Jump to content

Recommended Posts

Buongiorno a tutti, richiedo un Vs

consulenza per sapere se questa moneta da 5 KORONA (perdonate la venalita') ha un valore commerciale e chi e' raffigurato grazie

peso 24 g

Diametro 3,5 cm

Sembra argento

 

IMG-20210218-WA0005.jpg

IMG-20210218-WA0004.jpg

Link to post
Share on other sites

nikita_
Supporter
26 minuti fa, Gallak dice:

Buongiorno a tutti, richiedo un Vs

consulenza per sapere se questa moneta da 5 KORONA (perdonate la venalita') ha un valore commerciale e chi e' raffigurato grazie

peso 24 g

Diametro 3,5 cm

Sembra argento

 

IMG-20210218-WA0005.jpg

IMG-20210218-WA0004.jpg

Ciao, questa è la scheda della moneta:

https://en.numista.com/catalogue/pieces15759.html

 

Cosa c'e' scritto sul bordo? magari riporti solo le lettere che riesci a scorgere.

 

Link to post
Share on other sites

36 minuti fa, Gallak dice:

Buongiorno a tutti, richiedo un Vs

consulenza per sapere se questa moneta da 5 KORONA (perdonate la venalita') ha un valore commerciale e chi e' raffigurato grazie

peso 24 g

Diametro 3,5 cm

Sembra argento

 

IMG-20210218-WA0005.jpg

IMG-20210218-WA0004.jpg

Ungheria 5 corone, 1907

40° anniversario - Incoronazione di Francesco Giuseppe I

Legenda :

 

Dritto 1907 / FERENCZ JÓZSEF I K A CS ÉS M H S D O AP KIR /

Rovescio 1867-1907 / 5 KORONA / MEGKORONÁZTATÁSÁNAK NEGYVENEDIK ÉVFORDULOJÁRA

 

 

 

 

hungary-5-korona-1907.jpg

hungary-5-korona-19071.jpg

Link to post
Share on other sites

nikita_
Supporter
Adesso, Gallak dice:

Riso a leggere * fert * e c'e' un simbolo tipo l'infinito (due cerchi)

 

FERT?  su di una moneta ungherese? :shok:

Spiacente, ma sull'autentica c'e' tutt'altro, vuol dire che è solo una riproduzione.

Link to post
Share on other sites

3 minuti fa, Gallak dice:

Riesco a leggere sul bordo * fert * e c'e' un simbolo tipo l'infinito (due cerchi)

 

inserisca la foto del bordo.... fert sinceramente la cosa mi puzza di riproduzione

Link to post
Share on other sites

ACERBONI GABRIELLA

Buon giorno.

Il simbolo che ricorda quello matematico dell'infinito rappresenta il nodo Savoia .

Insieme al FERT e alle rosette(quelle che sembrano asterischi)  sono le iscrizioni di molte monete dei Savoia.

Come già le hanno detto con molta probabilità si tratta di un falso.

Cordiali saluti.

Gabriella

 

Link to post
Share on other sites

sandokan
Supporter
3 ore fa, ACERBONI GABRIELLA dice:

Buon giorno.

Il simbolo che ricorda quello matematico dell'infinito rappresenta il nodo Savoia .

Insieme al FERT e alle rosette(quelle che sembrano asterischi)  sono le iscrizioni di molte monete dei Savoia.

Come già le hanno detto con molta probabilità si tratta di un falso.

Cordiali saluti.

Gabriella

 

Buongiorno Gabriella, 

ti chiedo cortesemente un parere su quanto è stato detto su questa moneta, circa il nodo e la scritta FERT che la stessa reca sul bordo.

Più che un falso (che imita subdolamente la realtà), a questo punto la moneta risulta la commistione di scritte e simboli chiaramente incompatibili, tanto varrebbe che vi fosse inciso "falso", oppure"copia".

Mi sfugge insomma la ratio che sottende alla produzione di questo ibrido.

Grazie, saluti.

 @ACERBONI GABRIELLA

Edited by sandokan
Link to post
Share on other sites

56 minuti fa, Gallak dice:

..allego immagini bordo..

IMG-20210218-WA0011.jpg

IMG-20210218-WA0012.jpg

tralasciando la scritta fert...ha provato a vedere con una calamita se si attacca?... nel caso potrebbe essere una riproduzione fatta per qualche ciondolo anche se non capisco del perchè mettere la scritta sul bordo...

Link to post
Share on other sites

ACERBONI GABRIELLA

Buon giorno sandokan.

A mio parere non c'è alcuna ratio . Credo semplicemente in qualche errore grossolano da parte di

chi ha prodotto questi falsi . Forse chi aveva prodotto fisicamente queste patacche ( operario alla trancia o pressa) era completamente 

privo di nozioni numismatiche e molto semplicemente ha commesso un ,per lui banalissimo,  e quindi da nemmeno menzionare," errore 

di produzione" utilizzando dei tondelli già approntati per la produzione successiva o utilizzandone di quelli di una precedente .

Intendo dire che molto probabilmente prima o dopo questi 5 corone siano stati stampati falsi di monete

 da 5 lire .

Troppo semplicistica?

Aspetto un tuo parere?

Gabriella

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites

sandokan
Supporter

Buon giorno Gabriella,  avevo chiesto una tua opinione perché di Numismatica ne mastico ben poco, al di là di un notevole interesse di ordine generale per le monete.

Ho seguito il tuo ragionamento e - da profano - mi sembra condivisibile, anche se trovo singolare che in un buona replica di una moneta originale  chi l'ha realizzata abbia potuto commettere una topica del genere. 

Grazie, un saluto cordiale.

 

@ACERBONI GABRIELLA

Edited by sandokan
Link to post
Share on other sites

nikita_
Supporter
1 ora fa, sandokan dice:

avevo chiesto una tua opinione perché di Numismatica ne mastico ben poco, al di là di un notevole interesse di ordine generale per le monete.

Ho seguito il tuo ragionamento e - da profano - mi sembra condivisibile, anche se trovo singolare che in un buona replica di una moneta originale  chi l'ha realizzata abbia potuto commettere una topica del genere. 

Ciao sandokan, è il classico errore grossolano ed incompatibile appositamente voluto da chi produce queste riproduzioni, giusto per non incorrere eventualmente in pene ben più gravi che potrebbe avere un falsario che copia integralmente delle monete per poi immetterle sul mercato collezionistico come vere monete, in buona sostanza per truffare. Produzioni simili che contengono qualcosa di difforme dall'originale ne esistono a bizzeffe, nella stragrande maggioranza dei casi non sono nemmeno in argento, mal che vada vengono venduti a qualche euro da chi le dichiara come copie, e purtroppo a molto di più di qualche euro quando sono messe in vendita senza specificare che sono delle riproduzioni, una piaga per chi è digiuno in materia.

Ne esistono vari tipi, giusto per rimanere in tema 'fert', nel corso del tempo ho visto questa sigla apposta incompatibilmente sulle monete/patacche del Regno delle due Sicilie, sui scudi papali, birr dell'Etiopia ecc ecc, figurati che a volte compare pure su pseudo monete dove le autentiche prevedono una rigatura e non una scritta (o viceversa). 

Sono semplicemente patacche senza nessun appello.

 

6 ore fa, nikita_ dice:

Spiacente, ma sull'autentica c'e' tutt'altro, vuol dire che è solo una riproduzione.

Giusto per completezza: su quel 5 korone doveva esserci in incuso questa scritta: BIZALMAM AZ OSI ERÈNYBEN - (la mia fiducia nell'antica virtù) il motto reale ungherese di Francesco Giuseppe.

 

Edited by nikita_
Link to post
Share on other sites

caravelle82
6 ore fa, nikita_ dice:

Ciao sandokan, è il classico errore grossolano ed incompatibile appositamente voluto da chi produce queste riproduzioni, giusto per non incorrere eventualmente in pene ben più gravi che potrebbe avere un falsario che copia integralmente delle monete per poi immetterle sul mercato collezionistico come vere monete, in buona sostanza per truffare. Produzioni simili che contengono qualcosa di difforme dall'originale ne esistono a bizzeffe, nella stragrande maggioranza dei casi non sono nemmeno in argento, mal che vada vengono venduti a qualche euro da chi le dichiara come copie, e purtroppo a molto di più di qualche euro quando non sono messe in vendita dichiararle come riproduzioni, una piaga per chi è digiuno in materia.

Ne esistono vari tipi, giusto per rimanere in tema 'fert', nel corso del tempo ho visto questa sigla apposta incompatibilmente sulle monete/patacche del Regno delle due Sicilie, sui scudi papali, talleri dell'Etiopia ecc ecc, figurati che a volte compare pure su pseudo monete dove le autentiche prevedono una rigatura e non una scritta (o viceversa). 

Sono semplicemente patacche senza nessun appello.

 

Giusto per completezza: su quel 5 korone doveva esserci in incuso questa scritta: BIZALMAM AZ OSI ERÈNYBEN - (la mia fiducia nell'antica virtù) il motto reale ungherese di Francesco Giuseppe.

 

Infatti falsificavano anche le piastre 120 grana napoletane con il motto fert...

Edited by caravelle82
Link to post
Share on other sites

sandokan
Supporter
4 ore fa, nikita_ dice:

Ciao sandokan, è il classico errore grossolano ed incompatibile appositamente voluto da chi produce queste riproduzioni, giusto per non incorrere eventualmente in pene ben più gravi che potrebbe avere un falsario che copia integralmente delle monete per poi immetterle sul mercato collezionistico come vere monete, in buona sostanza per truffare. Produzioni simili che contengono qualcosa di difforme dall'originale ne esistono a bizzeffe, nella stragrande maggioranza dei casi non sono nemmeno in argento, mal che vada vengono venduti a qualche euro da chi le dichiara come copie, e purtroppo a molto di più di qualche euro quando sono messe in vendita senza specificare che sono delle riproduzioni, una piaga per chi è digiuno in materia.

Ne esistono vari tipi, giusto per rimanere in tema 'fert', nel corso del tempo ho visto questa sigla apposta incompatibilmente sulle monete/patacche del Regno delle due Sicilie, sui scudi papali, birr dell'Etiopia ecc ecc, figurati che a volte compare pure su pseudo monete dove le autentiche prevedono una rigatura e non una scritta (o viceversa). 

Sono semplicemente patacche senza nessun appello.

 

Giusto per completezza: su quel 5 korone doveva esserci in incuso questa scritta: BIZALMAM AZ OSI ERÈNYBEN - (la mia fiducia nell'antica virtù) il motto reale ungherese di Francesco Giuseppe.

 

Ciao Nikita : ti sono grato per l'esauriente spiegazione, ho letto in passato che certe copie di monete recavano appunto "qualcosa" (una lettera, un simbolo) per distinguerle da quelle originali e quindi evitare a chi le aveva coniate di essere accusati di falso, ignoravo invece questa commistione con elementi desunti da altre monete.

Molto interessante, graze e buona serata.

Link to post
Share on other sites

ACERBONI GABRIELLA

Buon giorno .

Credevo che in Italia non esistessero divieti di coniare o riprodurre monete fuori corso .Se così fosse

 il fabbricante di patacche non potrebbe (purtroppo !) essere perseguito legalmente , al di la di come la copia sia eseguita ,

per questo motivo avevo pensato ciò che ho scritto.

Cordiali saluti.

Gabriella

 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.