Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
Legio II Italica

Giulia Domna , Teofrasto e Apollonio di Tiana

Recommended Posts

Legio II Italica

Tutti conosciamo la figura storica di Giulia Domna , se non altro per essere stata la bella e colta moglie di Settimio Severo oltre che madre sfortunata di Caracalla e Geta ; molti avranno sentito parlare di Teofrasto e di Apollonio di Tiana , ma forse non tutti conoscono il legame , fuori dal tempo , che uni' i primi due personaggi con il terzo ; in particolare a questi ultimi e' dedicato il Post e naturalmente a quanti pur conoscendo i fatti vorranno leggerlo . Prima di arrivare al legame che uni' le tre figure , due parole singole su di loro .

Giulia Domna fu la prima Imperatrice che apri' il ciclo delle “terribili” donne siriane assetate di potere imperiale , ciclo che si apri' appunto con Giulia Domna morta suicida ad Antiochia nel 217 e che termino' con Giulia Mamea morta assassinata insieme al figlio Alessandro Severo nel 235

Flavio Filostrato , note da Wikipedia

Nato nell' isola di Lemno intorno al 170 ; da giovane si trasferì ad Atene dove studiò retorica ed esercitò poi la professione di sofista . Successivamente si stabilì a Roma dove acquistò fama come retore entrando nel circolo letterario e filosofico organizzato dall' Imperatrice Giulia Domna moglie di Settimio Severo , divenendone l' esponente più illustre . Nel 213 accompagnò in Gallia Caracalla , figlio di Settimio Severo e Giulia Domna , divenuto imperatore alla morte del padre . Dopo la morte di Giulia Domna e di suo figlio Caracalla , avvenute entrambe nel 217 , Flavio Filostrato tornò ad Atene , probabilmente ottenendone la cittadinanza grazie alle benemerenze acquisite come oratore . In quegli anni fu anche elevato al rango senatorio .

Morì ad Atene durante il regno di Filippo l' Arabo , tra il 244 e il 249 .

Apollonio di Tiana , note da Wikipedia

Questa biografia di Apollonio di Tiana , un asceta neopitagorico fortemente influenzato da religioni indiane vissuto nel primo secolo , al quale erano stati attribuiti miracoli ed eretti altari , fu commissionata a Flavio Filostrato da Giulia Domna che , a questo fine , gli consegnò le memorie compilate dal discepolo di Apollonio Damis , un Assiro che lo accompagno nel viaggio in India .

Apollonio era all' epoca oggetto di valutazioni contrastanti : i Cristiani lo consideravano un ciarlatano o un malvagio praticante di arti magiche , mentre molti pagani lo vedevano come una figura soprannaturale da contrapporre a Gesù . L' intento di Flavio Filostrato , coerentemente alle intenzioni di Giulia Domna (che morì prima di poter leggere l'opera finita) fu quello di rivalutare il saggio di Tiana difendendolo dalle accuse . La biografia , oltre agli scritti di Damis , usa opere e lettere dello stesso Apollonio e varie altre testimonianze . Cassio Dione che lo cita nella sua opera lo definisce : «mago e stregone abilissimo»

Veniamo al legame tra i tre personaggi , note da Wikipedia : La costante presenza di Gliulia Domana accanto al marito durante le spedizioni militari , valse all' Augusta la concessione del titolo Mater Castrorum (madre degli accampamenti) appellativo di recente coniazione , assegnato per la prima volta a Faustina Minore nel 174 . Giulia Domna esercitò fin dall'inizio un forte ascendente sulle decisioni del marito . Supportata dal notevole carisma di matrice orientale , l' Imperatrice prese parte attiva all' Amministrazione dell' Impero , pur accontentandosi di agire a margine della scena politica nel pieno rispetto del mos romano , da sempre riluttante al conferimento di ruoli ed incarichi ufficiali alle donne . Fu donna molto colta , che dopo l' ascesa al potere tra il 202 e il 205 di Plauziano Prefetto del Pretorio con il conseguente contrasto con lo stesso Plauziano ,  il quale divenne consigliere sempre più influente di Settimio Severo , determinò il temporaneo e parziale ritiro dell' Augusta dalla vita pubblica . Il volontario allontanamento dall' ambiente di corte consentì a Giulia Domna di dedicarsi intensamente a studi filosofici e religiosi ed attorno alla sua figura venne formandosi un circolo di intellettuali tra i quali si annoverano il medico Galeno e il filosofo Flavio Filostrato , il quale fu incaricato di redigere una storia sulla vita di Apollonio di Tiana , personaggio verso il quale Giulia Domna era culturalmente legata . Filostrato compilio' l' opera in otto libri che pero' l' Imperatrice non pote' leggere essendo morta prima della pubblicazione .

Per informazioni complete su Apollonio di Tiana : http://www.treccani.it/enciclopedia/apollonio-di-tiana_(Enciclopedia-Italiana)/

Esiste un fatto riportato nella Storia Augusta a proposito della Vita di Aureliano , con riferimento ad Apollonio di Tiana , fatto accaduto nel corso della guerra di Aureliano contro Zenobia ; Tomo XXIV : “C'e' poi un episodio relativo ad un personaggio degno di ogni rispetto che non si puo' certo passare sotto silenzio . Pare infatti che in un primo tempo Aureliano avesse davvero intenzione di di distruggere la Citta' (Tiana) ma ne sia stato dissuaso da Apollonio di Tiana .Si racconta in proposito che questo famoso ed autorevole sapiente , questo antico filosofo , fedele amico degli dei e degno egli stesso di onori divini , sia apparso , cosi' come era stato nella realta' , al nostro Aureliano che stava riposando nella sua tenda ; Apollonio parlando in Latino per essere compreso dall' Imperatore che proveniva dalla Pannonia , gli avrebbe detto queste parole : “Aureliano , se vuoi vincere non devi meditare di fare strage dei miei cittadini . Aureliano , se vuoi conservare il potere , non macchiarti del sangue di innocenti . Aureliano se vuoi vivere , agisci con clemenza “ Aureliano riconobbe il voltondel venerabile filosofo per averlo visto molte volte raffigurato nei Templi ; turbato da questa visione gli promise un ritrato , delle statue e d un Tempio e venne a piu' miti consigli . Io ho saputo di questo episodio dalla viva voce di una persona autorevole e l' ho letto poi anche in alcuni libri conservati nella Biblioteca Ulpia . Del resto mi basta pensare della grandezza di Apollonio per credere senza riserve che l' episodio sia vero ; non conosco nessuno che sia stato piu' santo , piu' venerabile , piu' famoso e piu' divino di lui , che restitui la vita ai morti , che opero' e parlo' al di la' di ogni umano potere . Chi vuol sapere sapere di piu' sul suo conto , ricorra a tutti i libri greci che parlano di lui , io stesso se avro' vita e se il suo favore mi assistera' mi riprometto di narrare brevemente le sue gesta , non perche' esse abbiano bisogno delle mie lodi , ma perche' tutti conoscano quei fatti straordinari e mirabili”

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.