Jump to content
Create New...
IGNORED

MG Paestum: protome di cinghiale e piccolo delfino?


Recommended Posts

Carissimi

torno a Voi dopo un poco di tempo con la seguente moneta andata in asta Busso Peus e così descritta in tedesco

Unter römischer Herrschaft (Paestum). Sextans 218/201 v. Chr. Kopf der Ceres mit Ährenkranz nach rechts; Perlkreis. Rev. Eberprotome nach rechts, direkt dahinter kleiner Delphin abwärts, oben Legende PAIS, unten 2 Wertkugeln; Fadenkreis. 12h. SNG ANS Part 2 (Lucania), Tf. 20,750-751 Rutter, HN 1193 Crawford in Annali Suppl.18-19, 1973, p. 62 und Tf. 7,5,3b 3.31 g.; 18,0 mm. Dunkelgrüne Patina, Selten Fast vorzüglich

La particolarità di questa moneta, salvo mio errore, è data dal fatto che nella descrizione della moneta si indica al rovescio come recante protome di cinghiale e un piccolo delfino che a me sembra presente (v. l'immagine in basso)

Tuttavia negli altri esemplari di questa moneta non si fa menzione del delfino, come se per la prima volta sia stato notato.

Ho cercato su crawford la moneta indicata dalla casa d'asta quale 5/3 b. Salvo errore, con riferimento alle monete con protome di cinghiale (anche diverse dalla 5/3, crawford non indica mai il delfino) le foto peraltro non sono molto chiare.

Ho dato un'occhiata al volume del boll. num. 46-47 che mostra la collezione sallusto. Anche in questo caso le foto non sono nitide e non si scorgono delfini. Però con rifermento a una moneta 5/3a crawford si legge "delfino illegibile" (e dunque, se in buone condizioni, visibile).

Mi sorge dunque il dubbio se effettivamente nella moneta andata in asta Busso la moneta vi sia un piccolo delfino, come mi sembra, oppure no. E se vi fosse come sarebbe classificabile. Oppure sia un falso.

Allego la foto e vi sarei grato di aiutarmi a dipanare questo dubbio

 

03016Q00.JPG

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites


qualcosa c'è ma a me non sembra un delfino, non ha pinne. potrebbe anche essere il verme solitario.

Link to comment
Share on other sites


20 minuti fa, dux-sab dice:

qualcosa c'è ma a me non sembra un delfino, non ha pinne.

Ciao @dux-sab, se questo non è un delfino, io sarò un’aquila 😂😂.

il definì c’è e de ben definito.

 Per @mares, la moneta è genuina e di buona qualità, a parte delle ( naturali ) corrosioni nel campo al rovescio, così al dritto con delle mancanze di metallo sulla guancia.5468A816-21E0-4604-AFEB-9ACDE322548F.thumb.jpeg.63203f7732ae5f5c893c03428a379f5e.jpeg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


@gionnysicilygrazie molte della risposta e della rassicurazione sulla moneta e sull'esistenza del delfino.

Resta allora  l'interrogativo sul fatto che nelle mie ricerche (certamente insufficienti) non ho ritrovato nessun altro esemplare analogo.

In particolare, come dicevo, la moneta sembra appartenere - nella classificazione di Crawford (Paestum and Rome. The form and function of a subsidiary coinage) e ripresa dalla casa d'aste - al tipo 5/3 b. Ma come scri vevo nella descrizione  Crawford -non fa menzione del piccolo delfino e la descrive così:

Head of Ceres r. Forepart of boar r. above PAIS, below .. (il segno di valore sul libro è stampato male sul libro, ma con fatica si nota).

Ho però notato che Crawford menzionava anche Garrucci pl., cxxii, 16. Sono andato a vedere e ho trovato la seguente descrizione che finalmente menziona il delfino con questa nota.

16. Coli. mia. Testa di Cerere coronata di spighe a d. /?. Mezzo
cignale con un delfino accostato al ventre nel senso del
taglio verticale: di sopra PAIS, di sotto la nota del sestante.
Questo bronzo è fuor di serie, ma non si può metter dopo,
perchè fra i pezzi che portano i segni di valore non ve n' è
altro che conservi l'arcaismo di PAIS. Il semisse, l'oncia e
mezzo, l'oncia che ho posti in cima (nn. 3, 4, 5) forse corrispondono
con esso, ma non serbano i tipi delle serie coi
segni monetali, ovvero coi nomi dei magistrati dichiarati
di sopra.

La mia moneta conserva appunto l'arcaismo di di PAIS e dunque credo possa essere attribuita, come Crawford aveva indicato (senza però menzionare il delfino, immagino perchè la considerasse "fuor di serie"

Vi allego anche la figura della moneta nel Garrucci

 

disegno_protome.PNG

Link to comment
Share on other sites


Che ne dite: può essere la giusta ricostruzione. In tal caso la moneta va considerata come un emissione autonoma rispetto alla 5/3b?

 

Grazie per ogni vostra considerazione

Link to comment
Share on other sites


11 ore fa, gionnysicily dice:

Ciao @dux-sab, se questo non è un delfino, io sarò un’aquila 😂😂.

il definì c’è e de ben definito.

 Per @mares, la moneta è genuina e di buona qualità, a parte delle ( naturali ) corrosioni nel campo al rovescio, così al dritto con delle mancanze di metallo sulla guancia.5468A816-21E0-4604-AFEB-9ACDE322548F.thumb.jpeg.63203f7732ae5f5c893c03428a379f5e.jpeg

 

adesso il delfino lo vedo anch'io, grazie. 

Link to comment
Share on other sites


Posted (edited)

Salve, questa è la foto (un po' sfuocata) del sestante del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, inv. 190374, pubblicata sul volume "Poseidonia-Paestum e la sua moneta" di R: Cantilena e F. Carbone. Anche su questo esemplare mi pare si possa vedere il delfino, pur se non oggetto di particolare descrizione

image.jpeg.e0d2ff878a3c088ea5fb8a7a43fd1616.jpeg

Edited by joannes carolus
Link to comment
Share on other sites


anche in questo, asta Tintinna 90 lotto 28, seppur non nelle condizioni migliori e con foto scarsa, il delfino lo si vede distintamente...

image.jpeg.16936b5a5b40f173d483bfce1b21fb20.jpeg

Link to comment
Share on other sites


Che ne dite: può essere la giusta ricostruzione. In tal caso la moneta va considerata come un emissione autonoma rispetto alla 5/3b?

 

Grazie per ogni vostra considerazione

Link to comment
Share on other sites


Grazie molte a tutti quelli che mi hanno segnalato - rassicurandomi ulteriormente - che il delfino c'è e si vede.

Confesso che i maggiori dubbi mi erano venuti proprio vedendo la moneta nel volume Cantilena-Carbone e per il fatto che nella collezione sallusto nella descrizione della moneta che corrisponderebbe alla 5/3 b ovvero (a) Crawford non si menziona il delfino come elemento della moneta.

Farò qualche ulteriore riflessione sul Garucci alla luce della successiva catalogazione di Crawford per capire se le monete con protome di cinghiale e il delfino siano una serie autonoma oppure è la stessa che accoglie monete in cui si vede il delfino e quelle in cui non si vede.

Grazie ancora 

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

Problemi con la nuova grafica?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.

Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Write what you are looking for and press enter or click the search icon to begin your search