Jump to content
IGNORED

500 lire 1965 "Dante"


ginodino
 Share

Recommended Posts

Buongiorno
mio padre, ex negoziante, mi ha lasciato più di tre chili e mezzo di 500 lire di argento.
La maggio parte, ovviamente, è formata dalle cosiddette caravelle; le "centenario" sono circa un quarto del totale.

In proporzione dovrei trovare ne gruzzolo una quindicina di "dante", ed invece queste sono solo due.


Vi chiedo: è possibile che la tesaurizzazione delle 500 lire d'argento, nel 1965, fosse già così diffusa da rendere quasi non circolanti tali monete?
Grazie per le vostre opinioni
Gino

Link to comment
Share on other sites


La tesaurizzazione fu un fenomeno graduale che iniziò dopo il 1961 si intensificò a metà anni 60, con l'emissione abbastanza corposa del '66

Saluti 

TIBERIVS 

 

Link to comment
Share on other sites


Buon giorno.

Si senza dubbio.

Ricordo che la moneta da 500 lire  di Dante suscitò all'emissione moltissimo

interesse non solo  tra i collezionisti. Distribuita al valore

facciale dalle banche era praticamente introvabile e raggiunse immediatamente

quotazioni assurde e fuori luogo nonostante la tiratura.

Era molto improbabile trovarla nel circolante.

Cordiali saluti.

Gabriella

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, ACERBONI GABRIELLA dice:

Distribuita al valore

facciale dalle banche era praticamente introvabile e raggiunse immediatamente

quotazioni assurde e fuori luogo nonostante la tiratura.

Vi ringrazio per le risposte; in particolare la testimonianza citata si accorda perfettamente con quanto ho constatato de visu.

Quindi l'assenza delle 500 lire "dante" non è tanto da attibuirsi al valore materiale della moneta (nel 1965 l'argento quotava circa 23.000 lire al chilogrammo, ossia 212 lire a moneta), quanto alla richiesta numismatica di questa da parte del pubblico.
Sono lieto di essermi chiarito l'arcano: grazie ancora.

Link to comment
Share on other sites


Le monete da L. 500 Dante uscirono nella normale circolazione, ma nonostante questo furono subito tesaurizzate da chi le riceveva in pagamento e pertanto furono oggetto di speculazione. La stessa cosa accadde con l'emissione nell'autunno 1970 della moneta da L. 1000 Concordia. Vi furono file agli sportelli della Banca d'Italia che le fecero esaurire nell'arco di 2 giorni. Il prezzo sul mercato arrivò a 5000 lire dopo neanche un mese dopo, calmierato in parte dall'inserimento nella confezione per i numismatici di oltre 1 milione di esemplari. La serie all'epoca veniva prenotata a 3400 Lire la serie. Oggi sono monete che si trovano quasi tutte in FDC (sia i 500 Lire Dante, che le 1000 Lire 1970).

 

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.