Jump to content
IGNORED

Qualità euro benelux


Spinoza
 Share

Recommended Posts

Ho letto più d'una volta sul forum le vostre lamentele riguardo la scarsa qualità delle monete in euro coniate da Belgio, Olanda e Lussemburgo.

Non credo riguardi la qualità dei soggetti (i testoni dei regnanti), vero? Quello che intendete è proprio la qualità del conio? Posso chiedervi da dove si vede questa bassa qualità?
Link to comment
Share on other sites


A livello estetico forse? Ho l'impressione che le monete del Benelux abbiano uno scarso rilievo del conio, se paragonati, ad esempio, all'aquila germanica o ai ritratti sulle monete austriache.

Certo, un rilievo più basso significa anche una minore usura delle matrici....

Metto tutto in chiave dubitativa perchè non colleziono Euro
Link to comment
Share on other sites


La pessima qualità dei conii belgi, olandesi e lussemburghesi è un fatto ormai assodato. Se osservi le monete in rame da 1, 2 e 5 cent. di questi Stati (anche la Grecia non è il massimo) è facile che abbiano un taglio molto grezzo, vistose eccedenze di materiale sulle facce, disegni mal definiti...

Da questo punto di vista tra le zecche migliori ci sono sicuramente quelle dell'Italia, dell'Austria e della Germania.

Ciao,
[b]Alberto[/b]
Link to comment
Share on other sites


Dunque, riporto le mie impressioni: più che di benelux parlerei di Belgio. Non so se hai mai avuto per le mani un rotolino di una moneta belga, soprattutto da 2 Euro: io li ho, beh, su 25 monete non ne ho trovata una che fosse immune da difetti. E non parlo tanto di rilievi del conio, quanto proprio di graffi, segni, insomma, le monete sembrano circolate, dal che sono brutte. Persino i centesimi, che normalmente non hanno questi problemi, sono generalmente pessimi (addirittura in un rotolino da un 1 centesimo 2003 ho trovato alcune monete orrendamente macchiate! Ma come faranno a fare simili schifezze??).
Ma non è tutto: se penso che ciò sia circostritto alle monete dedicate esclusivamente alla circolazione, sei in erroe: anche le monete nelle divisionali sono della stessa identica (s)qualità di quelle dei rotolini: piene di segni e di graffi, e poi le chiamano BU!
Di Olanda e Lussemburgo invece, a parte la monotonia delle raffigurazioni, non ho nulla da dire, mi sembra che la qualità del conio sia generalmente buona, o cmq nella media.
Link to comment
Share on other sites


[quote name='Alberto' date='03 febbraio 2005, 21:12']La pessima qualità dei conii belgi, olandesi e lussemburghesi è un fatto ormai assodato.  Se osservi le monete in rame da 1, 2 e 5 cent. di questi Stati (anche la Grecia non è il massimo) è facile che abbiano un taglio molto grezzo, vistose eccedenze di materiale sulle facce, disegni mal definiti... [/quote]

Sulle eccedenze ti dò ragione, in effetti sulle monete del Lussemburgo e anche della Grecia è tutt'altro che difficile trovare eccedenze.. però non è detto che sia un difetto, visto quanto sono ricercati questi esuberi di conio :D

[quote]Da questo punto di vista tra le zecche migliori ci sono sicuramente quelle dell'Italia, dell'Austria e della Germania.[/quote]

Non sono del tutto d'accordo su Italia e Germania. Certo, questi due paesi sono più giustificati, avendo prodotto molte più monete di paesi più piccoli come Grecia o Olanda, però, soprattutto le italiane, non si può dire siano esenti da difetti. Per l'Italia basti nominare il famoso 10c doppio bordo (che guarda caso è stato riscontrato anche su 10 centesimi tedeschi) o svariate evanescenze, o ancora i vari esuberi che si trovano sui 20 cents. Non eccelsa pure la qualità del conio del recente 2€ commemorativo, insomma, non mi pare che l'Italia possa fare scuola in questo campo. Anche la Germania, pur con minore gravità, ha le sue belle pecche, ho riscontrato esuberi su alcune monete tedesche, e la qualità dei 2€ è anche qui spesso scarsa, con frequenti graffi e segni. E anche gli altri tagli generalemente non mi entusiasmano.
Se dovessi votare per paesi con alta qualità di conio voterei per Finlandia e Portogallo. Ho un rotolino da 20 cents finlandesi del 2001, che per me rappresentano il punto più alto dal punto di vista del conio di queste prime annate dell'€uro. Al di là del disegno, sono letteralmente magnifici, con superfici speculari veramente difficili da vedere su una €uromoneta. E non è che sia solo un rotolino fortunato, perchè ho visto altri pezzi di questa moneta, ed erano tutti perfetti. Anche il Portogallo conia molto bene, considerando anche la complessità del disegno delle proprie monete. Buona infine anche la qualità delle monete austriache, come da te sottolineato.
Link to comment
Share on other sites


ieri avevo tra le mani un 2E belga e (non avendo al momento altri 2E) mi sono venuti seri dubbi che fosse falsa, anche perché aveva, in confronto ad alcuni 2E falsi che ho rinvenuto, la stessa incisione sul contorno (2 ** - la stessa della Spagna se non sbaglio) e la mancanza di dettagli nell'Europa. Confrontandola poi con un 2E belga vero ho visto che purtroppo è vera anche questa. Strano cmq che i falsari non si siano ancora accorti di queste anomalie...
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.