Jump to content

Recommended Posts

Scipio
Supporter

Da Wikipedia:

All'inizio Scilla era una ninfa dagli occhi azzurri, figlia di Forco e Ceto. Scilla viveva in Calabria ed era solita recarsi sulla spiaggia di Zancle e fare il bagno nell'acqua del mare. Una sera, vicino alla spiaggia, vide apparire dalle onde Glauco, che un tempo era stato un mortale, ma oramai era un dio marino metà uomo e metà pesce.

Scilla, terrorizzata alla sua vista, si rifugiò sulla vetta di un monte che sorgeva vicino alla spiaggia. Il dio, vista la reazione della ninfa, iniziò ad urlarle il suo amore, ma Scilla fuggì lasciandolo solo nel suo dolore.

Allora Glauco si recò dalla maga Circe e le chiese un filtro d'amore per far innamorare la ninfa di lui, ma Circe, desiderando il dio per sé, gli propose di unirsi a lei.

Glauco si rifiutò di tradire il suo amore per Scilla e Circe, furiosa per essere stata respinta al posto di una mortale, volle vendicarsi.

Quando Glauco se ne fu andato, preparò una pozione malefica e si recò presso la spiaggia di Zancle, versò il filtro in mare e ritornò alla sua dimora.

Quando Scilla arrivò e s'immerse in acqua per fare un bagno, vide crescere molte altre gambe di forma serpentina accanto alle sue, che nel frattempo erano diventate uguali alle altre. Spaventata fuggì dall'acqua, ma, specchiandosi in essa, si accorse che si era completamente trasformata in un mostro enorme ed altissimo con sei enormi teste di cane lungo il girovita, un busto enorme e delle gambe serpentine lunghissime. Secondo alcuni dalla vita in su manteneva il corpo di una vergine, mentre per altri possedeva sei teste serpentine altrettanto mostruose.

Per l'orrore Scilla si gettò in mare e andò a vivere nella cavità di uno scoglio vicino alla grotta dove abitava anche Cariddi.


Questa moneta celebra la seconda vittoria navale di Sesto Pompeo (Imperator Iterum) nello scontro avvenuto al promontorio Scilleo tra Sesto e la flotta di Ottaviano guidata da Quinto Salvidieno, il quale subì il naufragio di quasi tutta la sua flotta a causa di un violento maremoto o fortissima burrasca (Scilla che percuote il mare con il timone). Al diritto la statua di Nettuno sulla cima del faro a ricordare l'asserita ascendenza divina della gens Pompeia e l'aiuto del dio nella battaglia di Messina.

Graditi i pareri sulla conservazione

547BFFD3-76C9-40BB-BEE3-9E8EA6679773.jpeg

FC9C7708-27BC-4366-9CF8-26DDEA0AB145.jpeg

Link to post
Share on other sites

Scipio
Supporter

Altre monete italiche e greche con Scilla

 

Link to post
Share on other sites

maumo
6 ore fa, Scipio dice:

 

Graditi i pareri sulla conservazione

547BFFD3-76C9-40BB-BEE3-9E8EA6679773.jpeg

FC9C7708-27BC-4366-9CF8-26DDEA0AB145.jpeg

Caro Scipio visto che chiedi pareri sulla conservazione immagino che sia tua, se e' cosi' allora ti dico :

TANTA INVIDIA

saluti maumo

 

Link to post
Share on other sites

L. Licinio Lucullo
Supporter

Sì bellissima moneta. Non so valutare le conservazioni quindi non mi esprimo

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.