Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
1soldo

Rame: quseto sconuscito.

Risposte migliori

1soldo

Ciao a tutti, confido nel vostro grande aiuto.

Premetto che è da pochissimo che colleziono monete, in particolare monete recuperate da scavo.

Seguendo i Vostri consigli, ho risolto i problemi che avevo con la pulitura dell' argento, 1000 grazie.

Il problema sorge ora:

Monete di rame \ bronzo \ o materiale siile:

io utilizzo questa tecnica con risultati molto scarsi :(

- Pulizia dal terreno con bagni in acqua demin. + spazzola

Arrivo all' ossidazione:

Ho provato con:

- Limone puro: risultato pezzo di metallo senza valore bruttissimo

- Aceto: Come sopra

- mix Acqua limone o mix acqua e aceto: a bagno per breve tempo le incrostazioni più dure rimangono... a bagno per lungo tempo le incrostazioni scompaiono, ma anche la patina della moneta...

- Bagni in acqua demineralizzata ( con o senza bicarbonato): le grosse ossidazioni rimangono, ho notato

- Ora stò provando con l'olio di vasellina...

Cosa mi consigliate, non ho fretta....

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ziopaperone89

Io uso da sempre un unico e (per me) infallibile metodo ...

Le noiosissime lezioni di chimica cui la mia scuola mi sottopone mi sono tornate utili quando abbiamo cominciato a parlare degli acidi ... Sfogliando tra le pagine del libro è uscito fuori il tanto utile nome: "Ac. FORMICO"!

L'acido formico, infatti, attacca le sostanze organiche lasciando intatte quelle inorganiche (moneta). Naturalmente la moneta va immersa per breve tempo nell'acido (a seconda dell'incrostazione) e va sempre tenuta d'occhio.

Consiglio utile: fate prima delle prove con monete doppie o rovinate, sempre di poco valore!!!

Adesso sto studiando e sperimentando gli effetti di altri acidi sulle varie monete (bronzo, rame, nickel, ARGENTO). Mi sono fatto dare da amici venditori monete di vari metalli che dovevano buttare perchè invendibili e sto provando.

Spero di poter al più presto pubblicare sul forum i risultati delle mie ricerche.

Spero di essere stato di aiuto a qualcuno!

P.S.: non chiedetemi solo dove procurarsi l'ac. formico. Io lo "prendo in prestito" dall'armadietto degli acidi della scuola ...

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO
. . .

Premetto che è da pochissimo che colleziono monete, in particolare monete recuperate da scavo. . .

253679[/snapback]

Stiamo dando per sottinteso che lo scopo di questo thread sia nel rispetto della legalità. Giusto? :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO
. . .

L'acido formico, infatti, attacca le sostanze organiche lasciando intatte quelle inorganiche (moneta).

253789[/snapback]

Sono un po' dubbioso riguardo all'azione dell'acido formico <_< .

Che tipo di concrezioni andiamo a disgrgare in questo modo? E come facciamo a neutralizzare l'effetto dell'acido una volta raggiunto il livello desiderato?

Modificato da LUCIO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO
...

Le noiosissime lezioni di chimica cui la mia scuola mi sottopone mi sono tornate utili quando abbiamo cominciato a parlare degli acidi ...

253789[/snapback]

Non ho mai sviluppato esperieze pratiche a riguardo, ma ai miei tempi -quando studiavo io- si parlava per il restauro del rame di Acido etilendiaminotetracetico, ne sai qualcosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

william
. . .

Premetto che è da pochissimo che colleziono monete, in particolare monete recuperate da scavo. . .

253679[/snapback]

Stiamo dando per sottinteso che lo scopo di questo thread sia nel rispetto della legalità. Giusto? :blink:

253794[/snapback]

Speriamo :ph34r: :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ziopaperone89

Sì, conosco l'ac. etilendiamminotetracetico ma non l'ho ancora testato per 2 motivi:

- difficoltà sintesi (costi, tempo, procedimento)

- la mia scuola ne è sprovvista !!!!!

Quando ne entrerò in possesso proverò il suo effetto.

Cmq per annullare l'azione dell'ac. formico basta sciacquare la moneta con abbondante acqua (meglio demineralizzata per evitare eventuali reazioni tra l'acido e sali minerali presenti nell'acqua).

Raccomando di asciugare bene la moneta!

Provate anche voi e fatemi sapere i risultati ottenuti. Se possibile fatemi sapere:

- quantitativo acido usato

- metallo moneta

- tipologia concrezione

- peso moneta prima reazione

- metallo recipiente dove avviene la reazione

- tempo di immersione moneta

- quantitativo acido rimasto a fine reazione

- peso moneta dopo reazione (che dovrebbe risultare uguale o quasi a quello indicato sui cataloghi).

Se usate recipienti di plastica per la reazione (lo sconsiglio!) tenete la moneta immersa per poco tempo.

Infatti, se lasciate la moneta troppo a lungo, rimarrà impresso nella plastica il disegno della moneta.

Io infatti compro dei dischi di plastica spessi circa 2 cm, li metto sul fondo di un contenitore con sopra la moneta (non di valore) e molto acido. Lascio a mollo alcuni giorni e poi tolgo via il disco di plastica che riporta perfettamente il disegno della moneta.

Uso poi i dischi per fare dei calchi in cera della moneta!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Ciao 1soldo e benvenuto nel forum.

Mi dispiace doverti tirare le orecchie appena entrato nel forum ma lo staff è obbligato, a costo di essere pedante, a ricordare quanto segue:

1) La ricerca di cose di interesse archeologico (incluse le monete antiche) da parte dei privati è vietata per legge.

2) Qualunque ritrovamento fortuito di cose di interesse archeologico deve essere segnalato entro 24 ore alle autorità competenti (carabinieri, soprintendenza, comuni ecc.)

Questo è il senso esplicito del primo intervento di Lucio a proposito della legalità. Se vuoi saperne di più ti consiglio di fare una ricerca sul forum con le parole chiave "metal detector" ed eventualmente consultare la sezione "Legislazione" dove dell'argomento si parla (e straparla) ad esaurimento.

Ciao, P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1soldo

Grazie amici per le dritte e gli ottimi consigli.

Rispondo a William e a Paleologo.

La legge italiana relativa ai ritrovamenti la conosco molto bene. Avrete capito che uso il metal detector, di conseguenza prima di investire su questo particolare passatempo ho studiato le leggi relative ai vari ritrovamenti.

A proposito di questo: la legge italiana non è ben chiara e nessuno fino ad ora mi ha saputo rispondere:

- Come mai è " premesso collezionare monete" di qualsiasi epoca ( basta leggere i vari post del forum) acquistandole, scambiandole, trovandole nei " nei cassetti della nonna", ma non è possibile tenere per se, ( se provenienti da scavo da zone senza alcun interesse e vincolo archeologico) monete antecedenti al 2 giugno 1946 , inizio della reppubblica italiana ( vedi art. 12 comma 1 del d.l. 22 c.b.c) ??

DECRETO LEGISLATIVO 22 gennaio 2004, n. 42

Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137

(G.U. n. 45 del 24 febbraio 2004, s.o. n. 28)

in vigore dal 1° maggio 2004

TITOLO I - Tutela

Capo I - Oggetto della tutela

Art. 10. Beni culturali

1. Sono beni culturali le cose immobili e mobili appartenenti allo Stato, alle regioni, agli altri enti pubblici territoriali, nonché ad ogni altro ente ed istituto pubblico e a persone giuridiche private senza fine di lucro, che presentano interesse artistico, storico, archeologico o etnoantropologico.

2. Sono inoltre beni culturali:

- --

- le cose di interesse numismatico;

- --

Art. 12. Verifica dell’interesse culturale

1. Le cose immobili e mobili indicate all’articolo 10, comma 1, che siano opera di autore non più vivente e la cui esecuzione risalga ad oltre cinquanta anni, sono sottoposte alle disposizioni del presente Titolo fino a quando non sia stata effettuata la verifica di cui al comma 2.

2. I competenti organi del Ministero, d’ufficio o su richiesta formulata dai soggetti cui le cose appartengono e corredata dai relativi dati conoscitivi, verificano la sussistenza dell’interesse artistico, storico, archeologico o etnoantropologico nelle cose di cui al comma 1, procedendo alla loro schedatura sulla base di indirizzi di carattere generale stabiliti dal Ministero medesimo al fine di assicurare uniformità di valutazione.

Cosa mi dite??????

Ho applicato troppo la legge???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO

Questo thread riguarda materiale che non è stato denunciato né consegnato? :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1soldo

le info sono relative al ritrovamento di alcune monete di rame, illeggibili, valore zero, ritrovate nei campi. Gli adetti dell' ufficio comunale di competenza mi hanno riferito che è materiale da buttare.

In altri casi, mi hanno " requisito " il ritrovamento con regolare ricevuta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO

Ma dov'è che c'è un ufficio comunale che fa un servizio del genere ? :) :P

Lo propongo subito anche io B) .

Modificato da LUCIO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

1soldo, mi fa piacere che prima di iniziare l'attività di collezionista ti sei opportunamente documentato. E sono pienamente d'accordo con te che la legislazione è spessp poco chiara e/o poco applicabile. Però su un punto mi sembra che non sussistano dubbi: i nuovi ritrovamenti di beni di interesse archeologico sono di proprietà esclusiva dello stato. Di conseguenza collezionare monete provenienti da scavo è illegale. O è così, oppure io non ho capito una mazza e probabilmente la luna è quadrata.

La risposta alla tua domanda peraltro è molto semplice: è permesso collezionare monete di qualunque epoca purchè siano di lecita provenienza, ovvero non provengano da nuovi ritrovamenti oppure, ovviamente, da furti o altre attività illegali. L'espressione "certificato di lecita provenienza" ti dice niente? Riguardo al "più vecchio di 50 anni" è ragionevole pensare che si riferisca a opere d'arte eseguite in pochi o in unico esemplare, non certo alle monete di Vittorio Emanuele III. Ti rimando comunque al forum Legislazione per i dettagli.

Ti faccio inoltre presente che il forum, vista la delicatezza dell'argomento, è obbligato a commentare, come ho fatto io sopra, qualunque intervento che faccia ipotizzare una non conoscenza, un disinteresse o un vero e proprio disprezzo per la legislazione vigente in materia di beni culturali (non mi riferisco specificamente al tuo intervento). Questo sia come propria tutela sia perchè riteniamo giusto che chi esercita il proprio diritto di collezionare monete antiche lo faccia in modo consapevole e nel pieno rispetto della legalità.

Ciao, P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1soldo

Grazie per la spiegazione Paleologo,

non volgio essere il pignolo di turno, il rompiscatole, ecc, ecc..

non capisco una cosa: come mai in molti post si di pulitura di monete altamente ossidate, usurate, in particolar modo di monete romane, vedi foto varie, e non c'è nessuno che dichiara dove le hanno trovate e come le ha trovate :(

Io ho dichiarato appertamente che uso il MD ed è successo il disastro.

Bene, oggi mi sono incazzato abbastanza e ho buttato le due monete che volevo pulire con calma nel " Drago", 5 \6 minute e sono pulite da gettare nel patume...

Comunque:

le monete erano entrabe 1 centesimo del 1914 \ 1916 vittorio em.III per quello che si legge ancora....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1soldo

Mi autorispondo:

LEGGE 25 giugno 2005, n. 109 (in G.U. n. 146 del 25 giugno 2005) - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 26 aprile 2005, n. 63, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo e la coesione territoriale, nonché per la tutela del diritto d'autore. Disposizioni concernenti l'adozione di testi unici in materia di previdenza obbligatoria e di previdenza complementare

Collezioni numismatiche

1. Alla lettera A, numero 13, dell'allegato A al codice dei beni culturali e del passaggio, la lettera B) è sostituita dalla seguente:

«B) Collezioni aventi interesse storico, paleontologico, etnografico o numismatico, ad eccezione delle monete antiche e moderne di modesto valore o ripetitive, o conosciute in molti esemplari o non considerate rarissime, ovvero di cui esiste un notevole numero di esemplari tutti uguali».

2. Per le monete di modesto valore o ripetitive, ovvero di cui esiste un notevole numero di esemplari tutti uguali, non rientranti nelle collezioni di cui alla lettera B) della lettera A, numero 13, dell'allegato A al codice dei beni culturali e del paesaggio, come sostituita dal comma 1 del presente articolo, è escluso l'obbligo di denuncia di cui all'articolo 59 del medesimo codice, nonchè ogni altro obbligo di notificazione alle competenti autorità.))

Questa modifica di legge mi era sfuggita ( mi è stata indicata da un adetto di un comune dove vado di solito... stanco di vedermi lì):

Mi scuso con tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO

Ma la notizia di uffici comunali che si occupano di queste cose mi interessava veramente :) , per me è una assoluta ed interessante novità: di che comune o comuni si tratta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1soldo

Un piccolo comune disperso nel polesine.

In ogni caso, una volta che ti presenti in un ufficio comunale con del materiale ritrovato ( dal classico portafoglio al reperto bellico), sono costretti a ritirarlo o ad indirizzarti all' ente di competenza più vicino.

Quando ti presenti 5\10 volte al mese, la musica cambia, qualche adetto inizia ad informarsi e di conseguenza cerca di agevolarti nella denuncia tuoi ritrovamenti.

Tutto qua!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO

Avevo capito male allora. Mi illudevo che qualche Comune avesse istituito un servizio specifico con personale con competenze (e autorità) sufficienti per filtrare le denunce dei cittadini sui beni culturali evitando di far passare a livello di Soprintendenza quelle inutili (il che immagino possa avvenire solo avendo "allo sportello" una persona particolarmente competente e contemporaneamente investita di un mandato di "Ispettore Onorario" o qualcosa del genere, perché altrimenti una operazione di "scrematura" sarebbe giuridicamente rischiosa e concretamente poco efficiente).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO

Chiedo scusa per la parentesi offtopic :whome:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Mi autorispondo:

LEGGE 25 giugno 2005, n. 109 (in G.U. n. 146 del 25 giugno 2005) - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 26 aprile 2005, n. 63, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo e la coesione territoriale, nonché per la tutela del diritto d'autore. Disposizioni concernenti l'adozione di testi unici in materia di previdenza obbligatoria e di previdenza complementare

Collezioni numismatiche

1. Alla lettera A, numero 13, dell'allegato A al codice dei beni culturali e del passaggio, la lettera B) è sostituita dalla seguente:

«B) Collezioni aventi interesse storico, paleontologico, etnografico o numismatico, ad eccezione delle monete antiche e moderne di modesto valore o ripetitive, o conosciute in molti esemplari o non considerate rarissime, ovvero di cui esiste un notevole numero di esemplari tutti uguali».

2. Per le monete di modesto valore o ripetitive, ovvero di cui esiste un notevole numero di esemplari tutti uguali, non rientranti nelle collezioni di cui alla lettera B) della lettera A, numero 13, dell'allegato A al codice dei beni culturali e del paesaggio, come sostituita dal comma 1 del presente articolo, è escluso l'obbligo di denuncia di cui all'articolo 59 del medesimo codice, nonchè ogni altro obbligo di notificazione alle competenti autorità.))

Questa modifica di legge mi era sfuggita  ( mi è stata indicata da un adetto di un comune dove vado di solito... stanco di vedermi lì):

Mi scuso con tutti.

254976[/snapback]

Credo che questa precisazione di 1soldo sia particolarmente importante ai fini della scissione sull'obbligo di denuncia delle proprie collezioni numismatiche, di cui

si e' parlato nel topic 'Legislazione'.

Credo d riconoscere in questa modifica alla legge, il paziente e benemerito lavoro di negoziazione del Dr. Bernardi e dei rappresentanti NIP che hanno lavorato per rendere la legislazione in materia meno punitiva per i collezionisti.

Credo che la citazione di questo articolo sia un passo importante per il progresso della recente discussione nel topic Legislazione e suggerirei di spostare il post in quella sede.

Dalla citazione si evince come un eventuale notifica riguardi solo materiale numismatico non ripetitivo e di particolare valore.

numa numa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO

. . . la 109/2005 non innova la disciplina dei ritrovamenti :rolleyes:

E in effetti non scioglie le incrostazioni, scusate :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
. . . la 109/2005 non innova la disciplina dei ritrovamenti  :rolleyes:

I ritrovamenti non erano in discussione.

Mi sembrava che gran parte della discussione vertesse sull'obbligatorieta' di notifica della propria collezione, che questa modifica, appunto, smentisce..

numa numa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO

Si parlava di pulizia di oggetti rinvenuti. L'obbligo rimane.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Si parlava di pulizia di oggetti rinvenuti.  L'obbligo rimane.

255837[/snapback]

Siamo precisi! L'obbligo rimane per gli oggetti rinvenuti, NON per le collezioni :D

numa numa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×