Jump to content
IGNORED

SI Himera ... Hemilitron ...


Silla
 Share

Recommended Posts

Questa Gorgone è l'ultima entrata nella mia piccola collezione a lei dedicata e a cui tengo particolarmente (come si evince dal mio Avatar)

Himera 430-420 BC, Hemilitron AE25 (23.42 gm.) Gorgoneion with protruding tongue / Six pellets; Calciati I Foto post-119-1182355916_thumb.jpg

Qualsiasi notizia in merito a questa emissione , o più in generale, del frequente utilizzo Greco di tale iconografia sarà ben accetta . :P

Edited by Silla
Link to comment
Share on other sites


Spero di poterti dare qualche piccola notizia in più...

Le emissioni monetali della serie Gorgoneion ad Himera vanno da quella con l'etnico Himepa ad altre con l'etnico Himepaion. Sino al 1977 Colin M. Kraay riponeva forti dubbi sull'attribuzione di questa serie ad Himera ed indicava Motya come possibile zecca emittente. Per quanto riguarda il problema della durata di questa emissione, a parte la prima descritta da Blumer, si hanno nelle emissioni successive esempi di utilizzazione dello stesso conio del diritto per hemilitra di peso molto distante (gr. 23,8 e gr. 9,93 del BMC). Questo ha portato il Kraay ad ipotizzare una durata di coniazione di due anni, dal 410 al 408, correlando così la serie Gorgoneion di Himera con la serie Ziz "gallo-globetti" che dovrebbe essere posta subito dopo l'invasione cartaginese. Questa tesi non ha ancora dati probanti. Jenkins data la serie dopo il 430, Price dal 450 al 430 e altri come la Langher sono del parere che si debba parlare di una datazione ancora più alta.

Per quanto riguarda l'aspetto della identificazione delle singole emissioni, l'analisi tipologica del diritto, presenta notevoli difficoltà a causa delle varianti nel disegno e nella esecuzione della Gorgone.

La tecnica di coniazione varia anch'essa, passando da tondelli fortemente tronco-conici a tondelli con bordi arrotondati. L'analisi ponderale degli hemilitra fornisce un istogramma con tre picchi, rispettivamente intorno a gr. 14-16, gr 22-23, gr. 25-26. Gli estremi ponderali variano da gr. 9 a gr. 34.

Si può altresì sostenere che il numero degli hemilitra e, in misura minore, dei tetrantes, sia stato notevole dato il numero rilevante di conii conosciuti.

Alle numerose varietà del diritto, fa riscontro un'altrettanto grande varietà del rovescio che, per la sua stessa tipologia, limitata ai globetti, lascerebbe pensare ad una certa uniformità. Invece, si ritrovano aree incuse circolari, quadrate, triangolari; aree piane, cunei o barra tra i globetti. I globetti stessi sono grandi e piccoli, allineati e disallineati.

La varietà stilistica, morfologica e ponderale fa pensare a situazioni di emergenza indentificabili in cause politico-economiche e traducibili in pratica nella drastica riduzione dei valori ponderali. Appare allora comprensibile come, disponendo di molti conii, sia di diritto sia di rovescio, essi siano stati utilizzati incrociandoli, così da creare una coniazione di difficile analisi sequenziale.

Un parametro di rilievo è quello della campitura della Gorgone al centro del tondello come margine libero intorno. Il fatto che gli etnici noti si ritrovino in tre versioni dei caratteri diverse per il corpo e per l'altezza, conferma che nella zecca l'emergenza ha rappresentato la regola più che l'eccezione.

Spero di esserti stato d'aiuto :) Cerceherò di fornirti ulteriori notizie ed informazioni. :)

ps. Complimenti per il bell'esemplare <_< Si tratta di una moneta ricca di fascino, come del resto tutte quelle in bronzo della mia Sicilia :D

Giacomo

Edited by ggugliandolo
Link to comment
Share on other sites


I miei complimenti a Silla per l'ottimo ed affascinante acquisto! ;)

Complimenti anche a Giacomo che, come al solito, ci ha regalato una ricca serie di informazioni su questa emissione.

Per maggiori informazioni riguardanti l'utilizzazo e la storia della figura della Gorgone ti rimando al sito del nostro roth:

da www.roth37.it

Il link porta alla pagina "Monetazione", in basso è possibile trovare gli altri collegamenti sull'argomento. In particolare ti consiglio di leggere la sezione "Storia".

Link to comment
Share on other sites


Grazie a Giacomo e Tutti quanti , l' iconografie della Gorgone e dell'Apollo in alcune monete si potrebbero confondere tanto che spesso quando si parla di una non si può fare a meno di citare l'altra , eppure i "significati" sono così diversi , questa tematica è stata dibattuta di recente in un post che trattava di Dioniso ....

Apollo diobolo - Pisidia - Etenna post-119-1182424865_thumb.jpg

post-119-1182424915_thumb.jpg

Edited by Silla
Link to comment
Share on other sites


Ciao Luca :) e ciao a tutti

la moneta che hai postato è molto bella e interessante

Dal momento che nel post precedente è stata ricordata

una discussione dedicata a Dioniso, vorrei anche segnalara

la prima parte di un eccellente articolo a firma di Giuseppe Ruotolo

dal titolo " Dionysos nella monetazione antica",

apparso sull'ultimo numero di Monete antiche.

P

Link to comment
Share on other sites


Questa Gorgone è l'ultima entrata nella mia piccola collezione a lei dedicata e a cui tengo particolarmente (come si evince dal mio Avatar)

Himera 430-420 BC, Hemilitron AE25 (23.42 gm.) Gorgoneion with protruding tongue / Six pellets; Calciati I  Foto post-119-1182355916_thumb.jpg

Qualsiasi notizia in merito a questa emissione , o più in generale, del frequente utilizzo Greco di tale iconografia sarà ben accetta .    :P

240149[/snapback]

Caro Silla,

premetto che le mie considerazioni non ti faranno piacere,immagino che verro' attaccato ...in ogni modo voglio rischiare... :)

Nell'osservare la tua moneta mi sono chiesto perché hai scelto proprio quell'esemplare,mi spiego meglio: il dritto di questa moneta ,dov'e' rappresentato il soggetto che tanto ti appassiona ( tematica interessante! )e' completamente consunto,il tuo esemplare dal punto d vista collezionistico non ha molto senso .Quest'emissione come ben sai è caratterizzata dall'impiego di molti conii , una moneta andrebbe scelta quando tutti gli aspetti caratterizzanti dell'emissione sono valutabili,tieni presente che tali condizioni sono spessissimo presenti in esemplari in conservazione BB,non occorre anadre a cercare super conservazioni a prezzi da favola.

Non è mia intenzione deluderti ( oltretutto hai avuto pareri opposti ,quindi se lo ritieni opportuno ignora il mio messaggio) ,il mio consigli e' : centellinare gli acquisti puntando su monete di qualità,una moneta in condizioni simili alla tua e' un oggetto dal valore scientifico molto alto solo se contestualizzato,in una coll privata non ha niente da offrire..

Ciao

Kimon

Link to comment
Share on other sites


Caro Kainon lungi da mè l'intenzione di attaccarti e per quale motivo , in fondo la Tua è una lecita opinione e tale rimane , credo solo che la tua analisi non tenga conto di tanti altri aspetti che fanno parte della lunga vita di una collezione .

Luca

Link to comment
Share on other sites


Diaciamo che sono due modi diversi (ma comunque validi) di vedere una collezione.

Kainon ha ragione quando usa le parole:

"centellinare gli acquisti puntando su monete di qualità"...

Credo che sia comunque un "credo" al quale noi collezionisti, dobbiamo pensare in fase d'acquisto.

Certamente ognuno di noi ha fatto follie, nel limite delle proprie possibilità, per comprare una moneta in alta conservazione.

Ebbene a livello artisitico, possiamo ammettere che questa moneta, ogni qualvolta si ammira la propria collezione, è sempre la prima ad essere addocchiata e inevitabilmente la più coccolata... :P

Io stesso però ammeto di aver comprato anche monete in uno stato di conservazione non altissimo, magari per emozioni che mi trasmetteva, per un fatto storico a cui era legata, la regione d'origine etc...

Giusto quindi l'intervento di Kainon, ma condivido anche il pensiero di Silla, che immagino abbia sentito le emozioni dovute in fase d'acquisto... ;)

Tra le altre cose, non vedo questa moneta in uno stato di conservazione così basso.

Effettivamente il dritto non è di grande qualità, ma è pur sempre leggibile la gorgone tanto cara a Silla. :)

Link to comment
Share on other sites


Caro Silla la Hemilitra che tu hai aquistato é un pezzo interessante, dalla mia esperienza ti posso dire che il prezzo per questa moneta in queste condizzioni oscilla tra i 100 - 180 euro, e non sono d´accordo con Kainon che invece dice di centellinare gli aquisti, ma mi trovo daccordissimo con lui, nel dire che avresti potuto investire qualcosa in piú per un altro esemplare, migliore se poi si cerca il pezzo affascinante ebbene allora bisognerebbe investire una somma che potrá variare da 600 a 1000 euro ed anche passa, quindi sta a te decidere in futuro come orientarti per un eventuale aquisto, comunque la monetaé originale su questo non si discute

ciao Marcello :D

Link to comment
Share on other sites


In effetti la moneta mi è costata all'incirca 100 euro e avendocela in mano vi assicuro che non è poi così malaccio , è ovvio che mi piacerebbe un giorno trovare un esemplare in condizioni migliori e se dovesse capitarmi credo o almeno spero di riuscire a rivenderla senza grossa fatica.

Quando parlavo della "lunga vita" di una collezione intendevo sottolineare tra i tanti aspetti che la moneta non me la sono mica sposata , invece quando vi ho mostrato la foto era solo per condividere un esemplare che non si vede propio tutti i giorni e che poteva essere l' occasione (approfittando degli amici del Forum ) per stimolare una discussione .....

Sono grato a Giacomo e a Voi tutti per averne fatto parte.

Silla

Link to comment
Share on other sites


Grazie a te Luca per avere postato questa moneta e per avere aperto una discussione interessante su un pezzo che non si può certamente definire comune.

Ritengo che ognuno di noi nel presentare una moneta lo faccia per condividere il proprio acquisto con gli altri amici del forum e per acquisire ulteriori notizie di approfondimento o spunti di discussione con tutti gli altri utenti.

Vorrei anzi che le discussioni fossero sempre più articolate, ricche di spunti storici e numismatici e piene di interventi in modo da divulgare ulteriormente, anche nei neofiti, gli aspetti più significativi delle varie zecche, così da rendere sempre più "viva" e "accattivante" la numismatica classica greca a noi tanto cara :wub:

Giacomo

Edited by ggugliandolo
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.