Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Legio II Italica

Honesta Missio

Risposte migliori

Legio II Italica

Forse il piu’ prestigioso riconoscimento per un legionario di Roma era il diploma militare che gli veniva assegnato al momento del congedo dalla sua unita’ combattente la Legione ,dell’ esercito romano , al termine del servizio militare svoltosi in modo del tutto regolare , onesto ed onorevole . Questo diploma era il titolo piu’ ambito probabilmente anche rispetto alle riconoscenze che nel corso della vita militare il soldato poteva ricevere per atti di valore in battaglia o per altri motivi , poiche’ cio’ non presupponeva la sicurezza di arrivare vivo fino al termine della ferma militare .
Da Augusto in poi , veniva rilasciato ai legionari e agli ausiliari un diploma che autorizzava la fine del servizio militare e oltre all’ attestato scritto inciso su lastra in bronzo , veniva consegnata una somma in denaro chiamata “nummaria missio” oppure in alternativa , che nel corso dell’ Impero divenne quasi una norma per scarsezza di contante o perche’ i soldati non volevano denari di rame come se fossero di argento , l’equivalente di un appezzamento di terra al posto del soldo , chiamata in questo caso “agraria missio” .
Agli ausiliari invece di soldi o terra poteva essere concesso il diritto di cittadinanza romana . Questi privilegi erano dedicati anche ai legionari congedati prima del tempo , come nel caso di gravi ferite o per malattie , “causaria missio” , oppure ai congedati per esplicita volonta’ del comandante , “gratiosa missio” ; al contrario di tutto cio’, la perdita dei benefici avveniva con il congedo disonorevole , “ignominiosa missio” , che poteva essere causato per vari motivi : codardia in battaglia , omicidi , furti , disubbidienza , ecc.

Come si nota la vita militare nonostante la pericolosita’ e gli imprevisti vari , consentiva pero’ al termine della ferma di ottenere una serie di benefici che permettevano di terminare la vita in modo onorevole .

La regolare ferma militare del Legionario era sotto Augusto di 16 anni , 20 anni per la Choorte urbana , mentre 25 anni per gli ausiliari ; queste date di scadenza non erano pero’ categoriche perche’ spesse volte i soldati erano trattenuti in servizio forzato o volontario , in tal caso erano chiamati “evocati” . Esistono alcune attestazioni di “evocati” come ad esempio la lapide di T. Cillio di Laranda in Turchia , morto a 70 anni dopo aver trascorso ben 38 anni nella Legione XI , oppure quella di Claudio Celere di Verona che si era arruolato volontario a 20 anni e che mori’ a 63 anni ancora in servizio senza mai lasciare il suo incarico .

Da Adriano la ferma fu innalzata a 25 anni di servizio nell’ unita’ di appartenenza , ma negli ultimi 5 anni i legionari venivano pero’ sollevati dagli incarichi piu’ pesanti .

Al momento del congedo il soldato semplice legionario riceveva oltre al diploma , 5000 denari d’ argento o l’ equivalente apprezzamento di terreno .

Concludendo chi aveva la fortuna di arrivare vivo ed integro dopo in media circa 20 anni di permanenza in una Legione , poteva sperare in un proseguimento di vita tutt' altro che disprezzabile .

Un diploma militare in bronzo proveniente da Carnuntum in Pannonia , databile al tempo dei Flavi , Tito , 13 Giugno dell' 80

 

Diploma di Honesta Missio rinvenuto a Carnuntum.jpg

  • Mi piace 9

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adelchi

Praticamente,fatte le debite proporzioni,un legionario aveva un trattamento migliore ,sia in termini di anzianità che economici,di quello che riceve un operaio oggigiorno.

Con amarezza

Adelchi.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
6 minuti fa, adelchi dice:

Praticamente,fatte le debite proporzioni,un legionario aveva un trattamento migliore ,sia in termini di anzianità che economici,di quello che riceve un operaio oggigiorno.

Con amarezza

Adelchi.

Ciao @adelchi , praticamente hai ragione , considerando che un operaio oggi deve lavorare non meno di 40 anni e capita anche che rischia la vita come purtroppo qualche volta avviene ; la situazione , in proporzione a ieri , non e' molto dissimile .

Comunque nel 1900 fu fatta una proporzione tra i 5000 denari presi come buona uscita da un semplice Legionario  e l' equivalente in dollari del 1900 , ne risulto' che quella cifra corrispondeva a 900 dollari d' argento , una piccola fortuna dell' epoca .  

Saluti e grazie

Claudio

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adelchi

Come al solito hai colto perfettamente il senso del mio scarno intervento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

clairdelune

Salve Legio II Italica! Leggendo questo post mi è tornato in mente un articolo che avevo letto su una rivista di Storia nel quale l'autore descrive alcuni premi concessi ai legionari ma anche punizioni inferte in caso di diserzione o insubordinazione... Ma non mi dilungo perché così temo di andare un po' troppo OT :glare: :rolleyes: Quella dei legionari era senz'altro una vita molto dura, ma venivano anche giustamente ricompensati per il loro servizio!

Ho trovato davvero impressionante il caso dei due "evocati" citati! :blink:

Grazie per le sempre interessanti informazioni, buona domenica!

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
9 minuti fa, clairdelune dice:
9 minuti fa, clairdelune dice:

Salve Legio II Italica! Leggendo questo post mi è tornato in mente un articolo che avevo letto su una rivista di Storia nel quale l'autore descrive alcuni premi concessi ai legionari ma anche punizioni inferte in caso di diserzione o insubordinazione... Ma non mi dilungo perché così temo di andare un po' troppo OT :glare: :rolleyes: Quella dei legionari era senz'altro una vita molto dura, ma venivano anche giustamente ricompensati per il loro servizio!

Ho trovato davvero impressionante il caso dei due "evocati" citati! :blink:

Grazie per le sempre interessanti informazioni, buona domenica!

 

Ciao @clairdelune , se vuoi parlarci dei premi e delle punizioni date ai legionari non esci dal post che comunque tratta della vita dei soldati , quindi rimani in argomento ; di questi premi e punizioni non voglio parlarne personalmente perché e' giusto e mi piace dare spazio agli interventi .

Buona domenica a te

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

clairdelune

Grazie Legio II Italica, se posso allora riassumo volentieri l'articolo! ^_^

Tra i riconoscimenti concessi ai soldati l'autore cita: "la corona obsidionalis data al miles che liberava una città sotto assedio, la corona civica spettava a colui che salvava la vita di un compagno sul campo di battaglia, la corona muralis era concessa al soldato che per primo posava piede in una città nemica sotto assedio." L'autore cita anche altre decorazioni militari come "i torques o le armillae, di solito montate sopra l'armatura del legionario tramite cinghie o apposite strutture in cuoio."

Tra le punizioni invece vengono citate l'espulsione dall'esercito o la degradazione, ma l'autore afferma tra l'altro che " per un'unità il più grande disonore era quello di venire sciolta".  Le punizioni corporali vengono suddivise in fustigatio (bastonatura), flagellatio (fustigazione), verberatio ( flagellazione). Una pena estrema era la decimazione; riporto quanto afferma a riguardo l'autore: " Quando rea di disobbedienza o codardia era un'intera un'unità, si punivano cinque, otto o venti uomini fra i colpevoli, di modo che i prescelti rappresentassero un decimo dell'unità, e li si metteva a morte tramite il fustuarium (bastonatura). Gli altri soldati erano considerati in disgrazia e costretti a vivere fuori dal campo, privati delle loro razioni di grano. Occorre tuttavia ricordare che ciò che si definisce decimazione è descritta da Polibio come fustuarium; nel corso del tempo tale pratica si trasformò prevalentemente nella decapitazione dei soldati insubordinati".

Questo in sintesi il tema dell'articolo; mi scuso se sono stata imprecisa, ho cercato di riassumere al meglio quanto espresso dall'autore :angel:

Modificato da clairdelune
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liamred00

Ciao Legio II Italica post interessante,ma voglio porgerti questa domanda , seguendo la fiction Roma andata in onda qualche anno fa vi fu una scena del film in cui un legionario riceve in dono l'appezzamento di terra e svolge un rituale propiziatorio per avere il favore delle divinita',nella realta c'era questo rituale o è stato una finzione nel film?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
2 minuti fa, Liamred00 dice:

Ciao Legio II Italica post interessante,ma voglio porgerti questa domanda , seguendo la fiction Roma andata in onda qualche anno fa vi fu una scena del film in cui un legionario riceve in dono l'appezzamento di terra e svolge un rituale propiziatorio per avere il favore delle divinita',nella realta c'era questo rituale o è stato una finzione nel film?

Ciao @Liamred00 , purtroppo non ricordo o non ho visto quella trasmissione a cui fai riferimento , quindi posso solo ipotizzare che il rituale propiziatorio circa il terreno ricevuto alla fine del servizio militare sia solo una scenografia del film , ma cio' non toglie che questo rituale possa essere stato veramente effettuato da chiunque avesse voluto ringraziare gli dei per aver terminato il servizio militare in buona salute oppure per ricevere nel prossimo futuro un buon raccolto dal terreno ricevuto come premio dallo Stato romano .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liamred00

Si, la scena indicava un futuro buon raccolto per gli anni avvenire.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
2 minuti fa, Liamred00 dice:

Si, la scena indicava un futuro buon raccolto per gli anni avvenire.

Senza sapere ho indovinato , solo per casualita' .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Altri due diplomi militari provenienti dalla Pannonia , Carnuntum ed Arrabona , molte di queste attestazioni provengono dalle zone piu' calde e militarizzate dell' Impero . 

Altro diploma militare di Arrabona in Pannonia .jpg

Altro diploma militare da Carnuntum in Pannonia .jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liamred00
2 ore fa, Legio II Italica dice:

Senza sapere ho indovinato , solo per casualita' .

Credo anche per la tua tanta passione in questa materia.  :hi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×