Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
El Chupacabra

Valutazione MBRETNIA SHQIPETARE (I Lek d'argento del 1939)

Risposte migliori

El Chupacabra

Cari Lamonetiani,

oggi porto alla Vostra attenzione queste due monete, prese ad un asta trent'anni fa, per chiederVi una valutazione sulla conservazione. Ringrazio fin d'ora, tutti coloro che vorranno intervenire per esprimere un parere.

5946d70249588_10Lek1939.thumb.JPG.cfb7054a4906e178365e27598d200b6d.JPG

5946d70ee4c47_5Lek1939.thumb.JPG.e99dfe98e6049a2ea87169b1bd1c9790.JPG

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sirlad

Mi piace di più complessivamente  il 5 Lek che giudico qfdc/fdc, bellissimi fondi e bellissimi rilievi, bellissima l'aquila bicipite al R.

Il 10 Lek lo giudico uno spl nel complesso, fondi meno belli del 5 Lek e anche l'aquila è bella, ma non come quella del 5 Lek.

Due monete bellissime, complimenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MezzaPiastraPupillare

Buon giorno. Da quello che vedo mi pare si possa stare su qSpl "con colpetti sul ciglio" per il 10 lek, e sul qFdc almeno per il 5 lek. Quest'ultimo ha un bel lustro, con radi segnetti da contatto nel campo del D. Senza i colpetti sul ciglio il 10 lek sarebbe Spl. Saluti.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilnumismatico

Ciao, anche io orientativamente sono in linea con i pareri sopra espressi.
Il 5 Lek sembra prossimo ad una conservazione molto alta, molto belli i campi brillanti.
Il 10 Lek sembra aver circolato un poco, il paragone della brillantezza è meno accentuato anche se i rilievi sembrano cmq decisamente molto belli.
Secondo me potrebbe essere tranquillamente Spl.
In merito ai colpettini sul contorno, specie del 10 Lek, specifico che sembrano semplici tacche da contatto con altre monete.
In questo caso non li farei pesare sulla conservazione, semmai sul valore economico finale (ovviamente, più la moneta è intonsa, più vale).

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

El Chupacabra

Vi fornisco un'altra foto del 10 Lek con diversa illuminazione... e aggiungo: contorno 2° classe, debolezze (Gigante)

10 Lek 1939b.jpg

Modificato da El Chupacabra

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MezzaPiastraPupillare

@ilnumismaticoilnumismatico buona sera. Mi sia concesso di dissentire parzialmente dal Suo ultimo concetto. I colpetti sul contorno del 10 lek, in particolare quelli al R tra ore 4 e 5, influiscono sul dato estetico del nummo, dunque se ne dovrebbe tener conto sia in termini di conservazione che in termini economici. Perché anche in termini di conservazione? Evidentemente perché sia che dipendano da urti su superfici dure, sia da urti con altre monete, sempre di apporti antropici successivi alla coniazione si tratta. O sbaglio? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sirlad

Ribadisco quanto ho già detto, il 10 Lek per me è spl, quelli sul contorno non sono colpi, ma semplici debolezze che non influiscono sulla conservazione.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilnumismatico
1 minuto fa, MezzaPiastraPupillare dice:

@ilnumismaticoilnumismatico buona sera. Mi sia concesso di dissentire parzialmente dal Suo ultimo concetto. I colpetti sul contorno del 10 lek, in particolare quelli al R tra ore 4 e 5, influiscono sul dato estetico del nummo, dunque se ne dovrebbe tener conto sia in termini di conservazione che in termini economici. Perché anche in termini di conservazione? Evidentemente perché sia che dipendano da urti su superfici dure, sia da urti con altre monete, sempre di apporti antropici successivi alla coniazione si tratta. O sbaglio? 

Buonasera a Lei.
Premesso che parliamo di una foto, generalmente i colpettini da contatto causati dal processo di coniazione non influiscono sulla conservazione ma solo sul valore finale. Rientrano nella casualità dei difetti ammissibili da coniazione, per cui, "in una certa misura"*, potrebbero rientrare nella conservazione.

*In una certa misura: ho volutamente messo in evidenza questa espressione perchè, a dargli peso, ci si potrebbe parlare a non finire, in un senso o nell'altro.

Il mio intervento è finalizzato ad accentuare quel range di difetti che "tecnicamente" possono essere ammessi anche in una moneta prossima al FdC.
Chiaramente, poi, "in questa certa misura", c'è un mondo di variabili da considerare: tipologia monetale, criterio di collezionismo e relativo gusto (e portafoglio).

Ripeto: tecnicamente (E personalmente) non mi scandalizzerei nel vedere uno scudo 1876 R di VEII (la porto a titolo di esempio come moneta facilmente reperibile in conservazione non circolata) periziato FdC con minimi colpettini.

In questo caso, vista ancora l'assenza dell'eventuale conferma in merito all'entità dei colpettini, ho dato per scontato ciò che, generalmente, viene ammesso (vedi per l'appunto la chiarificazione poco sopra).

Per qualsiasi ulteriore chiarimento, sempre a disposizione anche in privato,

Buona serata,

 

Fabrizio

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MezzaPiastraPupillare

Buona sera a tutti. Letto l'intervento di @El Chupacabra, che ha la moneta in mano, penso si tratti di debolezze. Dalle foto, invece, anche per via delle caratteristiche delle deformazioni del ciglio del R tra ore 4 e 5, consistenti in quattro nette concavita' ravvicinate, mi son sembrati colpetti. In questa sede rammento che le monete argentee prodotte nella Regia Zecca, prima della contazione, erano soggette a sbattimento su una lastra di marmo inclinata, da parte di addetti appositi, per verificarne il suono argentino e, dunque, la buona fattura. Saluti a tutti e grazie al il numismatico per la cortese risposta.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miza

Ciao @El Chupacabra 

Complimenti per queste due belle monete!

"Dal mio punto di vista", il 5 lek è in FDC.  Il lustro è presente su tutte le superfici della moneta, i campi sono belli e puliti, colpi al bordo non ne vedo......, mentre il 10 lek direi SPL+, perché ritengo che  quei colpetti  al D/ sui rilievi a  moneta in mano siano appena visibili... 

Complimenti anche per le belle foto

 

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tonycamp1978

Due belle monete complimenti, il 5 lek e' proprio bello, campi puliti, forte lustro nei campi, rilievi del sovrano integri senza usura, direi impeccabile. Il 10 lek lo metterei sullo spl, un po di usura sul profilo si nota, invece i campi li trovo abbastanza belli

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

El Chupacabra

Innanzitutto, ancora grazie a tutti coloro che sono intervenuti: i Vostri interventi mi aiutano a mettere meglio a fuoco le valutazioni delle monete che posto.

Poi, che dire? Queste due monete furono battute ad un asta Semenzato il 6 maggio 1987 e allegramente snobbate. In catalogo non ebbero neppure un riscontro fotografico, riunite in un solo lotto, ebbero come base di partenza 120.000 Lire: me le aggiudicai al primo rilancio e cioè a 130.000.

Furono classificate SPL (vedi pagina del catalogo qui sotto), ma a me parvero subito di migliore conservazione. In mano appaiono di buon lustro: il q.FDC ci sta forse un po' stretto per il 5 Lek.

Qualcosina in meno per il 10 che sembra anche meno fresco per un "ingiallimento" della superficie, un inizio di patina non entusiasmante che devo decidere se "azzerare"... Il bordo del 10 Lek appare un po' "sofferente", ma non si tratta di colpi (lungo il contorno non v'è corrispondenza di tacchette da urto) ritengo, pertanto, che si possano ascrivere alle "debolezze" segnalate dal Gigante. Per quanto riguarda i graffietti che ci sono sul volto del sovrano, più che da circolazione, sembrerebbo da sfregamento con altre monete o da cattiva conservazione. Sottolineo, però, che la foto li esalta impietosamente grazie all'illuminazione (in parte) radente. SPL+ penso possa essere una giusta valutazione...

06_05_1987.thumb.jpg.273d2fb0c50ba65d8766a2a802470707.jpg

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilnumismatico
4 minuti fa, El Chupacabra dice:

Qualcosina in meno per il 10 che sembra anche meno fresco per un "ingiallimento" della superficie, un inizio di patina non entusiasmante che devo decidere se "azzerare"... 

 

Bellissimi retroscena numismatici, grazie di averli condivisi con noi.
Personalmente non mi sembra che la patina "giallognola" sia poi così male.
Se "l'azzeri", molto probabilmente ritornerà (dopo tanto tempo), alle stesse sembianze di questa.
Le cose son tre: 
- azzeramento, ma poi devi cambiare luogo di conservazione (sennò sei d'accapo. Prova un luogo molto molto asciutto, magari con tanto legno e temperatura costante, magari sul "calduccio")
- azzeramento, e dopo una boccata d'aria di qualche giorno, la chiudi in acetato e pace alla patina
- Dagli ancora tempo, magari spostala in un ambiente diverso (leggi sopra) e vedi se ci sono cambiamenti.

Nel caso dimmi le tue impressioni e, ovviamente, facci sapere come evolve! :) 
Fab

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

El Chupacabra

La moneta riposa (con la sua più piccola compagna) da trent'anni in foglio di plastica in album tematico con rarissime uscite all'aria (per foto, studio, confronto, misurazioni, ecc.). In genere i miei argenti restano costanti, se hanno la patina, questa non evolve, se presentano freschezza di conio, tali rimangono (guarda le foto delle mie monete postate nella discussione "Rupia 1919" aperta da Martin_Zilli il 20 aprile di quest'anno). Credo sia l'aria del bosco, l'ambiente ad umidità controllata, il buio delle "segrete"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilnumismatico
1 minuto fa, El Chupacabra dice:

La moneta riposa (con la sua più piccola compagna) da trent'anni in foglio di plastica in album tematico con rarissime uscite all'aria (per foto, studio, confronto, misurazioni, ecc.). In genere i miei argenti restano costanti, se hanno la patina, questa non evolve, se presentano freschezza di conio, tali rimangono (guarda le foto delle mie monete postate nella discussione "Rupia 1919" aperta da Martin_Zilli il 20 aprile di quest'anno). Credo sia l'aria del bosco, l'ambiente ad umidità controllata, il buio delle "segrete"...

Ho capito.
Se hai modo, le monete starebbero "meglio" a contatto con legno e velluto, aria molto asciutta e tendenzialmente calda.
Ad ogni conto, per quello che può esserti utile la mia impressione, io la lascerei così, è una bella patina molto delicata, sicuramente in mano si apprezza molto meglio che in foto

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miza

@El Chupacabraciao

Riferendomi al post numero 14 devo dire che ho visto monete rimaste a lungo nella plastica diventare, lucide appiccicose e lasciare un'impronta nitida sulla busta di plastica .... Le Tue monete tenute, come ci dicevi già da diversi anni  nei fogli di plastica hanno un aspetto molto sano. Deduco che il posto in cui le deponi è asciutto e non soggetto a notevoli sbalzi di temperatura.  Sei fortunato..... Trovo non sia facile trovare un metodo o luogo ideale per conservare le monete... 

Cordiali saluti :hi:

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×