Jump to content
Create New...

Illyricum65
 Share

Recommended Posts

 Buongiorno,

immediato retroterra di terre confine, il Friuli è sempre stato oggetto di invasioni sia da Nord che da Oriente. Una volta superate le barriere orografiche costituite dalle Alpi, si apriva all’invasore di turno una vasta pianura coltivata e non troppo difesa. Verso la fine del 1400 il territorio fu interessato da ben sette scorrerie di fantesche turche provenienti dai Balcani (periodo 1470-1499) che trovarono resistenza nella fortezza di Gradisca (1474), mentre le opere difensive di Osoppo e Chiusaforte non riuscirono a fermare le incursioni; Cividale era cinta da mura medioevali inadeguate alla difesa da armi da fuoco mentre la fortezza di Marano si limitava ad vigilare su un possibile sbarco in quel tratto di costa; l’unico baluardo possibile era costituito da Udine, con la sua cinta muraria. In questo quadro difensivo scadente nei confronti dei Turchi provenienti dalla Bosnia, si rese necessaria la costruzione di una fortezza adeguata alle tecniche difensive del periodo: Palma (così chiamata in riferimento alla vittoria di Lepanto, il suffisso “-nova” è di epoca napoleonica).

800px-Palmanova1600.jpg

Si tratta di una parte di Storia poco nota ai più rispetto ai grandi eventi del periodo ma di notevole importanza per la Storia di questi territori.

PS: benchè considerati generalmente “Turchi” in realtà si trattava di truppe di cavalleria leggera di fede musulmana di origine balcanica (Albanesi, Croati, Serbi, Macedoni, Ungheresi e Bosgnacchi [=Bosniaci])    

Di seguito riporto il link di questo filmato che tratta dell’invasione del 1499.

Ciao

Illyricum

;)

 

Edited by Illyricum65
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


33 minuti fa, Illyricum65 dice:

benchè considerati generalmente “Turchi” in realtà si trattava di truppe di cavalleria leggera di fede musulmana di origine balcanica (Albanesi, Croati, Serbi, Macedoni, Ungheresi e Bosgnacchi [=Bosniaci])    

Interessante post @Illyricum65. Dove hai trovato le informazioni del PS, perché fino al 1526 ( sconfitta ungherese di Mohács) i Turchi non erano entrati nel regno d'Ungheria, quindi era un po' difficile che Ungheresi e Croati passassero alla fede musulmana. Magari c'è qualche avvenimento storico che non conosco e giustifica tale fenomeno.

Link to comment
Share on other sites


Guarda la notizia l'ho letta sul web e mi conferma quanto ricordavo ovvero che non si trattava dell'esercito turco vero e proprio bensì di scorrerie compiute da fantesche irregolari.

Assedio di Costantinopoli - Le Grandi Battaglie della Storia - Ars Bellica

L'area nordadriatica orientale è piena di Tabor (fortificazioni su altura di solito attorno a una chiesa dove si ricoverava la popolazione locale in caso di pericolo)

image.jpeg Tabor e chiesa Hrastovlje,

cavità naturali fortificate

lobianco3372-1024x955.jpgGrotta di Ospo

e torri di avvistamento

urbane-potpec05.jpg

Torre di Popecchio

atte a vigilare sull'arrivo di queste truppe irregolari di "turchi". Ritengo che tra le fila di queste ultime vi fossero anche membri di etnie diverse convertiti all'Islamismo. Nello stesso esercito e tra le guardie del Sultano di erano militi di altre etnie, spesso allevati in quanto ostaggi ed educati alla religione musulmana. Un esempio è... Dago di Lanciostory  :D:D ! Q

Questo spiegherebbe il perchè di membri di origine balcanica ...

Ciao

Illyricum

;)

 

 

 

Edited by Illyricum65
Link to comment
Share on other sites


Una componente fondamentale dell'esercito turco era rappresentato dai giannizzeri, guardie d'élite , che erano formate da soldati di varie etnie. I giannizzeri venivano reclutati e addestrati da bambini , la maggior parte rapiti dalle famiglie delle popolazioni sottomesse.

La componente ungherese e croata nei giannizzeri venne formata solo dopo il 1526, con l'invasione del Regno d'Ungheria. Forse qualche piccola incursione di confine può giustificare qualche rapimento di bambini anche prima del 1526, ma sono veramente pochissimi questi casi.

Per quello che riguarda invece i "briganti / pirati musulmani" venuti in Friuli si deve escludere la presenza ungherese e croata, forse eccezione fatta per qualche caso rarissimo, di cui però non sono a conoscenza.

Comunque il grosso dei soldati non turchi era composta da Albanesi, Bulgari, Serbi, Bosniaci e Rumeni.

Link to comment
Share on other sites


A seguito di questo ultimo post capita bene questo altro video sui prigionieri:

Ciao

Illyricum

;)

 

Edited by Illyricum65
Link to comment
Share on other sites


Mentre questo funge da prologo al primo:

Ciao

Illyricum

;)

 

Link to comment
Share on other sites


Pensando al tema centrale mi viene in mente "I turcs tal Friul” un dramma scritto in friulano da Pier Paolo Pasolini nel 1944 e pubblicato nel 1976, un anno dopo la sua morte, che trae spunto proprio dalle invasioni turche nel Friuli.

libro-Pasolini-2-480x806.jpg

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

Problemi con la nuova grafica?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.

Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Write what you are looking for and press enter or click the search icon to begin your search