Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
uzifox

Aiuto identificazione: Filippo IV - 3 cavalli con acciarino 162?

Risposte migliori

uzifox

Ciao a tutti,

pur non essendo assolutamente il mio ramo ho preso questa moneta che ho identificato come "3 cavalli con acciarino" a nome di Filippo IV - Zecca di Napoli.

Purtroppo l'ultima cifra è abrasa, si legge chiaramente solo 162 ma io vedendo le tracce propendo per 1626.

Il peso è 3,06 grammi.

Dal nostro catalogo vedo che già così è classificata R ma chiedo a voi esperti primo se è autentica, secondo se la mia classificazione è corretta, terzo se è possibile distinguere la 1626 dalle R4 1627 e 1629 per caratteristiche ulteriori oltre alla data.

Infine che conservazione è possibile assegnarle? E' buona o scarsa per la tipologia?

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-FIV/7

Un grazie anticipato a  tutti quelli che mi vorranno aiutare.

Saluti

Simone

 

IMG_0007.JPG

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Ciao @uzifox...è un ottimo 3 cavalli, per me autentico..MIR 274., presenta al diritto una legenda errata, PHIlLIPP° IIII°D°G°RR.. però errori, anche vistosi, sono regolarmente previsti..

L'unico modo per distinguerlo da quello del 27 edel 29 è, purtroppo, solo la data..

A me sembra  che il tuo tre cavalli sia del 1626..

riguardo la conservazione, BB+

Saluti Eliodoro

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio Ottavio

Salve @uzifox.

Provo a darti una mano cercando di darti qualche informazione utile. Innanzi tutto, confermo la tua classificazione (dettagli di seguito) e propenderei anche io per l'anno 1626, da quel che riesco a vedere. Si tratta comunque di una moneta in uno stato di conservazione molto gradevole, considerata la tipologia, e hai fatto benissimo a prenderla, almeno per me. Noto solo che il colore del rame è molto vivo, forse è stata pulita di recente e spatinata. Che ne pensi al riguardo?

Regno di Napoli.

Filippo IV di Spagna (1621-1665).

AE 3 cavalli, zecca di Napoli, anno 1626 (il più probabile).

D/ PHILIPP • IIII • D • G • RE  Busto radiato volto a destra. Dietro, nel campo, M/C. Ad inizio legenda, G (sigla del coniatore).

R/ • ANTE • FERIT • 1626  Acciarino con fiamme.

Rif.: Pannuti-Riccio, p. 179, n° 115; CNI XX, p. 310, n° 435; D'Andrea-Andreani-Perfetto, p. 364, n° 165 (in BB, valore 80 euro).

Rarità: R.

Sigle: MC = Michele Cavo (banchiere genovese), Maestro di Zecca dal 14 luglio 1621 all'11 giugno 1623.

Vorrei soffermarmi a notare due cose: 1) nei cataloghi consultati non mi risultano elencate le sigle dei coniatori ad inizio legenda di D/; 2) in tutti i cataloghi che ho riportato tra i Riferimenti, nessuno segna la variante nella legenda di D/ ...D • G • RE invece del più "comune" ...D • G • R.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio Ottavio

Ciao @eliodoro, ho letto ora il tuo commento: mi hai preceduto mentre stavo ancora scrivendo il mio. ^_^ 

Io al D/, però, non leggo RR, ma RE (abbreviatura per REX: cfr. il mio intervento sopra). Resta comunque una variante che non mi risulta censita nel CNI XX, ma variazioni di legenda simili erano già state messe in conto per questa moneta nella scheda del nostro catalogo linkata inizialmente da Uzifox. Per il resto, come potrai leggere tu stesso, concordo in pieno con te (ci siamo trovati anche sulla conservazione! :D).

Modificato da Caio Ottavio
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter
1 minuto fa, Caio Ottavio dice:

Ciao @eliodoro, ho letto ora il tuo commento: mi hai preceduto mentre stavo ancora scrivendo il mio. ^_^ 

Io al D/, però, non leggo RR, ma RE (abbreviatura per REX: cfr. il mio intervento sopra). Resta comunque una variante che non mi risulta censita nel CNI XX, ma variazioni di legenda simili erano già stati messi in conto per questa moneta nella scheda del nostro catalogo linkata inizialmente da Uzifox. Per il resto, come potrai leggere tu stesso, concordo in pieno con te (ci siamo trovati anche sulla conservazione! :D).

E' vero RE

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox
47 minuti fa, Caio Ottavio dice:

Noto solo che il colore del rame è molto vivo, forse è stata pulita di recente e spatinata. Che ne pensi al riguardo?

[...]

Vorrei soffermarmi a notare due cose: 1) nei cataloghi consultati non mi risultano elencate le sigle dei coniatori ad inizio legenda di D/; 2) in tutti i cataloghi che ho riportato tra i Riferimenti, nessuno segna la variante nella legenda di D/ ...D • G • RE invece del più "comune" ...D • G • R.

 

Prima di tutto grazie ad entrambi per l'aiuto e per le interessanti e utili informazioni.

Il colore reale dal vivo non è così rosso fuoco come appare in foto ma tendente più allo scuro, ho usato infatti una luce bianca molto ravvicinata perchè volevo ottenere una foto luminosa e nitida il più possibile in modo da mettere in evidenza eventuali segni utili alla lettura ed identificazione della moneta.

Non escludo comunque, viste le porosità e alcune zone più scure, una pulizia ma secondo me effettuata molti anni fa. Non è sicuramente una roba recente.

Oggi non avevo tempo ma cercherò di fare delle altre foto che rendano meglio il colore reale.

Per quanto riguarda il secondo aspetto da te evidenziato mi pare di capire che nella sua rarità è ancora più rara perchè riporta la legenda RE invece che la "comune" R descritta dai vari cataloghi di settore giusto? 

Con la vostra esperienza riuscite a quantificare  con quale rapporto compare questa variante rispetto a quella comune? 1:2 ... 1:5 ... 1:10...etc... ?

Volevo riportarvi anche un'altra curiosità relativo a questo esemplare: i due assi della moneta non coincidono ma si presentano ruotati di 90°, detta in parole povere guardando il rovescio il dritto si presenta con la testa del sovrano di traverso.

E' un pregio, un difetto o una normalità in questa tipologia?

Saluti

Simone

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

Un esemplare degno di nota, per gli assi consuetudine.

 

Eros

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gennydbmoney
17 ore fa, eliodoro dice:

Ciao @uzifox...è un ottimo 3 cavalli, per me autentico..MIR 274., presenta al diritto una legenda errata, PHIlLIPP° IIII°D°G°RR.. però errori, anche vistosi, sono regolarmente previsti..

L'unico modo per distinguerlo da quello del 27 edel 29 è, purtroppo, solo la data..

A me sembra  che il tuo tre cavalli sia del 1626..

riguardo la conservazione, BB+

Saluti Eliodoro

 

@Eliodoro 

Ciao, non c'è nessun errore nella legenda al dritto, tutto regolare... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter
1 minuto fa, gennydbmoney dice:

@Eliodoro 

Ciao, non c'è nessun errore nella legenda al dritto, tutto regolare... 

Ciao @gennydbmoney,

RE è giusta...;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gennydbmoney

Mi riferivo al nome del sovrano... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter
1 ora fa, gennydbmoney dice:

Mi riferivo al nome del sovrano... 

È un errore di battitura  col cell.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox

Ecco le nuove foto fatte con luce naturale, meglio?

Il colore ora è realistico.

Saluti

Simone

Napoli 3 cavalli bis.JPG

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A. Cronauer

Bella  moneta complimenti. Ed anche in ottima  conservazione per il tipo. Di sicuro datata 1626. Penso anche io che la moneta  sia stata "spatinata" ma probabilmente  a fin di bene. Ora i rilievi sono ben evidenti. Interessante la presenza di una sigla al Dritto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio Ottavio

Ciao @uzifox, la moneta è molto bella, per il tipo: le nuove foto la fanno apprezzare ancora meglio, secondo me. Il fatto che in passato è stata spatinata forse a seguito di una pulizia mi sembra ora un dato acclarato: concordo con te anche quando dici che non si tratta di una cosa molto recente. La variante RE, anche se non censita nei cataloghi da me consultati, è stata comunque messa in conto dai nostri cataloghi perché è abbastanza frequente, soprattutto per le monete di questo periodo, assistere a queste interruzioni di legenda piuttosto variabili. Quindi, secondo me, la rarità non cambia, ma rimane sempre R. Sicuramente, però, questa è una particolarità che fa apprezzare maggiormente il tuo pezzo. Per la frequenza con cui compare non saprei aiutarti, magari attendiamo qualche altro utente che ne ha visti più esemplari. Per gli assi di conio, vedo che già ti ha risposto Eracle62, quindi non mi resta che confermare.

3 ore fa, A. Cronauer dice:

Interessante la presenza di una sigla al Dritto.

 Salve A. Cronauer. Le sigle al D/ sono tutte nella norma per la tipologia. La G ad inizio legenda è la sigla del coniatore ed era molto variabile (a volte poteva essere costituita anche da simboli oltre che da lettere). La sigla del Maestro di Zecca è MC dietro la testa. Per altre informazioni al riguardo, rimando al mio primo messaggio. Se il tuo interesse è generato dal fatto che compare solo la sigla del Maestro di Zecca mentre è assente quella del Maestro di Prova, la spiegazione è semplice: mentre quella del Maestro di Zecca era la più importante e non veniva quasi mai omessa, l'apposizione di quella del Maestro di Prova era opzionale e non era sempre obbligatoria inserirla. In questo caso, credo l'abbiano omessa per ovvi motivi di spazio.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

I tre cavalli "ANTE FERIT" con le sigle del coniatore....inizio legenda, sono rarissimi, nel CNI non c'è esemplare catalogato; ne vidi tempo fa uno (per la prima volta) in un asta spagnola (non scrivo il nome) e lo consigliai ad un amico che lo fece suo...aveva una X prima di PHILIPP .... questo è solo il secondo che vedo. 

Ottima moneta da catalogare.

1766203l.jpg

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gennydbmoney

@Rex Neap

Volevo far notare che anche il 3 cavalli del 1626 del nostro catalogo ha una lettera davanti al nome del sovrano, forse una M... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×