Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
darioelle

Denaro di Messina Federico II?

Risposte migliori

darioelle

Ho dato un'occhiata al Varesi MIR Sicilia e credo di avere identificato la moneta con il tipo 100 (Spahr 135) databile 1245 ed appartenente al periodo di Federico II.

Non essendo un esperto non sono però sicuro specie del rovescio e non vorrei che altre zecche meridionali avessero prodotto monete simili.

Potete quindi confermare la correttezza della mia identificazione?

Ciao!

post-5024-1184882501_thumb.jpg

post-5024-1184882520_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Ti confermo l'identificazione. Sphar 135

al D IPR ed al R croce cantonata da crescenti.

Il discorso della zecca è diverso, perchè questa moneta fu coniata sia dalla zecca di Messina che da quella di Brindisi.

fedafa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

Grazie Fedafa.

C'è allora un modo per capire se si tratta della zecca di Messina o di quella di Brindisi? Erano proprio identiche in tutto?

Ciao,

Dario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Horben Tumblebelly
Grazie Fedafa.

C'è allora un modo per capire se si tratta della zecca di Messina o di quella di Brindisi? Erano proprio identiche in tutto?

Ciao,

Dario

247821[/snapback]

Allo stato attuale non è possibile indicare un "metodo" per attribuirle con certezza alla sola Brindisi o alla sola Messina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

Questo vuol dire che usavano conii proprio identici?

Se così non fosse immagino si sarebbero trovati nelle monete dei segni distintivi di Brindisi o Messina, che ne dite?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Horben Tumblebelly
Questo vuol dire che usavano conii proprio identici?

Se così non fosse immagino si sarebbero trovati nelle monete dei segni distintivi di Brindisi o Messina, che ne dite?

247914[/snapback]

Ci sono conii uguali e leggerissime varianti di conio ma non è possibile dire con certezza se si tratti di una zecca o di un'altra.

Per alcuni denari è stato comunque possibile fornire una attribuzione più precisa, quelle che leggi sul MIR o sui testi della Travaini etc etc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×