Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
dracma

MG Thurium: frazione AR

Recommended Posts

dracma

Sul finire della scorsa estate apparve sul mercato antiquario un divisionale argenteo magnogreco considerato di incerta attribuzione.

Roma Numismatics Ltd - E-Live Auction 2, 30.8.2018, lot 49

Uncertain Italian mint (possibly Velia/Hyele?) AR Trihemitartemorion(?). 4th century BC. Head of Athena right, wearing crested Attic helmet / TTT around Y and 2 pellets; all within shallow incuse circle. Unpublished. 0.23g, 8mm, 12h.

thumb00049.jpg

Giudicata inedita dai compilatori della scheda, la moneta catturò la mia attenzione per la peculiare tipologia del rovescio. Ricordai infatti di aver notato un esemplare analogo tra i materiali del ripostiglio di Montegiordano (CS), chiuso tra la fine del IV e gli inizi del III secolo a.C. e composto esclusivamente da divisionali in metallo prezioso e vile di zecche magnogreche (Heraklea: 1 AR ; Kroton: 1 AR; zecca incerta: 1 AR; Metapontum: 9 AE).

Thurium (da Polosa 2009, p. 43 e p. 48, n. 3)

image.png.a5c0e8c0ecb78e88f1593603d7448b16.png

image.png.68dcef6126c719b566fb21e312e28181.png

 

L’esemplare, privo al R/ di altre lettere, veniva (pur con qualche riserva) attribuito dall’editrice del gruzzolo (Polosa 2009) alla zecca di Thurii a motivo dell’immagine di Athena con elmo attico crestato al D/, peculiare delle emissioni della colonia panellenica sin dagli esordi dell’attività monetaria (seconda metà del V sec. a.C.).

Tale identificazione, basata essenzialmente sul dato tipologico, mi pare possa ritenersi corretta. Essa, infatti, sembra trovare riscontro in indizi di natura epigrafica, in quanto gli elementi all’interno del nesso TTT potrebbero prestarsi ad una lettura diversa da quella proposta nella scheda dell’esemplare (Y and 2 pellets). Se la lettera nel campo in altro appare inequivocabilmente una ypsilon, i due segni di forma circolare appaiono riconducibili a theta (a s.) ed omicron (a d.) piuttosto che a due pellets, configurandosi come iniziali della legenda thurina (:Greek_Theta::Greek_Omicron::Greek_Upsilon:). A ciò si aggiungono i dati tecnici relativi al peso e al modulo, che nei due esemplari si attestano su valori alquanto omogenei (mm 8-7; gr. 0,31; 0,23).

image.png.aaf309754d73b9d75364a14e3c2016ac.png

Ci troveremmo pertanto di fronte ad un ‘nuovo’ divisionale argenteo di Thurii, la cui esatta identificazione appare tuttavia incerta e peraltro rischiosa, considerata l’esiguità dei pezzi a disposizione. I pesi noti (gr. 0,31; 0,23) appaiono certamente inferiori a quelli dell’obolo, di cui i nostri esemplari costituiscono forse una frazione corrispondente – ma solo come ipotesi di lavoro - al valore di 1 ½ tetartemorion ossia un trihemitartemorion, come rilevano anche i compilatori della scheda.

Resterebbe poi da definire il significato delle tre T in nesso (segno di valore? simbolo?). Si tratta di una questione alquanto controversa che ha dato luogo ad una bibliografia litigiosa e che si lega, più in generale, all’annosa problematica della funzione del segno T sulle frazioni magnogreche (Taranto, Crotone, ecc.), sia in argento che in bronzo. Per quest’ultimo, in particolare, andrebbe presa in esame una nota serie enea di Crotone (D/ astro a 16 raggi; R/ clava e arco incrociati, KPO e tre T in nesso), ricondotta con incertezza da Attianese al valore del trikalkos (p.m. gr. 3,26), che reca al R/ un tipo identico (TTT) a quello dei divisionali thurini (Taliercio Mensitieri 1993, p. 116: terza fase, gruppo XXI; Rutter HN 2238: prima metà del III secolo a.C.; Attianese 2005, pp. 278-85, nn. 75-77).

Kroton (da Attianese 2005, p. 280)

image.png.6a77a14adf4407dcd5a2225964812bf7.png

 

La comparsa della stessa immagine su metallo vile e prezioso potrebbe forse sottendere un sistema di relazioni AR/AE in un’epoca in cui (fine IV-metà III secolo a.C.) il bronzo, che dapprima si associa all’argento con funzione sussidiaria, sembra poi assumere un ruolo del tutto preminente, sostituendo i divisionali in metallo pregiato all’interno dei mercati locali?

 

Abbreviazioni:

Attianese 2005 = P. Attianese, Kroton. Le monete di bronzo, Soveria Mannelli 2005.

Polosa 2009 = A. Polosa, Museo Archeologico Nazionale della Sibaritide. Il Medagliere, Paestum 2009.

Taliercio Mensitieri 1993 = M. Taliercio Mensitieri, Problemi della monetazione in bronzo di Crotone, in A. Mele (cur.), Crotone e la sua storia tra IV e III secolo a.C. - Napoli 1987, Napoli 1993, pp. 111-129.

  • Like 7

Share this post


Link to post
Share on other sites

King John

La disposizione delle tre T al rovescio di questo Trihemitartemorion si riscontra anche su alcuni Tritartemoria di altre poleis:

Gorny & Mosch Giessener Münzhandlung, Auction 228, lot 132, 9/03/2015

GRIECHEN 
PELOPONNES 
ELIS. Tritartemorion (0,09g). 360 v. Chr. (105. Olympiade). Vs.: Kopf des Zeus mit Binde n. r. Rs.: Dreifaches, radial angeordnetes T. dazwischen F-A-Λ. Seltman, Olympia Taf. VIII 25; BCD 120; HGC 490. RR! ss-vz

 

4.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

King John

Classical Numismatic Group, Mail Bid Sale 82, lot 579, 16/09/2009

ARKADIA, Uncertain. Circa 370-360 BC. AR Tritartemorion (0.63 g). Head of nymph right, wearing sphendone / T T T arranged outwardly in circular pattern, interspersed by three barley grains. BCD Peloponnesos 1772. VF, toned. Excellent metal. Extremely rare.
This type has traditionally been attributed to Pale on Kephallenia, but has been reattributed to an uncertain mint in Arkadia by BCD.

 

8.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

King John

La disposizione delle prime tre lettere dell'etnico, invece, mi ricorda questa moneta:

Savoca Numismatik, 25th Silver Auction, lot 84, 16/98/2018

Greek
Attica. Athens circa 454-404 BC. 
Tritartemorion AR
7mm., 0,48g.
Helmeted head of Athena right / Ethnic (ΑΘΕ) within three crescents.
very fine
Kroll 21b; SNG Copenhagen 57.

 

5.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

dracma

Grazie per l'interessantissima segnalazione @King John. Se le tre T presenti sia sull'argento che sul bronzo costituiscono l'indicazione del nominale avremmo una buona base di partenza per tentare una definizione dei rapporti tra AR e AE in ambito magnogreco.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

joannes carolus

salve, mi sembra interessante anche questa, specie per il dritto...

CLASSICAL NUMISMATIC GROUP, INC., AUCTION 85, LOT 384

ARKADIA, Uncertain. Circa 370-360 BC. AR Tritartemorion (10mm, 0.57 g). Bare head of African male right / T T T arranged outwardly in circular pattern. BCD Peloponnesos 1773. VF, porous, edge chipped. Extremely rare. From the BCD Peloponnesos sale: “For [Africans] in Greek art, F. Snowden’s article in LIMC I, sv. Aithiopes (pp. 413-419), is th...

845569.m.jpg

Edited by joannes carolus
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

VALTERI

A seguito dei post 2 e 3, unisco i cenni relativi all'area peloponnesiaca dall' opera di Polosa citata da @dracma .

 Aggiungo relativamente al post 6 di @joannes carolus , la rarissima moneta di incerta origine, forse della Grecia del nord, tornata lo scorso Dicembre in asta HessDivo 335 al lotto 27 .

001.jpg

002 HessDivo 335 n. 27.jpg

003 HessDivo 335 n. 27.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

VALTERI

Aggiungo alla discussione, dal vecchio manuale di Sear (1978) ed ancora dall'area peloponnesiaca, 2 frazioni con al rovescio le 3 T legate "a tondo"  la prima da Olimpia e la seconda da Kranion di Cefalonia .

Aggiungo ancora, per similitudine,  una terza frazione dalla arcadica Tegea, al cui rovescio figurano apparentemente legate "a tondo"  3 E . 

101 Olimpia  Sear 2892.jpg

102 Olimpia  Sear 2892.jpg

103 Kranion (Cefalonia)  Sear 2925.jpg

104 Kranion (Cefalonia)  Sear 2925.jpg

105 Tegea  Sear 2741.jpg

106 Tegea Sear 2741.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.