrotondato non lascia scampo.

Ti ringrazio anche di averla mandata a fondere....

 

Link to comment
Share on other sites


......."poco meno sei 22 kt (916,667/1000) che dovrebbe essere."

Ciao.

Solo per precisare che la lega aurea con cui è realizzata la moneta autentica è di 900/1.000 (e non 916,667/1.000).

Saluti.

Michele

Link to comment
Share on other sites


12 ore fa, bizerba62 dice:

......."poco meno sei 22 kt (916,667/1000) che dovrebbe essere."

Ciao.

Solo per precisare che la lega aurea con cui è realizzata la moneta autentica è di 900/1.000 (e non 916,667/1.000).

Saluti.

Michele

Certo Michele, hai ragione, infatti ho scritto "poco meno dei 22 carati che dovrebbe essere...", forse mi sono espresso male ma intendevo dire che doveva essere 900/1000 che in carati fa circa 21,53...se non erro.

Mille grazie per la precisazione

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.