Jump to content
IGNORED

Lire 5 del 1927


Lucreziamaria
 Share

Recommended Posts

Un saluto a tutti, sono Lucreziamaria appena iscritta a questo Forum, perché il mio piccolo pacchetto di monete mi sta creando qualche perplessità nel mio primo riordino, rimandato per anni. Questa moneta, per esempio, mi dà su internet diverse valutazioni a seconda della presenza della rosetta. La rosetta? di che si tratta, dove dovrebbe stare?  Inoltre quale sito mi consigliate per la mia catalogazione?

Scusate la mia ignoranza nella numismatica e grazie se avete la cortesia di rispondere alle mie domande che temo siano numerose.

Lire 5 1927 lato A.jpg

Lire 5 1927 lato B.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Per quanto ne so io, ci sono monete come la tua con bordo liscio o talmente consumato da sembrare tali, una foto del bordo sarebbe interessante, magari dove si vede una qualsivoglia traccia di incisione, ammesso che ci sia

 

Hoc habeo quodcumque dedi

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Le cosiddette "rosette" sono stelline che trovi incise nelle iscrizioni presenti sul contorno della moneta, ossia il taglio, o quello che impropriamente si definisce bordo. Le monete con 1 rosetta indicano i tondelli preparati dalla zecca di Roma, mentre quelli con due rosette provenivano dalla Società Metallurgica Italiana di Brescia. Per questa valutazione si intende il numero di rosette consecutive presenti in ciascun "ciclo" di simboli (FERT, nodi e rosetta/e), e non quelle complessive (vedi foto allegata).

In realtà per le monete del 1927 il valore commerciale tra 1 e 2 rosette è irrilevante, soprattutto nella bassa conservazione della moneta che è stata postata. Differenze un pò più rilevanti sono presenti su anni più rari come il 1928, fermo restando che su questa tiplogia più che le rosette a far la differenza in termini meramente economici è la conservazione. Un sito utile per la catalogazione è il nostro catalogo online: https://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-VE3/32

Aquilotto_1927_10385.jpg

Edited by Paolino67
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


L'Aspirante utente proveniente dallo Stato Pontificio e dalla Terra Liberi, ringraziando i nobili utenti storici e senior per le risposte datele con tanta cortesia e precisione, manifesta la propria soddisfazione per far parte di questa cavalleresca assemblea. A presto 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Anch'io vorrei consigliarti la lettura di un altro post, nel quale chiedevo informazioni sulla tua stessa moneta:

https://www.lamoneta.it/topic/184298-7-lire-in-totale/

In realtà il mio intervento è più che altro una scusa, mi rendo conto di non apportare nessun ulteriore contributo alla discussione, ma avrei un paio curiosità.
La prima: @Lucreziamaria
"L'Aspirante utente proveniente dallo Stato Pontificio e dalla Terra Liberi..." Fino all'odierno Vaticano ci arrivo, ma la "Terra Liberi"? Sarebbero gli USA, il cui inno nazionale recita: "Di' dunque, sventola ancora la nostra bandiera adorna di stelle sulla terra dei liberi e la patria dei coraggiosi?"?
La seconda: @1412luigi
"Amica di tanto nome Borjico..."; mi intriga sapere qual è il significato di "Borjico", di cui sconosco il termine.
Sempre se vi va di dirmelo! 😉😊
Grazie

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Rispondo volentieri per quanto mi compete. La nostra nuova amica si chiama Lucrezia, come Lucrezia Borgia, figlia illegittima di papa Alessandro VI Borgia, nato de Borja e italianizzato in Borgia. quindi Lucrezia è nome famoso perché portato da una de Borja... e quindi Borjico o italianizzato Borgico.

194D.jpg

Link to comment
Share on other sites


Rispondo volentieri  alla domanda su Terra Liberi. Intendevo parlare della Terra del Lavoro, quella parte d'Italia che prime del discusso Risorgimento abbracciava parte dello Stato Pontificio, del Sorano e del Casertano, quella parte che anticamente era chiamata dai più saggi Romani Terra Liberi, cioè del dio Libero che non è altro che il dio Bacco, intendevano esaltare la ricca terra florida e fertilissima. Purtroppo qualche amanuense medioevale  a cui poco piaceva quel dio evocante poco cristiane abitudini pensò bene trascrivere il nome in Terra Labori(s) trasformando quella terra felice in terra di fatica. Spero di non avervi annoiato, lungi da me il riferimento alla terra americana che forse tende a dimenticare le parole dell'inno e delle parole impresse sulle monete. Buona sera  tutti

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


27 minuti fa, Lucreziamaria dice:

Rispondo volentieri  alla domanda su Terra Liberi. Intendevo parlare della Terra del Lavoro, quella parte d'Italia che prime del discusso Risorgimento abbracciava parte dello Stato Pontificio, del Sorano e del Casertano, quella parte che anticamente era chiamata dai più saggi Romani Terra Liberi, cioè del dio Libero che non è altro che il dio Bacco, intendevano esaltare la ricca terra florida e fertilissima. Purtroppo qualche amanuense medioevale  a cui poco piaceva quel dio evocante poco cristiane abitudini pensò bene trascrivere il nome in Terra Labori(s) trasformando quella terra felice in terra di fatica. Spero di non avervi annoiato, lungi da me il riferimento alla terra americana che forse tende a dimenticare le parole dell'inno e delle parole impresse sulle monete. Buona sera  tutti

 

Beh, che dire: bellissima risposta! Oltre a soddisfare la mia piccola curiosità (e ti ringrazio), velatamente hai, con molta delicatezza, sussurrato il tuo pensiero riguardo alcune importanti questioni del passato e del presente.
Al riguardo hai tutta la mia stima.
Saluti

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.