Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
numa numa

evoluzione o involuzione ?

Recommended Posts

Gallienus

Nessun dubbio sulla gravità della perdita.

Non conosco i motivi dell'allontanamento, ma se sono personali non vedo come sia possibile porvi rimedio, né penso che sia giusto: questo è un luogo che tutti noi frequentiamo volontariamente, e nel momento in cui qualcuno vuole andarsene - perché evidentemente non ne gradisce più la frequentazione - non si può fare altro che rispettare la scelta e ringraziare per il tempo speso assieme.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

bizerba62
1 ora fa, numa numa dice:

Perdonate il titolo volutamente provocatorio della discussione ma l'intento è quello di proporre un momento di riflessione che riguarda noi partecipanti e frequentatori di questo utilissimo spazio.   

Ho solo recentemente appreso che uno dei nostri contributori piu' validi, Teofrasto, alias Marco Bazzini ha deciso di lasciare il Forum. Marco Bazzini è un esperto d monetazione medioevale, tra i migliori in Italia, autore di decine di articoli in primarie riviste scientifiche, conferenziere, autore di numerose schede della Guida alle Zecche d'Italia, coordinata dalla prof.ssa Lucia Travaini e autore del Bollettino Numismatico n. 16 LA ZECCA DI MILANO
Età comunale e signorile. Dalla metà del XIII secolo al 1330 ca.
- nell'ambito del progetto di collaborazione portato avanti dal Museo Nazionale Romano in collaborazione con la SNI, tuttora in corso, che comprende la catalogazione di oltre 5000 monete della zecca di Milano appartenenti alla collezione ex Reale.

 

Oltre allo shock per la perdita - come contributore sul Forum - non solo di un numismatico tra i piu' esperti della sua materia ma anche di una delle persone piu' disponibili verso gli utenti  con  aiuti, riferimenti bibliografici, catalogazioni, spiegazioni, commenti,  segnalazioni etc.,  mi sono chiesto perché succede che un esperto di tale calibro lasci il Forum e soprattutto se vi è il modo di recuperarlo.

La domanda è in parte retorica, sappiamo bene che un Forum, è, per sua natura, un'area totalmente libera. Si è assolutamente liberi di leggere e partecipare scegliendo se, come e quando contribuire. Non vi sono vincoli - se non le regole del civile argomentare che un po' tutti i fora adottano - e si lascia libertà totale al singolo di entrare, presenziare e uscire a proprio piacimento. Non è un Circolo, nè un'Associazione/Società dove l'ingresso del socio e la sua uscita sottostanno a determinate regole che vanno accettate e rispettate.

L'interazione offerta dal Forum è pero' molto forte, piu' forte spesso di quella che i soci di un'Associazione possono avere con l'Associazione stessa. In qualche modo si è in presa diretta con gli altri utenti e questo naturalmente nel bene e nel male. Ovvero l'immediatezza della risposta, il contatto con persone esperte offrono dei vantaggi straordinari che permettono di saltare tanti passaggi che vi sono invece nella vita reale. Dall'altra parte le occasioni , ahimé, di scontri di personalità o anche piu' banalmente di incomprensioni sono perennemente in agguato.

§

Scusate se mi sono dilungato in questo preambolo ma credo sia importante per riflettere su come stia evolvendo il Forum e se vi possa/vi debba essere una coscienza - collettiva - per impedire (anzi fare in modo) che tali perdite non avvengano o siano in qualche modo recuperabili. Perdere un commentatore esperto del calibro di Bazzini è un impoverimento per tutto il Forum. Non voglio nemmeno per un momento entrare nelle dinamiche che hanno portato al suo, volontario, allontanamento  ritengo pero' sia comunque doveroso non solo prenderne atto portandolo alla conoscenza di tutti  ma anche parlarne per capire se anche gli altri condividano la rilevanza di tale perdita ed eventualmente cosa si possa fare per rimediare.

Personalmente penso che un post informativo, ben argomentato che dia elementi di conoscenza sia fondamentale per il progresso della divulgazione numismatica. I post di Bazzini erono tutti molto densi di informazioni, di dati, di riferimenti e contribuivano in tal modo alla crescita della conoscenza collettiva.

§

Negli anni tanti commentatori validi si sono avvicendati di volta in volta dominando alcune aree. Alcuni - molto/estremamente validi - purtroppo hanno deciso di non postare piu'. Altri sono rimasti ma il loro impegno oggi è meno forte  o si è grandemente ridotto. Il mio appello  è a non perdere tali contributori facendo di tutto per mantenerli.    Il loro sapere rappresenta un arricchimento per il Forum e per la divulgazione numismatica che si intende fare in questa sede e non vi è quantità che possa sostituire o compensare la qualità.  Non dobbiamo essere invidiosi per le loro realizzazioni bensi stimolarli affinché ve ne siano ancora di maggiori. Solo cosi a mio avviso si puo' crescere, tutti insieme, nella conoscenza comune di questa splendida materia. Scusate se mi sono dilungato ma questo peisodio mi ha dato lo spunto per queste riflessioni e per condividerle chiedendomi cosa ne pensano gli altri utenti. Grazie per i vs. commenti.

Ciao.

Spiacevolissima "perdita", indubbiamente.

Ma se non se ne conoscono i motivi, diventa impossibile (almeno per me) formulare una qualunque riflessione riferita al caso concreto.

Quanto al fatto di "non essere invidiosi" delle altrui realizzazioni, mi pare che non si possa non essere d'accordo.

Che il Forum abbia perso (da tempo) Utenti e contribuiti di pregio, mi pare che sia sotto gli occhi di tutti coloro che lo frequentano da una decina d'anni a questa parte.

Non c'è stato il ricambio auspicato e sarebbe il caso di chiedersi perchè, chi potrebbe dare impulsi e stimoli, non li dia più o, addirittura, si allontani dal Forum.

Il Forum, almeno dal mio punto di vista, ha subito negli ultimi tempi una progressiva ma inesorabile involuzione.

Peccato.

Saluti.

M.

 

 

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scudo1901
1 minuto fa, bizerba62 dice:

Ciao.

Spiacevolissima "perdita", indubbiamente.

Ma se non se ne conoscono i motivi, diventa impossibile (almeno per me) formulare una qualunque riflessione riferita al caso concreto.

Quanto al fatto di "non essere invidiosi" delle altrui realizzazioni, mi pare che non si possa non essere d'accordo.

Che il Forum abbia perso (da tempo) Utenti e contribuiti di pregio, mi pare che sia sotto gli occhi di tutti coloro che lo frequentano da una decina d'anni a questa parte.

Non c'è stato il ricambio auspicato e sarebbe il caso di chiedersi perchè, chi potrebbe dare impulsi e stimoli, non li dia più o, addirittura, si allontani dal Forum.

Il Forum, almeno dal mio punto di vista, ha subito negli ultimi tempi una progressiva ma inesorabile involuzione.

Peccato.

Saluti.

M.

 

 

Io sono nuovo e di conseguenza chiedo scusa agli esperti del Forum se condivido il mio modesto parere, che peraltro non è difforme da chi mi ha appena preceduto. Io credo due cose:

A. Tutte le novità costituite da nuovi fora sono interessanti e attraenti spesso perché magari sono geniali o culturalmente solide e questo è stato certamente il caso di LaMoneta vista la sua lunga vita e gli straordinari contributi che ha consentito di costruire. Un patrimonio incredibile di conoscenze. Ma quasi sempre l'entusiasmo iniziale con il tempo tende ad esaurirsi se qualcosa di nuovo non interviene a ravvivare l'iniziativa, oppure se qualcuno non provvede a sostituire coloro che, inevitabilmente, e per le ragioni più disparate, anche solo anagrafiche, se ne allontanano.  Secondo me non serve neanche capirne le motivazioni, è così e basta, è nella natura umana.

B. Tranne rare eccezioni le nuove generazioni non hanno alcun interesse alla Numismatica, come purtroppo non ce l'hanno alla cultura in generale. Per cui il ricambio manca e il virgulto nato tanti anni fa languisce e col tempo muore. Può essere una considerazione amara ma è il segno dei tempi in cui viviamo. I giovani interessati alle monete? Qualcuno indubbiamente c'è ma non è numericamente sufficiente. Non dimentichiamo che quando LaMoneta è nata tanti degli utenti non aspettavano altro che un fantastico luogo come questo per mettere a fattore comune tanti anni di esperienza mentre ora, per uno come l'esperto citato in questo post che se ne va, nessuno ne prende il posto, ma semplicemente perché non ne è in grado. 

Sic transit gloria mundi 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

b8b8

Buona sera,  vorrei far notare che ad ora vi sono 164.637 discussioni , molte interessanti, ben strutturate, con immagini, contestualizzate e che regalano molti spunti di studio per un utente interessato.

Per esempio il lavoro del Sig. @picchio sulla monetazione del periodo rivoluzionario francese è per me fonte di gioia anche se pubblicate alcuni anni fa.

Approfittiamo della conoscenza qui divulgata e del tasto "cerca" accettando che "tutto scorre" :hi:

 

 

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arka

Concordo con Numa Numa su tutto. Avevo già espresso in altra sede il mio rammarico per l'allontanamento volontario di Teofrasto. Non conosco esattamente i motivi che lo hanno portato a tale scelta, ma li immagino e non tutti sono legati al forum. Il forum come tutte le cose funziona a livello individuale se ci si diverte o se si ritiene di essere utili. Quando il divertimento diventa invece un'insopportabile pesantezza la tendenza è di mollare tutto. Lo so perchè era successo anche a me. Poi, per fortuna, ho trovato uno spazio dove ho ritrovato il divertimento e sono rimasto.

Non c'è una ricetta per questo. O perlomeno non c'è lasciando il forum inalterato. Del resto non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca...

Arka

Diligite iustitiam

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

mero mixtoque imperio
Il 23/4/2019 alle 22:11, numa numa dice:

Perdonate il titolo volutamente provocatorio della discussione ma l'intento è quello di proporre un momento di riflessione che riguarda noi partecipanti e frequentatori di questo utilissimo spazio.   

Ho solo recentemente appreso che uno dei nostri contributori piu' validi, Teofrasto, alias Marco Bazzini ha deciso di lasciare il Forum. Marco Bazzini è un esperto d monetazione medioevale, tra i migliori in Italia, autore di decine di articoli in primarie riviste scientifiche, conferenziere, autore di numerose schede della Guida alle Zecche d'Italia, coordinata dalla prof.ssa Lucia Travaini e autore del Bollettino Numismatico n. 16 LA ZECCA DI MILANO
Età comunale e signorile. Dalla metà del XIII secolo al 1330 ca.
- nell'ambito del progetto di collaborazione portato avanti dal Museo Nazionale Romano in collaborazione con la SNI, tuttora in corso, che comprende la catalogazione di oltre 5000 monete della zecca di Milano appartenenti alla collezione ex Reale.

 

Oltre allo shock per la perdita - come contributore sul Forum - non solo di un numismatico tra i piu' esperti della sua materia ma anche di una delle persone piu' disponibili verso gli utenti  con  aiuti, riferimenti bibliografici, catalogazioni, spiegazioni, commenti,  segnalazioni etc.,  mi sono chiesto perché succede che un esperto di tale calibro lasci il Forum e soprattutto se vi è il modo di recuperarlo.

La domanda è in parte retorica, sappiamo bene che un Forum, è, per sua natura, un'area totalmente libera. Si è assolutamente liberi di leggere e partecipare scegliendo se, come e quando contribuire. Non vi sono vincoli - se non le regole del civile argomentare che un po' tutti i fora adottano - e si lascia libertà totale al singolo di entrare, presenziare e uscire a proprio piacimento. Non è un Circolo, nè un'Associazione/Società dove l'ingresso del socio e la sua uscita sottostanno a determinate regole che vanno accettate e rispettate.

L'interazione offerta dal Forum è pero' molto forte, piu' forte spesso di quella che i soci di un'Associazione possono avere con l'Associazione stessa. In qualche modo si è in presa diretta con gli altri utenti e questo naturalmente nel bene e nel male. Ovvero l'immediatezza della risposta, il contatto con persone esperte offrono dei vantaggi straordinari che permettono di saltare tanti passaggi che vi sono invece nella vita reale. Dall'altra parte le occasioni , ahimé, di scontri di personalità o anche piu' banalmente di incomprensioni sono perennemente in agguato.

§

Scusate se mi sono dilungato in questo preambolo ma credo sia importante per riflettere su come stia evolvendo il Forum e se vi possa/vi debba essere una coscienza - collettiva - per impedire (anzi fare in modo) che tali perdite non avvengano o siano in qualche modo recuperabili. Perdere un commentatore esperto del calibro di Bazzini è un impoverimento per tutto il Forum. Non voglio nemmeno per un momento entrare nelle dinamiche che hanno portato al suo, volontario, allontanamento  ritengo pero' sia comunque doveroso non solo prenderne atto portandolo alla conoscenza di tutti  ma anche parlarne per capire se anche gli altri condividano la rilevanza di tale perdita ed eventualmente cosa si possa fare per rimediare.

Personalmente penso che un post informativo, ben argomentato che dia elementi di conoscenza sia fondamentale per il progresso della divulgazione numismatica. I post di Bazzini erono tutti molto densi di informazioni, di dati, di riferimenti e contribuivano in tal modo alla crescita della conoscenza collettiva.

§

Negli anni tanti commentatori validi si sono avvicendati di volta in volta dominando alcune aree. Alcuni - molto/estremamente validi - purtroppo hanno deciso di non postare piu'. Altri sono rimasti ma il loro impegno oggi è meno forte  o si è grandemente ridotto. Il mio appello  è a non perdere tali contributori facendo di tutto per mantenerli.    Il loro sapere rappresenta un arricchimento per il Forum e per la divulgazione numismatica che si intende fare in questa sede e non vi è quantità che possa sostituire o compensare la qualità.  Non dobbiamo essere invidiosi per le loro realizzazioni bensi stimolarli affinché ve ne siano ancora di maggiori. Solo cosi a mio avviso si puo' crescere, tutti insieme, nella conoscenza comune di questa splendida materia. Scusate se mi sono dilungato ma questo episodio mi ha dato lo spunto per queste riflessioni e per condividerle chiedendomi cosa ne pensano gli altri utenti. Grazie per i vs. commenti.

Ormai è quasi fisiologico che si sia determinato l'abbandono di un numismatico così rilevante.

La mia piccola esperienza, recentemente avvalorata, mi dice che il popolo del forum, fatte le dovute eccezioni relative ai pochi 'likes' di utenti particolarmente attenti od onesti, non si è minimamente smosso di fronte a quella che si profila come la più importante scoperta di sempre, a livello europeo, in medieval and early modern 

, per cui lo stesso popolo ha evidentemente trascurato anche l'importante contributo che il Prof. Bazzini ha fornito su questa piattaforma.

Sono certo che potrà tornare a condividere con noi le sue importanti conoscenze. 

Edited by mero mixtoque imperio
refuso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Spento
niko
21 ore fa, b8b8 dice:

Buona sera,  vorrei far notare che ad ora vi sono 164.637 discussioni , molte interessanti, ben strutturate, con immagini, contestualizzate e che regalano molti spunti di studio per un utente interessato.

Per esempio il lavoro del Sig. @picchio sulla monetazione del periodo rivoluzionario francese è per me fonte di gioia anche se pubblicate alcuni anni fa.

Approfittiamo della conoscenza qui divulgata e del tasto "cerca" accettando che "tutto scorre" :hi:

E ci sarebbero stati tanti altri contributi da leggere se il cambio di server nel 2010 (se non ricordo male) non avesse fatto perdere anni di discussioni di spessore, o anche semplicemente discussioni con dibattiti accesi tra appassionati: gli albori della numismatica online, dove il contributo semi-sconosciuto veniva riscoperto e veniva divulgato.  

Poi la “crisi” ci ha colpiti, nuovi ingressi e qualche dissapore, salvo poi ritrovare in qualche persona volenterosa quella scintilla in grado di generare discussioni con più di 10 pagine (forse a volte anche un po’ troppe!) ma trainante, dove la gente postava il proprio contributo (e che ha attirato anche più di uno studioso!)

tutto è ciclico.

Personalmente se posso dire la mia, ciò che è cambiato maggiormente è l’approccio al forum: sono sempre esistiti i troll, sono sempre esistiti i “profeti”, son sempre esistiti i volenterosi, ma tutti con un’identità ben precisa. Non me ne vogliano i nuovi utenti ma quel che noto è che uno strumento come il web oggi da’ la possibilità a una generazione facebook “con la quinta elementare” (e forse non dovrei nemmeno usare questo termine ma dovrei parlare di gente che non ha alcuna intenzione di informarsi ma parla per sentito dire) di dire la propria e questa è la vera piaga che ci affligge. Non è da biasimare chi si “nasconde”, per chi parlerebbe? Per chi scambia una fake news per vera e subito a scandalizzarsi e stracciarsi le vesti?

E per chiudere direi che un’altra grave perdita è stata la chiusura della chat online. Capitava di ritrovarsi la sera, chattare e discutere, un po’ come andare al bar di paese e ritrovarsi davanti a una birra (in quel caso virtuale). Così il paese ha perso il suo bar.

Scusate i pensieri a ruota libera.

N.

Share this post


Link to post
Share on other sites

numa numa

Ringrazio tutti per i contributi apportati. Mi sarebbe piaciuto leggerne qualcuno da parte dello Staff, evidentemente non è stato ritenuto il caso di intervenire e questo mi spiace perche certe partenze si dovrebbero ‘pesare’ - non possono essere considerate  tutte eguali. 

Teofrasto arricchiva il Forum - cosi come lo rendono più interessante  e significativo altre presenze di peso -

Senza di lui siamo inevitabilmente più poveri ed è una falsa credenza che la quantità possa ovviare o sostituire la qualità. 

 

Il Forum è - l’ho scritto molte volte - un contenitore utilissimo e insostituibile. Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo 😄

svolge la fondamentale  funzione di area di discussione e rende una marea di servigi ai suoi partecipanti. E’ pero’ invitabilmente una struttura fragile - per la sua stessa natura - l’assenza di barriere - all’entrata come all’uscita - ne circoscrive in qualche modo il limite. 

Nulla puo’ essere fatto in tal senso penso  se si vuole mantenere ( giustamente) il carattere non-elitario della struttura. Il rischio da tenere presente però è quello della perdita di personaggi  ‘pesanti’ la cui dipartita inevitabilmente si riflette sul livello culturale del nostro ambiente comune.  

Lo stesso problema - si badi bene - affligge anche le associazioni reali - non solo quelle virtuali dove spesso qualcuno lascia ( per giustissima causa) sbattendo la porta. E credo sia una presunzione utopica ritenere che almeno in quelle virtuali - proprio per loro natura piu aperte e con meno vincoli - tale fenomeno possa essere meno rilevante. Dobbiamo convivere con questa ‘fragilità’‘ delka struttura e .. purtroppo con l’assenza di chi sceglie di lasciare. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poemenius

purtroppo il forum è come la vita di tutti i giorni… arriva un punto in cui dici "ma chi me lo fa fare" ...

ho condiviso in parte alcune problematiche con Marco e la sua scelta mi era chiara prima che avvenisse, d'altronde appoggio "la resistenza" quando l'impegno è utile… per esempio nel mantenimento della società civile, ma qua tanto vale lasciare… 

essendo interessati a periodi differenti riscontriamo problemi in parte differenti … ma capisco.. e vedo….

enorme perdita per lamoneta

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poemenius

purtroppo il forum è come la vita di tutti i giorni… arriva un punto in cui dici "ma chi me lo fa fare" ...

ho condiviso in parte alcune problematiche con Marco e la sua scelta mi era chiara prima che avvenisse, d'altronde appoggio "la resistenza" quando l'impegno è utile… per esempio nel mantenimento della società civile, ma qua tanto vale lasciare… 

essendo interessati a periodi differenti riscontriamo problemi in parte differenti … ma capisco.. e vedo….

enorme perdita per lamoneta

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

bizerba62
1 ora fa, Poemenius dice:

purtroppo il forum è come la vita di tutti i giorni… arriva un punto in cui dici "ma chi me lo fa fare" ...

Già, proprio così.

3 ore fa, numa numa dice:

Ringrazio tutti per i contributi apportati. Mi sarebbe piaciuto leggerne qualcuno da parte dello Staff, evidentemente non è stato ritenuto il caso di intervenire e questo mi spiace perche certe partenze si dovrebbero ‘pesare’ - non possono essere considerate  tutte eguali. 

In effetti è strano.

Si invitano gli Utenti ad aprire discussioni "riflessive"....e quando, come in questo caso, lo si fa, gli interventi sono pochissimi.

Davvero curioso.

Saluti.

M. 

Edited by bizerba62
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

talpa
49 minuti fa, bizerba62 dice:

Già, proprio così.

In effetti è strano.

Si invitano gli Utenti ad aprire discussioni "riflessive"....e quando, come in questo caso, lo si fa, gli interventi sono pochissimi.

Davvero curioso.

Saluti.

M. 

Il problema è che, salvo chi aveva conoscenza personale e aveva avuto modo di scambiare riflessioni con la persona in questione, tutti gli altri utenti sono all'oscuro delle motivazioni che lo hanno condotto ad allontanarsi dal forum, in mancanza di questa informazione ci si può solo rammaricare ma è difficile impostare un approfondimento che conduca a una riflessione significativa...

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

uzifox
4 ore fa, numa numa dice:

Mi sarebbe piaciuto leggerne qualcuno da parte dello Staff, evidentemente non è stato ritenuto il caso di intervenire e questo mi spiace perche certe partenze si dovrebbero ‘pesare’ - non possono essere considerate  tutte eguali. 

Talvolta i silenzi parlano più delle parole.

Saluti

Simone

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

numa numa
5 minuti fa, uzifox dice:

Talvolta i silenzi parlano più delle parole.

Saluti

Simone

Non potrei essere piu’ concorde 😢

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poemenius
7 minuti fa, talpa dice:

Il problema è che, salvo chi aveva conoscenza personale e aveva avuto modo di scambiare riflessioni con la persona in questione, tutti gli altri utenti sono all'oscuro delle motivazioni che lo hanno condotto ad allontanarsi dal forum, in mancanza di questa informazione ci si può solo rammaricare ma è difficile impostare un approfondimento che conduca a una riflessione significativa...

la cosa è magari evidente per chi ha letto tra le righe di vari post...

è chiaro che se non se ne parla apertamente è perché purtroppo non si riesce ad aprire un dialogo "strutturale" e "costruttivo", e questo non avviene perché inevitabilmente si passa dal "dialogo" alla "partigianeria" in meno di un secondo… ti troveresti così a leggere 200 post di "fazione" senza che questo porti a nulla se non ad una partizione ancora più marcata...

allora accade che chi racconta sottovoce e con pacatezza, lasci che lo strillone di turno si faccia portavoce di un popolo che poi in effetti nemmeno c'è e a ben guardare è fatto di 4 gatti...che si credono il tutto… ma rappresentano solo se stessi...

così è, se vi pare….

Alain

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

bizerba62
9 minuti fa, uzifox dice:

Talvolta i silenzi parlano più delle parole.

Saluti

Simone

In effetti, la tentazione sarebbe quella di stare in silenzio.😞

M.

Share this post


Link to post
Share on other sites

bizerba62
2 minuti fa, Poemenius dice:

la cosa è magari evidente per chi ha letto tra le righe di vari post...

è chiaro che se non se ne parla apertamente è perché purtroppo non si riesce ad aprire un dialogo "strutturale" e "costruttivo", e questo non avviene perché inevitabilmente si passa dal "dialogo" alla "partigianeria" in meno di un secondo… ti troveresti così a leggere 200 post di "fazione" senza che questo porti a nulla se non ad una partizione ancora più marcata...

allora accade che chi racconta sottovoce e con pacatezza, lasci che lo strillone di turno si faccia portavoce di un popolo che poi in effetti nemmeno c'è e a ben guardare è fatto di 4 gatti...che si credono il tutto… ma rappresentano solo se stessi...

così è, se vi pare….

Alain

Concordo totalmente.

In particolare sulla seconda parte del messaggio.

M.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

luigi78
Supporter

Credo che il problema sia stato in una discussione dove Teofrasto si è sentito , come dire, preso per il .....

A volte , purtroppo ,dietro l'anonimato ci sono persone che non avendo una mazza da fare, decidono di stascrivere e rompere assai...

 

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

bizerba62

Sarà ma ho la sensazione che questa discussione sta per essere chiusa con la motivazione che "gli animi" si sono surriscaldati e che non c'è più nulla da dire......😊

M.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poemenius
4 minuti fa, bizerba62 dice:

Sarà ma ho la sensazione che questa discussione sta per essere chiusa con la motivazione che "gli animi" si sono surriscaldati e che non c'è più nulla da dire......😊

M.

oppure la sovrastiamo continuamente con un'altra discussione che seguono in 3

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

talpa
15 minuti fa, Poemenius dice:

la cosa è magari evidente per chi ha letto tra le righe di vari post...

è chiaro che se non se ne parla apertamente è perché purtroppo non si riesce ad aprire un dialogo "strutturale" e "costruttivo", e questo non avviene perché inevitabilmente si passa dal "dialogo" alla "partigianeria" in meno di un secondo… ti troveresti così a leggere 200 post di "fazione" senza che questo porti a nulla se non ad una partizione ancora più marcata...

allora accade che chi racconta sottovoce e con pacatezza, lasci che lo strillone di turno si faccia portavoce di un popolo che poi in effetti nemmeno c'è e a ben guardare è fatto di 4 gatti...che si credono il tutto… ma rappresentano solo se stessi...

così è, se vi pare….

Alain

 

Il problema è che se non se ne parla e si sta in silenzio il motivo e lo scopo di questa discussione vengono meno, chi è addentro alle motivazioni personali o alle dinamiche che hanno condotto alle fazioni e alle faide saprà cosa è successo, chi non è addentro, cioè la quasi totalità degli utenti credo, al massimo potrà rammaricarsi ma più di tanto non sarà in grado di contribuire con riflessioni appropriate... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

bizerba62
Adesso, Poemenius dice:

oppure la sovrastiamo continuamente con un'altra discussione che seguono in 3

Si, appunto.....magari una discussione sulla prima volta che vi è apparsa in sogno una moneta e vi siate fatti la pipì addosso per l'emozione......😀

M.

  • Haha 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

bizerba62

E si. Direi proprio che è ora di chiuderla questa discussione....naturalmente cancellando prima tutti gli interventi....non pertinenti.....e che "surriscaldano" gli animi....😎

M.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.