Jump to content
IGNORED

Tallero di Maria Teresa, zecca di Venezia


Recommended Posts

Buonasera a tutti.

Volevo mostrarvi un tallero di convenzione di Maria Teresa coniato dalla zecca di Venezia, credo che possa essere catalogato come H41 (a?).

La conservazione non è eccelsa, volevo tuttavia sottolineare un particolare realizzativo che lo accomuna a gran parte degli esemplari di questa emissione. Volete provare ad indovinare a cosa mi riferisco?

Il dritto:

Tallero_Venezia_D.thumb.jpg.88bafd2c2af73f7daff2fe3a5e86a387.jpg

e il rovescio:

Tallero_Venezia_R.thumb.jpg.5b529c7ecd7cb32969ea94e45897ee63.jpg

Link to post
Share on other sites

Staff

Bell'esemplare. Se ben ricordo qualcuno metteva in dubbio l'attribuzione a Venezia in quanto i conii assomiglierebbero a quelli usati a Gunzburg (vado a memoria).

 

Link to post
Share on other sites

Provo ad indovinare, la riparazione su uno dei 2 tamponi che compongono la scritta sul taglio della moneta, che fanno apparire alcune X (XXXX), ha anche i segni del tornio per portare al giusto peso il tondello prima della coniazione.

Grazie Pino della segnalazione, ci sto ancora lavorando ma siamo a buon punto.

Link to post
Share on other sites

Grazie @incuso, @Monetaio e @libeccio

Inserisco il link alla discussione nella quale è stata presentato in anteprima il volume, in modo tale da poterne seguire i prossimi sviluppi:

 

Just now, libeccio said:

Provo ad indovinare, la riparazione su uno dei 2 tamponi che compongono la scritta sul taglio della moneta, che fanno apparire alcune X (XXXX), ha anche i segni del tornio per portare al giusto peso il tondello prima della coniazione.

Grazie Pino della segnalazione, ci sto ancora lavorando ma siamo a buon punto.

Hai indovinato, nell'intervento iniziale mi riferivo al secondo punto ma avrei comunque citato quella particolare caratteristica del contorno, che su questo esemplare sembra più un XXX>:

Tallero_Venezia_C.thumb.jpg.656e71ab980b0b72f32a1a021095d1e8.jpg

Per quanto riguarda l'utilizzo del tornio per la regolazione del peso (che per l'esemplare in oggetto è 27.99 g), trovo curioso che ne venga fatto un utilizzo così massivo su questa emissione. Sappiamo qualcosa di più a questo proposito?

 

Link to post
Share on other sites

Per inquadrare temporalmente questa emissione, teniamo conto che stiamo parlando del periodo 1840-1866, almeno secondo l'attuale classificazione.

Per capire che il fenomeno fosse particolarmente diffuso basta fare una rapida ricerca sul Web. Anche sul nostro Catalogo c'è un esemplare, proveniente da http://www.theresia.name/en/ , che presenta un profondo solco dovuto all'intervento del tornio. Una moneta con un interessante segno a spirale è ad esempio questa:

bis-1799-habsburg-6279652-O.thumb.jpg.bf751b0694d3a67c53246438e2badb1e.jpg

(da https://www.sixbid.com/en/auktionshaus-felzmann/7700/europa/6279652/bis-1799-habsburg?term=10439&orderCol=lot_number&orderDirection=asc&priceFrom&displayMode=large&auctionSessions=&sidebarIsSticky=false ).

 

 

Link to post
Share on other sites

Ciao @El Chupacabra

24 minutes ago, El Chupacabra said:

E qui il secondo:

1036693149_Venezia11840-1866H41c.thumb.jpg.c0941b06e639e993c827e3f80cceb237.jpg

Non avendo il Lexicon, basandomi quindi su altre catalogazioni trovate in Rete, avrei detto 41a: il punto interrogativo che vedi ad inizio discussione ti deve però far capire che la mia affermazione non è suffragata da fonti attendibili. Come mai hai scelto la c?

Sui tuoi esemplari non sembrerebbe esserci nessun aggiustamento di peso.

 

Link to post
Share on other sites

El Chupacabra
15 ore fa, avgvstvs dice:

Come mai hai scelto la c?

Bella domanda. In effetti, ho fatto questa catalogazione più di tre anni fa. Posso dirti che ci sono stato su parecchio ad entrambi, anche perché mi sono stati venduti su eBay da professionista del settore (con negozio) che ne aveva indicato uno come di Venezia e l'altro di Milano (sic!). Poi, come già detto in altre discussioni inerenti i Talleri, sono monete che quando credi di aver considerato tutto, ti ritrovi al punto di partenza. Mi sento di confermare solo il codice Hafner H41, infatti, speravo in una conferma o in una correzione da qualcuno qui. Posso solo aggiungere che (come riportato) quello in migliori condizioni presenta al bordo le caratteristiche XXX della riparazione del tampone, mentre l'altro no, ma ha uno strano vuoto (sempre sul C/).

Link to post
Share on other sites

Sul sito http://www.theresia.name/en/ vengono elencate le tre varianti (con foto) dell'H41, nei commenti viene fatto riferimento al diadema:

http://www.theresia.name/cgi-bin/Token.cgi?Item=H41a

http://www.theresia.name/cgi-bin/Token.cgi?Item=H41b

http://www.theresia.name/cgi-bin/Token.cgi?Item=H41c

Edited by avgvstvs
Link to post
Share on other sites

El Chupacabra

È vero, ma allora non avevo capito cosa intendesse per diadema chiuso. Ad ogni modo confrontando le immagini del sito con i miei due esemplari, mi sembra di poter dire che sono entrambi H41a:

Cattura41a.JPG.508828355c6a939712f731dd22bb0a3b.JPG

 

Edited by El Chupacabra
Link to post
Share on other sites

13 minutes ago, El Chupacabra said:

È vero, ma allora non avevo capito cosa intendesse per diadema chiuso. Ad ogni modo confrontando le immagini del sito con i miei due esemplari, mi sembra di poter dire che sono entrambi H41a:

Cattura41a.JPG.508828355c6a939712f731dd22bb0a3b.JPG

 

Esatto, è quello che penso anche io per quello che riguarda l'esemplare di inizio discussione.

Vorrei riprendere il discorso dell'uso del tornio per l'aggiustamento del peso delle monete d'argento di grosso modulo nella zecca di Venezia, ricordiamo che qualche anno fa c'è stata la seguente discussione:

Tallero per il Levante 1794

Sicuramente, quindi, il tornio era stato utilizzato nella zecca di Venezia nel XVIII secolo, decenni prima dell'inizio della produzione dei talleri classificabili come H41.

Era comune l'uso di questo strumento nelle zecche del XIX secolo?

Giuseppe Sacchetti, che aveva lavorato nella zecca di Milano, parla dell'utilizzo del tornio in un paio di testi, entrambi scaricabili da Google Libri:


Della coniazione monetaria e delle monete italiane del secolo XIX , 1873

Tecnologia e terminologia monetaria , 1884 (uscito nella collana dei Manuali Hoepli)

L'aggiustamento del peso al tornio sembrerebbe essere quindi stato effettuato su tondelli destinati, ad esempio, alle 5 lire italiane (coniate nella zecca di Milano?).

C'è però un "buco" che non mi spiego, ma non avendo visionato un gran numero di talleri veneziani forse mi mancano informazioni: su emissioni precedenti attribuite alla zecca di Venezia (ad esempio H37 o 38), gli aggiustamenti di peso sono comuni, ma quelli che ho visto sono fatti con la lima.

C'è una spiegazione nota per questo? Ci sono talleri precedenti all'H41 che presentano segni del tornio?

Link to post
Share on other sites

  • 2 weeks later...

... e non solo monete di grosso taglio.

Ho trovato in rete un paio di esempi di monete, di dimensioni contenute, emesse dalla zecca di Venezia che ancora una volta presentano i segni del tornio (i link non sono ovviamente riportati a fini pubblicitari ma per doverosa citazione della fonte):

9940_img_2579_c.thumb.jpg.923670b6e6baa5f729e3796bac9d49aa.jpg

(da https://www.ma-shops.com/koci/item.php?id=9940&lang=it )

15418_rdr_1_2lira1822v_vz_ljust_kombi.jpg.823e5d3564858d3bc8167a390e77e8a5.jpg

(da https://www.ma-shops.com/halbedel/item.php?id=15418&lang=it ), su quest'ultimo esemplare si può notare un'andatura a spirale del segno.

Entrambi gli esemplari sono del 1822.

Che vi risulti esistono monete emesse dalla zecca di Venezia nel XIX secolo (o fine XVIII) che riportano segni di aggiustamento con la lima? Escludiamo -per adesso- i talleri di Maria Teresa.

 

Link to post
Share on other sites

  • 2 weeks later...
avgvstvs
On 11/29/2020 at 11:09 PM, avgvstvs said:

... C'è però un "buco" che non mi spiego, ma non avendo visionato un gran numero di talleri veneziani forse mi mancano informazioni: su emissioni precedenti attribuite alla zecca di Venezia (ad esempio H37 o 38), gli aggiustamenti di peso sono comuni, ma quelli che ho visto sono fatti con la lima.

C'è una spiegazione nota per questo? Ci sono talleri precedenti all'H41 che presentano segni del tornio?

Ripropongo la domanda in termini leggermente diversi: ho fatto un po' di ricerche in Rete ma non ho trovato monete della zecca di Venezia a partire dalla seconda metà del XVIII secolo con aggiustamenti di peso con la lima ma solo al tornio.

Non sono esperto in questa zecca e magari mi sono sfuggite, se avete degli esempi sono graditi. Se così non fosse, perché i colpi di lima sono praticamente una costante sui talleri della prima metà del XIX secolo attribuiti a Venezia?

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.