Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Teus I

Real Filippo V zecca di Potosi

Risposte migliori

Teus I

Salve, vorrei sapere qualche informazione in più riguardo questo Real che ho acquistato in spagna.

Cosa rappresenta la Y nel retro?

Come mai venivano coniate a forma di cuore?

Vi ringrazio 

 

Matteo

14114660_1251686198183512_1635895041_o.jpg

14111973_1251686241516841_1891942862_n.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Philippus IX

Salve,

la Y corrisponde alla sigla dello zecchiere, ossia Diego de Ybarbouro.

Nel verso, prima della sigla dello zecchiere, sempre sulla prima riga, è possibile intravedere anche il valore 1 (real), mentre sulla seconda riga una parte della legenda (PLV)S VLTR(A) e sulla terza in centro la cifra 715, ovvero la data 1715.

Nel dritto, accanto alla croce di Gerusalemme con due castelli e due leoni, si vede nuovamente la sigla dello zecchiere Y e una piccola parte della legenda (PH)ILI(PPVS V D G HISPANIARVM REX).

Cordialità

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Teus I

Ti ringrazio per l'esaustiva risposta, ora è tutto più chiaro.

A risentirci.

Matteo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter
Il ‎24‎/‎08‎/‎2016 at 14:28, Teus I dice:

Come mai venivano coniate a forma di cuore?

Incuriosito avevo letto tempo fa qualcosa al riguardo, sul "perchè" a quanto pare non vi è alcuna certezza, anche gli specialisti di questa monetazione esprimono solamente delle ipotesi.
Dagli aspetti puramente religiosi tipo: devozione al Sacro Cuore di Gesù, offerte votive a Gesù od alla Vergine Maria (si pensa che gli esemplari trovati con dei fori servivano per cucirli sul manto della Vergine), si passa agli aspetti materiali tipo: tagliati appositamente per trattenere parte dei bordi realizzando così un taglio monetale più piccolo, non era una vera e propria tosatura perché non c'era nessun guadagno, a quel tempo questi cuori erano già accettati secondo il peso dell'argento contenuto. O più semplicemente come ostentazione, in buona sostanza, appositamente tagliati e forati, per essere indossati come gioielli.

Modificato da nikita_
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×