Jump to content
IGNORED

The Ednam hoard


matteo95
 Share

Recommended Posts

Ispirato dalle sempre ottime discussioni di @Illyricum65 e @grigioviola sugli hoard britannici di monete romane ho deciso di fare lo stesso per quanto riguardo le monete medievali o per meglio dire " hammered coins " .

L'hoard in oggetto è il Ednam hoard rinvenuto nel luglio 1995 ( avevo un mese !! ) nell'omonima cittadina inglese del Roxburghshire  , a pochi km dal confine scozzese.

ednam.JPG

il ripostiglio venne scoperto dal sig. J.R.Shuttleworth durante lo scavo per la costruzione di nuove fondamenta per la propria casa e grazie alla tempestiva comunicazione alle autorità competenti fu possibile eseguire un attento e minuzioso scavo archeologico che ha portato alla luce 1472 monete.

La composizione è la seguente:

1278 pennies di Edward I e Edward II

19 pennies irlandesi di Edward I

149 pennies scozzesi di Alessandro III , John Baliol e Robert Bruce.

25 imitazioni continetali

1 grosso tornese francese di Filippo IV

 

Per quanto riguarda la datazione è da notare come le monete più tarde siano i pennies inglesi classe 15b e quelli scozzesi di Robert Bruce ( databili rispettivamente al 1321-22  i primi e non prima del 1320 i secondi ) mentre mancano completamente quelli della classe 15c  che furono coniati verso la fine del 1522. Tale evidenza porta a collocare la composizione del ripostiglio alla fine del dello stesso anno , quando la coniazione dei pennies 15c non era ancora avvenuta o appena cominciata.

Bisogna inoltre considerare che l'Agosto-Settembre 1522 videro l'ultima e infruttuosa compagna militare di Edward II contro gli scozzesi e che durante la ritirata dell'esercito inglese venne saccheggiata l'abbazia di Melrose distantante appena 12 miglia dal luogo di rinvenimento dell' hoard. 

per chi fosse interessato ad una lettura molto approfondita sull Ednam hoard contenente pure l'elenco di tutti gli esemplari classificati rimando a questo articolo proveniente dal BNJ 66 del 1996 scritto da Holmes con la collaborazione di Valerie E. Dean. http://www.britnumsoc.org/publications/Digital BNJ/pdfs/1996_BNJ_66_5.pdf

 

Posto il mio esemplare proveniente da questo ripostiglio:

Edward II

penny  classe 11b1 ( 1312-14 )

Bury St. Edmunds

peso: 1,44g.

Provenienza:

ex ednam hoard , ex Robin J. Eaglen ( da C.J. Martin dicembre 1997 ) , ex DNW 132 lotto 641 parte.

elencato al n 88 nell'articolo del link posto in precedenza e al n 662(2) nell'opera " The abbey and mint of Bury St Edmunds from 1279 " di Robin J. Eaglen, British Numismatic Society,  2014 

 

 

IMG_4161.JPG

IMG_4162.JPG

IMG_4163.JPG

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


Ciao@matteo95 ,
ottimo excursus! Mi manca peró un dato... chi celó il deposito? Inglesi in rientro dalla campagna scozzese? E per quale motivo?
Ciao
Illyricum
[emoji4]

Link to comment
Share on other sites


16 minuti fa, Illyricum65 dice:

Ciao@matteo95 ,
ottimo excursus! Mi manca peró un dato... chi celó il deposito? Inglesi in rientro dalla campagna scozzese? E per quale motivo?
Ciao
Illyricum
emoji4.png

hai ragione .... no probabilmente un abitante della zona che magari stava fuggendo dalla zona circostate l'abbazia di Melrose ... questo principalmente per due ragioni :  la prima perchè le monete erano state depositate dentro un vaso di terracotta ( poco pratico per dei soldati in marcia che avrebbero potuto tenerle dentro dei sacchetti di pelle ) inoltre analizzando in maniera più approfondita la composizione notiamo la presenza di monete delle ultime classi di quasi tutte le zecche inglesi e scozzesi che le produssero ... facendo quindì ipotizzare che il proprietario era probabilmente un mercante ( da notare anche la presenza del grosso tornese francese che come tale in Inghilterra non poteva circolare )

Link to comment
Share on other sites


Ottima deduzione e sagace ed acuta la considerazione sulla deposizione in vaso. Sembra abbastanza verosimile.
1500 pennies che valore avevano nel periodo? Era un bel gruzzolo?
Ciso
Illyricum

Link to comment
Share on other sites


il valore totale è di 6£ 2s. 7d. il che raprresentavano per l'epoca una cifra certamente consistente ma non elevatissima , basti pensare che per esempio in zone limitrofe sono stati trovati haord ben più "ricchi" come quello di Montrave del 1877 ( oltre 9000 esemplari ) Aberdeen , 1886 ( di circa 12000 ) o un'altro sempre nella zena di Aberdeen del 1983 con 4493 monete rinvenute. ... è possibile dunque che un mercante potesse disporre di un tale cifra magari immediamente dopo aver venduto alcune merci pregiate

Matteo :)

Edited by matteo95
Link to comment
Share on other sites


Davvero ottima presentazione @matteo95 la provenienza da hoard per un hammered la seguo da un po'... Chissà che prima o poi non me ne capiti uno :)

Link to comment
Share on other sites


18 ore fa, grigioviola dice:

Davvero ottima presentazione @matteo95 la provenienza da hoard per un hammered la seguo da un po'... Chissà che prima o poi non me ne capiti uno :)

basta guardare un minimo e si trovano senza problemi a cifre abbordabili viste le grandi quantità contenute negli hoard più grandi ....per esempio di questo ripostiglio al momento c'è un noto commerciante inglese che ne ha diversi .... se non ricordo male però te cerchi monete più tarde , dei Tudor in particolare

Link to comment
Share on other sites


@matteo95 in realtà ho un po' esteso il campo d'azione :)

Mi potresti dire chi li ha attualmente in vendita, magari via mp? Grazie! 

6£ fa pensare ai risparmi di un piccolo mercante o di un buon artigiano... Una somma alta, ma non stratosferica occultata in attesa che passi la turbolenza... Poi non più ripresa, il che fa pensare a una brutta fine per il proprietario... Un po' come per tutti i proprietari dei vari hoards.

Link to comment
Share on other sites


  • 3 years later...

Cari tutti,

Riprendo questa discussione iniziata tempo addietro , perché volevo mostrarvi qualche foto Interessante.

In settimana sono stato infatti ad Edimburgo, città splendida, che fra le altre cose ospita uno dei musei più ricchi di monete medievali scozzesi il National Museum of Scotland dove fra l' altro è esposta una piccola parte del Ednam Hoard ed il piccolo contenitore in cui sono stati ritrovate le monete. 

Le foto purtroppo sono abbastanza scadenti , ma penso che sia sempre meglio di niente.

IMG_20191206_133422.jpg

Link to comment
Share on other sites


Non posso non sorridere della relatività di certe situazioni. In UK , sorretta in materia da una legislazione molto chiara ed efficace ( treasure trove act) gli hoards rinvenuti sono rapidamente censiti, studiati e nel caso vi siano esemplari di particolare interesse - ma solo in questo caso - si esercita un diritto di prelazione da parte di musei etc.

in Italia per 4 monete trovare per sbaglio si puo’ rischiare la galera con una vis persecutoria che magari venisse esercitata con altrettanta veemenza nei confronti di chi traffica droga.

inoltre gli hoards spariscono nei magazzini dei musei e sono pochi - o con molta fatica - quelli che arrivano a vedere la luce di una schedatura o di uno studio. Ultimamente le cose sono forse un po’ migliorate grazie alla maggiore facilità di pubblicazione nell’era digitale ( oggi pubblicano tutti anche molti che sarebbe meglio non pubblicassero proprio :)) ma resta sempre una situazione dove una repressione eccessiva e soprattutto la mancanza di incentivazione reprime l’emersione di tali ritrovamenti il cui valore/dato scientifico, preziosissimo ai fini dell’analisi della circolazione monetaria - e quindi la comprensione del fenomeno economico -  si perde. Lo Stato non guadagna e non gestisce e il singolo, casuale ritrovatore, collezionista o appassionato rischia di ritrovarsi ad essere trattato alla stregua di ladro. Scusate lo sfogo ..

Edited by numa numa
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Caro @numa numa 

Come darti torto , tuttavia l' argomento è complesso, ed ancora più scriverlo in un post. Personalmente penso, con amarezza, che  per una legge come quella britannica la prima cosa che dovrebbe cambiare siamo noi : l' italiano medio, così come anche la giustizia, non è ancora pronto. Non so se hai letto le recenti notizie provenienti dal Regno Unito che ha coinvolto due commercianti per aver acquistato e smembrato un Hoard non dichiarato.. la risposta dell' opinione pubblica e della giustizia non penso sarebbe la stessa qui.

Ad ogni modo questo non è lo spazio adatto per parlare di questo.

Tornando ai miei post precedenti c'è una cosa che mi sono dimenticato di dire ovvero il piacere personale che si prova a scoprire che una piccola tessera di quell' Hoard è nella propria collezione. 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites


8 ore fa, matteo95 dice:

 

Tornando ai miei post precedenti c'è una cosa che mi sono dimenticato di dire ovvero il piacere personale che si prova a scoprire che una piccola tessera di quell' Hoard è nella propria collezione. 

 

 

 

Piacere proibito in italia

possibile in UK grazie proprio ad una legislazione equa che riesce a conciliare le esigenze della ricerca con quelle di mercato

Link to comment
Share on other sites


  • 3 weeks later...
6 ore fa, Auriate dice:

Leggo ora questo post matteo95. Molto bello anche il cartellino della moneta!! Complimenti! Le tieni tutte in bustine di carta? 

Auriate

Ti ringrazio.

Il cartellino e la bustina non sono opera mia, ma del precedente collezionista il Dott. Robin J. Eaglen , ex presidente della British Numismatic Society ed autore di numerosi testi numismatici fra cui i due volumi dedicati alle monete della zecca di Bury St. Edmund. 

Ad ogni modo, si quasi tutte le monete della mia collezione sono conservate entro apposite bustine di carta,  5 X 5 cm.  Mi permettono di essere sereno riguardo alla loro conservazione ed inoltre occupano pochissimo spazio nelle tipiche cassette di sicurezza delle banche. 

 

Link to comment
Share on other sites


  • 1 month later...

Edimburgo... Che bella! E che bello il museo! Ci sono stato la scorsa primavera. Città magnifica e magica.

E il museo è bello ricco di reperti interessanti!

Grazie per aver riportato in alto questa discussione interessante... Se si parla di hoard... Io arrivo sempre come in falco! :)

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


grazie @grigioviola :) vero città bellissima, che mi ha veramente colpito, unica pecca quella di non aver trovato nessun commerciante di monete  .. fra l'altro non so se hai visitato pure il museo della banca centrale scozzese dove sono conservate alcune rarità veramente notevoli.

a proposito di hoard, se riesco già stasera, vorrei presentarne un altro ...

Link to comment
Share on other sites


Sì! Visto pure il museo della banca centrale scozzese!

E ahimè nemmeno io ho trovato nessun commerciante di monete.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.