Jump to content
IGNORED

Squali sul Tamigi


ARES III
 Share

Recommended Posts

Gli squali trovano casa lungo il Tamigi tornato alla vita

Il fiume di Londra era stato dichiarato "biologicamente morto" a causa dell'inquinamento

Gli squali hanno trovato casa lungo il Tamigi grazie agli sforzi di conservazione per riportare in vita il fiume di Londra, dichiarato “biologicamente morto” nel 1957 a causa dei livelli estremi di inquinamento.

L’inversione di tendenza viene rivelata in un rapporto della Zoological Society of London (ZSL), che ha compiuto un vasto studio sulle condizioni del corso d’acqua.

Fra le specie che lo abitano, infatti, ci sono esemplari di squali fra cui il galeo, che può raggiungere i due metri di lunghezza e vivere fino a 50 anni, il palombo stellato e il velenoso spurdog".

Il Tamigi grazie alla sua elevata salinità permette a molte specie animali di popolarlo: fra queste sono stati individuati cavallucci marini, anguille e foche.

Gli scienziati ritengono che gli squali utilizzino l’estuario per partorire e questo è possibile grazie al miglioramento della qualità dell’acqua e delle concentrazioni di ossigeno nel fiume di 346 chilometri che scorre attraverso la capitale britannica.

https://m.huffingtonpost.it/entry/gli-squali-trovano-casa-lungo-il-tamigi-tornato-alla-vita_it_618d009be4b06c5987c3fbf2

 

 

618d03082000004e988d2600.jpg

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.