Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
rada

Antoniniano di Aureliano e Vaballato

Recommended Posts

rada

Buongiorno,

vorrei avere da chi è più ferrato qualche informazione riguardo gli antoniniani con Aureliano da un lato e Vaballato dall'altro.

In particolare vorrei chiedere se è una tipologia di moneta che passa spesso sul mercato, nelle aste. Ve lo chiedo perché ne ho adocchiata una che non mi dispiace e secondo me presenta un prezzo congruo allo stato di conservazione; unico elemento che mi fa un po' esitare è lo stato di conservazione, più basso rispetto al livello medio delle altre monete della mia collezione.

Riassumendo, la mia domanda è questa: se il rapporto qualità/prezzo è buono mi consigliate di acquistarla perché è una moneta che non passa spesso oppure aspetto di vederne una in conservazione migliore perché comunque passa abbastanza spesso nelle aste?

Grazie,

rada

Share this post


Link to post
Share on other sites

Massenzio

Non si tratta di una moneta rara se ne trovano molte in vendita. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Disorientato
Illyricum65

Ciao,

Massenzio ha ragione, sono esemplari abbastanza comuni e se ne trovano sul mercato. Talvolta anche con patina da deserto, cosa non difficile vista la provenienza.

Nonostante ciò mi pare che in genere abbiano valutazioni leggermente più alte rispetto ad altri antoniniani coevi abbastanza comuni; ritengo perchè si tratta dell'esemplare più facile da ottenere per rappresentare il Regno di Palmira, aumentandone la richiesta e quindi la concorrenza da parte dei "terzosecolisti" (e quindi la valutazione).

Il mio esemplare, circolato:

image.thumb.png.a9e425f8ff3d08b43b5e2884a4f570e6.pngimage.thumb.png.1307681ff4e55c1f810f5892145bc981.png

Ciao

Illyricum

;)

 

 

Edited by Illyricum65
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

grigioviola

È una serie piuttosto diffusa quella con la doppia effige, ma la storia è interessante, è un periodo che mi intriga molto perché rappresenta la situazione della parte opposta dell'impero. Da un lato c'era l'impero secessionista gallico, dall'altra il regno indipendente di vaballato (e madre).

Se hai familiarità con l'inglese questo è un contributo decisamente interessante e piuttosto completo: https://www.academia.edu/2525613/_The_coinage_of_Vabalathus_and_Zenobia_from_Antioch_and_Alexandria_Numismatic_Chronicle_171_2011

Quanto a una possibile valutazione difficile esprimersi senza avere qualche dato concreto (foto, tipologia di venditore, canale di vendita ecc).

Edited by grigioviola
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

rada
2 ore fa, Illyricum65 dice:

Ciao,

Massenzio ha ragione, sono esemplari abbastanza comuni e se ne trovano sul mercato. Talvolta anche con patina da deserto, cosa non difficile vista la provenienza.

Nonostante ciò mi pare che in genere abbiano valutazioni leggermente più alte rispetto ad altri antoniniani coevi abbastanza comuni; ritengo perchè si tratta dell'esemplare più facile da ottenere per rappresentare il Regno di Palmira, aumentandone la richiesta e quindi la concorrenza da parte dei "terzosecolisti" (e quindi la valutazione).

Il mio esemplare, circolato:

image.thumb.png.a9e425f8ff3d08b43b5e2884a4f570e6.pngimage.thumb.png.1307681ff4e55c1f810f5892145bc981.png

Ciao

Illyricum

;)

 

 

Ciao Illyricum65,

mi piace molto la tua moneta, nonostante abbia circolato ha tutte le legende ancora perfettamente leggibili :)

Grazie per il link alle altre discussioni sul tema, molto interessanti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

rada
2 ore fa, grigioviola dice:

È una serie piuttosto diffusa quella con la doppia effige, ma la storia è interessante, è un periodo che mi intriga molto perché rappresenta la situazione della parte opposta dell'impero. Da un lato c'era l'impero secessionista gallico, dall'altra il regno indipendente di vaballato (e madre).

Se hai familiarità con l'inglese questo è un contributo decisamente interessante e piuttosto completo: https://www.academia.edu/2525613/_The_coinage_of_Vabalathus_and_Zenobia_from_Antioch_and_Alexandria_Numismatic_Chronicle_171_2011

Quanto a una possibile valutazione difficile esprimersi senza avere qualche dato concreto (foto, tipologia di venditore, canale di vendita ecc).

Grazie Grigioviola per il documento, l'ho scaricato e lo leggerò molto volentieri!

Ecco la moneta di cui parlo; non è in buone condizioni, però per il momento l'offerta più alta è 5 euro.

brm_516454.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Massenzio

Almeno CGB ha inserito la foto con il diritto e il rovescio corretto :) scherzi a parte su questa tipologia si dibatte ancora su quale sia il diritto della moneta e difatti puoi trovare inserzioni di vendita in cui viene descritto il diritto come Aureliano piuttosto che Vaballato. Io personalmente sposo la tesi che il rovescio sia quello con l’officina. 

Per questa moneta spenderei al massimo 10 euro, già a una quindicina di euro la trovi in condizioni un po’  più piacevoli senza andare in asta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Disorientato
Illyricum65

Inoltre ha una concrezione verde a ore 10 sopra la testa di Aureliano che può essere sia una lesione attiva. Dalla foto non si capisce di più ma potrebbe essere una corrosione in fase iniziale.

Ciao

Illyricum

;)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vanille
18 ore fa, grigioviola dice:

Quanto a una possibile valutazione difficile esprimersi senza avere qualche dato concreto (foto, tipologia di venditore, canale di vendita ecc).

scusa ma... che cosa c'entra il "canale di vendita" ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

grigioviola

@Vanille Il canale di vendita c'entra e come: negozio a prezzo fisso e sede fisica, negozio online (devi aggiungere spese spedizione), asta (devi aggiungere spese spedizione e diritti di vendita), ecc...

Il prezzo di partenza ha una sua importanza, ma bisogna valutare la spesa finita. Ad esempio questo pezzo è in asta settimanale da cgb. Attualmente a 5 euro, che però son provvisori e che "finiti" sono 17 (5+12 spedizione). Ergo la moneta ti costa 17 attualmente. Ma se la aggiudico a 10 come suggeriva @Massenzio il suo prezzo va a 22€.

Detto questo, l'esemplare in questione a queste condizioni, lo valuterei 25/30 € a costo finito al massimo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Disorientato
Illyricum65
56 minuti fa, grigioviola dice:

@Vanille Il canale di vendita c'entra e come: negozio a prezzo fisso e sede fisica, negozio online (devi aggiungere spese spedizione), asta (devi aggiungere spese spedizione e diritti di vendita), ecc...

Il prezzo di partenza ha una sua importanza, ma bisogna valutare la spesa finita. Ad esempio questo pezzo è in asta settimanale da cgb. Attualmente a 5 euro, che però son provvisori e che "finiti" sono 17 (5+12 spedizione). Ergo la moneta ti costa 17 attualmente. Ma se la aggiudico a 10 come suggeriva @Massenzio il suo prezzo va a 22€.

Detto questo, l'esemplare in questione a queste condizioni, lo valuterei 25/30 € a costo finito al massimo.

Tutto corretto e ci aggiungo che in caso d'asta la visibilità della piattaforma e la notorietà del venditore può consentire il raggiungimento di un numero maggiore di possibili utenti. E più possibili utenti significa maggior probabilità di rilanci...

Ciao

Illyricum

;)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

rada

Grazie a tutti per i vostri pareri. Mi era sorto il dubbio che potesse essere una moneta poco comune perché, rispetto ad altri antoniniani, non l'avevo vista passare spesso.

Alla fine ho fatto un'offerta ma poi ci sono stati altri rilanci e quindi ho rinunciato. Giusto per conoscenza, è stata venduta a 16 + ss.

Vorrei chiedervi se avete qualche consiglio per acquistare questa moneta, nei negozi dove l'ho addocchiata è sempre sopra i 100 euro e io la cercherei in una conservazione gradevole ma ad un prezzo un po' più contenuto.

Grazie ancora a tutti :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Massenzio
4 ore fa, rada dice:

Grazie a tutti per i vostri pareri. Mi era sorto il dubbio che potesse essere una moneta poco comune perché, rispetto ad altri antoniniani, non l'avevo vista passare spesso.

Alla fine ho fatto un'offerta ma poi ci sono stati altri rilanci e quindi ho rinunciato. Giusto per conoscenza, è stata venduta a 16 + ss.

Vorrei chiedervi se avete qualche consiglio per acquistare questa moneta, nei negozi dove l'ho addocchiata è sempre sopra i 100 euro e io la cercherei in una conservazione gradevole ma ad un prezzo un po' più contenuto.

Grazie ancora a tutti :)

Per 16 euro per esempio c’è questa che a mio avviso è anche più piacevole di quella passata in asta. 

https://www.vcoins.com/en/stores/romanlode/137/product/scarce_aurelian__vabalathus_antonianus/552694/Default.aspx

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.