Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
Michele2198

Lombardia Curiosità sul crocione

Risposte migliori

Michele2198
Ciao a tutti, questo è un crocione di Francesco II del 1792, zecca Milano, che possiedo. E' una moneta, anche se non in ottimo stato, per me molto evocativa e che mi richiama il '700: duelli all'alba, scrigni pieni di ricchezze, Barry Lyndon etc.
Ho alcune domande:
-che cos'è e cosa rappresenta il Toson d'Oro? i cataloghi dicono che esso orna la croce di Borgogna. E' quell'animale appeso sotto la croce?
-i graffi obliqui sulla scritta Aus compaiono anche su un altro esemplare che possiedo, secondo voi hanno qualche particolare ragione d'essere (per es: difetti di conio, la moneta veniva tenuta in qualche modo particolare...)

Ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Michele2198
Non sono riuscito ad allegare l'immagine, eccovi il rovescio:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil
Un pò di storia del Toson d'oro (tratta dal web):

[code]  L'ordine cavalleresco dinastico (o di collana) del Toson d'Oro, venne istituito nel 1429 da Filippo II il Buono, Duca di Borgogna, in occasione delle sue nozze con l'Infanta Isabella del Portogallo. Nel 1431 il Duca ne stabilì l'ordinamento e il numero dei Cavalieri che vi potevano accedere, solo 31, quale ricompensa della fedeltà dei vassalli alla Corte di Borgogna. Per il suo carattere fastoso, l'ordine del Toson d'Oro divenne uno dei più importanti d'Europa. I cavalieri che ne venivano insigniti indossavano il mantello ed il tocco rosso con l'insegna che consisteva in un collare d'oro da cui pendeva il "vello", in oro smaltato. Dalla Corte di Borgogna, dopo l'abdicazione di Carlo V, al conferimento dell'Ordine del Toson d'Oro successero gli Asburgo di Spagna, fino all'avvento di Filippo V di Borbone (1701) che determinò lo sdoppiamento dell'ordine stesso, che venne così conferito sia dai rè di Spagna che dagli Asburgo della Casa Imperiale d'Austria.

Il monile raffigura un ariete con le coma ritorte in giù ed il corpo appeso ad un pendaglio che vuole interpretare il fulmine che colpisce l'animale, e si collega alla leggenda degli Argonauti greci guidati dal mitico Giasone che, aiutato da Medea, uccise l'ariete e si impossessò della lana d'oro. La simbologia vuole che chi fosse insignito dell'onorificenza esprimesse ricchezza, grandezza, libertà[/code]

Ciao, RCAMIL B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Michele2198
Il Vello d'Oro!!! lo sospettavo, ora so anche perchè, grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovenaledavetralla
Il vero "Vello d'oro" quello mitico è quello di Giasone che con la nave Argo (da qui il nome argonauti) ed insiema ai Dioscuri (Castore e Polluce) si recarono nella Colchide alla ricerca del Vello d'oro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×