Jump to content
IGNORED

Vecchie fotografie di Roma antica


Legio II Italica
 Share

Recommended Posts

Vorrei iniziare un breve percorso archeologico fotografico di Roma antica che ci condurra’ a ritroso nel tempo , non tanto lontano , tra il 1800 e gli inizi del ‘900 , aprendo una finestra temporale tramite l’ attuale macchina del tempo disponibile all’ Umanita’ , che altro non e’ che la macchina fotografica . Le fotografie esposte ed eseguite in quei lontani anni , con strumenti rudimentali ma efficaci , ci permetteranno di gettare un’ occhiata su alcuni monumenti di Roma antica permettendoci di confrontarli con lo stato attuale ; ma oltre a questo confronto pratico , mi piacerebbe apprezzaste in particolare l’ aspetto romantico di tutte e tali fotografie quando Roma di quell’ epoca era praticamente irriconoscibile dalla Roma moderna se non fosse per la presenza dei monumenti antichi che ci forniscono dei punti di riferimento chiari e precisi ; questa trasformazione quasi radicale della Roma dell’ 800 inizio’ negli anni immediatamente successivi a quelli della presa di Roma del 20 Settembre 1870 che sanci’ l’ unione di Roma al Regno d’ Italia e pose fine al potere temporale dei Papi ; l’ anno successivo Roma divenne la Capitale del riunito Regno d’ Italia .

Iniziamo questo viaggio nel tempo passato recente cominciando dalla prima fotografia , scattata nel 1880 , che riprende l’ Arco di Costantino , parte della fontana della Meta Sudans , all’ epoca ancora in piedi , sulla destra le pendici del Palatino e sulla sinistra quelle del Celio ; la fotografia emana un senso di romantica solitudine e di maestosita’ del complesso monumentale e panoramico della zona circostante , ben superiore alla sensazione che ne deriva oggi da questo stesso monumento immerso in una moltitudine di folla umana e di transito , nei paraggi , di macchine ed autobus ; anche la prospiciente Via alberata di San Gregorio che dall’ Arco arriva al Circo Massimo rende bene l’ idea dei cambiamenti inarrestabili dei tempi . Sulla destra in basso rispetto all’ Arco si notano delle persone sedute su quelli che sembrano pannelli in travertino o in marmo di antichi monumenti .

DSCN1375.JPG

Edited by Legio II Italica
  • Like 6
Link to comment
Share on other sites


7 minuti fa, dux-sab dice:

non si vede neanche un pullman di turisti parcheggiato dietro l'arco !

Ciao @dux-sab , hai ragione forse erano in sciopero :D ; a parte gli scherzi , nella seconda meta' dell' 800 Roma non conosceva , come oggi , il turismo di massa , ma era visitata principalmente da storici , artisti , pittori , poeti , insomma gente di cultura ; inoltre la popolazione residente a Roma si e no superava le 100.000 unita' ed era concentrata dentro le mura storiche , questo spiega la scarsita' di persone e di cose all' interno della fotografia .

Link to comment
Share on other sites


Seconda fotografia .

La maestosita' silenziosa del Pantheon , il monumento di Roma piu' famoso e imitato all' estero , dopo il Colosseo , in una fotografia dei primi anni del '900 . Si notano le grate di protezione poste intorno la facciata del monumento e le rotaie del Tram che all' epoca passava di lato al Pantheon diretto verso Largo di Torre Argentina .

DSCN1377.JPG

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Terza fotografia

Una foto storica scattata negli anni a cavallo della presa di Roma , circa nel 1870 . Purtroppo il soggetto inquadrato non esiste piu' da oltre 130 anni in quanto abbattuto per motivi di viabilita' urbana ; ai giorni nostri al posto della storica Porta e' rimasta nell' asfalto stradale di Piazza Fiume la forma della base della Porta fatta di sanpietrini in porfido rosso in modo da risaltare sul nero dell' asfalto . Con parte dei travertini di questa Porta venne poi costruita la fontana delle Api del Bernini , che si trova oggi all' inizio della salita di Via Vittorio Veneto sul lato destro , quasi all' angolo con Via di San Basilio , dove le due strade sfociano poi in Piazza Barberini .

Si tratta della famosa Porta Salaria delle Mura Aureliane dalla quale il 24 Agosto del 410 Alarico entro' nell' Urbe per tradimento della guarnigione che doveva difenderla .

DSCN1378.JPG

Fontana delle Api.jpg

Fontana delle Api.2.jpg

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


per fortuna l'hanno fotografata. temo che Alarico non si limitò ad un giro turistico della città, o sbaglio ?

Link to comment
Share on other sites


11 ore fa, dux-sab dice:

per fortuna l'hanno fotografata. temo che Alarico non si limitò ad un giro turistico della città, o sbaglio ?

Ciao , fortunatamente della antica Porta Salaria della Mura Aureliane , che sostitui' Porta Collina delle Mura Repubblicane circa 400 metri piu' indietro , ma distrutta quando venne costruito l' enorme Palazzo delle Finanze in Via XX Settembre , della Porta ne rimangono miseri resti nel cortile interno del Palazzo , esistono diverse fotografie simili a quella postata e molti disegni eseguiti dal Rinascimento in poi . Il fatto incomprensibile e' il motivo per cui si decise di abbattere la storica Porta anziche' un tratto delle Mura come avvenuto in altre simili occasioni , vedi ad esempio Porta Ostiense . Per quanto riguarda la "storica visita" di Alarico ti rimando ad un precedente post sull' argomento : 

 

Edited by Legio II Italica
Link to comment
Share on other sites


Quarta fotografia

Siamo in Piazza di Pietra , cosi' chiamata a causa dei grandi blocchi di marmo che un tempo giacevano a terra provenienti da questo Tempio in parte crollato , a due passi dal Pantheon ; qui si trova il Tempio di Adriano o Hadrianeum , Tempio eretto dopo la divinizzazione di Adriano voluta da Antonino Pio ; si possono ancora oggi vedere le 11 colonne in marmo di stile corinzio del solo superstite lato destro del Tempio , sono alte 15 metri con un diametro di quasi un metro e mezzo , sotto la ringhiera che protegge il monumento si puo' vedere il profondo basamento in tufo peperino in antico ricoperto da lastre di marmo , alto 4 metri che sosteneva la grandiosita' del Tempio , in epoca romana l' ingresso al Tempio era preceduto da una scalinata ; in base a queste misure si puo' ricavare l' altezza complessiva del Tempio che tra basamento , colonne , architrave e timpano , doveva raggiungere circa i 22/23 metri di altezza . Sopra le 11 colonne si nota l' architrave originale ma parzialmente restaurato . Questo Tempio antico e' un classico esempio di utilizzazione di antichi edifici avvenute in tutti i secoli ; fino al 1870 era sede della Dogana , mentre oggi e' sede della Borsa di Roma . La foto sottostante risale al 1870 quando il Tempio di Adriano era sede della Dogana .

Aggiungo una fotografia attuale del Tempio dove si vede la ringhiera che protegge dal profondo basamento antico scavato nel XX secolo .

DSCN1379.JPG

Tempio di Adriano , stato attuale.jpg

Edited by Legio II Italica
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Quinta fotografia

Uno scorcio della Porta Asinaria delle Mura Aureliane con le due torri alte circa 20 metri , foto ripresa tra il 1890/5 , nella quale il fotografo ha preferito riprendere il proseguimento delle Mura piuttosto che l' ingresso della Porta che riporto in seconda fotografia moderna nella quale in alto a sinistra si intravede la Basilica di San Giovanni in Laterano , mentre in terza foto si puo' vedere il Castrum che ospitava la guarnigione di difesa alla Porta . Da questa Porta usci' verso fine Agosto del 410 , Alarico in direzione sud Italia . Il nome della Porta deriva dalla Gens Asinia che probabilmente in questa zona aveva importanti proprieta' ; due parole sulla Gens Asinia :   

Fu una famiglia di origine plebea dell' antica Roma che divenne importante nel I secolo a.C. Il primo personaggio di questo nome che viene ricordato è Erio Asinio che combatte' nella Guerra Sociale contro Roma .

Gli Asinii erano originari di Teate la città più importante del popolo dei Marrucini , il loro nome deriva probabilmente da asina , che era anche un Cognomen di alcune Gens romane . Uno dei primi uomini importanti di questa Gens fu Gaio Asinio Pollione che fu console nel 40 a.C.

E' conosciuto anche un Asinio Dentone che fu Centurione sotto Marco Calpurnio Bibulo e un Gaio Asinio Lepido Pretestato che fu console nel 242 .

 

DSCN1380.JPG

Porta Asinaria.jpg

Porta Asinaria , interno con il Castrum.jpg

Edited by Legio II Italica
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


31 minuti fa, adelchi dice:

Nel 1841 era chiusa.

IMG-20160925-WA0001.jpg

Grazie @adelchi dell' aiuto in questa ricerca esposizione fotografica

Link to comment
Share on other sites


Sesta fotografia

Un altro esempio di utilizzo pratico a distanza di secoli di un monumento antico ; qui siamo al Teatro di Marcello appena sotto il Campidoglio , in una fotografia di fine '800 ; botteghe di artigiani occupano le antiche arcate di ingresso al Teatro ; dove un tempo declamavano poeti ed artisti , a fine '800 declamavano venditori di derrate alimentari e di altri prodotti .

DSCN1381.JPG

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Continuiamo con la settima fotografia

Cambiano i tempi ma non le situazioni , per molti uomini di ogni tempo , difficili . Siamo a Porta Maggiore dalla quale in antico , ma anche oggi , partivano le due strade consolari Casilina e Prenestina ; la foto risale ai primi anni del '900 , subito fuori della Porta si nota il monumento funebre del fornaio Eurisace e di sua moglie Atistia .

Sulla sinistra si notano bivacchi di uomini indigenti ; immagini purtroppo simili a quelle di oggi come si vede in questa foto attuale dove sotto l' arcata indicata con la freccia pernottano regolarmente degli indigenti .

DSCN1382.JPG

Porta Maggiore.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


4 minuti fa, dux-sab dice:

scusa legio, cosa rappresenta quel muro con i buchi rotondi sulla destra ?

Se comprendo bene la tua domanda , come spiegato sopra , si tratta del monumento funebre del fornaio Eurisace e di sua moglie Antistia .

Per maggiori foto e chiarimenti leggi questo vecchio post :

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Con l' ottava fotografia siamo nel Foro Romano , nella foto di sinistra il Tempio di Antonino Pio e Faustina come era nel 1872 e in quella di sinistra ripreso nel 1975 che rispecchia anche lo stato del Tempio nell' epoca attuale . 

Dal confronto tra le due foto si nota bene la notevole differenza del piano di calpestio a distanza di secoli calcolabile in oltre 10 metri considerando anche il basamento del Tempio ; nella foto del 1872 il piano di calpestio arrivava quasi alla meta' dell' altezza delle colonne del Tempio che sono alte 17 metri mentre oggi il piano antico e' stato riportato come era in origine .

DSCN1383.JPG

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Continuiamo la nostra passeggiata per la Roma di fine '800 con la nona fotografia . Ci troviamo d' innanzi a Porta Tiburtina o di San Lorenzo delle Mura Aureliane , in un giorno e mese qualsiasi , di un anno compreso tra il 1895 e i primi del '900 , pochissime persone vissute in quel tempo fanno da comparsa alla storica Porta ; la Porta di accesso e' ancora in parte sotterrata e sopra quello che sembra un timpano e' incisa una lunga dedica che sembra un passo di storia del periodo :

« S. P. Q. R. IMPP. CAESS. DD. NN. INVICTISSIMIS PRINCIPIBVS ARCADIO ET HONORIO VICTORIBVS AC TRIVMPHATORIBVS SEMPER AVGG. OB INSTAVRATOS VRBI AETERNAE MVROS PORTAS AC TVRRES EGESTIS IMMENSIS RVDERIBVS EX SVGGESTIONE V[iri] C[larissimi] ET INLUSTRIS MILITIS ET MAGISTRI VTRIVSQ[ue] MILITIAE FL[avii] STILICONIS AD PERPETVITATEM NOMINIS EORVM SIMVLACRA CONSTITVIT CVRANTE FL[avio] MACROBIO LONGINIANO V[iro] C[larissimo] PRAEF[ecto] VRBIS D[evoto] N[umini] M[aiestati]Q[ue] EORVM »

« Il Senato e il Popolo di Roma appose per gli Imperatori Cesari Nostri Signori e principi invittissimi Arcadio e Onorio, vittoriosi e trionfanti , sempre augusti , per celebrare la restaurazione delle mura , porte e torri della Città Eterna , dopo la rimozioni di grandi quantità di detriti . Dietro suggerimento del distinto e illustre soldato e comandante di entrambe le forze armate , Flavio Stilicone , le loro statue vennero erette a perpetuo ricordo del loro nome . Flavio Macrobio Longiniano , distinto prefetto dell'Urbe , devoto alle loro maestà e ai divini numi curò il lavoro »

La citazione del Prefetto Longiniano ci porta all' anno 402 , interessante anche la citazione di Stilicone il quale nel 408 fu giustiziato e subi' la damnatio memoriae per la sua supposta convivenza , mai dimostrata , con Alarico .

In seconda foto la Porta Tiburtina restaurata , oggi , interno ed esterno .

DSCN1384.JPG

Porta Tiburtina o di San Lorenzo.jpg

Porta Tiburtina o di San Lorenzo.2jpg.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


11 minuti fa, favaldar dice:

C'è un sito molto carino che raccoglie per il web tutte foto di Roma Sparita.............

https://www.romasparita.eu/foto-roma-sparita/

Grazie della segnalazione , conosco il sito , pero' se noti manca di un fattore importante : un minimo di commento alle foto : inoltre sono coperte da Copyright

Link to comment
Share on other sites


8 minuti fa, dux-sab dice:

@Legio II Italica, scusa ma a proposito della differenza di altezza del suolo rispetto l'epoca Romana come nel post 18 ma anche in generale , da cosa è dovuta ?

Ciao @dux-sab , la stratificazione secolare dall' attuale livello del suolo e' dovuta in particolare a Roma a piu' cause , senza scendere nei particolari altrimenti entreremo in ambito geologico , le cause sono essenzialmente due : straripamenti del Tevere frequentissimi a Roma fino alla costruzione dei muraglioni ultimati solo nel 1926 che con i loro accumuli di fango indurito e detriti vari hanno costantemente accelerato l' innalzamento del terreno , poi gli accumuli nei secoli di detriti derivanti da crolli accidentali o voluti di edifici di tutte le epoche , sui quali si ricostruiva usandoli come fondamenta .

Tutto cio' a Roma e' ben visibile in considerazione del fatto che i famosi sette Colli sono ora poco piu' che lievi salite o dolci discese , quando al contrario nell' antichita' i Colli erano alture sovrastanti profonde vallate . 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Una curiosita:guardando la vecchia cartina ,porta S. Lorenzo,sembra  relativa ad un'importante via di comunicazione.Possibile che il traffico fosse incanalato in una porta semi interrata? E ancora:nella foto recente la porta è addirittura occlusa da una grata,forse che la viabilita è stata "baipassata"tipo porta S.Giovanni presso il Laterano?

IMG-20160926-WA0002.jpg

Link to comment
Share on other sites


9 ore fa, adelchi dice:

Una curiosita:guardando la vecchia cartina ,porta S. Lorenzo,sembra  relativa ad un'importante via di comunicazione.Possibile che il traffico fosse incanalato in una porta semi interrata? E ancora:nella foto recente la porta è addirittura occlusa da una grata,forse che la viabilita è stata "baipassata"tipo porta S.Giovanni presso il Laterano?

IMG-20160926-WA0002.jpg

Ciao adelchi , le Via Tiburtina e relativa Porta inizialmente arrivava e terminava a Tibur , l' attuale Tivoli , in seguito fu prolungata passando per l' Abruzzo fino a Chieti e poi a Pescara , prendendo nome da Tivoli , di Tiburtina Valeria . Fu una Via consolare secondaria per questo fu sufficiente una sola Porta ; si rivelo' invece importante al tempo delle invasioni barbariche e durante la guerra gotica , per questo motivo come dice l' iscrizione fu , insieme ad altre Porte , restaurata a fortificata . Per quanto riguarda la Porta semi interrata , il discorso rientra nella risposta n° 23 . Ciao e grazie .

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share


×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.