Jump to content
IGNORED

Richiesta identificazione medaglia


Recommended Posts

Il 6/2/2021 alle 18:35, Gabriel2005 dice:

Buona sera, 

ho rinvenuto questa medaglia e volevo sapere se qualcuno può o aiutarmi nella sua identificazione, per favore? 

F07E4237-0814-4D22-A04F-A1E901871E77.jpeg

FB3A96BE-CA31-4F53-A5C9-20147B406D1B.jpeg

potrebbe essere una medaglia riguardante lo studentato o la ginnastica ( alcune cose non si riecono a leggere ) . dalla frase  "frisch fromm fröhlich frei jeder brave Turner   "       ho trovato qst che riporto di seguito :

 

Fresco, pio, felice, libero è il motto della ginnasta. Nella sua versione originale, è fresco, libero, felice, pio sul frontone dell'ultima casa di "Turnvater" Friedrich Ludwig Jahn a Freyburg an der Unstrut, che oggi ospita il Museo Friedrich Ludwig Jahn. origine Jahn non ha inventato il motto di Turner, ma ha adottato un motto studentesco del XVI secolo con alta probabilità. Questo è stato chiamato: Fresco, libero, felice, pio Sono la ricchezza dello studente! Prende posizione per lo stile di vita studentesco e si distingue dai beni e dal filisteismo.  Nel suo libro Die deutsche Turnkunst Jahn manifesta il motto "Fresco, libero, felice, pio" nel capitolo "Leggi sulla ginnastica".  Lì ha modificato la seconda riga dell'ex studente dicendo a: Fresco, libero, felice, pio Questa è la ricchezza di Turner! La seconda riga di Jahn è stata successivamente modificata in: Fresco, pio, felice, libero Quell'altro Dio sia comandato! La prima riga dovrebbe essere basata sulla sequenza dei tre termini che è già stata eseguita fresco, fro, frey basato, che è stato tramandato dal XIV secolo.  Jahn ha anche fatto riferimento per iscritto alla frase "dal FF", nel senso di forza ed efficienza. Chiunque abbia imparato un'abilità (come la ginnastica) dal "FF" non solo può farlo molto bene, ma forse anche di più in altri settori. Il termine pio era ed è spesso interpretato male in questo contesto. In origine non aveva nulla in comune con il concetto religioso ed ecclesiastico di pietà, ma significa efficiente, laboriosa. Il termine deriva dall'antico alto tedesco fruma (beneficio, vantaggio) e si è sviluppato nel medio alto tedesco frum. Fruma e frum significavano sopra, preferiti, ma anche favorevoli, efficienti.  Il verbo pio testimonia questo significato originale. Jahn lo affronta nel suo saggio Ehrenrettung des Fromm. (1846) posizione. In esso egli descrive piamente come "l'epitome di ogni attività morale, di ogni stato d'animo di volontà, come lealtà al dovere e essere avanti". Jahn si è sempre opposto a cambiare i quattro termini F, ad esempio nel 1846: “Nelle quattro parole l'incremento è inconfondibile, ogni cambiamento ne cambia il significato e lo indebolisce. Il detto è un'iscrizione di un anello per la vita di ginnastica. Tralasciare una sola parola rende il pneumatico fragile. Anche la trasformazione di "felice" in "felice" sfigura il significato, perché, così strettamente correlate, entrambe le parole si uniscono, felice si riferisce più allo stato d'animo interiore e ciò che è attivo, felice, d'altra parte, deve essere felice quando si rivela nell'aspetto esteriore (...) comunicare, sentire insieme (...) i bisogni della società ".Tuttavia, l'insieme dei quattro termini su "Fresco, pio, felice, libero" fu cambiato nell'ormai usato "Fresco, pio, felice, libero". Croce di ginnasta Articolo principale: croce di ginnasta Derivato dal motto di Turner "Fresco, libero, felice, pio", Johann Heinrich Felsing di Darmstadt creò nel 1843 la croce ginnasta delle quattro F, ancora in uso oggi come simbolo della ginnastica.

Link to post
Share on other sites

sandokan
Supporter

@Gabriel2005

  @Bradi

Ciao Gabriel,

avrai letto anche tu l'interessante spiegazione e interpretazione data da Bradi sul motto cinquecentesco dato poi da Turner alla Ginnastica.  Questo però non spiega  quale fosse il motivo che ha portato alla coniazione di questa medaglia   una parte della scritta al recto non riesco a leggerla, mentre è leggibile il nome di una città elvetica, LUZERN ; prima d'ora non conoscevo il motto e neppure avevo mai sentito nominare questo questo Turner.

Forse la medaglia attiene ad un premio ginnico, oppure a una Società di atletica, domiciliata nella Svizzera Tedesca ?

Spero che Bradi possa aiutarci in merito per tentare di giungere ad una identificazione di questa medaglia che ha quasi due secoli di storia.

Saluti a te e a Bradi.

Link to post
Share on other sites

Gabriel2005

Grazie a tutti e due, io ho ipotizzato che possa essere la medaglia da premiazione di qualche gara d'atletica (cosa al quanto evidente), l'unica cosa che non mi spiego è il luogo di rinvenimento, un bosco lontano decine di chilometri da un qualsiasi centro abitato.

 

 

Link to post
Share on other sites

sandokan
Supporter
10 ore fa, Gabriel2005 dice:

Grazie a tutti e due, io ho ipotizzato che possa essere la medaglia da premiazione di qualche gara d'atletica (cosa al quanto evidente), l'unica cosa che non mi spiego è il luogo di rinvenimento, un bosco lontano decine di chilometri da un qualsiasi centro abitato.

 

 

Questo vale per la maggior parte dei ritrovamenti, ma che sia stata perduta o gettata cambia ben poco : l'interessante sarebbe poter rispondere alla tua domanda, e cioè giungere ad una identificazione di questa medaglia che, dalle sue condizioni, non sembra aver riposato in un cassetto.....E poi anche la sua provenienza : è la Svizzara ? Sai in quale zona è stata trovata ?

Buona giornata.

Link to post
Share on other sites

littleEvil
4 ore fa, sandokan dice:

'interessante sarebbe poter rispondere alla tua domanda

Ciao a tutti, ciao @Gabriel2005

allora ci provo io a rispondere:

Eidgenössische Turnfest (ETF)  Fête fédérale de gymnastique, Festa Federale di ginnasticaFesta federala da gimnastica)

  1888,  29. Juni – 3. Juli/ Luzern (Lucerna)    

 

"Eidgenössische Turnfest" e "Lucern" si intravedono anche sulla foto.

Servus,

Njk

 

https://de.wikipedia.org/wiki/Eidgenössisches_Turnfest#Eidgenössische_Turnfeste_seit_1832

Dimenticavo:

la medaglia ufficiale - se ho capito bene  - è questa:

Bildergebnis für Eidgenössisches Turnfest 1888 medaille

 

 

Edited by littleEvil
Link to post
Share on other sites

sandokan
Supporter
29 minuti fa, littleEvil dice:

Ciao a tutti, ciao @Gabriel2005

allora ci provo io a rispondere:

Eidgenössische Turnfest (ETF)  Fête fédérale de gymnastique, Festa Federale di ginnasticaFesta federala da gimnastica)

  1888,  29. Juni – 3. Juli/ Luzern (Lucerna)    

 

"Eidgenössische Turnfest" e "Lucern" si intravedono anche sulla foto.

Servus,

Njk

 

https://de.wikipedia.org/wiki/Eidgenössisches_Turnfest#Eidgenössische_Turnfeste_seit_1832

Dimenticavo:

la medaglia ufficiale - se ho capito bene  - è questa:

Bildergebnis für Eidgenössisches Turnfest 1888 medaille

 

 

Complimenti, hai una vista migliore della mia ! E, soprattutto, sei riuscito ad identificare questa vecchia medaglia, immagino com piena soddisfaione  di Gabriel2005 e sicuramente anche mia.

La Svizzera è una miniera inesauribile di medaglie, ne coniano a quintalate per ogni sorta di avvenimenti.

 Tempo addietro un amico che conosce il mio interesse per le medaglie, di ritorno da un viaggio a Zurigo depose sul mio tavolo un pacchetto di notevole peso.

Conteneva solo medaglie elvetiche, predisposte per ogni tipo di avvenimenti, tutte portative e ognuna con il suo nastro.

 Mi disse che le aveva acquistate in blocco e che costavano popchissimo, alcune erano anche assai piacevoli a vedersi e credo di averle mostrate anche qui nel S004.JPGito, ora ne ripropongo solo alcune. Si tratta però di una produzione moderna, attuale : quella di Gabriel invece è davvero un reperto storico !  Complimenti davvero !

Link to post
Share on other sites

Gabriel2005

grazie mille a tutti

51 minuti fa, sandokan dice:

Complimenti, hai una vista migliore della mia ! E, soprattutto, sei riuscito ad identificare questa vecchia medaglia, immagino com piena soddisfaione  di Gabriel2005 e sicuramente anche mia.

La Svizzera è una miniera inesauribile di medaglie, ne coniano a quintalate per ogni sorta di avvenimenti.

 Tempo addietro un amico che conosce il mio interesse per le medaglie, di ritorno da un viaggio a Zurigo depose sul mio tavolo un pacchetto di notevole peso.

Conteneva solo medaglie elvetiche, predisposte per ogni tipo di avvenimenti, tutte portative e ognuna con il suo nastro.

 Mi disse che le aveva acquistate in blocco e che costavano popchissimo, alcune erano anche assai piacevoli a vedersi e credo di averle mostrate anche qui nel S004.JPGito, ora ne ripropongo solo alcune. Si tratta però di una produzione moderna, attuale : quella di Gabriel invece è davvero un reperto storico !  Complimenti davvero !

grazie ma io non riesco a visualizzare l'immagine, probabile sia un mio problema 

Link to post
Share on other sites

sandokan
Supporter
21 minuti fa, Gabriel2005 dice:

grazie mille a tutti

grazie ma io non riesco a visualizzare l'immagine, probabile sia un mio problema 

Ciao Gabriel, è questa l'immagine che non riesci a vedere ? Mi sai dire ? Grazie.

004.JPG

Link to post
Share on other sites

Il 12/2/2021 alle 20:20, sandokan dice:

@Gabriel2005

  @Bradi

Ciao Gabriel,

avrai letto anche tu l'interessante spiegazione e interpretazione data da Bradi sul motto cinquecentesco dato poi da Turner alla Ginnastica.  Questo però non spiega  quale fosse il motivo che ha portato alla coniazione di questa medaglia   una parte della scritta al recto non riesco a leggerla, mentre è leggibile il nome di una città elvetica, LUZERN ; prima d'ora non conoscevo il motto e neppure avevo mai sentito nominare questo questo Turner.

Forse la medaglia attiene ad un premio ginnico, oppure a una Società di atletica, domiciliata nella Svizzera Tedesca ?

Spero che Bradi possa aiutarci in merito per tentare di giungere ad una identificazione di questa medaglia che ha quasi due secoli di storia.

Saluti a te e a Bradi.

grazie :), il problema è che il motto si legge....l'altro lato non si riesce per poter dare una risposta consona alla richiesta. essendoci delle date presumo sia qualche evento sportivo ma ripeto, non riuscendo a leggere bene ciò che è scritto appare alquanto difficile. ho girato le immagini della medaglia ad un amico che le colleziona sperando che mi sappia dare più info.

Link to post
Share on other sites

Il 6/2/2021 alle 18:35, Gabriel2005 dice:

 

FB3A96BE-CA31-4F53-A5C9-20147B406D1B.jpeg

in questa immagine c'è il leone come da immagine che posto "Löwendenkmal-  Il Leone di Lucerna è un monumento della città svizzera, progettato da Bertel Thorvaldsen e scolpito da Lukas Ahorn nel biennio 1820-1821. Commemora il sacrificio delle Guardie svizzere massacrate nel 1792, durante i torbidi della Rivoluzione francese, quando i rivoluzionari presero d'assalto il Palazzo delle Tuileries a Parigi, episodio che determinò la caduta della monarchia di Luigi XVI.. "... in altro loco ho trovato tale descrizione nel famoso "non tutti sanno che....." :)

 

Il “Leone di Lucerna” è una delle attrazioni turistiche più famose della città svizzera: un leone mortalmente ferito, scolpito nella roccia, in una grande ex-cava di arenaria, nei pressi della città.

 

Il monumento è dedicato alla memoria delle Guardie Svizzere al servizio del re di Francia, che persero la vita durante la Rivoluzione Francese, mentre difendevano il Palazzo delle Tuileries, a Parigi. Il leone morente vuole essere un simbolo del coraggio dei soldati, disposti a morire piuttosto che tradire il loro giuramento di fedeltà.

 

Il-Leone-Morente-di-Lucerna-3.jpg

 

Negli ultimi due secoli, milioni di turisti hanno ammirato questo monumento, che Mark Twain descrisse come “il pezzo di pietra più triste e commovente del mondo”. Ma sono pochissimi, tra coloro che si fermano a guardare il leone, che si accorgono che ci sono due animali, e non uno, scolpiti nella roccia.

La storia dei soldati Svizzeri

I soldati mercenari svizzeri, fin dal 15° secolo, erano molto apprezzati dai monarchi europei per la loro disciplina e fedeltà, in particolare dai sovrani di Francia e Spagna, che li assoldarono come guardie del corpo, a difesa dell’incolumità delle famiglie reali.

Il 10 agosto 1792, un’immensa folla di rivoluzionari (parigini e non, popolani e borghesi, uomini e donne) riuscì a entrare nel Palazzo delle Tuileries, e a sopraffare le 1.330 Guardie Svizzere, mentre il re Luigi XVI e la sua famiglia fuggivano attraverso i giardini. Oltre seicento soldati elvetici furono uccisi durante la sommossa, circa duecento morirono in prigione per le ferite riportate e durante le successive rivolte, nel mese di settembre.

 

Il-Leone-Morente-di-Lucerna-6.jpg

 

In quel drammatico 10 agosto del 1792, il luogotenente delle Guardie Svizzere Carl Pfyffer von Altishofen, al servizio del re di Francia, si trovava a casa a Lucerna , e si salvò. Nel 1801, quando fu congedato, iniziò a pensare a un monumento commemorativo che onorasse la memoria dei suoi compagni caduti a Parigi.

Il-Leone-Morente-di-Lucerna-8.jpg

In quegli anni la Svizzera, dopo la conquista di Napoleone, era assoggettata ai francesi, e un monumento dedicato ai difensori della monarchia non era sicuramente gradito. Quando il paese riconquistò la sua indipendenza, a seguito della “restaurazione” del 1815 seguita alla sconfitta di Napoleone a Waterloo, von Altishofen decise che era giunto il momento di concretizzare il proprio progetto. Commissionò l’opera allo scultore neoclassico danese Bertel Thorvaldsen, e iniziò a raccogliere i fondi per realizzarla.

Sotto, lo scultore Bertel Thorvaldsen:

Bertel-Thorvaldsen.jpg

Von Altishofen non riuscì a raccogliere il denaro necessario a pagare l’intera somma richiesta dallo scultore, molto famoso e impegnato, e decise di tenere nascosto questo aspetto all’artista, almeno fino a quando questi non avesse consegnato un modello della scultura. I rapporti tra i due divennero burrascosi, anche per il troppo tempo impiegato dallo scultore che, secondo l’ex-guardia, dimostrava “indifferenza verso i popoli che attendono il suo lavoro”.

 

Il disegno della parete rocciosa integra fatto da Bertel Thorvaldsen

Il-Leone-Morente-di-Lucerna-2.jpg

Quando Thorvaldsen apprese che non sarebbe stato pagato, se non in minima parte, andò comunque avanti con il lavoro, apportando qualche modifica dell’ultimo minuto. Lo scultore modellò un leone morente trafitto da una lancia, simbolo dei soldati caduti. Una zampa dell’animale è appoggiata sullo scudo con lo stemma della monarchia francese, mentre accanto si trova un altro scudo con l’effigie della Svizzera.

 

.....Dopo sto papiro forse ci sono riuscito....mi si sono incrociato gli occhi ma forse ce l'ho fatta...dove c'è l'immagine del leone dovrebbe esserci la scritta " Eidgenössisches Turnfest" che in italico sarebbe ( grazie google translator) Festival federale di ginnastica e si è svolto a Lucerna nelle date e l'anno riportato :) :) :)

Edited by Bradi
Link to post
Share on other sites

Gabriel2005

grazie mille 🙏 bellissima la storia del leone, grazie 

 

Il 13/2/2021 alle 16:41, sandokan dice:

Ciao Gabriel, è questa l'immagine che non riesci a vedere ? Mi sai dire ? Grazie.

004.JPG

adesso la vedo , grazie 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.