Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
Makusabacus

20 lire Carlo Alberto zecca Genova: prova del "ping" col Bullion Test

Recommended Posts

Makusabacus

Sono venuto in possesso di questa moneta (che in realtà è meno brutta di quanto pare dalle foto: credo che un BB o un BB+ ci stia) che so essere comune, insieme ad un altro marengo ancora più usuale di Umberto I.

Posto qui perché io, prima di acquistare, controllo per bene le monete, le peso e le misuro.

Entrambe le monete acquistate corrispondono esattamente come peso e dimensioni, ma io controllo le monete anche tramite ping test e una app che si può scaricare facilmente e che si chiama Bullion Test. Ogni moneta, se "percossa", emette picchi di frequenza caratteristici, che la identificano come fossero delle impronte digitali.

Su tale applicazione i due marenghi non sono presenti, ma è presente il marengo francese da 20 franchi che, sia come peso, che come dimensioni che come purezza è perfettamente sovrapponibile ai due marenghi da me acquistati.

Ebbene: mentre il marengo di Umberto I supera il test, il marengo del Regno di Sardegna lo fallisce, anche se i picchi di frequenza risultano piuttosto simili. Vi è mai capitato un caso simile? Possibile che minime differenze nella lega e/o nella forma/usura della moneta possano causare picchi di risonanza differenti, tali da inficiare il ping test fatto con Bullion Test?

Dato che le misure e il peso erano perfetti, e dato che il ping non era comunque quello di un pezzo di tungsteno (è anche difficile trovare falsi in tungsteno di monetine così piccole e comuni) mi sono fidato maggiormente del mio intuito che non del Bullion Test: ma la domanda resta... Può fallire il Bullion Test per minime differenze di lega o di forma, con monete per il resto perfettamente identiche?

 

Grazie!

Alberto1.jpg

Alberto2.jpg

Edited by Makusabacus
errore

Share this post


Link to post
Share on other sites

dux-sab

sono curioso, la moneta va percossa tenendola in mano e con cosa ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Makusabacus

La si tiene in equilibrio su un polpastrello e per dare un piccolo tocco al bordo io uso una bacchettina in acciaio inox.

Credo che su youtube ci siano parecchi esempi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Makusabacus

Credo di aver avuto risposta con questo video su youtube:

 

 

Se leggete il commento di Grant: lui si stupisce che Krugerrand e Gold Eagle risuonino diversamente, pur avendo stesse dimensioni e stessa purezza!

Ma variano appunto nel disegno (si dice così?) e soprattutto nel tipo di lega (rame nel K., rame e argento nella G.E.).

Share this post


Link to post
Share on other sites

TIBERIVS
24 minuti fa, dux-sab dice:

sono curioso, la moneta va percossa tenendola in mano e con cosa ?

 

18 minuti fa, Makusabacus dice:

La si tiene in equilibrio su un polpastrello e per dare un piccolo tocco al bordo io uso una bacchettina in acciaio inox.

Credo che su youtube ci siano parecchi esempi!

Sono quei sistemi abbastanza empirici, per vedere se una moneta  è d'oro o d'argento, usato soprattutto per le bullion, si percuote la moneta tenuta in equilibrio sul polpastrello con una matita di legno, ( pessimo l'utilizzo  di @Makusabacus  bacchetta inox) il suono dovrebbe essere sia per l'argento che l'oro abbastanza inconfondibile, anche senza app........ comunque per completezza...

saluti

TIBERIVS

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Makusabacus

La bacchetta che uso è leggera e levigatissima (un sondino ad uso veterinario) e il tocco è così leggero che non solo non segna l'oro puro, ma non segnerebbe neanche il burro... (be' si fa per dire). Non crediate che senza app sia così facile riconoscere un falso dal suono: è facile riconoscere il mancato ping tipico del tungsteno, ma se cercate su youtube il paragone fra il ping di 4 ducati in oro "falso vs vero", il suono che fa il falso è addirittura più cristallino e prolungato di quello della moneta vera. Ritengo quindi il programmino molto utile... una sterlina basta sfiorarla con la bacchetta per avere un test positivo col Bullion Test!

Share this post


Link to post
Share on other sites

tiziano.goffi

Buongiorno, ma a vostro parere di esperti la moneta, a vista , è autentica?

Grazie tiziano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Makusabacus
21 minuti fa, tiziano.goffi dice:

Buongiorno, ma a vostro parere di esperti la moneta, a vista , è autentica?

Grazie tiziano

La domanda è giusta, e mi mette anche un po' di inquietudine...

 

La storia di questa moneta è la seguente: comprata da persona già conosciuta in passato, che a sua volta l'aveva acquistata in negozio di numismatica.

Prima di comprarla ho mandato le due foto a un perito, che mi ha scritto che la cifra a cui la acquistavo (300 euro) era corretta, ma che secondo lui, data la conservazione non ottimale, sarebbe valsa la pena aspettare un pezzo migliore pagandolo qualcosa in più. Ma io non sono un collezionista, quando mi capita compro monete d'oro per investimento, e, come ho già scritto, vista dal vivo questa monetina non era poi così logora.

Fosse falsa mi stupirei parecchio...

Share this post


Link to post
Share on other sites

dux-sab

per me la moneta è autentica. le foto non ottimali non permettono la precisione ma per un 90% delle probabilità. il bordo sembra un pò rovinato e per investimento dovresti pagarle meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

tiziano.goffi

Ciao, non volevo metterti in allarme, non sono un'esperto e sto cercando di capire qui nel forum  come riconoscere gli originali dai falsi.

Io solitamente mi affido ad un professionista della mia zona di cui mi fido ma vorrei capire come riconoscerli da me.

Mi sono già fatto un'idea mia, ma la mia idea non conta più di tanto

Tiziano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Makusabacus

Rispondo a dux-sab e a Tiziano.

A volte riesco a pagarle meno (anche poco sotto il prezzo dell'oro) a volte no. In questo caso ho preso i due marenghi a 550 euro sperando che il Carlo Alberto fosse meno comune: quello coniato a Torino nel 1842 sarebbe stato in effetti meno comune! Mi è andata male, ma in definitiva ho pagato 275 euro a marengo: più o meno quanto in negozio o pochi spiccioli di più.  Non mi cambia la vita. Se devo comprare 10 Krugerrand faccio più attenzione al prezzo...

 

Cosa faccio io per evitare i falsi?

 

Innanzi tutto compro solo oro.

Se si tratta di monete numismatiche mi faccio una bella ricerca sul web e invio foto ad amici e al mio perito di riferimento. Se si tratta di bullion, come quasi sempre, o di sterline, un po' di occhio me lo sono fatto, ma peso comunque la moneta in caso di dubbio e la misuro con un calibro in plastica (questa volta sì) per non rigarla. Se peso e misure sono quelle giuste i metalli con cui è fatta possono essere solo due: oro o tungsteno ricoperto.

E allora per escludere il tungsteno, che è sordo al ping test, faccio appunto il ping test.

Certo mi potrebbe capitare un Krugerrand NON autentico ma comunque in oro 22 carati... difficile, ma, in quel caso, il danno economico sarebbe molto limitato.

Edited by Makusabacus
Errore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.