Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
denario69

Aiuto Identificazione

Risposte migliori

denario69

Ciao vi posto la foto di un bronzetto di Costantino che mi ha lasciato insonne, la tipologia è molto somigliante a quella riporta su RIC VII N° 54 Siscia, sfogliando il RIC in excel.

Il busto dovrebbe essere (sempre seguendo il ric in excel) di tipo HLC, laureato, corazzato con elmo.

Non sono molto pratico di questa tipologia, mi potete aiutare nella catalogazione ?

Invio anche un dettaglio dell’esergo e dell’altare.

Grazie :)

denario69

post-2807-1168505849_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

denario69

... questo è il dettaglio dell'altare e dell'esergo.

post-2807-1168505960_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

agrippa

Ciao

Non riesco a leggere bene il mintmark in ex.

Il RIC per Siscia da 29 tipi di altare.. e nessuno corrisponde al tuo.

Chi ti ha detto che è della zecca di Siscia ?

Tieni presente che i tipi piu rari sono stati battuti dalla zecca di Siscia e spesso i commercianti ci provano...

Inoltre, poiche vedo la moneta spatinata e trattata, ti consiglio di esaminarla bene in quanto ne esistono infinite imitazioni piu o meno barbariche.. spero di sbagliare.

agrì

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

denario69
........

Tieni presente che i tipi piu rari sono stati battuti dalla zecca di Siscia e spesso i commercianti ci provano...

188796[/snapback]

Ciao Agrippa,

purtoppo temo sia vero riguardando alla lente il dettaglio dell'esergo non si riesce a capire un accidente, (voglio sperare che sia un caso...).

Provo a ripostare la fotografia ingrandita al massimo e scattata in condizioni di luce non artificiali (tenderei, forse sbagliando,ad escludere l'ipotesi dell'imitazione barbarica in quanto al rovescio mi sembrano esserci dei dettagli un po' troppo nitidi :) ).

Per quanto riguarda la zecca di Siscia, è stata una mia conclusione un po' affrettata, anche perchè riguardando la moneta ingrandita alla lente, i rilievi in esergo sembrano essere 4.... un po' poco per una classificazione certa ... :( .

PS. per quanto riguarda il "meno barbariche" cosa intendi ?

ciao :)

denario69

post-2807-1168710798_thumb.jpg

Modificato da denario69

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

agrippa

Ciao denario

Se il colore della seconda foto è naturale escludo che sia una imitazione.

Questa tipologia ha anche alcuni pezzi argentati, da qui la patina nera nata dal dissolvimento dell'argento.

Rimane da stabilire la zecca...cerca di leggere almeno qualche lettera in ex. e forse sarà possibile fare una catalogazioone calibrata.

agrì

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovenaledavetralla

Molto bella complimenti, non credo sia un'imitazione barbarica, sono ben differenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

denario69
Molto bella complimenti

189105[/snapback]

Grazie Giovenale ! :)

Modificato da denario69

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

denario69
Ciao denario

Se il colore della seconda foto è naturale escludo che sia una imitazione.

Questa tipologia ha anche alcuni pezzi argentati, da qui la patina nera nata dal dissolvimento dell'argento.

Rimane da stabilire la zecca...cerca di leggere almeno qualche lettera in ex. e forse sarà possibile fare una catalogazioone calibrata.

agrì

189102[/snapback]

Ciao Agrippa,

ho esaminato la moneta con la lente e sembrano esserci infatti, dei residui di argentatura (che non so come evidenziare sulla foto, grazie senza la tua indicazione non me ne sarei accorto :) ), in esergo non sono ancora riuscito a riconoscere alcuna lettera, ma non rinuncio (domani con la luce del giorno riproverò).

Dall' argentatura presente è possibile ricavare qualche informazione aggiuntiva ?

Grazie :)

denario

Modificato da denario69

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

denario69

Difficile vedere qualcosa, l'ultimo rilievo sembrerebbe una L ... :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Flavio

Ciao denario69 :)

La tipologia costantiniana VLPP è tra le monete più imitate in antico.

Se ne parlò in un post qualche tempo addietro, nel quale anche il sottoscritto contribui (...con qualche scempiaggine ? :D ).

Purtoppo non riesco a ritrovarlo, per cui forse mi ripeterò.

Avevo linkato un sito interessante per la monetazione (e non solo) di Costantino, che comprende, tra l'altro, numerosi esempi di VLPP d'imitazione.

Eccolo quì http://www.constantinethegreatcoins.com/barb2/barb2.html.

Alcune imitazioni sono decisamente crude, altre invece si avvicinano parecchio alle emissioni originali.

Tuttavia non mi pare che la Tua moneta sia un'imitazione barbarica, lo stile mi sembra originale ed inoltre c'è il residuo d'argentatura che ha notato Agrippa.

Per quanto relativo alla classificazione...beh, la cosa è più ardua.

Dal diritto (busto e legenda), spulciando il RIC, direi che la rosa di possibili zecche dovrebbe ridursi ad Arelate o Siscia.

Siscia non dovrebbe essere (come giustamente anche Tu annoti).

Potrebbe essere Arelate ed allora ci starebbe la L finale che anche Tu vedi in esergo; inoltre prima di questa lettera mi pare di intravedere una R, per cui potrebbe essere (PA)RL o (SA)RL.

Certo, il simbolo nell'altare sembrerebbe non collimare con quanto sul RIC, ma è noto che le rappresentazioni degli altari sulle VLPP potrebbero essere anche diverse da quanto classificato.

Oltretutto il tipo d'altare (i puntini sopra e sotto) mi ricordano molto gli altari delle VLPP di Arles.

Infine, così a sentimento, mi sembra che il simbolo dentro l'altare corrisponda a quanto comunque poi battuto ad Arles successivamente su una moneta per Costantino II.

Sui tipi di altare, rimando sempre al sito di cui sopra, alla pagina

http://www.constantinethegreatcoins.com/sis/Bruck.html

che riporta una figura estratta dal libro di Guido Bruck : "Die Spätrömische Kupferprägung - Ein Bestimmungsbuch Für Schlecht Erhaltene Münzen".

Potrebbe tornarti utile.

Spero di esserTi stato d'aiuto...per il poco che ho potuto :unsure:

Ancora ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

denario69
Ciao denario69  :)

La tipologia costantiniana VLPP è tra le monete più imitate in antico.

Se ne parlò in un post qualche tempo addietro, nel quale anche il sottoscritto contribui (...con qualche scempiaggine ? :D ).

Purtoppo non riesco a ritrovarlo, per cui forse mi ripeterò.

Avevo linkato un sito interessante per la monetazione (e non solo) di Costantino, che comprende, tra l'altro, numerosi esempi di VLPP d'imitazione.

Eccolo quì http://www.constantinethegreatcoins.com/barb2/barb2.html.

Alcune imitazioni sono decisamente crude, altre invece si avvicinano parecchio alle emissioni originali.

Tuttavia non mi pare che la Tua moneta sia un'imitazione barbarica, lo stile mi sembra originale ed inoltre c'è il residuo d'argentatura che ha notato Agrippa.

Per quanto relativo alla classificazione...beh, la cosa è più ardua.

Dal diritto (busto e legenda), spulciando il RIC, direi che la rosa di possibili zecche dovrebbe ridursi ad Arelate o Siscia.

Siscia non dovrebbe essere (come giustamente anche Tu annoti).

Potrebbe essere Arelate ed allora ci starebbe la L finale che anche Tu vedi in esergo; inoltre prima di questa lettera mi pare di intravedere una R, per cui potrebbe essere (PA)RL o (SA)RL.

Certo, il simbolo nell'altare sembrerebbe non collimare con quanto sul RIC, ma è noto che le rappresentazioni degli altari sulle VLPP potrebbero essere anche diverse da quanto classificato.

Oltretutto il tipo d'altare (i puntini sopra e sotto) mi ricordano molto gli altari delle VLPP di Arles.

Infine, così a sentimento, mi sembra che il simbolo dentro l'altare corrisponda a quanto comunque poi battuto ad Arles successivamente su una moneta per Costantino II.

Sui tipi di altare, rimando sempre al sito di cui sopra, alla pagina

http://www.constantinethegreatcoins.com/sis/Bruck.html

che riporta una figura estratta dal libro di Guido Bruck : "Die Spätrömische Kupferprägung - Ein Bestimmungsbuch Für Schlecht Erhaltene Münzen".

Potrebbe tornarti utile.

Spero di esserTi stato d'aiuto...per il poco che ho potuto  :unsure:

Ancora ciao.

189540[/snapback]

Ciao Flavio,

non so' proprio come ringraziarti. Grazie per l'interessantissima ed esauriente risposta e per i link altrettanto interessanti e che non conoscevo !!!!! :)

In serata con luce radente e lente cercherò di esaminare la prima lettera. Se riesco posterò qualche foto dei dettagli in esergo.

grazie1000 di nuovo e

ciao

denario69

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Leopold.85
Molto bella complimenti, non credo sia un'imitazione barbarica, sono ben differenti.

189105[/snapback]

complimenti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Flavio
Ciao Flavio,

non so' proprio come ringraziarti. Grazie per l'interessantissima ed esauriente risposta e per i link altrettanto interessanti e che non conoscevo !!!!!  :) 

In serata con luce radente e lente cercherò di esaminare la prima lettera. Se riesco posterò qualche foto dei dettagli in esergo.

grazie1000 di nuovo e

ciao

denario69

189560[/snapback]

Prego...;) (ci starebbe meglio la faccina che "arrossisce" ma non la trovo).

Facci sapere cosa riesci ancora a leggere in esergo.

Ciao.

P.S. : non Ti avevo fatto i complimenti per la bella moneta; provvedo ora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

denario69

Ho riscattato l'ennesima (chiedo venia per lo spazio occupato) foto a luce radente artificiale, a meno che non si tratti di un gioco di luci o di un miraggio intravedo le lettere riportate nella foto (la prima mi sembra la parte superiore della S)....... SARL?!?!? '' :o

potrebbe essere ??

ciao

denario69

Grazie Flavio per i complimenti.

post-2807-1168934992_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Flavio

Ciao denario69:)

Quindi parrebbe compatibile la mia supposizione verso la zecca di Arelate.

In esergo sembrerebbe proprio SARL.

Il tipo di altare non coinciderebbe con quello indicato dal RIC VII per il tipo Arles 191 ...ma già si diceva prima...

Comunque è sempre un tipo di altare, ripeto quanto già dissi in precedenza, che riterrei compatibile anch'esso, a conferma, con le emissioni VLPP di Arles.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

denario69
Ciao  denario69:)

Quindi parrebbe compatibile la mia supposizione verso la zecca di Arelate.

In esergo sembrerebbe proprio SARL.

Il tipo di altare non coinciderebbe con quello indicato dal RIC VII per il tipo Arles 191 ...ma già si diceva prima...

Comunque è sempre un tipo di altare, ripeto quanto già dissi in precedenza, che riterrei compatibile anch'esso, a conferma, con le emissioni VLPP di Arles.

190085[/snapback]

Infatti... classificata zecca Arleate (SARL), ri-grazie ! ;)

Ciao

denario69

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×