Jump to content
IGNORED

Fiche particolare del Casinò di Campione


apollonia
 Share

Recommended Posts

Tra il 1950 e il 1972 il Casinò di Campione emise parecchi gettoni d’oro e d’argento di diverso valore da usare come fiches al tavolo della roulette. Questo pezzo d’argento marcato Argor 999,9 che pesa 15,0 g e ha un diametro di 32,0 mm è stato emesso nel 1972 e ha un valore di 50 franchi svizzeri.

Gettone comunità Campione 50.jpg

La scritta sul diritto COMMVNITAS CAMPILIONI è il latino per Comunità di Campione.

A sinistra è raffigurato il vescovo sant’Ambrogio con pastorale e staffile, a destra lo stemma araldico composto da uno scudo sannitico antico.

Il gettone è messo in commercio in un astuccio originale di plastica di colore rosso.

 

Astuccio gettone Casinò di Campione.JPG

 

Giovenale firma con inglese ok.jpg

 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Lo scudo dello stemma araldico è partito in tre settori.

Stemma Communitas Campilioni.JPG

Nel primo settore, d’oro, c’è il pastorale d’argento; nel secondo, rosso, c’è la mano tagliata brandente una sferza di cinque corde di cuoio (staffile); in capo, d’argento, c’è la chiocciola. Essa alluderebbe alla fantasiosa derivazione da CAMPUS HELICEUS (campo delle chiocciole), ma in altri casi è stata associata ai maestri campionesi che portavano con sé i loro beni (conchiglia) e lasciavano il segno ovunque andassero, grazie alle loro opere e ai loro lavori. Il pastorale allude al periodo in cui la località era feudo dell’abate di sant’Ambrogio a Milano, mentre la mano con la sferza è la mano con la sferza è il tradizionale attributo del santo patrono milanese per la sua opera di custode e difensore della fede contro gli Ariani (rappresentato nell’atto di sferzare gli eretici anche nel gonfalone del Comune di Milano).

Lo scudo è accompagnato da un nastro con la scritta COMMUNITAS CAMPILIONI, da Campilia (a sua volta derivato da campus) insieme di appezzamenti di terra coltivabili. Sul modello svizzero e a differenza da quello italiano, lo scudo non è sormontato da alcuna corona turrita.

 

Giovenale firma con inglese ok.jpg

 

 

Link to comment
Share on other sites


Gettone d’oro da 20 Franchi 1964 (6,00 g, 21,0 mm, Au 900). Il peso del pezzo da 20 Franchi è calato da 6,6 g nel 1950 a 4,9 g nel 1970.

 

Gettone Au 20 Communitas Campilioni.JPG

 

Giovenale firma con inglese ok.jpg

Link to comment
Share on other sites


  • 2 years later...

Bisogna distinguere tra valore intrinseco e valore potenziale (diciamo "collezionistico").

Il valore intrinseco è dato dalla quotazione giornaliera dell’oro di chi vende. Nel caso del gettone da 20 franchi di 6,00 g in oro 900, il contenuto di oro fino è 5,4 g e, se l’oro viene pagato, per esempio, 32 euro al grammo, dalla vendita puoi realizzare 173 euro. Invece un collezionista, in considerazione dello stato di conservazione e della rarità del gettone, lo potrebbe pagare anche il doppio.

 

32027887_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.b681ba52929e87af42cc14b18ee6eddd.jpg

 

 

 

Link to comment
Share on other sites


Se qualcuno fosse interessato io lo venderei. e' leggermente rovinato perchè era in un vecchio ciondolo di mio nonno e la parte attaccata ora è un po' rovinata

Link to comment
Share on other sites


  • 11 months later...
  • 4 months later...

Ho trovato fisiche s argento di 100 franchi del 1970 con Vescovo Sant’Ambrogio e stemma araldico con scritta Comunitas Campioni, quanto vale?

Link to comment
Share on other sites


  • 3 weeks later...

Tutto molto interessante. Chiedo, nella realtà del suo tempo, da chi veniva distribuita/venduta questo tipo di coniazione, es.banca, negozi, casinò...ecc. e a che uso erano effettivamente destinate...grazie in anticipo a chi colmerà la mia curiosità in merito.

Link to comment
Share on other sites


3 ore fa, Bolio dice:

Tutto molto interessante. Chiedo, nella realtà del suo tempo, da chi veniva distribuita/venduta questo tipo di coniazione, es.banca, negozi, casinò...ecc. e a che uso erano effettivamente destinate...grazie in anticipo a chi colmerà la mia curiosità in merito.

La risposta è al post iniziale della discussione: Tra il 1950 e il 1972 il Casinò di Campione emise parecchi gettoni d’oro e d’argento di diverso valore da usare come fiches al tavolo della roulette.

553080303_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.778bfba037956084b2d49ac60f1d4f8e.jpg

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.