Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Legio II Italica

Statua equestre di Nerva a Gloucester

Risposte migliori

Legio II Italica

Nerva , nacque a Narni in Umbria nell’ anno 26 dalla nobile Gens dei Cocceii , nobilta’ risalente dai tempi di Augusto , fu amico di Nerone , poi dei Flavii , Senatore e Console nel 71 e nel 90 ; fu l’ ultimo Imperatore in successione diretta da Augusto ad essere di nazionalita’ italica romana , ma il grande merito di Nerva fu quello di avere introdotto il sistema adottivo , cioe’ la scelta del migliore come successore all’ Impero , anziche’ quello ereditario in voga fino a Domiziano , questo consenti’ all’ Impero di iniziare il cosi’ detto “secolo d’oro” che terminera’ con Marco Aurelio quando si torno’ all’ imprevedibile e rischioso sistema ereditario .

Tornando all’ argomento del Post vanno ringraziati ed anche ammirati gli abitanti di Gloucester , Gran Bretagna , per aver dedicato a Nerva , dopo tutto un Romano invasore , una bellissima statua equestre in bronzo in dimensioni al naturale , a somiglianza di quella di Marco Aurelio a Roma , in onore e come forma di riconoscenza verso Nerva per aver

 

 

fondato la loro citta’ il cui nome latino era COLONIA NERVIANA GLEVENSIS , dandole lo status giuridico di colonia romana in Britannia .

Fu solo una pratica amministrativa o Nerva intraprese qualche campagna militare in Britannia ? purtroppo le scarse fonti storiche , principalmente grazie a Cassio Dione , non ci raccontano azioni militari di Nerva , le fonti ci tramandano un solo titolo vittorioso di Nerva acquisito nel 97 , con il titolo di Germanicus , ottenuto probabilmente per merito dei suoi ufficiali contro qualche popolazione in Germania .

Statua equestre di Nerva a Gloucester.jpg

Statua equestre di Nerva a Gloucester.2 jpg.jpg

Statua equestre di Nerva a Gloucester , dedica su targa bronzea .jpg

Statua equestre di Nerva a Gloucester , campo militare romano.jpg

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adelchi

Ciao Legio,bel post e interessante notizia,per quanto riguarda l'istituzione dell'adozione tempo fa lessi ,riguardo un aureo di restituzione di Traiano a nome di Galba, che Traiano fece coniare tale moneta proprio perche' Galba fu il primo ad avallare tale pratica in tema di successioni imperiali,ma vado a memoria e non saprei neanche risalire alla fonte da cui ho tratto tale notizia ma sicuramente se e' un dato fondato tu lo saprai meglio di me.

Saluti.

Adelchi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Lo scritto delle due lapidi poste alla base della statua .

la piccola :

MARCVS COCCEIVS NERVA
AVGVSTVS

the emperor
after whom gloucester was names
COLONIA NERVIANA GLEVENSIS

la seconda :

this statue of EMPEROR NERVA was sculpted by
ANTHONY STONES
for
GLOUCESTER CIVIC TRUST
as a millennium project to celebrate the 1900th
anniversary of the founding of the roman town
as a colonia, an army retirement centre, c ad 97

the initiative for the statue was a gift by a former
secretary to the trust, PETER PRICE, for a public art work.

it was unveiled on the 19th of october 2002 by
ALISON WOOLLEY
representing his family

the following gave major financial or practical support
hrh the princess royal
gloucester city council
the summerfield charitable trust
barnwood construction ltd
cheltenham & gloucester plc
east gate shopping
jane & roger norwich
pat & robin morris

committee: anthony ault, robin morris, michael pullon
allan russell & nigel spry

Modificato da Legio II Italica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
21 minuti fa, adelchi dice:

Ciao Legio,bel post e interessante notizia,per quanto riguarda l'istituzione dell'adozione tempo fa lessi ,riguardo un aureo di restituzione di Traiano a nome di Galba, che Traiano fece coniare tale moneta proprio perche' Galba fu il primo ad avallare tale pratica in tema di successioni imperiali,ma vado a memoria e non saprei neanche risalire alla fonte da cui ho tratto tale notizia ma sicuramente se e' un dato fondato tu lo saprai meglio di me.

Saluti.

Adelchi.

Ciao @adelchi, si e' vero , la fonte da cui ricordi il fatto credo sia Svetonio , infatti Galba sarebbe stato il primo Imperatore a scegliere questo tipo di successione basata sul migliore , ma questo primo tentativo non ando' a buon fine perché quando Galba presento' ai Pretoriani l' adottato Lucio Calpurnio Pisone Liciniano , colui che doveva succedergli , un austero , nobile , onesto , integerrimo Romano di stampo antico repubblicano , questi fu trucidato dai Pretoriani che elevarono invece Otone , perché Galba si era rifiutato di pagare loro il consueto donativo .

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
7 minuti fa, adelchi dice:

Come sempre: incredibilmente optimo  @Legio II Italica .

Troppo buono @adelchi, e' soltanto un piccolo vantaggio dovuto ai diversi annetti di eta' , che nel poco tempo libero mi hanno permesso di leggere abbastanza di storia romana , nonostante cio' le lacune sono immense .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Garbo92

Bellissimo post sempre interessanti da leggere, forse l'ultimo tentativo simile si ebbe con la tetrarchia ma non durò molto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
13 ore fa, Garbo92 dice:

Bellissimo post sempre interessanti da leggere, forse l'ultimo tentativo simile si ebbe con la tetrarchia ma non durò molto

Infatti , a cavallo del III - IV secolo i tempi d'oro dell' Impero erano mutati per sempre , come anche gli uomini .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Druso Galerio
Il 25/6/2017 at 14:25, Legio II Italica dice:

;fu l’ ultimo Imperatore in successione diretta da Augusto ad essere di nazionalita’ italica romana ,

 

Scusa @Legio II Italica, ma se non ricordo male le famiglie di Traiano e Adriano, pur abitando in Hispania, erano tutte di origine italica e di antica cittadinanza romana.  E se Antonino Pio aveva in parte sangue gallico da non mi ricordo quale ramo della famiglia, Marco Aurelio (e Commodo) erano di origine schiettamente romano italica.

In seguito, anche Valeriano e Gallieno sono da annoverare tra gli imperatori la cui famiglia era di stirpe italica e romana.

Se poi  con "successione diretta da Augusto" intendevi "senza interruzione", allora è un altro discorso :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
13 minuti fa, Druso Galerio dice:

Scusa @Legio II Italica, ma se non ricordo male le famiglie di Traiano e Adriano, pur abitando in Hispania, erano tutte di origine italica e di antica cittadinanza romana.  E se Antonino Pio aveva in parte sangue gallico da non mi ricordo quale ramo della famiglia, Marco Aurelio (e Commodo) erano di origine schiettamente romano italica.

In seguito, anche Valeriano e Gallieno sono da annoverare tra gli imperatori la cui famiglia era di stirpe italica e romana.

Se poi  con "successione diretta da Augusto" intendevi "senza interruzione", allora è un altro discorso :-)

Ciao @Druso Galerio, senza andare troppo avanti nel tempo , la tua osservazione e' giusta , ma parzialmente non esatta , perché e' vero che Traiano ed Adriano erano di antica stirpe italica , erano pero' nati in Hispania quindi erano considerati "provinciali" , oriundi diremmo oggi .

Come il nostro attuale Papa Bergoglio , e' di stirpe italiana , ma nato in Argentina , e' quindi a tutti gli effetti Argentino .

Cio' spiega perché con la frase "successione diretta da Augusto" intendevo proprio dire "di nazionalita' italica romana" , cioe' nati in Italia .

Un saluto

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Druso Galerio

Io sono uno vecchio stile, mi baso sullo ius sanguinis: se nati da romano-italici veri (cioè di sangue), e parlanti latino in una famiglia dove anche gli altri hanno comunanza di sangue e cultura, quegli imperatori li considero romani,nati o meno in Hispania. Erano famiglie romane che viveno alla romana in un contesto romanizzato.

Viceversa, per l'esempio che fai, la famiglia di Bergoglio come quella degli altri emigrati "normali", pur venendo da sangue italiano, ha via via perso l'identità italiana, abbandonando lingua e usi, e verosimilmente imparentandosi con famiglie locali di origine diversa. Ecco perchè a mio parere Bergoglio è oriundo, e Traiano no! ;-)

Comunque siamo fin troppo OT.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Ciao @Druso Galerio, il tuo ragionamento fila dritto fino ad un certo punto , perché non sappiamo se gli antenati di Traiano , della Gens Ulpia originaria di Todi , ma vale anche per quelli di Adriano , residenti in Hispania fin dal tempo di Publio Cornelio Scipione quando fondo' Italica nel 206 a.C. , siano rimasti per tre secoli di fila imparentati solo con italici o se si siano legati anche con nativi hispanici , in questo caso pur continuando a parlare latino , da dimostrare , perché la Spagna fu conquistata definitivamente solo al tempo di Augusto , sarebbe comunque diventato un "provinciale" , un oriundo .

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Druso Galerio

Considerato come era impostata la vita delle colonie romane e specie in una provincia come la Spagna, dubito che una famiglia di cittadini romani altolocati si imparentasse con qualcuno di origine locale. 

Erano famiglie romane in tutto e per tutto, e non per niente gli imperatori che espressero non furono mai considerati "provinciali", cosa che invece fu percepita e dichiarata da Settimio Severo in poi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
8 minuti fa, Druso Galerio dice:

Considerato come era impostata la vita delle colonie romane e specie in una provincia come la Spagna, dubito che una famiglia di cittadini romani altolocati si imparentasse con qualcuno di origine locale. 

Erano famiglie romane in tutto e per tutto, e non per niente gli imperatori che espressero non furono mai considerati "provinciali", cosa che invece fu percepita e dichiarata da Settimio Severo in poi.

Abbiamo un concetto storico diverso di "provinciale" , Settimio Severo non e' stato un "provinciale" perché di italico romano non aveva nulla  , era solo nato in "provincia" , infatti la Storia Augusta circa l' origine cita Settimio Severo solo come nato a Leptis da famiglia di cavalieri romani , la sua famiglia era quindi africana latinizzata , l' Africa fu la seconda provincia romana dopo la Sicilia , mentre il termine "provinciale" per gli antichi corrispondeva al termine moderno "oriundo" , cioe' di antica o recente origine italica romana , ma nato in "provincia" , fuori dell' Italia . 

Inoltre a cominciare dalla seconda guerra punica , solo al tempo di Augusto , quasi due secoli dopo , la Spagna acquisi' completamente la lingua , la cultura e gli usi romani , quindi impossibile affermare con certezza assoluta che le colonie romane in provincia , nel nostro caso in Spagna , mantennero legami matrimoniali , lingua , usi e costumi romani , incorrotti per almeno due secoli .

Ora termino qui' altrimenti oltre ad andare troppo OT , ma questo sarebbe il minimo , il dialogo si ripeterebbe monotono e all' infinito

Un saluto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×