Jump to content
IGNORED

Aquile rovesciate


Recommended Posts

Ciao a tutti,
Nel condividere l'ultima arrivata in collezione vorrei capire insieme a voi il reale grado di rarità di questa piastra, nei cataloghi/ manuali in mio possesso è riportata con grado di rarità R2/R3...ma secondo la mia modesta esperienza è un grado che sta un pochino stretto.... Voi cosa ne dite? 

Più rara la '56 o la '34?

IMG_20211127_144251.jpg

IMG_20211127_144219.jpg

Un saluto a tutti. 

Raffaele. 

  • Like 8
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, Raff82 dice:

Ciao Rocco, quindi la 1856 è seconda ... io pensavo invece che si equivalessero....

Mi sono basato sulla mia esperienza, sui pezzi che ho potuto vedere sia di una che dell'altra.

Ripeto, ho visto pochissime 34 

Link to comment
Share on other sites


5 minuti fa, Rocco68 dice:

Mi sono basato sulla mia esperienza, sui pezzi che ho potuto vedere sia di una che dell'altra.

Ripeto, ho visto pochissime 34 

Grazie mille Rocco. 

Sarebbe bello se altri condividessero le piastre con le aquile d'Aragona capovolte così da vedere se ci sono più conii....ad esempio per le 34 da una piccola ricerca che avevo fatto ho riscontrato solo un tipo di conio.... 

Link to comment
Share on other sites


Buongiorno a tutti.

prima che sulle piastre di Ferdinando II le aquile rovesciate le troviamo su alcune monete di suo nonno Ferdinando IV ,le piastre del 1805 dai capelli lisci...

IMG_20211128_123045.jpg

IMG_20211128_123125.jpg

IMG_20211128_123208.jpg

IMG_20211128_123237.jpg

IMG_20211128_123305.jpg

IMG_20211128_123334.jpg

...

IMG_20211128_123433.jpg

IMG_20211128_123528.jpg

IMG_20211128_123602.jpg

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


2 ore fa, Raff82 dice:

Buongiorno e buona domenica a tutti, 

La mia 34 aquile rovesciate. 

IMG_20211128_101557.jpg

IMG_20211128_101535.jpg

Un saluto a tutti. 

Buongiorno,non seguo costantemente questa variante ma ogni tanto mi imbatto in qualche esemplare,la 34 è l'unica che non ho avuto il piacere di vedere in mano...

Ieri al convegno di Cerea ne ho visionata una del 57 in FDC...

Link to comment
Share on other sites


Adesso, gennydbmoney dice:

Buongiorno,non seguo costantemente questa variante ma ogni tanto mi imbatto in qualche esemplare,la 34 è l'unica che non ho avuto il piacere di vedere in mano...

Ieri al convegno di Cerea ne ho visionata una del 57 in FDC...

Quindi anche tu confermi che della serie è la più rara... Le 57 invece secondo me sono le più comuni... Anche se in FDC è comunque rara... 

Link to comment
Share on other sites


5 minuti fa, Raff82 dice:

Quindi anche tu confermi che della serie è la più rara... Le 57 invece secondo me sono le più comuni... Anche se in FDC è comunque rara... 

Non posso confermare perché come ho detto prima non seguo costantemente questa variante,però la 34 non ho mai avuto l'opportunità di averla in mano...

Link to comment
Share on other sites


Adesso, gennydbmoney dice:

Non posso confermare perché come ho detto prima non seguo costantemente questa variante,però la 34 non ho mai avuto l'opportunità di averla in mano...

Ok, grazie Genny... 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Ciao @Raff82 e grazie per la Discussione che va anche a colmare un vuoto. Dopo una breve ricerca le "aquile Capovolte" sono state prese in considerazione nel nostro Forum, ma solo marginalmente in qualche discussione. Vi sottopongo alcune considerazioni personali ( che sarò ben felice se qualche Studioso e/o collezionista vorrà correggere ).

1- i maggiori Studiosi dal Cagiati, D'Incerti, Bovi, Traina etc  non descrivono tale Variante. Soltanto il compianto Mario Pin a pagina 103 descrive tale anomalia, ma non correlata ai millesimi

2- Tale anomalia deve essere considerata una vera e propria Variante, innanzitutto perchè trattasi si un errore araldico notevole. Gli Stemmi nobiliari capovolti sono definiti "diffamati" e pertanto è doveroso ascrivere le Aquile Capovolte come correlate a precisi eventi storici ed a una sorta di reprimenda nei confronti della Sicilia ( Stemma Aragona- Sicilia ) da parte del Regnante ( dapprima Ferdinando IV poi Ferdinando II° ), Venendo nel particolare, al momento attuale si conoscono le "Aquile Capovolte" negli anni 1834-56-57-58-59 ed ultimo 1859 di Francesco II°. Tutti anni caratterizzati da moti ed insurrezioni fomentate dalla Sicilia. Per adesso non mi addentro in particolari storici. Posto semplicemente una tabella nella quale sono prese in considerazione le Rarità di queste monete, sottolineando ancora che tale Variante è considerata come tale solo negli ultimi anni. 

 

AQUILE ROVESCE.xls

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Certamente @doppiopunto, questo è lo studio che mi è piaciuto di più. Un eccellente lavoro e ringrazio Irpino che ha indagato con grande dovizia di particolari e fonti inoppugnabili questa variante piuttosto misconosciuta. Buona Serata 

Link to comment
Share on other sites


Buongiorno a tutti, 

Grazie @giuseppe ballauri per aver apprezzato l apertura della discussione sulle monete con lo Stemma di Aragona-Sicilia capovolto o armi diffate, grazie @doppiopunto per aver arricchito la stessa con questo articolo che trovo molto interessante, articolo che in questa discussione non poteva mancare.

 

IMG_20211128_145743.jpg

IMG_20211128_145806.jpg

Un saluto a tutti. 

Raffaele. 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


16 ore fa, giuseppe ballauri dice:

2- Tale anomalia deve essere considerata una vera e propria Variante, innanzitutto perchè trattasi si un errore araldico notevole. Gli Stemmi nobiliari capovolti sono definiti "diffamati" e pertanto è doveroso ascrivere le Aquile Capovolte come correlate a precisi eventi storici ed a una sorta di reprimenda nei confronti della Sicilia ( Stemma Aragona- Sicilia ) da parte del Regnante ( dapprima Ferdinando IV poi Ferdinando II° )

Non è da trascurare un'altra più ovvia ipotesi, ovvero il capovolgimento involontario del punzone dello stemma Aragona-Sicilia. È conclamato che lo stemma del rovescio era realizzato dall'assemblaggio di più punzoni.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, demonetis dice:

Non è da trascurare un'altra più ovvia ipotesi, ovvero il capovolgimento involontario del punzone dello stemma Aragona-Sicilia.

Certo, come non é da trascurare esattamente l’opposto, ovvero; l’errore può capitare, é umano, ma possibile che nessuno abbia corretto e si sia accorto? e poi perché in determinate annate piuttosto che altre?

"errare humanum est, perseverare autem diabolicum" (Cicerone? Sant’Agostino?)

Link to comment
Share on other sites


Certo,tutto può essere, ma nel caso di questa piastra di Francesco II c'è stata volontà nel capovolgere il punzone... Il conio qui fu corretto, c'è stata la volontà dell'addetto a ribattere e correggere con un punzone due "nuove" aquilette capovolte sopra le originali in posizione normale. 

IMG_20211128_110656.jpg

IMG_20211128_110714.jpg

Screenshot_20211129_150648.jpg

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, doppiopunto dice:

Certo, come non é da trascurare esattamente l’opposto, ovvero; l’errore può capitare, é umano, ma possibile che nessuno abbia corretto e si sia accorto? e poi perché in determinate annate piuttosto che altre?

"errare humanum est, perseverare autem diabolicum" (Cicerone? Sant’Agostino?)

Anch'io sono d'accordo sull'esistenza di segni segreti che abbiano un particolare significato (esistono prove sia nella monetazione borbonica che in altre).

Il problema sta nel discernere le sviste dai segni segreti.

Link to comment
Share on other sites


21 ore fa, giuseppe ballauri dice:

Soltanto il compianto Mario Pin a pagina 103 descrive tale anomalia, ma non correlata ai millesimi

Qua ti devo correggere, spero non me ne voglia, ma anche il Gigante e il Magliocca riportano la variante, relativa agli anni 56, 57, 58 e 59. Il Magliocca, in aggiunta, dedica un trafiletto a pag. 348.

Link to comment
Share on other sites


Il 27/11/2021 alle 14:53, Raff82 dice:

Ciao a tutti,
Nel condividere l'ultima arrivata in collezione vorrei capire insieme a voi il reale grado di rarità di questa piastra, nei cataloghi/ manuali in mio possesso è riportata con grado di rarità R2/R3...ma secondo la mia modesta esperienza è un grado che sta un pochino stretto.... Voi cosa ne dite? 

Più rara la '56 o la '34?

IMG_20211127_144251.jpg

IMG_20211127_144219.jpg

Un saluto a tutti. 

Raffaele. 

Complimenti @Raff82!

Posso dirti che negli ultimi due anni non me ne sono capitate a tiro..quindi per me differenze minime in termi di rarità con la '34 .

Appena riesco, ricondivido qui le mie "pipistrelli"

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, doppiopunto dice:

Qua ti devo correggere, spero non me ne voglia, ma anche il Gigante e il Magliocca riportano la variante, relativa agli anni 56, 57, 58 e 59. Il Magliocca, in aggiunta, dedica un trafiletto a pag. 348.

Certo @doppiopunto. mi riferivo agli autori che non hanno scritto dei manuali. Puoi leggere un riassunto nella Tabella che ho riportato nel post #14.

Buona Serata 

Link to comment
Share on other sites


32 minuti fa, giuseppe ballauri dice:

Puoi leggere un riassunto nella Tabella che ho riportato nel post #14.

 

L’ho letta e non mi torna solo il 34, relativamente al Gigante, ma ho una edizione del 2019 e forse è stata aggiunta in seguito.

Buona serata a te.

Edited by doppiopunto
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.