Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
peppo.larosa

Asse della zecca Iberica di Celse (II a.C.)

Risposte migliori

peppo.larosa

Ciao a tutti , potreste darmi qualche notizia su questa moneta,presumibilmente romana . il diam. è 30 cm il peso 17 g.

post-4338-1168019294_thumb.jpg

post-4338-1168019315_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giano

dovrebbe essere spagnola...dato che non è il mio forte dai uno sguardo qui:

Spagna

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

peppo.larosa

Grazie Giano, ho dato un occhiata e ci sono similitudini nella capigliatura e anche nel cavallo , in particolare nella criniera

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giano

aggiungo altri links...di sicuro è iberica il problema è capire quelle due lettere al rovescio a che legenda appartengono e quindi identificare lòa città.

Monete 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

peppo.larosa

Ciao agrippa,la tua moneta sembra uguale. La legenda è molto leggibile e nella mia si vedono solo due lettere ( s f ). guardando il sito indicato da Giano ho visto quella che potrebbe essere molto simile,anche nella legenda che credo indichi anche la zecca . " KELSE 45-44 AC Emissione pompeiana . ma che centra pompei

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giano

non è il mio campo questo purtroppo...prova a chiedere a gionata...lui di iberiche ne sa di più.

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Horben Tumblebelly

Kelse o Celse, asse di peso regolare; metà II secolo a.C.

numeri 264-267 De Guadan

tipico cavaliere iberico con palma in mano; testa iberica (divinità? patrizio?).

rarità C

si intravede una S e una E iberica.

La sezione indicata non va bene, va in monete preromane.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Horben Tumblebelly

Aggiungo che esistono numerose varianti per il tipo, soprattutto in prossimità della testa per via di segni vari.

In questo caso si vede chiaramente che è Kelse per le due lettere poste in basso alle zampe del cavallo. L'iconografia del cavaliere è moto diffusa nelle monete iberiche (è la principale in tutta la penisola) e giusto per dare una mminima idea è possibile dividere il cavaliere al galoppo in tre distinti gruppi di immagini: 1) cavaliere con cavallo al galoppo e con ramo in una mano; 2) idem ma con lancia che punta verso il basso; 3) idem senza armi.

Queste sono le principali.

Vi sono anche alcune emissioni diffuse nell'area iberica di cavalli al galoppo senza cavalieri.

Anche durante il periodo della conquista romana, dopo le guerre puniche, le tipologie restarono le stesse, fino all'arrivo di Ottaviano Augusto, generalmente in ogni zecca ispanica. C'è da dire che talvolta compaiono in tale situazione legende latine o doppie (latine e ispaniche).

Il latino si diffuse effetivamente, in gran parte delle terre ispaniche, all'epoca di Augusto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

peppo.larosa

Ciao gionata , cedevo fosse Romana repubblica, volevo sapere perchè preromana, consultando il sito spagnolo viene catalogata ispano romane e perchè parla anche di emissione pompeiana grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Horben Tumblebelly

Il 206 a.C. è considerata come data di conquista "definitiva" della Spagna da parte dei Romani. La moneta di cui tu hai postato la foto è stata coniata circa 50 anni dopo la conquista romana. Per cui ragionando in termini politici la coniazione è ispano-romana, ma la caratteristica peculiare è che segue il tipo indigeno (i Romani favorirono questa uniformità delle raffigurazioni delle monete, con stessa iconografia e caretteri iberici come segno di una velata autonomia, fino a quando ai tipi originali si sovrappose l'inclusione di caratteri o porzioni di legende latine, o di magistrati di nomina latina per le città; già nel primissimo periodo imperiale le monete raffiguravano anche lì l'imperatore). Il peso oltretutto non rispecchia pienamente l'uso romano, ma si rifà al ponderale pienamente ispanico. Per me una moneta che non segue fedelmente il sistema ponderale romano e che possiede simbologia indubbiamente iberica (nonostante sia coniata in un periodo già di influenza romana) è da considerarsi pre-romana.

La moneta che è rappresentata sul sito spagnolo non è la tua, è differente. Quella lì è stata coniata almeno 100 anni dopo la tua. Pompeiana è aggettivo di Pompeo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×