Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
numes

PRIMA e DOPO galleria fotografica

Risposte migliori

numes

Cari amici,

apro questa discussione per creare uno spazio di confronto e condivisione dove poter vedere le immagini delle nostre monete prima e dopo il restauro con brevi note sulla tecnica utilizzata:

-acqua distillata

-elettrolisi

-acqua ossigenata

-olio

....

Mi sembra possa venirne fuori un interessante galleria fotografica ... man man che si aggiungeranno i nostri contributi! ;)

se non avete documentazione pronta...in futuro ricordatevi di questo spazio!!

:beerchug:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

romanus

Ciao,comincio io,postando un sest- di Commodo che dato che l'ho pagato

poco € 8,40 mi sono arrischiato a pulire. Metodo usato: meccanico,manuale.

post-3514-1182550970_thumb.jpg

post-3514-1182550998_thumb.jpg

post-3514-1182551021_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miglio81

Complimenti numes, potrebbe essere una discussione molto interessante, sempre attiva e visibile, nella quale inserire le nostre esperienze nel campo del restauro.

A questo punto inserirei alcuni link di discussioni già aperte relative ai miei restauri, in modo che si possano raggiungere direttamente da qui. ;)

Primo esempio:

Restauro di una dracma di Alessandro Magno, utilizzando l'elettrolisi naturale:

http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic=13714&hl=

La moneta presentava incorstazioni tali da non poterne apprezzare i rilievi e di conseguenza la zecca.

La sola acqua demineralizzata non offriva miglioramenti, mentre con più trattamenti di elettrolisi naturale da entrambi i lati, è stato possibile "staccare" le incrostazioni dall'argento.

Dopodichè, con una lente conta fili molto potente e un ago molto fine, ho proceduto rimuovendo i frammenti di incrostazione facendo leva con la punta.

Tutto questo sempre intervallato da bagni in acqua demineralizzata e spazzolature con spazzolino da denti a setole morbide.

Per finire ho lasciato la moneta immersa bel succo di limone puro per mezz'ora, per rimuovere le macchie lasciate dalle incrostazioni. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miglio81

Il secondo esempio, riguarda il restauro di un bronzo di Filippo II di Macedonia, padre di Alessandro "Il Grande"... :P

http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic=14474&hl=

La moneta con pregevole patina verde smeraldo, presentava incrostazioni anche calcaree molto dure.

Il restauro è avvenuto solo utilizzando ripetuti e pazienti bagni in acqua demineralizzata, da prima solo cambiando l'acqua ogni giorno e successivamente rimuovendo con cura, per mezzo di un piccolo ago, le incrostazione più esterne rese più morbide dai lunghi bagni.

Con spazzolino a settole morbide bagnato, ho rimosso le incrostazioni saltate con l'ago e ho ripetuto l'operazione tutti i giorni fino al risultato finale.

Il tutto è durato circa 20 giorni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miglio81

Terzo esempio, un'altra moneta in argento, ovvero il restauro di una dracma di Corinto.

http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic=8692

La moneta presentava incrostazioni durissime (calcare e piombo?) che sono state rimosse con più cicli di elettrolisi naturale e bagni in succo di limone puro.

In questo caso non si è reso necessario nemmeno l'intervento meccanico, ma è bastata una semplice spazzolaturqa con spazzolino a setole morbide. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numes

Grazie per i vostri interessantissimi interventi!...illuminanti!!!

Aggiungo un link che vi porta ad una discussione dove Fra Crasellame propone il restauro di una dracma di Alessandro utilizzando l'ELETTROLISI NATURALE:

http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic=12103

Spero si aggiungano altri contributi!! ;)

Modificato da numes

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Riporto QUI il link alla discussione sulla pulizia di un denario di Julia Maesa completamente ricoperto di incrostazioni terrose. Si tratta di una moneta a cui sono particolarmente affezionato perché... è l'unica moneta romana che ho! ;)

Ciao, P. :)

PS. Concordo di mettere in evidenza questa discussione, quindi procedo come suggerito

Modificato da Paleologo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numes

ho provato per la prima volta con una moneta di rame del sultanato di Malwa molto incrostata.

il trattamento è stato:

bagni in acqua demineralizzata per 3 giorni - spazzolata ogni giorno senza però ottenere risultati apprezzabili, così dopo un altro ciclo di 2 giorni in "ammollo" e una "surgelata" ho finalmente notato l'ammorbidimento della crosta, allora ho operato con la punta di un taglierino tenedo la moneta sotto una potenete lente contafili....un paziente lavoro di rimozione ed ecco il risultato

aaamalwapdqi4.jpg

Shot at 2007-07-09

Modificato da numes

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mauro74
Riporto QUI il link alla discussione sulla pulizia di un denario di Julia Maesa completamente ricoperto di incrostazioni terrose. Si tratta di una moneta a cui sono particolarmente affezionato perché... è l'unica moneta romana che ho!  ;)

Ciao, P.  :)

PS. Concordo di mettere in evidenza questa discussione, quindi procedo come suggerito

241557[/snapback]

Ciao Paleologo,

complimenti per la moneta e per il risultato ottenuto,

solo una cosa non mi è chiara (e non vorrei causare danni irreversibili): la moneta la poggi sulla stagnola all'esterno del contenitore o immersa nell'acqua? meglio essere sicuri prima di procedere!!

Ciao e di nuovo complimenti,

Mauro ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo
la moneta la poggi sulla stagnola all'esterno del contenitore o immersa nell'acqua?

247473[/snapback]

Dentro l'acqua! Prima un lato e poi l'altro, ripetere ad libitum. C'è anche chi suggerisce di non limitarsi a poggiare la moneta sulla stagnola, ma di impacchettarcela dentro (variante danielealberti)

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

ciao, solo ora mi sono accorto di questa sottosezione per le foto PRIMA e DOPO.

Però ho il sospetto che sia riservata alle monete antiche...

Beh, io inserisco le foto, se poi non vanno qui, le sposterà chi di dovere.

:rolleyes:

Prima della cura, la moneta in argento Rupia Indiana del 1888, per la regina Vittoria.

Presenza di depositi inestetici.

post-680-1267001869,34_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

dopo la pulizia, eseguita alcool depositato sulla superfice per un minuto e leggera passata con cotone.

Restano ancora tracce, ma la lascerei così

post-680-1267002199,46_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

renato.ber

Sto fecendo delle prove con delle cavie ma posto ugualmente i risultati:

Scalda biberon, beker 200 cc., filo di rame smaltato, da usare come sospensorio, stuzzicadente lungo per sospensorio, a circa 30 Gradi viacal puro per almeno 2 minuti e poi lavare sotto abbondante acqua, asciugare delicatamente.

PRIMA.

Il rosa è il vetro che non ho pulito SCUSATE.

post-21533-019921700 1284638857_thumb.jp

post-21533-033448400 1284638894_thumb.jp

Modificato da renato.ber

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lele300

Ciao a tutti, ma non ci sono controindicazioni per le monete d'argento con l'uso dell'alcool????

Lele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

renato.ber

Sto fecendo delle prove con delle cavie ma posto ugualmente i risultati:

Scalda biberon, beker 200 cc., filo di rame smaltato, da usare come sospensorio, stuzzicadente lungo per sospensorio, a circa 30 Gradi viacal puro per almeno 2 minuti e poi lavare sotto abbondante acqua, asciugare delicatamente.

PRIMA.

Il rosa è il vetro che non ho pulito SCUSATE.

Questo è il sistema molto semplice che uso.

post-21533-049928300 1284670682_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

renato.ber

Questo piccolo sistema ha dato i risultati di cui sopra:

Ricetta: 200 cc. di acqua distillata, 3,5 grammi di tetraborato di sodio, 20 Vcc. X 45 secondi a temperatura ambiente.

Elettrodi in argento 925/1000 da 1 mm. piegati come in foto:

post-21533-011265400 1284929362_thumb.jp

post-21533-061601100 1284929522_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

renato.ber

Spero che si vedono gli elettrodi come vanno piegati.

post-21533-078590000 1284929609_thumb.jp

post-21533-044858700 1284930122_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MassyGiovy7577

Spero che si vedono gli elettrodi come vanno piegati.

Ciao Renato, volevo chiederTi se come alimentatore è sufficiente una batteria 12V 80ah ? Grazie Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

renato.ber

Spero che si vedono gli elettrodi come vanno piegati.

Ciao Renato, volevo chiederTi se come alimentatore è sufficiente una batteria 12V 80ah ? Grazie Ciao

Ciao.

La cosa migliore è usare un alimentatore con la tensione e corrente regolabile, però costano una cifra. La batteria che intendi tu non ha nessuna regolazione e rischieresti di rovinare il lavoro. Ti consiglio di trovarne anche usato, magari su internet, uno regolabile vanno bene quelli che vanno da 1.5 a 24 Volt e corrente da 0 a 3 Ampere

Quando hai il tutto usa la corrente sempre a 0 ( zero ) e una volta introdotta la moneta nel liquido alzi un pò alla volta la corrente guardando sempre la moneta in modo che non rimanga troppo esposta alla corrente , estraila e delicatamente puliscila per togliere la patina che si forma, ogni sistema per pulirla va bene, nel caso non fosse sufficente puoi proseguire una seconda volta, mi raccomando la corrente tienila sempre a 0 ( Zero ) quando introduci la moneta.

Poi con il tempo si impara, se hai altre domande sono a tua disposizione.

CIAO

RENATO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MassyGiovy7577

Spero che si vedono gli elettrodi come vanno piegati.

Ciao Renato, volevo chiederTi se come alimentatore è sufficiente una batteria 12V 80ah ? Grazie Ciao

Ciao.

La cosa migliore è usare un alimentatore con la tensione e corrente regolabile, però costano una cifra. La batteria che intendi tu non ha nessuna regolazione e rischieresti di rovinare il lavoro. Ti consiglio di trovarne anche usato, magari su internet, uno regolabile vanno bene quelli che vanno da 1.5 a 24 Volt e corrente da 0 a 3 Ampere

Quando hai il tutto usa la corrente sempre a 0 ( zero ) e una volta introdotta la moneta nel liquido alzi un pò alla volta la corrente guardando sempre la moneta in modo che non rimanga troppo esposta alla corrente , estraila e delicatamente puliscila per togliere la patina che si forma, ogni sistema per pulirla va bene, nel caso non fosse sufficente puoi proseguire una seconda volta, mi raccomando la corrente tienila sempre a 0 ( Zero ) quando introduci la moneta.

Poi con il tempo si impara, se hai altre domande sono a tua disposizione.

CIAO

RENATO

Si avrei un ultima domanda, la pulizia della moneta avviene per il passaggio della corrente oppure per via delle bollicine che si creano? Grazie Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

renato.ber

Spero che si vedono gli elettrodi come vanno piegati.

Ciao Renato, volevo chiederTi se come alimentatore è sufficiente una batteria 12V 80ah ? Grazie Ciao

Ciao.

La cosa migliore è usare un alimentatore con la tensione e corrente regolabile, però costano una cifra. La batteria che intendi tu non ha nessuna regolazione e rischieresti di rovinare il lavoro. Ti consiglio di trovarne anche usato, magari su internet, uno regolabile vanno bene quelli che vanno da 1.5 a 24 Volt e corrente da 0 a 3 Ampere

Quando hai il tutto usa la corrente sempre a 0 ( zero ) e una volta introdotta la moneta nel liquido alzi un pò alla volta la corrente guardando sempre la moneta in modo che non rimanga troppo esposta alla corrente , estraila e delicatamente puliscila per togliere la patina che si forma, ogni sistema per pulirla va bene, nel caso non fosse sufficente puoi proseguire una seconda volta, mi raccomando la corrente tienila sempre a 0 ( Zero ) quando introduci la moneta.

Poi con il tempo si impara, se hai altre domande sono a tua disposizione.

CIAO

RENATO

Si avrei un ultima domanda, la pulizia della moneta avviene per il passaggio della corrente oppure per via delle bollicine che si creano? Grazie Ciao

Mi sono dimenticato di dire di usare delle cavie per capire il processo come funziona, il liquido usato per effetto della corrente rimuove varie impurità ma non è sufficente devi dare un aiuto manuale come il lavaggio e altro che intendi usare manualmente.

Il negativo và collegato alla moneta.

Dimmi poi come ti sei trovato con questo sistema se secondo te funziona oppure no.

CIAO

RENATO.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×