Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
scalptor

Moneta siciliana inedita in asta

Risposte migliori

scalptor
Supporter

Salve nella prossima asta Roma XV, immezzo a tante raritá, al lotto 51 é presente una "enigmatic issue" attribuita a una incerta zecca siciliana. Qualcuno sa spiegare su che base é stata fatta questa attribuzione ? Stilistica ? Si conosce forse il luogo del ritrovamento ? Grazie per gli eventuali commenti/chiarimenti.

 

db_file_img_174876_544x262.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Un bel mistero la leggenda XANA(I). Non so se si conoscono termini greci che iniziano con queste lettere. La leggenda sembra indicare il nome di un fiume locale, ma non so se esistono fonti che ricordano un nome simile....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

io non escluderei l'ipotesi che la X sia  il risultato di una errata pulizia. la parte inferiore e destra della X sembra scavata. potrebbe in origine essere stata una V oppure una Y.

Modificato da dux-sab

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Brig

Nell'ipotesi di errata pulizia, aihnoi sempre possibile, secondo il Dictionary di Icard potrebbe trattarsi di (STIE) (L= mezza X)ANAI (WN) = Stiela:

A favore: Stiela ha utilizzato il tipo del toro andropomorfo, ovvero del dio fluviale, come nella moneta allo studio.

Contro: di Stiela si conoscono solo monete d'argento datate 460 e 420-415 a.C., mentre dal modulo la moneta in esame parrebbe uno dei tanti riconi mercenariali su Ippocampo di Siracusa databili non prima del 380 a.C.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

E se la X  fosse in realtà una K ?

skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Brig

Con la K, ovvero con KANAI, l'Icard non offre nessuna possibilità interpretativa, l'unica alternativa a Stiela è la T, ovvero (KA)TANAI (WN), ma l'ipotesi, oltre che tirata per i capelli (T trasformato in X) non trova corrispondenza nella monetazione di Katana né come iconografia, ne come modulo utilizzato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

L'antica Sicilia era ricca di corsi d'acqua, per la maggior parte non lunghi, ma venerati dalle popolazioni locali, molti dei quali non abbiamo corrispettivi nomi in greco antico.

E' possibile immaginare una provenienza dalla Sicilia orientale e c'è un piccolo fiume, presente anche in estate, che è Ciane. Il suo nome in greco classico era Κυανός ossia Kyanòs (pronunciato come Chianòs) . Non so se, per influenza e fonetica locale le lettere KY possono essere rese anche con una X, la ventiduesima lettera dell'alfabeto greco. In antico si pronunciava come una consonante occlusiva velare aspirata /kh/. L'interessante è che successivamente viene pronunciata, come nel greco moderno, con lo stesso suono del tedesco ich

Quindi il passo fonetico al KY non è poi così lungo....

Pertanto la leggenda XANAI, se corrette graficamente, potrebbe indicare questo fiume, che parte dal Cozzo Pantano per sfociare nel porto di Siracusa. E' attualmente famoso per la presenza della pianta papiro, che il tiranno siracusano Gerone II avrebbe importato dall'Egitto per il tramite dell'amico Tolomeo II Filadelfo.

Non credo che la spiga del rovescio abbia attinenza con il papiro, forse importato poco dopo, quanto con la ricchezza del territorio, molto fertile e il fiume era allora pescoso.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gionnysicily
2 ore fa, Brig dice:

mentre dal modulo la moneta in esame parrebbe uno dei tanti riconi mercenariali su Ippocampo di Siracusa databili non prima del 380 a.C.

Effettivamente il peso corrisponde ai bronzetti di Syrakosion Ippocampo/ Atena elmata. La tesi di acraf mi sembra appropiata, sicuramente non è una moneta allo stato naturale, chi l'ha pulita ha lavorato molto sui piani del rovescio . Il dio fluviale ha le caratteristiche Siciliane. 

Pensare alla prima lettera una K e la terza un N e che all'origine una M , tolto un gambo "KAMAR" ma perché avrebbero fatto , sarebbe sempre un inedito.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu
1 minuto fa, gionnysicily dice:

Effettivamente il peso corrisponde ai bronzetti di Syrakosion Ippocampo/ Atena elmata. La tesi di acraf mi sembra appropiata, sicuramente non è una moneta allo stato naturale, chi l'ha pulita ha lavorato molto sui piani del rovescio . Il dio fluviale ha le caratteristiche Siciliane. 

Pensare alla prima lettera una K e la terza un N e che all'origine una M , tolto un gambo "KAMAR" ma perché avrebbero fatto , sarebbe sempre un inedito.

 

Esatto, la I finale è posta male, sembrerebbe essere la parte di in altra lettera non più identificabile.

ora c’è da chiedersi quanto le lettere siano effettivamente originali o frutto di chi ha messo mano alla moneta, magari interpretando quello che si intravedeva ..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

VALTERI

RomaNum. indica la leggenda " XANA..." : chissà se una lettura retrograda "...ANAX " possa fornire qualche spunto . 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gionnysicily

La leggenda e ben visibile con 5 lettere . Osservando i fondi della X e della N , sembrano non modellati dal bulino. la foto ingrandita e filtrata la luce fa vedere lultima lettera che potrebbe essere un R .

 

Xanai.thumb.jpg.25186f931300f27c277c71b1800b3f06.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu
6 minuti fa, gionnysicily dice:

La leggenda e ben visibile con 5 lettere . Osservando i fondi della X e della N , sembrano non modellati dal bulino. la foto ingrandita e filtrata la luce fa vedere lultima lettera che potrebbe essere un R .

 

Xanai.thumb.jpg.25186f931300f27c277c71b1800b3f06.jpg

Anche tra N e A parrebbe esserci qualcosa.. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Non credo e finora la ricostruzione più dettagliata della leggenda sembra essere quella di Gionnysicily, che ringrazio per la collaborazione. La moneta è stata restaurata, ma le lettere sembrano non essere state significativamente alterate. Dobbiamo solo sperare che salti fuori un altro nuovo esemplare, magari non troppo ritoccato, per ricomporre con maggiore sicurezza la leggenda, prima di tentare di dare una classificazione della moneta....

Finché la moneta resta un unicum poco possiamo concludere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Brig
17 ore fa, VALTERI dice:

RomaNum. indica la leggenda " XANA..." : chissà se una lettura retrograda "...ANAX " possa fornire qualche spunto . 

Anche la lettura retrograda, secondo l'Icard non da alcuna soluzione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Resta difficile una lettura retrograda stante la forma normale della N, che non è invertita....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×