Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
eg1979

La prendo alla lontana

Risposte migliori

eg1979

La prendo moooooooolto alla lontana...

Iniziamo con qualche notizia su un popolo (da wikipedia):

I Sarmati come gli Sciti facevano parte della famiglia etnica iranofona (di lingua indoeuropea). Si dividevano probabilmente in 4 tribù: Roxolani (o Rossolani), Iazigi, Aorsi e Alani. Essi in origine abitavano le steppe lungo il Volga, le regioni pedemontane degli Urali Meridionali e la steppa del Kazakhstan occidentale. Nei loro territori d'origine essi si scontrarono con i Battriani, i Parti e i Sogdiani. In diversi periodi e a diverse ondate essi si spinsero verso occidente.

I Roxolani si insediarono nei territori occupati dagli Sciti a nord e a nord ovest del Mar Nero (tra il III secolo a.C. e il II d.C.) e con essi, in un primo momento, stabilirono un rapporto di alleanza. Quando questo rapporto venne meno i Sarmati conquistarono i territori degli Sciti assoggettando la popolazione al loro potere.

Gli Iazigi si insediarono nei territori a ovest dei Daci, a sud dei Germani e sia a est sia a nord del Danubio tra il III secolo a.C. e il II d.C.

Sugli Aorsi si sa poco: è probabile che si fossero stanziati nei pressi del regno del Bosforo a sud-est degli Alani.

Gli Alani si insediarono ad est del Mar Nero a nord del Caucaso e degli Aorsi e qui ci vengono descritti dai Romani come allevatori di cavalli.

I Sarmati erano infatti abili cavalieri e in battaglia si dividevano in cavalieri pesanti (catafratti) e leggeri (arcieri a cavallo). Con i Romani non ebbero sempre rapporti pacifici e anzi spesso si fronteggiarono in lunghe guerre. Nel II secolo d.C. Roxolani e Iazigi (alleati per tutto il primo secolo d.C. di Roma) si schierarono contro i Romani con i Daci per difendere questi ultimi da Traiano che intendeva conquistarne i territori. Nel corso del III secolo d.C. i Sarmati per via della conquista dei Goti dei territori a nord del Mar Nero si divisero in 2 gruppi: uno occidentale e uno orientale. Nel 375, dall'Oriente giunsero gli Unni, che dopo aver fatto strage degli Alani accolsero i resti delle loro tribù nel loro esercito diretto verso Occidente. I vari gruppi di Sarmati furono a volte alleati dei Romani contro gli altri barbari ma altrettante volte furono nemici di Roma saccheggiandone i territori periferici e non solo: gli Alani infatti si unirono ai Vandali nella conquista dell'Africa al punto che il sovrano vandalo poté assumere il titolo di "re dei Vandali e degli Alani".

Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Sarmati"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eg1979

Ed ecco la mia moneta... scusate la suspance ma l'ho cercata per moltissimo tempo! e posso assicurarvi che nella mia mano è bellissima, la foto non le rende giustizia!

post-248-1164730307_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eg1979

Descrizione da http://www.constantinethegreatcoins.com

A.D. 324-5

21x20mm

Obv. CONSTANTINVS AVG head laureate

Rev. SARMATIA DEVICTA [On the occasion of Sarmatia being conquered] Victory advancing r., holding trophy, palm branch, spurning captive std. on ground to r.

in ex. SIRM

Sirmium RIC 48 c3

this coin refers to a major victory over the Sarmatians in 322 A.D. This was a big reason for the civil war with Licinius, since the territory fought in was under the control of Licinius.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eg1979

infine qualche notizia su Sirmio (sempre da wiki)

Sirmio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Storia

Sirmio fu una delle città più antiche d'Europa: le prime tracce di vita umana organizzata reperite dagli archeologi risalgono al 5000 a.C. Quando i Romani conquistarono la città nel I secolo a.C., Sirmio era già una città dalla lunga tradizione.

Nel I secolo Sirmio raggiunse lo status di colonia di Roma, divenendo una strategica base militare nella provincia romana della Pannonia. Le spedizioni militari degli imperatori Traiano, Marco Aurelio e Claudio II furono tutte preparate a Sirmio.

Nel 103, la Pannonia fu divisa in Pannonia superiore e inferiore, e Sirmio divenne capitale di quest'ultima. Circa due secoli dopo, nel 296, Diocleziano stabilì una nuova suddivisione territoriale della regione, dividendola in quattro province (Pannonia Prima, Pannonia Valeria, Pannonia Savia e Pannonia Secunda); Sirmio divenne capitale della Pannonia Secunda.

Già nel 293, in seguito all'instaurazione della Tetrarchia, l'Impero Romano era stato diviso in quattro parti e Sirmio era diventata una delle quattro capitali al pari di Augusta Treverorum, Mediolanum e Nicomedia. Durante la Tetrarchia la città divenne la capitale dell'imperatore Galerio, mentre con l'introduzione delle prefetture del pretorio nel 318 Sirmio divenne la capitale della prefettura dell'Illyricum. Tuttavia nel 379 la prefettura dell'Illyricum fu divisa in orientale ed occidentale; quest'ultima, comprendente Sirmio, fu inglobata nella prefettura dell'Italia, mentre la parte orientale mantenne la sua autonomia con capitale Tessalonica.

Con l'avvento del cristianesimo la città ne fu un importante centro di irradiazione nonché sede della diocesi di Sirmio e di cinque differenti concili. In epoca romana Sirmio aveva un palazzo imperiale, un circo, una zecca, un anfiteatro, un teatro e le terme.

Alla fine del secolo IV Sirmio fu presa dai Goti e poi annessa all'Impero Romano d'Oriente. Nel 441 fu conquistata dagli Unni e da quel momento rimase in mano a varie popolazioni barbariche come Ostrogoti e Gepidi (dei quali fu anche temporaneamente capitale). Dal 567 Sirmio fu nuovamente inclusa nell'Impero Romano d'Oriente, per poi essere conquistata e distrutta dagli Avari nel 582.

Nel 1167 nei pressi della città fu combattuta la battaglia di Sirmio.

Personaggi illustri

Sei imperatori romani nacquero nella città di Sirmio o nelle sue vicinanze:

Decio (249-251)

Aureliano (270-275)

Marco Aurelio Probo (276-282)

Massimiano (285-310)

Costanzo II (337-361)

Graziano (367-383)

L'ultimo imperatore dell'Impero Romano unito, Teodosio I (378-395) divenne imperatore a Sirmio. Pure gli usurpatori Ingenuo e Regaliano si proclamarono imperatori in questa città (260), e molti altri imperatori soggiornarono in città.

Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Sirmio"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apostata72

Finalmente Eg :)

Te ne esci con un sarmatiadevicta che è una delle tipologie più belle coniate da costantino...Ti posso dire che Già ai tempi di Adriano l'impero ebbe a che fare con i Roxolani, aggiungo che come tutte le stirpi iraniche essi erano abilissimi arcieri a cavallo. Infine una curiosità: il film "king Arthur" che propone la verità storica di Re Artù come condottiero britanno-romano parte dall'ipotesi che lo stesso discenda dai guerrieri Sarmati trapiantati da Costantino in Britannia. L'idea della discendenza poggia su di un'analisi etimologica della parola EXCALIBUR che si vuol associare alla tribù iranica dei Calibi, celeberrimi forgiatori di spade d'acciaio... :) Fantasia?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

agrippa

Grazie eg

Sia per la bella moneta (che purtroppo non ho mai avuto il piacere di incontrare :D ) che per i dotti riferimenti storici che ci hai rammentato.

Costantino il grande ebbe la funzione di pacificare definitivamente quei popoli (Sarmati e Sciti) che stanziati sulle rive opposte del Danubio non solo si erano sovente scontrati tra loro ma rendevano spesso insicure le vie del commercio della bassa area Danubiana.

agrì

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×