Jump to content
IGNORED

AUTENTICA????


berny24
 Share

Recommended Posts

L'identificazione del nominale e dell'emittente data da Simone è giusta. La differente forma della cartella che contiene il motto al R/ (il D/ è la faccia con lo stemma) dà origine a due diverse tipologie riferite allo stesso nominale che, come potete immaginare, è meglio catalogare avendo un testo davanti ;)

Nelle monete papali almeno fino al periodo napoleonico sono infinite le varianti di conio, alcune più evidenti e quindi classificabili come tipi a sé stanti, altre di minore importanza e quindi a malapena citate o spesso neanche considerate nei testi. La tecnologia produttiva (più conii realizzati a mano e utilizzati contemporaneamente su una trafila a rulli) e una certa rilassatezza nel "controllo di qualità" (verificabile ad esempio dalle variazioni di peso tra esemplari appartenenti alla stessa tipologia) erano all'origine del gran numero di varianti.

Ciao, P. :)

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.