Jump to content
IGNORED

1 dollaro 1862 stati confederati


Lotus_euro
 Share

Recommended Posts

Salve un mio parente ha questo documento del valore di un dollaro, credo da ciò che ho capito che non sia una banconota, ma un documento di credito.....

qualcuno può farmi sapere un suo reale valore ???? Grazie 

IMG_0560.JPG

IMG_0561.JPG

Link to comment
Share on other sites


Di fatto erano moneta cartacea corrente, della prima delle due serie emesse nel 1862.

Non me ne intendo di questo tipo di emissioni, ma in questo stato di conservazione non credo possa valere molto.

Edited by ART
Link to comment
Share on other sites


Forse è soltanto sbiadito, ma a me sembra che non ci sia numero di serie, si tratterebbe quindi di un biglietto non emesso, sebbene completo di firme.

Non mi pronuncio sulla sua autenticità, essendo in circolazione, come è noto, numerosissime riproduzioni moderne dei biglietti Confederati (anche di questo, a proposito, cosa c'è al retro?). Se fosse autentico, il catalogo specializzato americano quota il biglietto emesso in conservazione G (Good, meno del nostro MB), 40 dollari, mentre sarebbero 75 i dollari necessari per un VG (Very Good, il nostro MB), ma è difficile da queste foto valutare se il tuo arriva a questa conservazione. Non ho riscontri per eventuali biglietti non emessi (come potrebbe essere il tuo), ma se dovesse valere la stessa regola delle obsolete paper money, le banconote delle banche private americane, dovremmo dare una buona sforbiciata alle quotazioni citate. 

La figura sul piedistallo a sinistra dovrebbe essere (ma non è certo) una raffigurazione allegorica della Libertà, mentre la donna nell'ovale in basso a destra è Lucy Holcombe Pickens, moglie di F.W. Pickens, governatore del South Carolina dal 1860 al 1862, a noi, presumo, del tutto ignoto :rolleyes: ma ampiamente conosciuto nella Confederazione.

petronius oo)

Link to comment
Share on other sites


Una spiegazione molto esaustiva, sul retro il biglietto e bianco ..... la foto è molto più chiara di quanto realmente sia .... anche se la sua conservazione non è molto buona ..... la data di emissione è 2 giugno 1862

Link to comment
Share on other sites


2 ore fa, lotus_ascoli dice:

 sul retro il biglietto e bianco ..... la data di emissione è 2 giugno 1862

Giuste entrambe le cose. Il fatto che, a quanto mi pare di capire, confermi che non c'è numero di serie, mi porta a propendere per l'autenticità del biglietto, le riproduzioni in genere sono numerate, e proprio da questi numeri si riesce a riconoscere il falso

http://www.crutchwilliams.com/BogusCSA_RoTx.html

Certo, le condizioni del biglietto mal si accordano col fatto che non dovrebbe aver mai circolato, ma in 155 anni chissà in quante mani è comunque passato, e se non erano mani di collezionisti si può ben ipotizzare che spesso non sia stato trattato col dovuto riguardo.

petronius :)

Link to comment
Share on other sites


Si confermo che non ci sono numeri di serie ..... non capisco a cosa si riferiscono i 5 che sono in alto sia a destra che sinistra ..... il mio amico ipotizzava un valore sui 200/300 euro .... 

Link to comment
Share on other sites


54 minuti fa, lotus_ascoli dice:

non capisco a cosa si riferiscono i 5 che sono in alto sia a destra che sinistra ..... il mio amico ipotizzava un valore sui 200/300 euro .... 

Cosa significhino quei due numeri non  è chiaro nemmeno a me, ad ogni modo devono esserci, nei due biglietti illustrati nel catalogo sono rispettivamente 6 e 3, mentre il numero di serie è scritto a mano sopra la grande O verde di ONE.

La stima del tuo amico mi sembra francamente eccessiva, considerando la conservazione, ma chissà...se intendete venderla non posso che farvi i migliori auguri :)

petronius oo)

Link to comment
Share on other sites


2 ore fa, petronius arbiter dice:

La stima del tuo amico mi sembra francamente eccessiva, considerando la conservazione, ma chissà...

Beh, però :unsure:

Guardate questa

https://www.denlys.com/inventory/viewimage.asp?ID=CN2481

E' sicuramente migliore della vostra, il venditore, uno dei più importanti dealers americani di cartamoneta, la giudica VF (BB), e chiede 495 dollari :blink: il che mi fa ricredere sulla stima del tuo amico.

Certo, bisogna vedere se in Italia c'è qualcuno disposto a spendere certe cifre per una banconota confederata, che sono collezionate, sì, ma non da moltissimi, e quanto agli americani, non si vede perché dovrebbero venire a comprarla da voi :rolleyes: ma in ogni caso si tratta di un ritrovamento importante, per una volta non solo dal punto di vista storico, ma anche economico (fatta salva, sempre, la sua autenticità, per la quale, come ho scritto, propendo, ma sulla quale, sia chiaro, non metterei la firma senza vederla dal vivo).

petronius :) 

Link to comment
Share on other sites


A vedere la foto , quella del mio amico è di qualità molto superiore a questa..... sulla foto si vede un po' .... sbiadita , ma non è così ..... quella del venditore americano presenta

piccoli strapparti su angoli e contorni ... ondulati .... concordo con te che collezionisti di questo tipo di carta moneta siamo pochissimi ..... ma se hanno un valore vuol dire che c'è anche un mercato ?

Link to comment
Share on other sites


Un mercato c'è di sicuro, quanto alla conservazione prendo atto di quanto dici, ma a questo punto sarei curioso di vedere, se possibile, foto migliori, senza la bustina di plastica e, magari, fatte con lo scanner, che le banconote vengono meglio :)

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.