Jump to content
IGNORED

Un Gallieno da decifrare


Recommended Posts

Catt

Scusate, io ho questa monetina, l'ho sempre considerata un antoniniano di Gallieno (purtroppo di questo periodo storico sono molto ignorante), ma adesso mi vengono dubbi.

Tra l'altro di solito gli antonini di Gallieno hanno un minimo di argento, questa è 100% bronzo. 

Diametro massimo 1,5. Peso non ricordo, ma poco, è sottile. 

_20210413_232555.JPG

_20210413_232614.JPG

Edited by grigioviola
Link to post
Share on other sites

grigioviola
22 ore fa, Catt dice:

Scusate, io ho questa monetina, l'ho sempre considerata un antoniniano di Gallieno (purtroppo di questo periodo storico sono molto ignorante), ma adesso mi vengono dubbi.

Tra l'altro di solito gli antonini di Gallieno hanno un minimo di argento, questa è 100% bronzo. 

Diametro massimo 1,5. Peso non ricordo, ma poco, è sottile. 

_20210413_232555.JPG

_20210413_232614.JPG

Ciao ecco la classificazione:

Gallieno, Antoniniano, zecca di Roma

D\ GALLIENVS AVG
R\ VBERITAS AVG

Non capisco se nel campo a destra ci sia una "e" oppure se si tratta di una concrezione. Questo cambierebbe la catalogazione da Göbl MIR 583a (primo caso) a Göbl MIR 582a (senza lettera).

Edited by grigioviola
Link to post
Share on other sites

Catt
Posted (edited)
2 ore fa, grigioviola dice:

Ciao ecco la classificazione:

Gallieno, Antoniniano, zecca di Roma

D\ GALLIENVS AVG
R\ VBERITAS AVG

Non capisco se nel campo a destra ci sia una "e" oppure se si tratta di una concrezione. Questo cambierebbe la catalogazione da Göbl MIR 583a (primo caso) a Göbl MIR 582a (senza lettera).

Grazie mille, sei stato gentilissimo.

Edited by grigioviola
Link to post
Share on other sites

grigioviola

Ho separato la discussione per renderla leggibile e autonoma dalla precedente, mi sono permesso di fare qualche piccolo aggiustamento per renderla più fruibile!

è sempre preferibile creare una nuova discussione che intervenire con un altro argomento in una già avviata! 

:)

 

Edited by grigioviola
Link to post
Share on other sites

grigioviola

@Catt Ti lascio anche le immagini del MIR per un confronto con la tua:

IMG_20210414_214758.jpg

Le due possibili classificazioni sono quelle riquadrate in giallo.

Link to post
Share on other sites

Catt
28 minuti fa, grigioviola dice:

@Catt Ti lascio anche le immagini del MIR per un confronto con la tua:

IMG_20210414_214758.jpg

Le due possibili classificazioni sono quelle riquadrate in giallo.

Hai fatto benissimo a separare! Ti ringrazio.

Mi fa piacere che la mia monetina sia ufficiale e non una copia dell'epoca. Ti confermo che si tratta della 583a.

Quindi Gallieno era arrivato ad una tale svalutazione dell'antoniniano che di argento ce n'era 0. In altri suoi antoniniani siamo intorno al 5% ed anche meno. Questa però è completamente di bronzo. Mi chiedo come potevano essere accettate dalla popolazione.. Sì il 5% di argento è quasi niente, però gli dava quell'aspetto di biglione per differenziarlo dal semplice bronzo.

Link to post
Share on other sites

grigioviola

In realtà anche qui c'era dell'argento sebbene in percentuali minime.

E appena coniate erano argentate superficialmente (come pure quelle dell'impero gallico che coi Tetrici di fatto erano privi di argento nella lega).

La popolazione le accettava perché quella era la moneta emessa. Anzi c'è da dire che proprio le monete svilite di Gallieno hanno avuto un grandissimo successo proprio nelle Gallie dove erano ben accette e usate al post degli antoniniani riformati di Aureliano proprio per la necessità di moneta divisionale spicciola per gli scambi quotidiani.

Sulle emissioni di Gallieno poi ci sarebbe da approfondire un aspetto molto interessante: le ultime serie sembrano essere coniate in due distinte modalità, esemplari ben approntati e di dimensioni regolari ed esemplari (sempre con conii ufficiali) di minori dimensioni e minor peso. Queste ultime si trovano in gran quantità nei ripostigli inglesi e nelle zone sotto il controllo degli usurpatori gallici. Si tratta molto probabilmente di emissioni fatte nell'ambito della zecca di Roma ma probabilmente da funzionari corrotti che usavano i conii ufficiali per produrre parallelamente monete rimaneggiate traendone vantaggio lucrando sul materiale per la produzione.

Un fenomeno che è continuata poi anche durante il regno di Claudio per sfociare infine nella rivolta dei zecchieri romani repressa col sangue da Aureliano.

 

 

Link to post
Share on other sites

grigioviola
23 minuti fa, Catt dice:

Mi fa piacere che la mia monetina sia ufficiale e non una copia dell'epoca.

Non sottovalutare la bellezza e la "storicità" delle copie dell'epoca! È un mondo affascinante quello delle imitative e delle emissioni locali.

Fosse stata una imitativa avrebbe avuto un appeal (e anche una rarità) maggiore. Le imitative di Gallieno, sebbene relativamente comuni, spesso raggiungono quotazioni nettamente superiori ai prototipi ufficiali di riferimento! ;)

 

Link to post
Share on other sites

Gallienus
1 ora fa, Catt dice:

Hai fatto benissimo a separare! Ti ringrazio.

Mi fa piacere che la mia monetina sia ufficiale e non una copia dell'epoca. Ti confermo che si tratta della 583a.

Quindi Gallieno era arrivato ad una tale svalutazione dell'antoniniano che di argento ce n'era 0. In altri suoi antoniniani siamo intorno al 5% ed anche meno. Questa però è completamente di bronzo. Mi chiedo come potevano essere accettate dalla popolazione.. Sì il 5% di argento è quasi niente, però gli dava quell'aspetto di biglione per differenziarlo dal semplice bronzo.

Argento ce n'era ancora anche qui.

Le dinamiche di deprezzamento del fino nella monetazione di Gallieno sono tra le più affascinanti e complesse di tutta la storia imperiale: d'altra parte mi chiamo così mica per niente...

Link to post
Share on other sites

Catt
2 ore fa, grigioviola dice:

Non sottovalutare la bellezza e la "storicità" delle copie dell'epoca! È un mondo affascinante quello delle imitative e delle emissioni locali.

Fosse stata una imitativa avrebbe avuto un appeal (e anche una rarità) maggiore. Le imitative di Gallieno, sebbene relativamente comuni, spesso raggiungono quotazioni nettamente superiori ai prototipi ufficiali di riferimento! ;)

 

In effetti hai ragione.. nel travagliato terzo secolo valgono altri ragionamenti

Link to post
Share on other sites

Catt
Posted (edited)
1 ora fa, Gallienus dice:

Argento ce n'era ancora anche qui.

Le dinamiche di deprezzamento del fino nella monetazione di Gallieno sono tra le più affascinanti e complesse di tutta la storia imperiale: d'altra parte mi chiamo così mica per niente...

Guarda che ci sia argento ho molti dubbi, perfino al livelli infinitesimali. Tempo fa ho fatto della monetina un ciondolo (dato il suo basso valore) e nel portarlo ha perso in alcuni punti la patina verde facendo apparire un bel colore bronzo dorato e non grigio biglione. Appena ho tempo aggiungo una foto

Edited by Catt
Link to post
Share on other sites

Gallienus
27 minuti fa, Catt dice:

Guarda che ci sia argento ho molti dubbi, perfino al livelli infinitesimali. Tempo fa ho fatto della monetina un ciondolo (dato il suo basso valore) e nel portarlo ha perso in alcuni punti la patina verde facendo apparire un bel colore bronzo dorato e non grigio biglione. Appena ho tempo aggiungo una foto

Ai tempi ho fatto la tesi di laurea sulla composizione metallica delle monete di Gallieno. La quota di argento per il periodo 260-268 è solitamente tra il 4% e l'8%, almeno per le coniazioni occidentali. In oriente è più alta, arriva ancora anche fino al 20%. Tutto questo molto a spanne, ma se vuoi documentarti c'è una bibliografia sterminata sull'argomento. Io ho lavorato principalmente su analisi tramite spettrofotometria XRF, oggi ci sono anche metodi più avanzati.

Link to post
Share on other sites

Catt
Posted (edited)
38 minuti fa, Gallienus dice:

Ai tempi ho fatto la tesi di laurea sulla composizione metallica delle monete di Gallieno. La quota di argento per il periodo 260-268 è solitamente tra il 4% e l'8%, almeno per le coniazioni occidentali. In oriente è più alta, arriva ancora anche fino al 20%. Tutto questo molto a spanne, ma se vuoi documentarti c'è una bibliografia sterminata sull'argomento. Io ho lavorato principalmente su analisi tramite spettrofotometria XRF, oggi ci sono anche metodi più avanzati.

Anche io sapevo che un minimo di argento ci fosse. Il loro aspetto senza patina come era? Perché inizio a dubitare sulla genuinità della mia moneta e che sia un falso moderno considerando il suo palese color bronzo sotto alla patina verde.

Io ho sempre visto gallieni o verdi patinati o grigi biglione da spatinati.. Se nel mio ci fosse argento sarebbe stato del tutto sprecato dato che non si nota!

Vi prego non giudicate come l'ha ridotta la mia ragazza indossandola... 

 

_20210415_024153.JPG

Edited by Catt
Link to post
Share on other sites

grigioviola

Un 5-8% di argento nemmeno lo vedi a occhio, una volta persa l'argentatura superficiale! Il pezzo è sicuramente genuino. Gli antoniniani di Gallieno (regno da solo) raramente si trovano ancora argentati. Le zecche orientali invece, avendo un contenuto maggiore presentano una lega di colore sensibilmente più grigiastro e argenteo che si mantiene più stabile.

Anche le emissioni della zecca gallica si mantengono con un buon tenore di argento. 

Non parlare di ciondoli qui nel forum... Potresti rischiare il linciaggio :D

 

 

Link to post
Share on other sites

Catt
4 ore fa, grigioviola dice:

Un 5-8% di argento nemmeno lo vedi a occhio, una volta persa l'argentatura superficiale! Il pezzo è sicuramente genuino. Gli antoniniani di Gallieno (regno da solo) raramente si trovano ancora argentati. Le zecche orientali invece, avendo un contenuto maggiore presentano una lega di colore sensibilmente più grigiastro e argenteo che si mantiene più stabile.

Anche le emissioni della zecca gallica si mantengono con un buon tenore di argento. 

Grazie della spiegazione. Adesso ho le idee più chiare. 

 

4 ore fa, grigioviola dice:

Non parlare di ciondoli qui nel forum... Potresti rischiare il linciaggio :D

Lo so!! Purtroppo con questa monetina è andata così.. 

Link to post
Share on other sites

Curcuas
Il 15/4/2021 alle 02:18, Catt dice:

Anche io sapevo che un minimo di argento ci fosse. Il loro aspetto senza patina come era? Perché inizio a dubitare sulla genuinità della mia moneta e che sia un falso moderno considerando il suo palese color bronzo sotto alla patina verde.

Io ho sempre visto gallieni o verdi patinati o grigi biglione da spatinati.. Se nel mio ci fosse argento sarebbe stato del tutto sprecato dato che non si nota!

Vi prego non giudicate come l'ha ridotta la mia ragazza indossandola... 

 

_20210415_024153.JPG

🤯 No, aveva una patina stupenda!

Link to post
Share on other sites

Catt
Posted (edited)
14 ore fa, Curcuas dice:

🤯 No, aveva una patina stupenda!

Si lo so! Guarda lasciamo stare..

Io da "snob" per questi antoniniani non gli ho dato il valore che meritava, in più si è anche lucidato, che era una conseguenza a cui non avevo pensato.

Adesso non è brutto dal vivo, ha fatto tipo effetto negativo. Però ha perso valore e fascino.

Edited by Catt
Link to post
Share on other sites

modulo_largo
1 ora fa, Catt dice:

Si lo so! Guarda lasciamo stare..

Io da "snob" per questi antoniniani non gli ho dato il valore che meritava, in più si è anche lucidato, che era una conseguenza a cui non avevo pensato.

Adesso non è brutto dal vivo, ha fatto tipo effetto negativo. Però ha perso valore e fascino.

Ma non potevi comprare un ciondolo Pandora come , ahimé,  facciamo tutti?? 😂😂😂

Link to post
Share on other sites

Catt
2 ore fa, modulo_largo dice:

Ma non potevi comprare un ciondolo Pandora come , ahimé,  facciamo tutti?? 😂😂😂

😄 Mi sembrava un'idea più originale. Povero piccolo antoniniano!

Link to post
Share on other sites

modulo_largo
4 ore fa, Catt dice:

😄 Mi sembrava un'idea più originale. Povero piccolo antoniniano!

E sicuramente t' è costato pure meno 😂

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.