Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
mrwhy

Contromarca A D su un testone Alessandro VIII

Risposte migliori

mrwhy

Cari amici del forum,

se osservate attentamente il DR di questo testone di Alessandro VIII noterete una contromarca rettangolare contenente i due caratteri A D in prossimità della spalla destra del pontefice. Il peso della moneta è di 9.1 g ed è periziata da un numismatico romano ma non ho ipotesi interpretative su queste misteriose due lettere. Spero tanto qualcuno di voi riesca ad illuminarmi.

Simone

post-1309-1164752650_thumb.jpg

post-1309-1164752662_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mrwhy

Purtroppo ho risolto l'arcano. Si tratta di una riproduzione e la contromarca indica appunto non si tratti di un originale. Guardando al microscopio (40x) il rovescio tra le pieghe dei drappi dei santi sono evidentissime e numerosissime le bollicine di metallo fuso che rivelano palesemente la vera natura del nummo. Potremmo con questo cominciare a fare una bella galleria dei falsi papali... Vediamo se riesco a fare qualche foto al microscopio nei prossimi giorni così ve la posto.

Questo esempio dimostra come sia difficile riconoscere un falso da una foto o anche di persona...e che la perizia non garantisce pressochè nulla anche se almeno avrò il rimborso totale. Mi sta venendo sempre più voglia di collezionare riproduzioni di qualità...

Saluti

Simon

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mrwhy

Eccovi per prima cosa una foto ingrandita del rovescio. Sono evidenti segni di limatura per rimuovere le bave ma la rimozione non è mai perfetta...

post-1309-1164762469_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mrwhy

Eccovi alcune immagini microscopiche (40x) del rovescio :

micro1: bollicine di fusione tra i drappeggi del Santo a sinistra

micro2: Lettera D e sue bave di fusione

micro3: Lettera M e sue bave di fusione

micro4: Lettera E e sue bave...

Al DR:

micro5: bollicine di fusione nel corpo del globetto sotto l'aquila

post-1309-1164762741_thumb.jpg

post-1309-1164762748_thumb.jpg

post-1309-1164762756_thumb.jpg

post-1309-1164762765_thumb.jpg

post-1309-1164762772_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovenaledavetralla

Ma è un falso della sua epoca, non moderno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Ciao mrwhy, non sono così certo che la moneta sia un falso (anzi...), proviene come moltissime altre con la medesima contromarca "AD" dall'asta Rauch n°76 del 17/18 ottobre 2005, (lotto 1310, stima 100 Euro, realizzo 230 Euro).

Questa la foto del catalogo:

testonealessandroviiicooo8.jpg

Con tutta probabilità la contromarca su queste monete, fu apposta per "marcare" (barbaramente) gli esemplari di una collezione, pubblica o privata. All'epoca mi era giunta voce si trattasse degli esemplari della collezione di un collegio tedesco...

Altre monete con la stessa caratteristica sono state poi presentate nelle aste Rauch successive, e alcune sono ricomparse in aste italiane recenti.

Inoltre parli di una perizia "di un numismatico romano" ma dalle foto la moneta non appare sigllata, siamo certi sia periziata e non semplicemente garantita :huh: ?

In ogni caso dovresti farla visionare da un perito di tua fiducia, solo l'esame diretto può essere chiarificatore e toglierti il tarlo del dubbio... ;)

Ciao, RCAMIL B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sadomenico

gli aspetti caratteristici di una fusione sono le porosita' , le "bollicine" si dovrebbero vedere al contrario , cioe' come microbuchetti , e le bave sono molto piu pronunciate e non cosi piccole o in quei punti , di solito le bave di fusione sono situate nel punto in cui le due estremita' degli stampi si toccano , quando il vuoto e' colmato dal metallo in quei punti avremo le bave .

bisognerebbe poi sapere auale tipo di fusione sia stata fatta per capire i vari aspetti distintivi , ma in linea di massima sono i sopracitati .

ciaoo

Domenico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo
Si tratta di una riproduzione e la contromarca indica appunto non si tratti di un originale.

175546[/snapback]

Questa è una tua deduzione oppure hai avuto qualche informazioni specifica da altre fonti?

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Maffeo

se è un falso è un falso d'epoca e non un falso numismatico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

max65

Ciao MrWhy,

la contromarca non indica necessariamente che sia un falso,se la moneta lo è,è d'epoca,non è di sicuro recente.La faccenda è un pò controversa,dovresti farla periziare per scioglierti ogni dubbio.Mi pare che questa moneta era in asta sulla nota casa d'aste online o mi sbaglio?Il venditore dovrebbe essere di Roma.

Saluti da Max65 ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mrwhy

Grazie a tutti per i numerosi spunti.

sadomenico: sono d'accordo con te; pensandoci bene è vero che la fusione induce porosità e non bollicine sporgenti che si spiegano più facilmente come adesione di una parte del metallo scaldato al conio durante il suo risollevamento. Hai pure ragione nel dire che le microbave (quelle che mostro sono circa 50-100 micron di larghezza) sono presenti anche in monete coniate e che quelle viste in questa moneta sono troppo piccole per dimostrare la falsità della moneta.

rcamil: mi potresti fare avere i PDF dei cataloghi Rauch non più accessibili ed i riferimenti a quei cataloghi di aste italiane che dicevi?

Effettivamente la tua argomentazione referenziata è stata quella che più mi ha convinto dell'autenticità di questa moneta insolita.

paleologo: l'ipotesi che proponevo era costruita da me non avendo altri spunti :-)

Non è periziata ma il perito di Roma ne garantisce l'autenticità ed è pronto a periziarmela. Sono stato anche da un numismatico Bolognese che mi ha confermato l'autenticità...

Ma è soprattutto il parere di voi esperti di questo genere di monete che mi rassicura perchè i numismatici sono più che altro dei commercianti. In generale vedo che più o meno tutti la considerate buona o al massimo un falso d'epoca. Perchè diversi hanno affermato che nel peggiore dei casi sia un falso d'epoca ? Cosa centra la contromarca con questo ?

Devo dirvi che per ora mi sono ricreduto e sono convinto al 99 % della sua autenticità...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil
rcamil: mi potresti fare avere i PDF dei cataloghi Rauch non più accessibili ed i riferimenti a quei cataloghi di aste italiane che dicevi? Effettivamente la tua argomentazione referenziata è stata quella che più mi ha convinto dell'autenticità di questa moneta insolita.

175727[/snapback]

Ciao i PDF dei cataloghi Rauch non li ho, ho solo le copie cartacee, in ogni caso la tua moneta la ritrovi a questo link di Coinarchives:

http://www.coinarchives.com/w/lotviewer.ph...ID=156&Lot=1310

Quanto alle aste italiane che hanno ri-proposto monete "AD", ho ritrovato un 4 baiocchi di Perugia lotto 633 dell'asta Artemide dello scorso settembre, che in principio era questa:

http://www.coinarchives.com/w/lotviewer.ph...ID=181&Lot=1475

Al momento non sono riuscito a ritrovare altri "casi" anche perchè non ho più i cataloghi a portata di mano :( , ma per una panoramica delle "AD":

Le "AD" di RAUCH

Devo dirvi che per ora mi sono ricreduto e sono convinto al 99 % della sua autenticità...

175727[/snapback]

Un punto per Lamoneta !! :P

Ciao, RCAMIL B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mrwhy

Caro rcamil,

intanto grazie per la "bibliografia".

Penso che la moneta che ho tra le mani sia proprio la ex Rauch n°76 del 17/18 ottobre 2005, lotto 1310 che mi hai suggerito.

Ho postato un confronto del rovescio (a sinistra la Rauch, a destra la mia).

- confrontando i bordi si notano esattamente gli stessi eccessi di metallo

- sono presenti esattamente le stesse macchie scure (ad esempio il puntone nero a ore 3 a sinistra della A).

Non penso le macchie scure di due monete diverse possano coincidere...

post-1309-1164843984_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sadomenico

ottimo , adesso non ti rimane che svelarci il prezzo ( se vuoi ) , chiedo sempre il prezzo , non perche amo farmi i fatti degli altri :rolleyes: , ma per avere dei riferimenti di prezzi di mercato B)

ciaoo

Domenico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mrwhy

L'ho pagata circa 200 euro...

A mio parere ne molto ne poco. Ultimamente le pontificie R salgono molto alle aste.

All'asta Gorny & Mosch 153 lotto 4420 la stessa moneta il conservazione decisamente migliore è stata venduta l'11 ottobre 2006 a 550 euro.

http://www.coinarchives.com/w/lotviewer.ph...ID=239&Lot=4420.

Su questa base penso che la mia possa valerne 250-300 senza fatica

Grazie a tutti dell'aiuto e dell'interesse e spezziamo una lancia per la moneta !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mrwhy

Sul forum numismatico di Cemania ho trovato due utenti che chiacchierano sulle contromarche AD e OD qualcuno potrebbe gentilmente tradurmi cosa si dicono i due crucchi ?

Forse riusciremo finalmente a capire chi ha devastato tante belle monete pontificie della sua collezione e quando :D

http://www.numismatikforum.de/ftopic580.html

Kannst Du auf den Skandinavienfund näher eingehen? Was hat das mit den kleinen "Macken" (Einhieben) auf sich???

Und........ Kann es sein das die Buchstaben ODDA eigentlich AD und OD zu lesen sind?? Quasi für ADelheid und ODdo ??

Es gibt ja etliche die ODDA schreiben und das als OTTO auslegen.....

_________________

liebe Grüße

tournois

Es gibt zwei Arten von Freunden, die Einen sind käuflich, die Anderen unbezahlbar!

Nach oben

Locnar

Administrator

Anmeldungsdatum: 25.04.2002

Wohnort: NRW bei Bielefeld

Verfasst am: Di 13.08.02 21:50 Titel:

--------------------------------------------------------------------------------

@Michel

Anders rum OD- AD- Erst OTTO dann Adelheid.

Er war der Kaiser, seine Mutter hat für in regiert.

PS.Lese doch endlich mal die Geschichte de Ottonischen Geschlechtes

_________________

Gruß

Locnar

Wenn der Mensch so viel Vernunft hätte wie Verstand, wäre alles viel einfacher.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sadomenico

HEHEHEHEHHE QUESTO E' IL RISULTATO DATOMI DA UN TRADUTTORE ONLINE

BUON DIVERTIMENTO

Potete occuparti della Scandinavia trovate più n�her? Che cosa ha con il piccolo “Macken„ (Einhieben) su se???

E ........ Può essere che l'ANNUNCIO delle lettere ODDA ed il OD realmente da leggere è?? F�r quasi ADelheid e ODdo??

Ci sono alcuno che il ODDA scriva e quello fuori mentre OTTO si situa….

tournois

cari di Gr��e

del _________________

dà due generi di amici, quello è k�uflich, l'altri priceless!

Data

ascendente

di registro

del coordinatore di Locnar: residenza

25.04.2002: Il Nord-Reno/Vestfalia con Bielefeld

scrive a: 13.08.02 titoli di 21:50:

-------------------------------------------------------------------------------

del @Michel

ANNUNCIO soltanto OTTO allora Adelheid del OD del rum diversamente.

Era l'imperatore, il relativi dado/f�r governato madre poll.

HP.L'annata tuttavia infine cronometra la storia de Ottonischen del _________________

Gru�

Locnar

del sesso

se esseri umani tan h�tte di motivo quanto capendo, w�re tutti i molto semplicemente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sesino974

Sadomenico

Dando per scontato che l'erba del vicino è sempre piu verde ,credo che il tuo traduttore online sia parecchio AVANTI :D :D :D :D :D

Sergio

P.S = Rcamil , sei imbattibile ;)

Sergio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

alteras
Kannst Du auf den Skandinavienfund näher eingehen? Was hat das mit den kleinen "Macken" (Einhieben) auf sich???

Und........ Kann es sein das die Buchstaben ODDA eigentlich AD und OD zu lesen sind?? Quasi für ADelheid und ODdo ??

Es gibt ja etliche die ODDA schreiben und das als OTTO auslegen..... 

_________________

liebe Grüße

tournois

Es gibt zwei Arten von Freunden, die Einen sind käuflich, die Anderen unbezahlbar!

Nach oben     

Locnar

Administrator

176081[/snapback]

Premesso che non so di che cosa si stia parlando, la traduzione di questo pezzo dovrebbe suonare più o meno così:

"Potresti addentrarti di più sul ritrovamento scandinavo? Cosa è la piccola "tacca" incisione che si vede sopra?

E può essre che le lettere ODDA siano da leggere come AD e OD? Più o meno come ADelheid e ODdo (che son due nomi... NdT)?

Ci sono alcune iscrizioni che riportano ODDA piuttosto che OTTO...

Tanti saluti

tournois

Ci sono due generi di amici quelli a pagamento e quelli senza prezzo...

(ma questa è la firma)

Locnar

Administrator

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil
P.S = Rcamil  , sei imbattibile  ;)

176140[/snapback]

Solo tu mi capisci.... :bandit:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×